Coppa Italia

Moderatori: Ref, ale.com

Ilgorgo
Messaggi: 10764
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: Coppa Italia

Messaggio da Ilgorgo » 22 gen 2020, 10:08

Una bella immagine della premiazione del Petrarca... (non è troppo grande la coppa per il secondo posto?)
www.facebook.com/ombrenere.rugby/photos ... =3&theater

...e un articolo sulla partita in brasiliano
www.portaldorugby.com.br/noticias/rovig ... imeira-vez

BARRY JOHN
Messaggi: 5
Iscritto il: 15 gen 2020, 21:07

Re: Coppa Italia

Messaggio da BARRY JOHN » 22 gen 2020, 13:41

Ilgorgo ha scritto:
20 gen 2020, 17:49
Io penso che sia plausibile che la classe arbitrale sia di livello inferiore a quella dei giocatori, ma non perché colpa degli arbitri ma solo perché sono pochi e da una base stretta non puoi trarre un alto livello di vertice...
Diciamo che il movimento arbitrale italiano è affetto, già da un po’, da una sindrome depressiva acuta con una pericolosa tendenza alla cronicizzazione. E parlo con cognizione di causa, visto che è una realtà che conosco dall’interno. Su circa 1.000, o poco più, tesserati (compresi dunque anche i fuori ruolo, i benemeriti, ecc. che in campo non vanno) quasi 300 sono ausiliari o derogati come si diceva una volta; cioè giocatori, in genere molto giovani, che arbitrano (non arbitri che continuano a giocare, la differenza c’è). All’interno di questa fetta importantissima e benemerita del nostro movimento (importantissima perché è da lì che arriveranno gli arbitri di domani) purtroppo il turn over è altissimo. Nel senso che i 300 circa della stagione 2019/2020 non sono gli stessi della stagione precedente perché le defezioni sono numerose anche se compensate dai nuovi arrivi. Rebus sic stantibus, e con il sovraccarico di tutoraggi notevolmente ridotti e di una didattica insufficiente, diventa difficile anche per le sezioni più organizzate fare una programmazione a media e lunga scadenza.
Ammesso e non concesso che la cosa interessi davvero a qualcuno: degli arbitri, anche nelle riviste specializzate e nei forum, si parla in genere solo quando sbagliano. Le eccezioni ci sono, per carità, ma si tratta appunto di eccezioni. Che non fanno la regola.

Ilgorgo
Messaggi: 10764
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: Coppa Italia

Messaggio da Ilgorgo » 22 gen 2020, 22:36

BARRY JOHN ha scritto:
22 gen 2020, 13:41
...
Ammesso e non concesso che la cosa interessi davvero a qualcuno: degli arbitri, anche nelle riviste specializzate e nei forum, si parla in genere solo quando sbagliano. Le eccezioni ci sono, per carità, ma si tratta appunto di eccezioni. Che non fanno la regola.
Agree
Cioè, io non penso che si debba parlare molto degli arbitri, credo debbano essere una componente importante ma nascosta del gioco. Però occorrerebbe criticarli meno e sostenerli di più

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 21223
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Coppa Italia

Messaggio da jpr williams » 23 gen 2020, 7:06

Assolutamente.
Aggiungo che la critica deve essere sempre costruttiva e MAI MAI MAI MINIMAMENTE COLLEGATA ANCHE SOLO IN ASTRATTO AL RISULTATO E AL TIFO.
Io, ad esempio, critico gli arbitri talvolta in relazione a modus operandi che ritengo sbagliati (magari sbaglio io: il mio è solo un punto di vista) ad esempio riguardo al non sollecitare adeguatamente la ripresa del gioco nei reset delle chiuse o nella predisposizione delle touche, nella mancata sanzione di comportamenti ormai passati in cavalleria (l'introduzione storta, checcacchio: quando lo facevo in allenamento il mio coach mi faceva fare 20 giri di campo!) o nel mancato utilizzo ampio e chiarificatore della gestualità.
Chi attribuisce all'arbitro colpe per una sconfitta della propria squadra a mio avviso è uno che non merita di seguire il rugby.

Poi c'è Spadoni.
Ma quello non è un arbitro. :x
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 21223
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Coppa Italia

Messaggio da jpr williams » 23 gen 2020, 7:23

E a proposito di arbitri ho appena letto, con grande dispiacere, che ci ha lasciato il grande Natalino Cadamuro.
Grande arbitro, grande persona, innamorato del nostro sport.
R.I.P.
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

Spinoza
Messaggi: 277
Iscritto il: 13 gen 2013, 2:08

Re: Coppa Italia

Messaggio da Spinoza » 23 gen 2020, 9:53

Questa storia degli arbitri non all'altezza sta diventando una fake news che alla lunga viene presa come verità assoluta. Quando il buon Munari parla di arbitri non all'altezza mi chiedo: all'altezza di chi e di che cosa? Di un campionato semi pro dove ci sono società che per mille motivi fanno fatica a mettere insieme delle rose di giocatori tecnicamente adeguati? Di dirigenti che hanno una capacità manageriale adatta ad una squadra di serie C? Di giocatori che non riescono a fare più di tre passaggi senza perdere il pallone? Ecco, io credo che alla fine gli arbitri, chi più chi meno, sono ampiamente all'altezza di questo contesto anzi se andiamo a vedere quelli che per in varie occasioni si presentano sulla scena internazionale vediamo che sono assolutamente al livello dei loro colleghi francesi, inglesi, irlandesi ecc. Quindi di cosa si sta parlando?
Se vogliamo invece ragionare come far crescere i nostri giovani fischietti allora il discorso diventa molto più lungo e articolato e necessariamente tirerebbe in ballo tutte le componenti federali preposte al settore arbitrale che spesso non si rivelano, loro si, all'altezza del compito che sono chiamate a svolgere.

jaco
Messaggi: 6691
Iscritto il: 5 feb 2003, 0:00
Località: san donà di piave

Re: Coppa Italia

Messaggio da jaco » 23 gen 2020, 15:09

jpr williams ha scritto:
23 gen 2020, 7:23
E a proposito di arbitri ho appena letto, con grande dispiacere, che ci ha lasciato il grande Natalino Cadamuro.
Grande arbitro, grande persona, innamorato del nostro sport.
R.I.P.
Grandissimo Cadamuro!
Mi spiace un sacco...
jpr williams ha scritto:
23 gen 2020, 7:23
Poi c'è Spadoni.
Ma quello non è un arbitro.
Così però non vale! Chiunque potrebbe avere uno Spadoni che magari si chiama (che ne so) Bottino o in altro modo... scaricandolo dalla categoria arbitrale si può dire ciò che si vuole... le eccezioni sono pericolose... :wink:

Ilgorgo
Messaggi: 10764
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: Coppa Italia

Messaggio da Ilgorgo » 23 gen 2020, 18:32

Sulla nostra pagina feisbù chiedono chi è il signore della Federazione che passa il trofeo al capitano del Petrarca. Io non lo so, voi lo sapete?

Immagine

jaco
Messaggi: 6691
Iscritto il: 5 feb 2003, 0:00
Località: san donà di piave

Re: Coppa Italia

Messaggio da jaco » 23 gen 2020, 18:47

Ilgorgo ha scritto:
23 gen 2020, 18:32
Sulla nostra pagina feisbù chiedono chi è il signore della Federazione che passa il trofeo al capitano del Petrarca. Io non lo so, voi lo sapete?

Immagine
Io non lo so, ma so che è tradizione radicata che non sia il presidente federale... (almeno al Battaglini... successe così anche a noi...) :twisted:

Stru
Messaggi: 483
Iscritto il: 7 set 2009, 12:01

Re: Coppa Italia

Messaggio da Stru » 23 gen 2020, 18:59

Il signore in foto è Fabio Beraldin, ex giocatore del Petrarca, ex allenatore, ex Presidente del Valsugana, attuale consigliere federale

Ilgorgo
Messaggi: 10764
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: Coppa Italia

Messaggio da Ilgorgo » 23 gen 2020, 21:26

Grassie

BARRY JOHN
Messaggi: 5
Iscritto il: 15 gen 2020, 21:07

Re: Coppa Italia

Messaggio da BARRY JOHN » 23 gen 2020, 22:10

Ilgorgo ha scritto:
22 gen 2020, 22:36
BARRY JOHN ha scritto:
22 gen 2020, 13:41
...
Ammesso e non concesso che la cosa interessi davvero a qualcuno: degli arbitri, anche nelle riviste specializzate e nei forum, si parla in genere solo quando sbagliano. Le eccezioni ci sono, per carità, ma si tratta appunto di eccezioni. Che non fanno la regola.
Agree
Cioè, io non penso che si debba parlare molto degli arbitri, credo debbano essere una componente importante ma nascosta del gioco. Però occorrerebbe criticarli meno e sostenerli di più
Concordo. Anche a me piace l'arbitro fermo, cortese e discreto (e ho detto tutto...come avrebbe detto Peppino). La direzione di gara, però, è la parte finale della "filiera"; arriva dopo un lungo percorso (reclutamento, formazione, didattica, aggiornamento, ecc) che raramente cattura l'interesse delle altre parti del movimento rugbistico italiano (federazione in primis, società, mass media, pubblico). "Fare" arbitri non è semplice, costa tempo e fatica. Ripeto, è su questo aspetto fondamentale del percorso arbitrale (passatemi la rima) che colgo il disinteresse quasi totale.
Ahimè, ultimamente questo scarso interesse sembra essersi esteso anche ai nostri vertici (basti vedere com'è ridotta la didattica), ma questo è un altro discorso. Che non può essere trattato nello spazio di un post.

PS. Mi fa piacere che abbiate ricordato il grande, grandissimo Ntalino Cadamuro, "Nata" per gli amici. Ricordo che quando giocavo era tale la sua autorevolezza che quando fischiava nessuno aveva il coraggio di aprir bocca: "Se Lui ha fischiato vuol dire che il fallo c'era" . E' una frase che ho sentito decine di volte. Immenso ed inarrivabile. Anche come allenatore. Pensate che fondò, assieme ad Ino Pizzolato e a pochi altri, la Ruggers Tarvisium nel 1969 e nel 1972 (3 anni dopo!), la sua giovanile vinse il titolo italiano.

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 21223
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Coppa Italia

Messaggio da jpr williams » 24 gen 2020, 10:29

jaco ha scritto:
23 gen 2020, 15:09
Così però non vale! Chiunque potrebbe avere uno Spadoni che magari si chiama (che ne so) Bottino o in altro modo... scaricandolo dalla categoria arbitrale si può dire ciò che si vuole... le eccezioni sono pericolose... :wink:
Amico mio, le eccezioni servono a confermare la regola, non ad allargare le eccezioni. :-]
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

jaco
Messaggi: 6691
Iscritto il: 5 feb 2003, 0:00
Località: san donà di piave

Re: Coppa Italia

Messaggio da jaco » 24 gen 2020, 10:31

jpr williams ha scritto:
24 gen 2020, 10:29
jaco ha scritto:
23 gen 2020, 15:09
Così però non vale! Chiunque potrebbe avere uno Spadoni che magari si chiama (che ne so) Bottino o in altro modo... scaricandolo dalla categoria arbitrale si può dire ciò che si vuole... le eccezioni sono pericolose... :wink:
Amico mio, le eccezioni servono a confermare la regola, non ad allargare le eccezioni. :-]
...già... il fatto è che ognuno ha le sue eccezioni! :|

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 21223
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Coppa Italia

Messaggio da jpr williams » 24 gen 2020, 13:09

Spinoza ha scritto:
23 gen 2020, 9:53
Questa storia degli arbitri non all'altezza sta diventando una fake news che alla lunga viene presa come verità assoluta. Quando il buon Munari parla di arbitri non all'altezza mi chiedo: all'altezza di chi e di che cosa? Di un campionato semi pro dove ci sono società che per mille motivi fanno fatica a mettere insieme delle rose di giocatori tecnicamente adeguati? Di dirigenti che hanno una capacità manageriale adatta ad una squadra di serie C? Di giocatori che non riescono a fare più di tre passaggi senza perdere il pallone? Ecco, io credo che alla fine gli arbitri, chi più chi meno, sono ampiamente all'altezza di questo contesto anzi se andiamo a vedere quelli che per in varie occasioni si presentano sulla scena internazionale vediamo che sono assolutamente al livello dei loro colleghi francesi, inglesi, irlandesi ecc. Quindi di cosa si sta parlando?
Se vogliamo invece ragionare come far crescere i nostri giovani fischietti allora il discorso diventa molto più lungo e articolato e necessariamente tirerebbe in ballo tutte le componenti federali preposte al settore arbitrale che spesso non si rivelano, loro si, all'altezza del compito che sono chiamate a svolgere.
Munari scherza spesso sulla propria di altezza.
Chissà se per essere all'altezza bisogna essere più o meno alti di lui.
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

Rispondi

Torna a “Stagione 2019/2020”