Autumn Nations Series

Tutti gli altri tornei, dai Mondiali ai TM sparsi per il pianeta.
Mr Ian
Messaggi: 8917
Iscritto il: 2 feb 2012, 16:20

Re: Autumn Nations Series

Messaggio da Mr Ian » 22 nov 2022, 17:40

Quale addetto ai lavori, al massimo uno che prova ad essere un allenatore di provincia, sperduta per giunta.
Il tracollo dal 2018 era riferito agli scarlets.
Quelle vittorie che tu giustamente citi, hanno inebriato solamente le casse della wru, poco alle franchigie, nulla al rugby di base .
Del Galles potremmo parlarne a lungo, ma poi ci annoiamo.
Ti dico solo che passare da Henry, Hansenn, Garland, Pivac c è un bella differenza...
Il naturale successore potrebbe essere Robertson, ma poi diventa una corsa a due con l Inghilterra, ma con O Gara possibile terzo incomodo.
A me andrebbe bene anche un Pat Lam, molto congeniale al running rugby gallese

zappatalpa
Messaggi: 9677
Iscritto il: 21 set 2015, 20:02

Re: Autumn Nations Series

Messaggio da zappatalpa » 22 nov 2022, 17:41

Ad ogni modo, andando avanti cosí, con la Georgia qualcosa bisogna fare, e lo deve sapere anche il rugby board.
Quasi come l'Italia negli anni 97-98, hanno battuto 2 squadre del 6N, una addirittura fuori, ora se dovessero aggiungere un altro scalpo,
magari un altra volta il Galles o l'Australia alla coppa del mondo, cosa gli proponi?
"Dobbiamo ballare, fioi!!" John Kirwan 21/03/22 sky.co.nz

crouchbindset
Messaggi: 1263
Iscritto il: 4 apr 2022, 15:14

Re: Autumn Nations Series

Messaggio da crouchbindset » 22 nov 2022, 19:17

Mr Ian ha scritto:
22 nov 2022, 16:08
crouchbindset ha scritto:
21 nov 2022, 22:37
Mr Ian ha scritto:
21 nov 2022, 20:03
In linea generale non si è visto un grande spettacolo ma sicuramente un intensità che non si vede tutti i giorni se non nelle occasioni dove la posta in gioco è alta.
Definisci spettaccolo, per me intensità è soettacolo e non per forza mete a grappoli per esempio
Se vuoi proprio una definizione, ti dico che per me è spettacolo l'articolazione della struttura di gioco e la sua materializzazione nelle mete realizzate.
Non è tanto il numero delle mete ma come ci si arriva che mi entusiama, l'osservazione dell'animazione collettiva di ogni singolo individuo della squadra per realizzare un obiettivo comune.
Ovviamente queste cose si possono osservare anche nella fase difensiva e anch io ho apprezzato tanto le partite di questo novembre, ma se dovessi giudicarle dal punto di vista di uno che fa analisi, in tutto novembre prenderei come campione solo l Italia, il resto boh.
Per me quello in neretto é spettacolo sia esso attacco o difesa. Per esempiuo la difesa dell'Irlanda nei 22 contro l'Australia Sabato ad un certo punto di 21 fasi é spettacolare. La difesa di Fiji in 13 contro 15 nei propri 22 la settimana prima aDublino ancor piú spettacolare. Tutte cose strutturate e ben studiate sulla tattica dell'avversario.

Ho trovato spettacolare lo Stade Rochelais nella finale di HC, ogni signola contromossa difensiva che ROG ha disegnato per non permettere al Leinster di giocare il suo rugby per me é stata splendida e spettacolare.
Alla stessa maniera in cui trovo spettacolari strutture di gicoo che portano alla marcatura di una meta.

Io questo novembre ho visto tantissime cose interessanti, la Francia che prova qualcosa di diverso rispetto al passato pensando forse a come le partite di quarti-semi e finale di uan RWC abbiano bisogno di un tema tattico diverso, le difese asfissianti dei Boks, il fatto che l'Irlanda abbia non solo tentuo botta allo scontro fisico coi Boks ma anzi ne sia uscita vincente cosa tuttaltro che ovvia (visti anche i problemi del Leinster negli anni con squadre fisiche come Saracens e La Rochelle), in acluni frangenti per me si é iniziato a vedere forse cos EJ vuole fare nella gestione del gioco alternata tra Farrell e Smith per sfruttare al meglio le diverse caratteristiche dei due, delle Fiji ho ammirato una dedizione difensiva non vista in precedenza e frutto del lavoro di Cotter oltre alle solite loro capacitá di attaccare con folate incredibili.

Australia @jpr io dissento, sono stati tutta la stagione incredibilmente discontinui ma le partite che hanno giocato bene hanno mostrato cosa possono fare, e per me quest'anno con tutti gli infortuni son quelli che hanno esplorato la profonditá meglio cosa non da poco in chiave Mondiale. PEr me a Dublino e Parigi han fatto due prestazioni da prender ben nota.

zappatalpa
Messaggi: 9677
Iscritto il: 21 set 2015, 20:02

Re: Autumn Nations Series

Messaggio da zappatalpa » 23 nov 2022, 11:17

Sudafrica per l’Inghilterra (Sudafrica B :D)

15 – Willie le Roux (Toyota Verblitz)
14 – Kurt-Lee Arendse (Vodacom Bulls)
13 – Jesse Kriel (Canon Eagles)
12 – Damian de Allende (Wild Knights)
11 – Makazole Mapimpi (Cell C Sharks)
10 – Damian Willemse (DHL Stormers)
9 – Faf de Klerk (Canon Eagles)
8 – Evan Roos (DHL Stormers)
7 – Franco Mostert (Honda Heat)
6 – Siya Kolisi (capitano, Cell C Sharks)
5 – Marvin Orie (DHL Stormers)
4 – Eben Etzebeth (Cell C Sharks)
3 – Frans Malherbe (DHL Stormers)
2 – Bongi Mbonambi (Cell C Sharks)
1 – Ox Nche (Cell C Sharks)

A disposizione

16 – Malcolm Marx (Kubota Spears)
17 – Steven Kitshoff (DHL Stormers)
18 – Thomas du Toit (Cell C Sharks)
19 – Marco van Staden (Vodacom Bulls)
20 – Kwagga Smith (Shizuoka Blue Revs)
21 – Jaden Hendrikse (Cell C Sharks)
22 – Manie Libbok (DHL Stormers)
23 – Canan Moodie (Vodacom Bulls)
"Dobbiamo ballare, fioi!!" John Kirwan 21/03/22 sky.co.nz

speartakle
Messaggi: 7541
Iscritto il: 11 giu 2012, 0:14

Re: Autumn Nations Series

Messaggio da speartakle » 23 nov 2022, 11:30

crouchbindset ha scritto:
22 nov 2022, 19:17


Io questo novembre ho visto tantissime cose interessanti, la Francia che prova qualcosa di diverso rispetto al passato pensando forse a come le partite di quarti-semi e finale di uan RWC abbiano bisogno di un tema tattico diverso, le difese asfissianti dei Boks, il fatto che l'Irlanda abbia non solo tentuo botta allo scontro fisico coi Boks ma anzi ne sia uscita vincente cosa tuttaltro che ovvia (visti anche i problemi del Leinster negli anni con squadre fisiche come Saracens e La Rochelle), in acluni frangenti per me si é iniziato a vedere forse cos EJ vuole fare nella gestione del gioco alternata tra Farrell e Smith per sfruttare al meglio le diverse caratteristiche dei due, delle Fiji ho ammirato una dedizione difensiva non vista in precedenza e frutto del lavoro di Cotter oltre alle solite loro capacitá di attaccare con folate incredibili.
sono molto d'accordo con te, soprattutto sul gioco finalmente espresso dall'Inghilterra nella seconda parte della partita contro gli ABs. Smith e Farrell hanno messo su un volume di gioco e delle scelte davvero non banale. Certo gli AB erano anche in inferiorità però non ricordo di aver visto prima quel gioco.

Mr Ian
Messaggi: 8917
Iscritto il: 2 feb 2012, 16:20

Re: Autumn Nations Series

Messaggio da Mr Ian » 23 nov 2022, 12:13

per me l Inghilterra esprime si e no il 70% del suo ponteziale, gran parte del demerito è di Jones..tra l altro in federazione sembra ci sia stato un incontro ufficiale con Robertson.
La Francia, insomma, non so quanto si possa essere veramente soddisfatti, vincono le fasi di lotta, ma in termini di costruzione di gioco si rimane troppo vincolati all estro di Dupont. Ntamack questo novembre non pervenuto e sinceramente avrei visto di più Jalibert all apertura.
La francia quest anno è stata salvata dalla vena realizzativa di Penaud e ai centri Danty continua a non convincermi appieno.

crouchbindset
Messaggi: 1263
Iscritto il: 4 apr 2022, 15:14

Re: Autumn Nations Series

Messaggio da crouchbindset » 23 nov 2022, 15:28

Mr Ian ha scritto:
23 nov 2022, 12:13
per me l Inghilterra esprime si e no il 70% del suo ponteziale, gran parte del demerito è di Jones..tra l altro in federazione sembra ci sia stato un incontro ufficiale con Robertson.
La Francia, insomma, non so quanto si possa essere veramente soddisfatti, vincono le fasi di lotta, ma in termini di costruzione di gioco si rimane troppo vincolati all estro di Dupont. Ntamack questo novembre non pervenuto e sinceramente avrei visto di più Jalibert all apertura.
La francia quest anno è stata salvata dalla vena realizzativa di Penaud e ai centri Danty continua a non convincermi appieno.
La Francia sta provando qualcosa di diverso in ottica mondiale, molto legato all’efficacia in fase di possesso che se non avviene in tempi rapidi fa calciare il pallone per giocare sul territorio. Il Ntamack meno “vistoso” va inserito in un tema tattico diverso. son belli furbi e bravi e stanno preparando un gameplan per partite piú chiuse cone le fasi finale di una rwc possono essere. Non stanno lasciando nulla di nulla fuori.

Robertson viene dato un giorno sicuro all’ighterra quello dopo no, c’è chi dice Borthwick sia favorito. Si parla anche di ROG che in un’intervista non ha escluso anche se ha ammesso che ci sono dei fattiri su cui divrebbe pensarci. ROG non ha neanche escluso che sarebbe anche contento di essere in un ticket con Razor HC se assicurato una certa indipendenza di lavoro.

Situazione fluida come si suol dire

Mr Ian
Messaggi: 8917
Iscritto il: 2 feb 2012, 16:20

Re: Autumn Nations Series

Messaggio da Mr Ian » 23 nov 2022, 15:42

Un pò tutti stanno dicendo Rassie datti na calmata che cmq il tuo sud africa gioca un rugby mediocre ed il risultato contro l italia dice tutto e niente.

crouchbindset
Messaggi: 1263
Iscritto il: 4 apr 2022, 15:14

Re: Autumn Nations Series

Messaggio da crouchbindset » 23 nov 2022, 16:25

Mr Ian ha scritto:
23 nov 2022, 15:42
Un pò tutti stanno dicendo Rassie datti na calmata che cmq il tuo sud africa gioca un rugby mediocre ed il risultato contro l italia dice tutto e niente.
Beh è ignobile come si comporta, per me al
prossimo tweet un calcio in c***

RigolettoMSC
Messaggi: 4107
Iscritto il: 21 mar 2009, 16:17

Re: Autumn Nations Series

Messaggio da RigolettoMSC » 23 nov 2022, 18:48

crouchbindset ha scritto:
23 nov 2022, 16:25
Mr Ian ha scritto:
23 nov 2022, 15:42
Un pò tutti stanno dicendo Rassie datti na calmata che cmq il tuo sud africa gioca un rugby mediocre ed il risultato contro l italia dice tutto e niente.
Beh è ignobile come si comporta, per me al
prossimo tweet un calcio in c***
Come si fa presto a precipitare nella melma, solo tre anni fa era un guru per chiunque amasse il rugby e più in genere lo sport per come era riuscito a modellare la squadra, ad amalgamare in maniera praticamente perfetta gli zulu, gli xhosi, gli afrikaans, e via andando di etnie le più varie, creando una squadra vincente senza curarsi della stupida burocrazia delle quote e facendo sempre giocare gli elementi migliori, poi... poi gli è presa questa fissa degli arbitri. :(
Riccardo

crouchbindset
Messaggi: 1263
Iscritto il: 4 apr 2022, 15:14

Re: Autumn Nations Series

Messaggio da crouchbindset » 23 nov 2022, 19:33

RigolettoMSC ha scritto:
23 nov 2022, 18:48
crouchbindset ha scritto:
23 nov 2022, 16:25
Mr Ian ha scritto:
23 nov 2022, 15:42
Un pò tutti stanno dicendo Rassie datti na calmata che cmq il tuo sud africa gioca un rugby mediocre ed il risultato contro l italia dice tutto e niente.
Beh è ignobile come si comporta, per me al
prossimo tweet un calcio in c***
Come si fa presto a precipitare nella melma, solo tre anni fa era un guru per chiunque amasse il rugby e più in genere lo sport per come era riuscito a modellare la squadra, ad amalgamare in maniera praticamente perfetta gli zulu, gli xhosi, gli afrikaans, e via andando di etnie le più varie, creando una squadra vincente senza curarsi della stupida burocrazia delle quote e facendo sempre giocare gli elementi migliori, poi... poi gli è presa questa fissa degli arbitri. :(
Come allenatore/tecnico per me Rassie resta un grande, resto anche convinto che i boks sotto certi punti di vusta siano sulla strada giusta per la rwc, che alla fin fine han perso di in soffio con francia ed irlanda due partite che se le avessero vinte non avrebbero rubato nulla.

Ma il suo comportamenti fuori dal campo, sui social è da punire duramente e velocemente.

Ilgorgo
Messaggi: 15730
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: Autumn Nations Series

Messaggio da Ilgorgo » 24 nov 2022, 10:19

OnRugby e Planet Rugby apprezzano la novità dei nomi sulle maglie
www.onrugby.it/2022/11/23/i-nomi-sulle- ... iu-spesso/

Anche a me sembra una buona novità, come ho già avuto modo di dire; riconoscere più facilmente i giocatori può aiutare a godersi di più la partita e a crearsi qualche beniamino. Poi ovviamente ogni squadra poi fa come vuole, nomi o niente nomi.
E ognuno in proposito la può pensare diversamente; io ad esempio apprezzo i nomi sulle spalle ma non apprezzo molto i premi man of the match e gli award di fine anno, proprio perché mi sembrano, ben più del nome sulla maglia che è democratico in quanto ognuno ne ha uno, una un po' stridente individualizzazione di uno sport di squadra.
Mi hanno però fatto un po' cadere le braccia i commenti dei lettori di Onrugby, per il 90% al suon di "è una americanata! è una cosa da calcio! che schifo! non è questo il vero rugby! il vero rugby ha solo i numeri sulle maglie! una volta sì che i treni arrivavano in orario!"
Probabilmente questi lettori non sanno che prima dei numeri sulle maglie si usavano le lettere e prima delle lettere non si usava nulla, maglie uguali per tutti; sono sicuro che i loro pro-pro-avi alla comparsa dei numeri esclamarono "che americanata! il vero rugby è quello con le lettere sulle maglie!", e alla comparsa delle lettere i loro pro-pro-pro-avi esclamarono "che americanata! il vero rugby è quello con le maglie tutte uguali, senza segni di distinzione!"

I commenti social -> www.facebook.com/Onrugbyit/posts/pfbid0 ... SeJExZuB1l

speartakle
Messaggi: 7541
Iscritto il: 11 giu 2012, 0:14

Re: Autumn Nations Series

Messaggio da speartakle » 24 nov 2022, 10:50

Ilgorgo ha scritto:
24 nov 2022, 10:19
OnRugby e Planet Rugby apprezzano la novità dei nomi sulle maglie
www.onrugby.it/2022/11/23/i-nomi-sulle- ... iu-spesso/

Anche a me sembra una buona novità, come ho già avuto modo di dire; riconoscere più facilmente i giocatori può aiutare a godersi di più la partita e a crearsi qualche beniamino. Poi ovviamente ogni squadra poi fa come vuole, nomi o niente nomi.
E ognuno in proposito la può pensare diversamente; io ad esempio apprezzo i nomi sulle spalle ma non apprezzo molto i premi man of the match e gli award di fine anno, proprio perché mi sembrano, ben più del nome sulla maglia che è democratico in quanto ognuno ne ha uno, una un po' stridente individualizzazione di uno sport di squadra.
Mi hanno però fatto un po' cadere le braccia i commenti dei lettori di Onrugby, per il 90% al suon di "è una americanata! è una cosa da calcio! che schifo! non è questo il vero rugby! il vero rugby ha solo i numeri sulle maglie! una volta sì che i treni arrivavano in orario!"
Probabilmente questi lettori non sanno che prima dei numeri sulle maglie si usavano le lettere e prima delle lettere non si usava nulla, maglie uguali per tutti; sono sicuro che i loro pro-pro-avi alla comparsa dei numeri esclamarono "che americanata! il vero rugby è quello con le lettere sulle maglie!", e alla comparsa delle lettere i loro pro-pro-pro-avi esclamarono "che americanata! il vero rugby è quello con le maglie tutte uguali, senza segni di distinzione!"

I commenti social -> www.facebook.com/Onrugbyit/posts/pfbid0 ... SeJExZuB1l
Io personalmente preferisco anche dal punto di vista simbolico che le maglie restino senza nomi. Poi mi piace osservare prima dell'inizio delle partite le due liste per fissare i nomi, insomma lo faccio ormai come esercizio.
é vero che chi non è invasato come noi magari preferirebbe riuscire a leggere il nome per associare un nome alla giocata o alla cappella.
Resto d'accordo che il punto fondamentale è che la maglia e quindi il numero di maglia è comunque in prestito. che ci sia scritto il nome o meno per quella partita.

Comunque non so se davvero i nomi di maglia abbiano fatto sta differenza negli ascolti. Almeno per l'Italia la differenza secondo me l'hanno fatta le vittorie e lo spettacolo.

Porto l'esempio di mio nipote. 9 anni, un avvicinamento al rugby in u6, poi tra i genitori "pigri" ed altro è stato iscritto ad altro sport, non ha più tanto manifestato interesse per rugby o altri sport. Sabato scorso ero a casa sua e ho preteso di vedermi la partita, è stato a guardarla tutta e si è interessato a quel giocatore che correva così tanto, sapete voi quale. Sapeva che l'Italia aveva vinto contro l'Australia. Il giorno dopo mi ha chiesto di vedere anche quella, e l'abbiamo vista, tutta.
Non ho notato e non mi è sembrato che avesse fatto caso ai nomi sulle maglie. I nomi glieli dicevo io. Ecco se al mio posto ci fosse stato un altro con meno conoscenza dei giocatori forse i nomi lo avrebbero aiutato a sapere il nome di quello che volava in meta con la maglia azzurra.

crouchbindset
Messaggi: 1263
Iscritto il: 4 apr 2022, 15:14

Re: Autumn Nations Series

Messaggio da crouchbindset » 24 nov 2022, 12:42

Avevo letto l’articolo di planetrugby, per me se si fanno certe affermazioni come loro fanno andrebbero portati dei dati a supporto che oggi non possono avere, mi sembra che scrivano giudizi assoluti senza alcun prova empirica a supporto.

Inclusività: davvero il none sulla maglia avvicina il neofita cosí tanto?
Marketing-vendite: quante piú maglie son state vendute col numero e none questi novembre rispetto allo scorso novembre?

zappatalpa
Messaggi: 9677
Iscritto il: 21 set 2015, 20:02

Re: Autumn Nations Series

Messaggio da zappatalpa » 24 nov 2022, 13:30

L'Inghilterra con 3 isolani nei 15:

15. Freddie Steward
14. Tommy Freeman
13. Manu Tuilagi
12. Owen Farrell (C)
11. Jonny May
10. Marcus Smith
9. Jack van Poortvliet
8. Billy Vunipola
7. Tom Curry
6. Alex Coles
5. Jonny Hill
4. Maro Itoje
3. Kyle Sinckler
2. Jamie George
1. Mako Vunipola

A disposizione
16. Luke Cowan-Dickie
17. Ellis Genge
18. Will Stuart
19. David Ribbans
20. Sam Simmonds
21. Ben Youngs
22. Henry Slade
23. Jack Nowell
"Dobbiamo ballare, fioi!!" John Kirwan 21/03/22 sky.co.nz

Rispondi

Torna a “Il Resto del Mondo”