Notiziole dal mondo

Tutti gli altri tornei, dai Mondiali ai TM sparsi per il pianeta.
Avatar utente
alex74
Messaggi: 364
Iscritto il: 26 ago 2011, 16:27
Località: palermo

Re: Notiziole dal mondo

Messaggio da alex74 » 13 ago 2012, 18:14

cosa sarebbe la mia vita senza notiziole dal mondo? :D
il galles non perde mai in casa al massimo concede 1 punto in piu'

Ilgorgo
Messaggi: 11017
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: Notiziole dal mondo

Messaggio da Ilgorgo » 14 ago 2012, 15:25

alex74 ha scritto:cosa sarebbe la mia vita senza notiziole dal mondo? :D
Immagine

Il fotomontaggio fa un po' schifo ma ero troppo lusingato e quindi lo metto lo stesso

Avatar utente
Hap
Messaggi: 6686
Iscritto il: 3 feb 2010, 16:49

Re: Notiziole dal mondo

Messaggio da Hap » 14 ago 2012, 15:31

Standing ovation per ilgorgo :rotfl:
Agli amici che compaiono dagli abissi di internet solo quando l'Italia le prende, gustando il momento con rara intensità: grazie.
Grazie.
Grazie perché mi avete fatto capire il senso di tutti quei video porno in cui i mariti si sollazzano vedendo la moglie soddisfatta da un estraneo.

Avatar utente
alex74
Messaggi: 364
Iscritto il: 26 ago 2011, 16:27
Località: palermo

Re: Notiziole dal mondo

Messaggio da alex74 » 14 ago 2012, 17:12

Ilgorgo ha scritto:
alex74 ha scritto:cosa sarebbe la mia vita senza notiziole dal mondo? :D
Immagine

Il fotomontaggio fa un po' schifo ma ero troppo lusingato e quindi lo metto lo stesso
amico mio tu che sai tutto del rugby e del web sai dove posso trovare partite intere di rugby league a parte youtube? grazie :D
il galles non perde mai in casa al massimo concede 1 punto in piu'

Ilgorgo
Messaggi: 11017
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: Notiziole dal mondo

Messaggio da Ilgorgo » 15 ago 2012, 20:47

Mi dispiace non ne ho proprio idea... Non ho neppure mai visto una partita di league in vita mia, solo qualche azione su youtube. Mi pare ci siano diversi forum in inglese di appassionati di league, puoi chiedere lì se non l'hai già fatto

Avatar utente
alex74
Messaggi: 364
Iscritto il: 26 ago 2011, 16:27
Località: palermo

Re: Notiziole dal mondo

Messaggio da alex74 » 15 ago 2012, 23:42

ok grazie sempre cmq ti consiglio di vedere qualche partita di league anche se puo' essere divertente come un porno per i primi 15 minuti come ha scritto qualcuno :rotfl:
il galles non perde mai in casa al massimo concede 1 punto in piu'

fisherman
Messaggi: 42
Iscritto il: 29 mar 2004, 0:00
Località: Firenze

Re: Notiziole dal mondo

Messaggio da fisherman » 16 ago 2012, 17:43

Qui http://forum.rojadirecta.es/forumdisplay.php?15, navigando un pochetto, puoi trovare delle partite di League da scaricare, qui http://forum.wiziwig.eu/forums/40-Rugby, invece, ci sono dei links per vederle in streaming. Non sempre vanno alla perfezione ma spesso funzionano bene...

Avatar utente
alex74
Messaggi: 364
Iscritto il: 26 ago 2011, 16:27
Località: palermo

Re: Notiziole dal mondo

Messaggio da alex74 » 16 ago 2012, 17:57

fisherman ha scritto:Qui http://forum.rojadirecta.es/forumdisplay.php?15, navigando un pochetto, puoi trovare delle partite di League da scaricare, qui http://forum.wiziwig.eu/forums/40-Rugby, invece, ci sono dei links per vederle in streaming. Non sempre vanno alla perfezione ma spesso funzionano bene...
grazie anche a te amico ormai quelle su youtube le so a memoria :-]
il galles non perde mai in casa al massimo concede 1 punto in piu'

fisherman
Messaggi: 42
Iscritto il: 29 mar 2004, 0:00
Località: Firenze

Re: Notiziole dal mondo

Messaggio da fisherman » 18 ago 2012, 11:53

Poi ecco una foto che mi piace, anche se non c'entra niente. E' stata scattata nel 1931 e sembra l'essenza del rugby francese (anche se la didascalia dice che la città è Buffalo e non mi pare ne esista una con questo nome in Francia): eleganti tribune, fango, fisici normali, casacche molto belle, gioco al largo e perfino un basco... Così, l'ho vista e mi è piaciuta. E' presa dal solito blog http://www.flickr.com/photos/rugby_pion ... hotostream
Sulla mitica Settimana Enigmistica n° 4194, in 'Leggendo qua e là', si cita il Velodromo parigino di Buffalo, dove nel 1893, l'11 maggio, fu stabilito il primo Record Mondiale dell'Ora da Henri Desgrange con 35,325 km. Nello stesso giorno ottenne anche i Record del Km da fermo e dei 10 Km. Forse sul prato si giocava anche a Rugby...
Cosa sarebbe il mondo senza la Settimana Enigmistica?

fisherman
Messaggi: 42
Iscritto il: 29 mar 2004, 0:00
Località: Firenze

Re: Notiziole dal mondo

Messaggio da fisherman » 18 ago 2012, 12:03

Ultim'ora! Nella bella foto del Gorgo è invece raffigurato lo Stade Buffalo, esistito fino alla seconda metà degli anni '50, dove si poteva giocare a calcio, si tenevano gare di ciclismo, incontri di boxe e si giocava a Rugby a XIII. Per tale motivo lo stadio fu escluso dalla lista degli impianti adatti al Gioco a XV: la Ffr non ammetteva tale variante.

Ilgorgo
Messaggi: 11017
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: Notiziole dal mondo

Messaggio da Ilgorgo » 19 ago 2012, 9:47

Grazie Fisherman!

qualche altra notizia agostana...

Sri Lanka selvaggio - Ecco un video dalla partita Kandy v Navy giocata qualche giorno fa sull'isola di Ceylon e turbata da disordini tra i tifosi. E' la prima volta nella quale vedo incidenti sugli spalti in un incontro di rugby, anche se poi si tratta di un unico esagitato che prende a sediate il resto della popolazione. Da notare comunque quanta gente è presente alla partita; in Sri Lanka il rugby è molto più seguito che in India, non so perché. http://www.youtube.com/watch?v=2Xp3zYANM54
Però poi ho scoperto che le cose erano andate ancor peggio l'anno scorso, durante Kandy v Army: qualcuno finì picchiato e a fronte delle turbolenze dei tifosi i poliziotti in campo e perfino un giocatore dell'Army spararono colpi di kalashnikov in aria.
Il rugby è lo sport più popolare a Kandy, ex capitale situata al centro dell'isola. A Kandy e nelle foreste circostanti fu girato "Indiana Jones e il tempio maledetto".

Isole - Ma se in Sri Lanka il rugby è molto più popolare che nell'adiacente India allora è ancora una volta confermata la regola che vuole il rugby fiorire al meglio sulle isole? Sembrerebbe di sì, anche se è difficile capire quale sia la ragione alla base di questa regola. In Europa le isole più grandi sono Gran Bretagna e Irlanda ed è proprio lì che il rugby è nato ed è lì che è tuttora più popolare; in Africa l'unica grande isola, quella di Madagascar, è la terra ove la palla ovale ha trovato maggior successo, se si esclude il caso particolare del Sud Africa (che in fondo era un'isola bianca nell'Africa Nera). In Asia la nazione nettamente dominante è il Giappone, un arcipelago, e quella con il più forte entusiasmo per questo sport è, come detto, lo Sri Lanka; in questo momento la seconda nazione più forte del continente è poi l'isola/penisola di Hong Kong, buona tradizione vi è anche a Singapore (altra isola, sia geograficamente sia politicamente) e la nazionale in più rapido progresso è quella delle Filippine. Ohibò, non parliamo poi dell'Oceania, continente composto esclusivamente da isole (se si considera tale anche l'Australia) e motrice trainante del rugby mondiale; anche la Papua Nuova Guinea, ove ribolle una passione forte e genuina come quella di Madagascar e Sri Lanka, è un insieme di isole. Nel continente americano possono essere in parte da esempio le Hawaii, nelle quali il rugby registra inaspettatamente un discreto successo. E la prova regina potrebbe essere il fatto che quando le terre emerse erano tutte unite nella Pangea, prima della deriva dei continenti, il rugby era pressoché inesistente.
Sono però tante anche le eccezioni. In Islanda il rugby era assente fino a tre anni fa; in Sardegna non è molto popolare e penso che la Corsica sia la regione di Francia ove la palla ovale è meno diffusa; a Malta, a Cipro, nella superpopolata Indonesia e ai Caraibi il rugby è uno sport minore, a Taiwan è poco più conosciuto che nella Cina continentale…
In definitiva comunque una relazione tra rugby e isole sembra innegabile; resta da capire se si tratta solo di una combinazione o se alla base si trova una causa precisa. Forse il rugby è uno sport che fa molto comunità, delimitato da regole complesse che non permettono a tutti di penetrarvi facilmente; allo stesso modo gli isolani forse sono abituati a vivere in comunità chiuse protette dal mare, e sentono il rugby affine a sé stessi. Boh…

Mamma mia - A Tranholmen, in Isvezia, è stata creata una squadra composta esclusivamente da mamme. http://www.facebook.com/themamasrugby

Immagine Immagine
altri due mirabili fotomontaggi dello staff tecnico di notiziole dal mondo

Avatar utente
Hap
Messaggi: 6686
Iscritto il: 3 feb 2010, 16:49

Re: Notiziole dal mondo

Messaggio da Hap » 19 ago 2012, 10:11

Ilgorgo ha scritto:...

Isole - Ma se in Sri Lanka il rugby è molto più popolare che nell'adiacente India allora è ancora una volta confermata la regola che vuole il rugby fiorire al meglio sulle isole? Sembrerebbe di sì, anche se è difficile capire quale sia la ragione alla base di questa regola. In Europa le isole più grandi sono Gran Bretagna e Irlanda ed è proprio lì che il rugby è nato ed è lì che è tuttora più popolare; in Africa l'unica grande isola, quella di Madagascar, è la terra ove la palla ovale ha trovato maggior successo, se si esclude il caso particolare del Sud Africa (che in fondo era un'isola bianca nell'Africa Nera). In Asia la nazione nettamente dominante è il Giappone, un arcipelago, e quella con il più forte entusiasmo per questo sport è, come detto, lo Sri Lanka; in questo momento la seconda nazione più forte del continente è poi l'isola/penisola di Hong Kong, buona tradizione vi è anche a Singapore (altra isola, sia geograficamente sia politicamente) e la nazionale in più rapido progresso è quella delle Filippine. Ohibò, non parliamo poi dell'Oceania, continente composto esclusivamente da isole (se si considera tale anche l'Australia) e motrice trainante del rugby mondiale; anche la Papua Nuova Guinea, ove ribolle una passione forte e genuina come quella di Madagascar e Sri Lanka, è un insieme di isole. Nel continente americano possono essere in parte da esempio le Hawaii, nelle quali il rugby registra inaspettatamente un discreto successo. E la prova regina potrebbe essere il fatto che quando le terre emerse erano tutte unite nella Pangea, prima della deriva dei continenti, il rugby era pressoché inesistente.
Sono però tante anche le eccezioni. In Islanda il rugby era assente fino a tre anni fa; in Sardegna non è molto popolare e penso che la Corsica sia la regione di Francia ove la palla ovale è meno diffusa; a Malta, a Cipro, nella superpopolata Indonesia e ai Caraibi il rugby è uno sport minore, a Taiwan è poco più conosciuto che nella Cina continentale…
In definitiva comunque una relazione tra rugby e isole sembra innegabile; resta da capire se si tratta solo di una combinazione o se alla base si trova una causa precisa. Forse il rugby è uno sport che fa molto comunità, delimitato da regole complesse che non permettono a tutti di penetrarvi facilmente; allo stesso modo gli isolani forse sono abituati a vivere in comunità chiuse protette dal mare, e sentono il rugby affine a sé stessi. Boh…
...
Il caso è chiuso :rotfl: :rotfl: :rotfl:

Grande gorgo! :rotfl:
Agli amici che compaiono dagli abissi di internet solo quando l'Italia le prende, gustando il momento con rara intensità: grazie.
Grazie.
Grazie perché mi avete fatto capire il senso di tutti quei video porno in cui i mariti si sollazzano vedendo la moglie soddisfatta da un estraneo.

Luqa-bis
Messaggi: 5491
Iscritto il: 18 mag 2011, 10:17

Re: Notiziole dal mondo

Messaggio da Luqa-bis » 19 ago 2012, 14:52

Gorgo, prova a controllare le isole con tradizione marinara e quelle non e confrontarle con quelle rugbistiche e non...

Poi per completezza osserva anche quelle a colinizzazione o forte influenza britannica e francese...

Ilgorgo
Messaggi: 11017
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: Notiziole dal mondo

Messaggio da Ilgorgo » 21 ago 2012, 7:33

Non so, non conosco la storia delle varie isole ma mi sembra che la colonizzazione non sia il solo criterio per spiegare l'eterogeneo sviluppo del rugby. Per quanto ne so la presenza britannica in India non è stata molto diversa da quella a Ceylon, eppure sull'isola il rugby è popolare e sulla terraferma non lo è quasi per nulla; in Africa francesi e inglesi si sono spartiti pressoché tutto il territorio, ma il rugby è fiorito in Madagascar e non in tante altre nazioni francofone; ha avuto successo in Sud Africa ma non ad esempio in Nigeria, dove penso che l'impero di sua maestà avesse messo radici forti. A Malta e Cipro, isole che mi pare abbiano subito una fortissima influenza inglese, il rugby è sport del tutto minore; stessa cosa per Bahamas e Bermuda. Non credo che la cultura giapponese abbia assorbito molto da quella inglese, eppure lì il rugby ha trovato un terreno discretamente fertile; alle Filippine o in Indocina, più penetrate dalla colonizzazione europea, la palla ovale non era invece praticata fino a pochi anni fa. Insomma, sono esempi un po' disordinati ma ho lìimpressione che per spiegare l'affinità tra rugby e isole occorrano altri fattori oltre a quello, sicuramente importante, della colonizzazione.

Che bravi - I redattori del sito web della squadra francese di Lagny (una cittadina a poca distanza da Parigi) hanno creato una mappa di tutti i club d'Europa, escluse Irlanda, GB e Italia. Di ogni società sono presenti anche, quando possibile, lo stemma e il sito web. La ricerca è aggiornata alla primavera 2011. http://www.aslagnyrugby.net/-Liens-.html?lang=fr

Qualificazioni mondiali 7s - Dopo la noiosa parentesi del Rugby Championship riprende finalmente anche il rugby minore: in questo weekend si giocano le qualificazioni ai mondiali 7s per il Nord America (maschili e femminili) e l'Oceania (solo maschili; quelle femminili sono già state disputate).
In palio due posti mondiali maschili e uno femminile per il Nord America (l'Usa femminile è qualificata di diritto) e due posti mondiali maschili per l'Oceania (Nuova Zelanda, Fiji e Samoa già qualificate).
Partite nordamericane: http://www.rugbycanada.ca/leagues/newsl ... page=63217
Partite oceaniche: http://oceaniarugby.com/tournaments/oce ... sults.html

Luqa-bis
Messaggi: 5491
Iscritto il: 18 mag 2011, 10:17

Re: Notiziole dal mondo

Messaggio da Luqa-bis » 21 ago 2012, 11:35

Secondo me la questione è articolata.

E' servita

e una presenza coloniale o commerciale forte britannica o francese
e la presenza di una comunità che avesse una cultura adatta al rugby.

Le comunità isolane di solito hanno una forte identità che è un fattore che può spingere al rugby, ma non solo.
Peraltro in isole dove la presenza inglese è stata sì forte ma vissuta come una occupazione su storie anche più antiche di quella britannica (Cipro, Malta) o dove esistono passioni diverse non vi è stata la crescita del rugby.

Madagascar - francia, cultura merina, forte immigrazione austronesiana , marittima
Sri Lanka - Olanda, Gran Bretagna, cultura singalese, buddista più che induista, arrivata via amare dalle coste orientali indiane.
In comune con l'India la passione per hockey e cricket.
Sudafrica - boeri (per i britannici e gli asiatici lo sport di elezione è il cricket, pe ri neri africani il calcio
Samoa-Figi-Tonga-Papua isole dove sino a l '900 c'erano i cannibali, e la tradizione guerresca anche rituale è alta, tutte con trascorsi britannici.
peraltro papua che non ha influenze polinesiane è tredicista, le altre tre quindiciste.
le samoa occidnetali hanno più giocatori di football americano

Filippine- spganole, poi americane - sport preferito baseball
Taiwan - influssi ame4ricani. baseball

Il giappone è un caso a parte- Il gioco preferito credo sia il baseball, ma loro sono competitivi con europei e nordamericani.
Come sono stati la nazione che più si è occidnetalizzata nei primi del 1900, più sono quella che ha avuto contagi sportivi- baseball, calcio, pallavolo, rugby.
Lo stesso , ma in scala minore per la Corea

Rispondi

Torna a “Il Resto del Mondo”