WRWC 2017, Irlanda 9-26 agosto

Tutti gli altri tornei, dai Mondiali ai TM sparsi per il pianeta.
Garryowen
Messaggi: 18223
Iscritto il: 12 giu 2012, 19:13

Re: WRWC 2017, Irlanda 9-26 agosto

Messaggio da Garryowen » 9 ago 2017, 18:32

Sulla pagina facebook di World Rugby si vede benissimo e con ottima definizione.


PS: Non vorrei sembrare irrispettoso, ma l'haka delle black ferns mi è sembrata abbastanza ridicola
"C'è solo una cosa al mondo meglio del rugby. Parlare di rugby"
(parafrasi da G.G. Marquez)

http://www.walesonline.co.uk/sport/rugby/rugby-news/how-much-funding-welsh-rugby-12405682 A imperitura memoria

sandrobandito

Re: WRWC 2017, Irlanda 9-26 agosto

Messaggio da sandrobandito » 9 ago 2017, 18:33

Ilgorgo ha scritto:Forse la fanno vedere solo su facebbok, dovrebbe stare per iniziare il 2° tempo, 12-7 per le americane
https://www.facebook.com/worldrugby/vid ... 961113123/
Solo per iscritti. :evil:
Mi spiace per le donzelle, ma quelli di faccialibro non mi avranno, né ora né mai!

razzo
Messaggi: 693
Iscritto il: 28 mar 2005, 0:00
Località: roma

Re: WRWC 2017, Irlanda 9-26 agosto

Messaggio da razzo » 9 ago 2017, 18:40

Si vede sul sito.....devi scendere alla finestrella Live cliccare apre uno screen scuro e pia n piano si vede

Ilgorgo
Messaggi: 9416
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: WRWC 2017, Irlanda 9-26 agosto

Messaggio da Ilgorgo » 9 ago 2017, 18:47


Nounours
Messaggi: 340
Iscritto il: 14 nov 2016, 13:50

Re: WRWC 2017, Irlanda 9-26 agosto

Messaggio da Nounours » 9 ago 2017, 18:53

Se avete VLC Player, qui avete due signali video:
http://esm_tp_hls-lh.akamaihd.net/i/IRBLive1_1@196407/index_500_av-p.m3u8?sd=10&rebase=on
http://esm_tp_hls-lh.akamaihd.net/i/IRBLive2_1@196408/index_500_av-p.m3u8?sd=10&rebase=on

JosephK.
Messaggi: 10119
Iscritto il: 28 ago 2007, 18:19

Re: WRWC 2017, Irlanda 9-26 agosto

Messaggio da JosephK. » 9 ago 2017, 18:57

Purtroppo ci stanno dominando fisicamente (sto vedendo solo il secondo tempo).
"Volevo che tu imparassi una cosa: volevo che tu vedessi che cosa è il vero coraggio, tu che credi che sia rappresentato da un uomo col fucile in mano. Aver coraggio significa sapere di essere sconfitti prima ancora di cominciare, e cominciare egualmente e arrivare fino in fondo, qualsiasi cosa accada. E' raro vincere in questi casi, ma qualche volta succede" (Il Buio oltre la siepe).

Metti una sera con gli amici del bar e capisci quanto è importante... la cultura del rugby.

Entrare al bar per condividere, non per dividere (Il sommo Beppone).

Nex time... Good Game... Nice try... Seh seh avemo capito...

Garryowen
Messaggi: 18223
Iscritto il: 12 giu 2012, 19:13

Re: WRWC 2017, Irlanda 9-26 agosto

Messaggio da Garryowen » 9 ago 2017, 19:00

Un altro livello.
Non solo fisicamente, ma anche nei fondamentali. Guardate solo i passaggi. Tesi quelli delle USA e a parabola quelli delle nostre. Per non parlare dei placcaggi.
"C'è solo una cosa al mondo meglio del rugby. Parlare di rugby"
(parafrasi da G.G. Marquez)

http://www.walesonline.co.uk/sport/rugby/rugby-news/how-much-funding-welsh-rugby-12405682 A imperitura memoria

JosephK.
Messaggi: 10119
Iscritto il: 28 ago 2007, 18:19

Re: WRWC 2017, Irlanda 9-26 agosto

Messaggio da JosephK. » 9 ago 2017, 19:02

Garryowen ha scritto:Un altro livello.
Non solo fisicamente, ma anche nei fondamentali. Guardate solo i passaggi. Tesi quelli delle USA e a parabola quelli delle nostre. Per non parlare dei placcaggi.
Ho visto dal 12 a 7 e non c'era partita, cioè tutto il secondo tempo, anche a livello di corsa, di tenuta fisica. Non so se il primo tempo ci siamo sfiancati a placcare ma purtroppo loro sembrano veramente dominanti e in certi momenti palla in mano sembra di vedere gli azzurri maschi (leggasi pochissime idee)...
"Volevo che tu imparassi una cosa: volevo che tu vedessi che cosa è il vero coraggio, tu che credi che sia rappresentato da un uomo col fucile in mano. Aver coraggio significa sapere di essere sconfitti prima ancora di cominciare, e cominciare egualmente e arrivare fino in fondo, qualsiasi cosa accada. E' raro vincere in questi casi, ma qualche volta succede" (Il Buio oltre la siepe).

Metti una sera con gli amici del bar e capisci quanto è importante... la cultura del rugby.

Entrare al bar per condividere, non per dividere (Il sommo Beppone).

Nex time... Good Game... Nice try... Seh seh avemo capito...

sandrobandito

Re: WRWC 2017, Irlanda 9-26 agosto

Messaggio da sandrobandito » 9 ago 2017, 19:30

Visto dall'ultimo link del gorgo (grazie razzo).
A me è sembrata evidente l'abitudine delle altre al gioco aperto, sicuramente dovuta alla frequentazione del seven, a noi completamente aliena.
Teniamo nelle fasi statiche, tra l'altro abbiamo giocato un paio di touche molto buone, ma si deve lavorare fuori attraverso l'altro codice con continuità, altrimenti è tutta fatica sprecata.

jentu
Messaggi: 3946
Iscritto il: 3 mag 2005, 0:00
Località: lontano da dove vorrei

Re: WRWC 2017, Irlanda 9-26 agosto

Messaggio da jentu » 9 ago 2017, 19:41

Il primo problema è stata la gestione dei punti d'incontro sui quali siamo stati dominati.
Le USA avevano tutto il possesso di cui erano capaci, le nostre ripeto impegnavano troppe risorse sulla conservazione e quasi mai hanno gestito palle veloci.
Poi sul gioco aperto ribadisco problemi di trasmissione e profondità.
Per arrivare al top, secondo me, bisognerebbe essere meno arroganti e non sfornare solo giovani fisicamente eccezionali. (Andrea Masi)
Sono come sono e, d'altra parte, non saprei non esserlo.
They need a little better coaching when they're younger, a bit more touch, special awareness and they'll be fine (Newton, flyhalf Medicei)

Ilgorgo
Messaggi: 9416
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: WRWC 2017, Irlanda 9-26 agosto

Messaggio da Ilgorgo » 9 ago 2017, 19:50

Anch'io ho visto solo il secondo tempo ma immagino che il primo sia stato più o meno simile, non penso ci sia stato un calo atletico delle azzurre nella ripresa. Il fatto è che "da sempre" all'Italia femminile mancano grandi atlete: Barattin è scaltra e rapida, Sillari è agile e veloce e si intende molto bene con Furlan che è a sua volta piuttosto veloce, ma sono tutte leggere (soprattutto le prime due) e raramente fanno la differenza. Anche nel pack mi pare non ci sia nessuna ragazza in grado di guadagnare terreno da sola. E a giudicare dalla nazionale 7s "A", che ho visto in un torneo europeo, anche nelle giovani seconde schiere non si vedono al momento giocatrici in grado di fare il gap. Così le azzurre, pedone senza regine, sono costrette a puntare sulla miglior organizzazione: organizzazione difensiva e organizzazione della maul nelle rare occasioni nelle quali riescono a entrare nell'area dei XXII avversaria. L'ultima azione della partita è stata forse esemplare: Furlan e un'altra azzurra (non ricordo quale) sono riuscite a liberare sulla fascia sinistra una compagna (Stefan o Madia, non so) con trenta metri di terreno libero fino alla meta. Non sarebbe stato facile segnare, non era una meta già fatta con le americane che arrivavano in corsa per cercare di chiudere il buco, ma l'azzurra è stata placcata quando era ancora a dieci quindici metri dalla meta. Cioè, quello che voglio dire è che in un'occasione del genere un'ala "nera" statunitense avrebbe segnato o sarebbe comunque arrivata -con un migliore scatto e maggior potenza- fin sulla linea, mentre la leggerina azzurra è stata braccata e portata in touche quando la linea di meta era ancora lontana.
Battere le migliori squadre del mondo senza "fuoriclasse" è impossibile; sarà già un ottimo risultato battere la Spagna (secondo me partono alla pari) o il Giappone. Di sicuro almeno contro Hong Kong le azzurre vinceranno, quindi sono sicuro che non arriveranno ultime

Ilgorgo
Messaggi: 9416
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: WRWC 2017, Irlanda 9-26 agosto

Messaggio da Ilgorgo » 9 ago 2017, 19:51

Sono sempre molto sintetico nei miei interventi

Ilgorgo
Messaggi: 9416
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: WRWC 2017, Irlanda 9-26 agosto

Messaggio da Ilgorgo » 10 ago 2017, 2:52

I miei vicini di casa stanno guardando la tv con le finestre aperte, perciò eccomi sveglio a postare gli highlights ufficiali della partita dell'Italia

http://www.rwcwomens.com/video/270262

JosephK.
Messaggi: 10119
Iscritto il: 28 ago 2007, 18:19

Re: WRWC 2017, Irlanda 9-26 agosto

Messaggio da JosephK. » 10 ago 2017, 10:30

Ilgorgo ha scritto:Anch'io ho visto solo il secondo tempo ma immagino che il primo sia stato più o meno simile, non penso ci sia stato un calo atletico delle azzurre nella ripresa. Il fatto è che "da sempre" all'Italia femminile mancano grandi atlete: Barattin è scaltra e rapida, Sillari è agile e veloce e si intende molto bene con Furlan che è a sua volta piuttosto veloce, ma sono tutte leggere (soprattutto le prime due) e raramente fanno la differenza. Anche nel pack mi pare non ci sia nessuna ragazza in grado di guadagnare terreno da sola. E a giudicare dalla nazionale 7s "A", che ho visto in un torneo europeo, anche nelle giovani seconde schiere non si vedono al momento giocatrici in grado di fare il gap. Così le azzurre, pedone senza regine, sono costrette a puntare sulla miglior organizzazione: organizzazione difensiva e organizzazione della maul nelle rare occasioni nelle quali riescono a entrare nell'area dei XXII avversaria. L'ultima azione della partita è stata forse esemplare: Furlan e un'altra azzurra (non ricordo quale) sono riuscite a liberare sulla fascia sinistra una compagna (Stefan o Madia, non so) con trenta metri di terreno libero fino alla meta. Non sarebbe stato facile segnare, non era una meta già fatta con le americane che arrivavano in corsa per cercare di chiudere il buco, ma l'azzurra è stata placcata quando era ancora a dieci quindici metri dalla meta. Cioè, quello che voglio dire è che in un'occasione del genere un'ala "nera" statunitense avrebbe segnato o sarebbe comunque arrivata -con un migliore scatto e maggior potenza- fin sulla linea, mentre la leggerina azzurra è stata braccata e portata in touche quando la linea di meta era ancora lontana.
Battere le migliori squadre del mondo senza "fuoriclasse" è impossibile; sarà già un ottimo risultato battere la Spagna (secondo me partono alla pari) o il Giappone. Di sicuro almeno contro Hong Kong le azzurre vinceranno, quindi sono sicuro che non arriveranno ultime
Il problema enorme della conquista (3-4-5 giocatrici per mantenere la palla in ruck) e del placcaggio efficace (nel secondo tempo ogni folata erano 5-10 metri). Unito al problema del sapere attaccare: finti penetranti, seconde linee d'attacco... Il nostro gioco d'attacco era primo corridore a sfondare o palla larga all'ala, vero che purtroppo se impieghi 5 giocatrici in ruck non è che puoi fare molto altro. Ripeto: ci vedo molte analogie con la maggiore: puoi anche prendere 5 punizioni in più in mischia chiusa, puoi fare una meta da maul, ma ormai devi essere enormemente performante nei punti di incontro e saper placcare bene e, possibilmente, in avanzamento.
"Volevo che tu imparassi una cosa: volevo che tu vedessi che cosa è il vero coraggio, tu che credi che sia rappresentato da un uomo col fucile in mano. Aver coraggio significa sapere di essere sconfitti prima ancora di cominciare, e cominciare egualmente e arrivare fino in fondo, qualsiasi cosa accada. E' raro vincere in questi casi, ma qualche volta succede" (Il Buio oltre la siepe).

Metti una sera con gli amici del bar e capisci quanto è importante... la cultura del rugby.

Entrare al bar per condividere, non per dividere (Il sommo Beppone).

Nex time... Good Game... Nice try... Seh seh avemo capito...

stilicone
Messaggi: 1624
Iscritto il: 22 nov 2008, 19:40

Re: WRWC 2017, Irlanda 9-26 agosto

Messaggio da stilicone » 10 ago 2017, 14:00

Ci possono essere analogie con la Nazionale maschile, ma secondo me era semplicemente troppo il gap fisico.
MEMENTO MAROCCO.

Rispondi

Torna a “Il Resto del Mondo”