Serie A

Moderatore: ale.com

pepe carvalho
Messaggi: 1074
Iscritto il: 10 lug 2011, 21:02
Località: Milano

Re: Serie A

Messaggio da pepe carvalho » 8 ago 2019, 9:44

...And then the harder they come
The harder they'll fall, one and all...
Jimmy Cliff

Pronostichella 2019 8° Nostradamus 2019 3°
Pronostichella 2018 7° Nostradamus 2018 38°
Nostradamus 2017 33°
Nostradamus Special Edition RWC 2015 - I Verdetti
FIJI / VITI - 1° ENGLAND - 1°WALES - 1° POOL A - 1°
FINALE - 6°

Cantal
Messaggi: 111
Iscritto il: 15 nov 2018, 12:30

Re: Serie A

Messaggio da Cantal » 8 ago 2019, 14:23

FIR INTRODUCE LA REGOLA 50/22 IN TUTTI I CAMPIONATI NAZIONALI 19/20

L’introduzione della regola sperimentale, già in uso nelle competizioni domestiche del continente australe, mira a garantire la creazione di nuovi spazi e di un gioco sempre più offensivo, mettendo le difese nella condizione di concentrarsi sulla copertura profonda del campo.

Due gli scenari di gioco possibili:
a) Se una squadra in possesso del pallone calcia dalla propria meta campo ed il pallone esce indirettamente in touch nei 22 avversari, la squadra che ha calciato avrà diritto al lancio.
b) Se una squadra in possesso del pallone calcia dall’area dei propri 22 ed il pallone esce indirettamente nella meta campo avversaria, la squadra che ha calciato avrà diritto al lancio.
Franco Ascione, Responsabile dell’Area Tecnica di FIR e membro della Commissione internazionale di lavoro di World Rugby che ha sviluppato la regola sperimentale, ha dichiarato: “Il rugby moderno è indirizzato sempre più a cercare spazi per un gioco più rapido, spettacolare e sicuro, dove le capacità tecniche e tattiche vengano premiate dal gioco. La regola “50/22” è coerente con la visione del gioco che l’organismo internazionale intende proporre. La scelta di partecipare attivamente e da subito alla sperimentazione consentirà ai nostri atleti, ad ogni livello, di sviluppare nuove competenze tecnico-tattiche e di mettere in campo un rugby più dinamico ed al passo coi tempi. Conclusa la sperimentazione su scala globale, sarà poi compito di World Rugby valutare se tradurre questa regola sperimentale in definitiva per il prossimo ciclo quadriennale”.

:shock: :shock: :shock: :shock:
Grande novità!!!!!!



Cantal
Messaggi: 111
Iscritto il: 15 nov 2018, 12:30

Re: Serie A

Messaggio da Cantal » 22 ago 2019, 9:09

:shock: :shock: :shock:

altre due defezioni dal team CUS GENOVA e non di poco conto… verso Torino…. in special modo tal Taylor….

ma sta succedendo qualcosa ai cugini….????

la cosa sarebbe preoccupante per la LIGURIA GIA' COSi' POVERA DI INZIATIVE RUGBISTICHE… e di informazioni sui propri progetti

da parte dei cugini, almeno si sono presi la briga di informare il mondo di voler puntare sui giovani, cosa abbastanza vera…


:?: :?: :?:

geovale
Messaggi: 645
Iscritto il: 9 feb 2010, 12:51

Re: Serie A

Messaggio da geovale » 23 ago 2019, 13:54

bella la storia di puntare sui giovani...
bisogna vedere quanto sia una scelta quanto una necessità per mancanze di palanche...
io rimango dell'idea che la franchigia sarebbe stata una scelta migliore ma probabilmente ho torto!


Cantal
Messaggi: 111
Iscritto il: 15 nov 2018, 12:30

Re: Serie A

Messaggio da Cantal » 26 ago 2019, 9:08

scusami… ti rispondo solo oggi…

l'idea anche per me è l'unica percorribile in Liguria… e resta tale…
ma davvero molto difficile da mettere in piedi per strategie personali di vario genere…

io per esempio ipotizzo quelle che girano qui Riviera… che sono belle spesse…

a Genova oggi non so che aria tira… potevo conoscere l'ambiente trent'anni fa quando ci giocavo…. oggi ne sono completamente avulso…

però , rimango davvero sconcertato sulla comunicazione... tanto per dirne una…
non mi sembrano sufficienti e serie le poche righe di spiegazione sulla strategia cussina di Rugby Totale che hai allegato…

per cui reputo già la prima partita una lotta per la salvezza… speriamo dii sbagliarci entrambi… ma ho davvero brutti pensieri…

comunque la butto sempre lì…

SE SI COMINCIASSE DALLE GIOVANILI sotto gli under 14 UN'UNIONE D'INTENTI::: con allenamenti insieme e metodologie condivise8-) 8-) 8-)

Stru
Messaggi: 596
Iscritto il: 7 set 2009, 12:01

Re: Serie A

Messaggio da Stru » 26 ago 2019, 11:18

Con al discussione sulla Liguria io c'entro poco o niente, ma l'argomento "sinergie tra club vicini" è un mio vecchio pallino..

Sono straconvinto che uno dei più grossi problemi in Italia sia questa incapacità di collaborare tra club vicini.
Un tempo il compianto Giorgio Sbrocco parlando dello sviluppo dei giocatori diceva che senza quantità non si può fare qualità, e nel mio piccolo concordo assolutamente. Ho visto e vedo tantissimi piccoli club che fanno un grosso lavoro nel minirugby, arrivando anche a produrre dei bei giocatori, ma poi quando si arriva all'under 16 scompaiono nel nulla. Chiediamoci perchè spesso al Topolino ci siano squadre poco importanti a livello nazionale che arrivano ai primi posti, mentre dall'under 16 in poi quelle che arrivano alle finali siano sempre quelle.
Il problema è che finchè si gioca in 8-10 giocatori, anche squadrette che si allenano in 15-20 durante la settimana riescono a fare un lavoro accettabile, e le individualità emergono. quando invece si passa ai 15 giocatori in campo improvvisamente diviene necessario essere almeno in 30 ad allenamento, e poche società hanno numeri sufficienti a garantirlo.
Dopodichè in queste condizioni anche un buon giocatore perde motivazione, ed infatti under 16 e under 18 sono le categorie in cui l'emorragia di ragazzi è più evidente. non l'unica causa, ovviamente, ma una di quelle importanti.
La situazione è molto variabile in Italia.. una pezza la si era messa con le accademie zonali, ma la soluzione era troppo costosa e comunque inadeguata proprio per le condizioni diverse zona per zona.
Ora vedo che sta prendendo piede il sistema delle franchigie territoriali, e penso che sia la strada giusta, ma andrebbe promossa e resa interessante anche da un punto di vista economico, con degli aiuti per le società che decidono di collaborare.

A Padova quest'anno 4 società si uniranno in una franchigia per le under 16 e 18: Rubano, Selvazzano, Cittadella e Piazzola. Sono società con storie diverse, le prime con una certa tradizione(Rubano ha giocato qualche stagione in serie A), e le ultime due relativamente giovani, ma sono tutte accomunate da qualche difficoltà nei numeri dei giocatori e nelle risorse da investire. Grazie a questa franchigia, mettendo assieme le competenze, lo staff, i giocatori, sono convinto che avranno dei grossi risultati nei prossimi 3/4 anni, mentre da soli avrebbero rischiato di non mettere in campo nemmeno una squadra.
Lo stesso sta provando a farlo Rovigo, caso che però potrebbe diventare l'emblema della cronica incapacità a collaborare di cui parlavo sopra: in sostanza la società che gioca in top12 e fa capo a Zambelli ha fatto un accordo con Badia e Frassinelle per riunire in una franchigia il meglio del rugby giovanile Rodigino under 18, una squadra ben supportata da strutture e staff di prim'ordine, fusione delle due che avrebbero avuto il diritto di giocare nel girone elite veneto, e con numeri sufficienti ad iscrivere comunque due formazioni al campionato, una in elite e una nel meritocratico.
Tutto bellissimo, senonchè la Monti Rovigo, che detiene i cartellini dei giocatori che escono dall'under 16, ha preferito non aderire alla franchigia e farsi una under 18 tutta sua. Campanilismo e miopia all'ennesima potenza.

Il Veneto è una regione particolare, nel Rugby, ma il sistema delle franchigie è ideale per tutte le zone d'Italia in cui i club hanno difficoltà a mettere assieme 30-40 tesserati, a mio parere. Ed avere questi numeri permette di allenarsi sempre ad alto livello, in modo che i ragazzi siano messi sempre nelle condizioni migliori per migliorare.
Se fossi nella Federazione, darei incentivi economici alle Franchigie, tipo un contributo per le trasferte o simili, in modo da invogliare le società a mettere da parte gli interessi personali e collaborare.

Cantal
Messaggi: 111
Iscritto il: 15 nov 2018, 12:30

Re: Serie A

Messaggio da Cantal » 26 ago 2019, 13:22

se fossi nella Federazione… già!!!!

ma anche qui ogni Federazione regionale fa un po' il suo tempo… e gestisce a modo suo...

coordina… non so… qui in Liguria il cerchio non si chiude mai...

per me i problemi fuori Veneto, per intraprendere un progetto serio di crescita del movimento giovanile, sono propriamente più campanilistici e mirati a piccoli interessi… di parte!!!!

geovale
Messaggi: 645
Iscritto il: 9 feb 2010, 12:51

Re: Serie A

Messaggio da geovale » 27 ago 2019, 8:02

Stru ha scritto:Con al discussione sulla Liguria io c'entro poco o niente, ma l'argomento "sinergie tra club vicini" è un mio vecchio pallino..

Sono straconvinto che uno dei più grossi problemi in Italia sia questa incapacità di collaborare tra club vicini.
Un tempo il compianto Giorgio Sbrocco parlando dello sviluppo dei giocatori diceva che senza quantità non si può fare qualità, e nel mio piccolo concordo assolutamente. Ho visto e vedo tantissimi piccoli club che fanno un grosso lavoro nel minirugby, arrivando anche a produrre dei bei giocatori, ma poi quando si arriva all'under 16 scompaiono nel nulla. Chiediamoci perchè spesso al Topolino ci siano squadre poco importanti a livello nazionale che arrivano ai primi posti, mentre dall'under 16 in poi quelle che arrivano alle finali siano sempre quelle.
Il problema è che finchè si gioca in 8-10 giocatori, anche squadrette che si allenano in 15-20 durante la settimana riescono a fare un lavoro accettabile, e le individualità emergono. quando invece si passa ai 15 giocatori in campo improvvisamente diviene necessario essere almeno in 30 ad allenamento, e poche società hanno numeri sufficienti a garantirlo.
Dopodichè in queste condizioni anche un buon giocatore perde motivazione, ed infatti under 16 e under 18 sono le categorie in cui l'emorragia di ragazzi è più evidente. non l'unica causa, ovviamente, ma una di quelle importanti.
La situazione è molto variabile in Italia.. una pezza la si era messa con le accademie zonali, ma la soluzione era troppo costosa e comunque inadeguata proprio per le condizioni diverse zona per zona.
Ora vedo che sta prendendo piede il sistema delle franchigie territoriali, e penso che sia la strada giusta, ma andrebbe promossa e resa interessante anche da un punto di vista economico, con degli aiuti per le società che decidono di collaborare.


Il Veneto è una regione particolare, nel Rugby, ma il sistema delle franchigie è ideale per tutte le zone d'Italia in cui i club hanno difficoltà a mettere assieme 30-40 tesserati, a mio parere. Ed avere questi numeri permette di allenarsi sempre ad alto livello, in modo che i ragazzi siano messi sempre nelle condizioni migliori per migliorare.
Se fossi nella Federazione, darei incentivi economici alle Franchigie, tipo un contributo per le trasferte o simili, in modo da invogliare le società a mettere da parte gli interessi personali e collaborare.
Pur con delle differenze nella strutturazione pratica, motivazioni e finalità del progetto che qualcuno di noi ha cercato di proporre realisticamente alla fine della scorsa stagione proprio queste; sul perché non si sia realizzata penso dovrebbero rispondere altri.

geovale
Messaggi: 645
Iscritto il: 9 feb 2010, 12:51

Re: Serie A

Messaggio da geovale » 27 ago 2019, 8:07

per cui reputo già la prima partita una lotta per la salvezza… speriamo dii sbagliarci entrambi… ma ho davvero brutti pensieri…


Sugli obiettivi del Recco non mi permetto di dire nulla
sull'obbiettivo salvezza come massimo traguardo possibile per il Cus questo purtroppo è un dato di fatto temo.
Contentissimo di essere smentito dal campo nel caso.

pepe carvalho
Messaggi: 1074
Iscritto il: 10 lug 2011, 21:02
Località: Milano

Re: Serie A

Messaggio da pepe carvalho » 27 ago 2019, 8:50

Sul girone nord ovest, non credo ci siano candidate certe alla retrocessione, io vedo un girone equilibrato, con milano e Parabiago forse messe meglio, le piemontesi appena sotto, l accademia secondo me favorita, e le altre, vuoi per storia vuoi per acquisti, che possono tutte fare bene.
...And then the harder they come
The harder they'll fall, one and all...
Jimmy Cliff

Pronostichella 2019 8° Nostradamus 2019 3°
Pronostichella 2018 7° Nostradamus 2018 38°
Nostradamus 2017 33°
Nostradamus Special Edition RWC 2015 - I Verdetti
FIJI / VITI - 1° ENGLAND - 1°WALES - 1° POOL A - 1°
FINALE - 6°


Cantal
Messaggi: 111
Iscritto il: 15 nov 2018, 12:30

Re: Serie A

Messaggio da Cantal » 27 ago 2019, 13:24

bene….. buone notizie…

speriamo nel buon lavoro della squadra… e della dirigenza

ma comunque il cammino in Liguria resta ostico e pieno di difficoltà… per dei ragazzi che hanno passione e si sacrificano

e se i talenti qui da noi ci sono… appena fioriscono prendono il largo… obbligatoriamente…

per opportunità di crescita sportiva, di scuola e di posti di lavoro...

Rispondi

Torna a “Stagione 2019/2020”