Nona giornata

Moderatori: ale.com, Ref

Ilgorgo
Messaggi: 15233
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: Nona giornata

Messaggio da Ilgorgo » 17 gen 2021, 12:04

Secondo me il Valorugby ha migliorato il gioco al largo (merito di Rodriguez, immagino) e a volte offre schemi di scambio della palla molto piacevoli a vedersi, come avete detto anche voi; se spesso non trova concretezza a mio avviso è perché, a parte Leaupepe, il "materiale umano" del reparto è di alto ma non altissimo livello. Vaega sembra aver perso un po' di potenza e non di rado incappa in qualche knock-on, o palla "scoppiata" dalle mani; Bertaccini è molto bravo ma molto giovane e mi pare che, a parte qualche bello slalom nello stretto quando si trova accerchiato, di rado riesca a fare la differenza; Costella sembra aver perso un po' di brillantezza (è molto giovane anche lui) e Paletta e Falsaperla secondo me sono buoni giocatori ma non pienamente all'altezza di una candidata al titolo; Majstorovic a volte fa ancora ottimi inserimenti ma mi pare che manchi dal campo abbastanza spesso, immagino per problemi fisici; Farolini è sempre molto affidabile ma è un peso leggero, ieri ogni volta che provava a sfondare rimaneva sul posto o veniva cacciato indietro. A fare la differenza in positivo mi pare siano la regia di Rodriguez e la bravura di Leaupepe, e non sempre bastano
beetlebailey ha scritto:
17 gen 2021, 11:53
Il Petrarca è adesso la squadra da battere ma fino alle tre sconfitte di fila pareva il Rovigo senza rivali (ricordiamoci che ha sciaguratamente gettato al vento il derby, giocandolo male, e decidendo negli ultimi minuti di fare mischia invece che andare in touche dove si era dimostrato superiore nel secondo tempo...). Alla fine, quando conterà, salterà fuori Calvisano che secondo me è sempre la rivale n.1
Concordo, durante la stagione si dice sempre che la squadra in quel momento in testa alla classifica è imbattibile e perfetta, poi alla fine vince Calvisano...

Avatar utente
quaros
Messaggi: 1447
Iscritto il: 23 lug 2018, 7:55

Re: Nona giornata

Messaggio da quaros » 17 gen 2021, 14:23

Il petrarca mi sembra anche l'unica squadra che ha "battezzato" i blocchi del valorugby nelle salite offensive, infatti dopo un po' ciao buchi e i giocatori andavano a finire sempre nelle maglie della rete patavina

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 30244
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Nona giornata

Messaggio da jpr williams » 17 gen 2021, 14:34

Ilgorgo ha scritto:
17 gen 2021, 12:04
Concordo, durante la stagione si dice sempre che la squadra in quel momento in testa alla classifica è imbattibile e perfetta, poi alla fine vince Calvisano...
Nel calcio c'era un fortissimo attaccante di un paese che evito di nominare il quale sosteneva che "Il calcio è un gioco semplice: 22 uomini r.i.n.corrono un pallone per 90 minuti, e alla fine la Germania vince”. Calvisano tetesco quindi. :wink:

Mah, ammesso e non concesso tuto questo il Calvisano di ieri è stato tetesco più o meno per la prima mezzora prima di afflosciarsi progressivamente e poi definitivamente. D'altronde se c'è una cosa che nel rugby non puoi mascherare è la condizione atletica da preparazione precaria. Ieri avvio spumeggiante con due mete in pochi minuti. Gioco molto buono e sequenziale con possesso avanzante (specie Casolari in gran spolvero) in mezzo al campo e avventurose sventagliate al largo per gli ispiratissimi Trulla e Susio. Dura 20' in tutto, tempo di fare due belle mete e poi la benza finisce. Lo capisci quando, più o meno alla mezzora sul 14-3 scegli di piazzare anzichè andare in touche a cercare la terza e impostare la partita sulla ricerca del bonus. In quel momento ho capito che il serbatoio era già in rosso fisso e che il bonus era meglio lasciarlo stare e cercare di portare a casa la vittoria mettendo punti ogni volta che fosse stato possibile. Peraltro l'ultima possibile occasione di bonus la butta via da incosciente Vendittone quando al termine della prima frazione a un metro dal try si fa ingolosire dalla possibilità di un secondo goal personale e raccoglie la palla anzichè fare il suo mestiere di seconda linea in ruck: pulire. :twisted:
La ripresa è un calvario: Calvisano palesemente è senza fiato, vedo giocatori del pack respirare ostentatamente con le fauci spalancate come un asmatico grave (ho visto le due otturazioni di Van Vuren distintamente). I Lyons o non capiscono o anche loro non ne hanno, sta di fatto che ci graziano (e forse ci regalano la vittoria) adattandosi al nostro ritmo che è quello di un 45 giri messo su a 33. Reggono le fasi statiche, cioè quelle in cui non c'è bisogno di correre e arriva la meta di punizione presa da una scrum calvina che pesa più o meno come 9 conto 7,5 giocatori. Senza quella meta che corrisponde all'unica azione offensiva calvina di tutto il secondo tempo in cui la metà campo piacentina poteva essere data in uso a un autosalone per la sua esposizione, anche la vittoria sarebbe svanita. Perchè nel secondo tempo il Calvisano aveva il ritmo di una squadra di old. De lresto se non ti alleni per 20 giorni e giochi 3 giorni dopo la ripresa degli allenamenti non è lecito aspettarsi di più.
A posteriori giudico una grandissima fortuna che la partita contro il Petrarca sia stata rinviata: temo sarebbe stata un'esecuzione.
Non c'è gusto in Italia ad essere intelligenti (cit. Roberto "Freak" Antoni)
E gli alberi votarono ancora per l'ascia, perchè l'ascia era furba e li aveva convinti che era una di loro, perchè aveva il manico di legno. (proverbio turco)

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 30244
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Nona giornata

Messaggio da jpr williams » 17 gen 2021, 14:46

quaros ha scritto:
17 gen 2021, 14:23
Il petrarca mi sembra anche l'unica squadra che ha "battezzato" i blocchi del valorugby nelle salite offensive, infatti dopo un po' ciao buchi e i giocatori andavano a finire sempre nelle maglie della rete patavina
Guarda, da un pò mi sto rompendo la testa a guardare le partite dei Robobra per comprendere la loro difesa. I buchi li predispongono loro volontariamente per invitarti ad entrare, ma solo una volta che sei dentro ti accorgi che il buco era un imbuto che ti faceva finire nelle fauci del cattivo. Perchè alla fine di ognuno di questi buchi ci sono i placcatori migliori e designati, tipo Broggin o ieri Bettin o le seconde che sono delle piovre. E non c'è niente di casuale. Altra cosa che sto studiando sono i comportamenti random sui bdwn, che sono random solo in apparenza. Credo di aver intuito la logica che c'è dietro, ma evito di dirla finchè non sono sicuro di aver capito: preferisco evitare figure di palta. Dico solo che credo ci sia più relazione con la zona di campo e il momento/punteggio che con il tipo di attacco.
A chi si lamenta della noia delle partite del Petrarca dò ragione e torto allo stesso tempo.
E' evidente che se potyi uno a vedere il rugby per la prima volta se gli fai vedere il Petrarca quello si scassa le balle dopo dieci minuti.
Ma del resto se volessi far appassionare qualcuno al cinema serio non è che parti da Bergman o Truffaut. Magari parti da del buon cimena USA tipo Scorsese o De Palma, ecco.
Io non mi diverto a vedere il Petrarca, Rovigo e Reggio sono molto più piacevoli da vedere, ma è proprio tanto interessante.
Del resto una cosa che dico sempre è che bisogna rispettare la dignità agonistica del nostro campionato, che è un campionato che designa un vncitore, non è lo sguattero di qualcun altro. E allora dico: viva il Petrarca che "studia" da campione, non da showgirl.
Non c'è gusto in Italia ad essere intelligenti (cit. Roberto "Freak" Antoni)
E gli alberi votarono ancora per l'ascia, perchè l'ascia era furba e li aveva convinti che era una di loro, perchè aveva il manico di legno. (proverbio turco)

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 30244
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Nona giornata

Messaggio da jpr williams » 17 gen 2021, 14:51

mlancero ha scritto:
17 gen 2021, 10:05
jaco ha scritto:
17 gen 2021, 7:58
La Gazza.it ci degna di un articolo
https://www.gazzetta.it/Rugby/16-01- ... 48.shtml

Meritorio Malfatto stavolta, sperando che non sia un iniziativa isolata...
Solo questa volta. Di nome e di fatto. È sicuramente invecchiato ( come tutti, ovvio), perché parla bene del Petrarca. Strano ha sempre avuto un occhio rosso e uno blu
Per capire se è andato del tutto, però, bisogna aspettare che parli bene di noi :shock:
Non c'è gusto in Italia ad essere intelligenti (cit. Roberto "Freak" Antoni)
E gli alberi votarono ancora per l'ascia, perchè l'ascia era furba e li aveva convinti che era una di loro, perchè aveva il manico di legno. (proverbio turco)

loverthetop_86
Messaggi: 1713
Iscritto il: 14 apr 2011, 23:25

Re: Nona giornata

Messaggio da loverthetop_86 » 17 gen 2021, 14:55

Io al momento ho visto solamente Petrarca-Valorugby, ma complice la moglie al lavoro fino alle 21 sto recuperando il resto delle partite.
Come ha già detto qualcuno, il Valorugby secondo me è la squadra che più ha fatto sudare il Petrarca finora, anche più del Rovigo, credo soprattutto perché capace di creare un gioco molto agli antipodi rispetto a quello al momento creato dai tuttineri.
Amenta ha commesso un peccato mortale nell'unico vero svarione difensivo petrarchino, quello di sentirsi già a terra col pallone schiacciato.
Difesa del Petrarca che, a differenza di quella schierata nei dintorni di Fort Knox, riesce nell'impresa di toglierti la voglia.
Nel Petrarca ho visto su tutti Pavesi, bene anche Zini rispetto ad altre partite.

Sul discorso gioco del Petrarca: io credo che se ci fosse in palio un punto di bonus per il gioco più spettacoloso, il Petrarca giocherebbe in maniera completamente diversa. Facendo anche un mercato completamente diverso, chiaramente. Discorso molto utilitaristico, me ne rendo conto, ma al momento le linee guida di Marcato e Jimenez sono corrette: associo una difesa asfissiante, una mischia efficace e un calciatore letale.
E porto a casa le partite.
Noioso? Certo, ma concreto. E i tornei si vincono essendo concreti, prima ancora che spettacolari.
https://www.facebook.com/anonimapiloni

Vincitore del Premio Nostradamus 2022

"Co te mori, no te se de essar morto, no te soffri, ma par chealtri a xe dura.
Co te si mona xe a stessa roba."
(Antico detto veneto)

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 30244
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Nona giornata

Messaggio da jpr williams » 17 gen 2021, 15:30

Belle osservazioni.
Nei giorni scorsi anch'io avevo scritto, presentando la partita, che era quella tatticamente più interessante. Il Valorugby, specie grazie al "motore a ritmi sussultori" di Chillon era la squadra più adatta per far saltare la difesa boa constrictor del Pet.
Ripropongo il paragone tennistico: Borg-McEnroe.
Come avevo previsto ha vinto Borg. Ma nessuno faceva sudare lo svedere come Mac.
Non c'è gusto in Italia ad essere intelligenti (cit. Roberto "Freak" Antoni)
E gli alberi votarono ancora per l'ascia, perchè l'ascia era furba e li aveva convinti che era una di loro, perchè aveva il manico di legno. (proverbio turco)

Mr Ian
Messaggi: 8426
Iscritto il: 2 feb 2012, 16:20

Re: Nona giornata

Messaggio da Mr Ian » 17 gen 2021, 15:49

la difesa del Petrarca è ben organizzata e meritano al momento lo status di squadra più forte del campionato.
Purtroppo non sappiamo quanta continuità nelle partite ci sarà quest anno, ma la vera sfida per tutti gli altri sarà quella di abbattare il muro petrarchino.
Certo, gli attacchi che si vedono non è che siano di che livello però, questo dobbiamo anche ammetterlo, magari sarà uno stimolo per gli allenatori migliorare quest aspetto del gioco.

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 30244
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Nona giornata

Messaggio da jpr williams » 17 gen 2021, 15:58

Infatti.
Possiamo anche vederla così: questa difesa del Petrarca è un formidabile stimolo per gli altri a studiare, migliorare, non adagiarsi.
Con la sua "bruttezza" il Petrarca potrebbe spingere gli altri a diventare più "belli" perchè sul piano dell bruttezza il Petrarca non lo batti: devi deiventare così "bello" da disinnescarne la "bruttezza". A quel punto il Petrarca smetterà di insegnare e comincerà a sua volta ad imparare per diventare a sua volta più "bello".
Che meraviglia avere una montagna da scalare.
Non c'è gusto in Italia ad essere intelligenti (cit. Roberto "Freak" Antoni)
E gli alberi votarono ancora per l'ascia, perchè l'ascia era furba e li aveva convinti che era una di loro, perchè aveva il manico di legno. (proverbio turco)

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 30244
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Nona giornata

Messaggio da jpr williams » 17 gen 2021, 16:12

Il commento di Gianluca Guidi alla partita di ieri

Questa era una partita con molte incognite ed insidie. Siamo stati in grado di gestirla, soprattutto durante i primi venti minuti. Con più disciplina e raziocinio avremmo potuto conquistare i cinque punti in classifica, dopotutto sarebbe bastata solo una meta in più”
“Durante una stagione particolare come questa - continua l’allenatore - penso sia fondamentale cercare di vedere sempre il bicchiere mezzo pieno. È vero, sarebbe potuta andare molto meglio, ma ottanta minuti nelle gambe sono molto importanti, soprattutto perchè dal 19 dicembre siamo stati inattivi. Questa partita ha delineato aspetti positivi da incrementare, ed anche delle carenze in particolare sotto il punto di vista della disciplina, degli sbagli sul punto di incontro: spesso abbiamo la tendenza di voler aggredire l’avversario ma rischiamo di fare errori che ci costano caro. Durante il secondo tempo abbiamo fatto fatica ad instaurarci nella metà campo dei Lyons, alcuni palloni sono stati gestiti male, ma dall’altro lato della medaglia posso dire di aver visto delle personalità nella nostra squadra che hanno giocato un’ottima partita”


Fondamentale la parte evidenziata. Ma finchè la condizione fisica ha retto il Calvisano ha fatto vedere ottime cose.
Non c'è gusto in Italia ad essere intelligenti (cit. Roberto "Freak" Antoni)
E gli alberi votarono ancora per l'ascia, perchè l'ascia era furba e li aveva convinti che era una di loro, perchè aveva il manico di legno. (proverbio turco)

Rote
Messaggi: 448
Iscritto il: 5 ago 2020, 13:11

Re: Nona giornata

Messaggio da Rote » 17 gen 2021, 16:50

Ho visto Petrarca - Valorugby alle 2 di notte dopo un'indigestione e non mi è sembrata una brutta partita. Saranno state le mie condizioni gastrointestinali :|
Ho una domanda stupida: in una partita del genere, con una difesa del genere, sarebbe cambiato qualcosa se Bertaccini fosse stato schierato 12 e Vaega 13? Ho in mente una cosa tipo doppio play albionico con Bertaccini in versione Farrell e Vaega nel ruolo di Manu Tuilagi. Forse avrebbero sorpreso di più la difesa petrarchina. Forse no. Che dite?
Manghi deve allenare il sopracciglio :-]

Contento per Colorno, ottima attitudine anche senza molti titolarissimi. A parte Canni Pom mi sono piaciuti i due mediani e Franco Jr è da tenere in seria considerazione per una prova in franchigia secondo me. Bravi anche Zecchini e Terzi alla prima quest'anno (se non sbaglio). Zecchini in particolare è molto giovane e potrebbe rivelarsi un bel giocatore, non è mai stato chiamato in u20 gli anni passati?
Tra i laziali Marocchi e Ulisse sono quelli che mi sono piaciuti di più. Essendo entrambi 2001 potrebbero essere nel giro dell'u20. Già l'anno scorso pensavo che Marocchi sarebbe stato tra i titolari, mi dispiace non sia stato chiamato. Quest'anno alle ali c'è una bella competizione nell'under!

Ultima considerazione da Fiamme Oro - Rovigo: Stoian mi è sembrato soffrire molto il confronto con Ferro e Canali. Stessa cosa Nocera. Erano evidentemente sotto fisicamente. Sarà il carico di lavoro con franchigie e nazionale o, più semplicemente, Canali, Ferro e compagnia hanno un ottimo fitness da fare invidia a gente che dovrebbe essere ad un livello più su? Avete notato anche voi questa differenza di cilindrata?

Garry
Messaggi: 24084
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: Nona giornata

Messaggio da Garry » 17 gen 2021, 17:01

Rote ha scritto:
17 gen 2021, 16:50

Ultima considerazione da Fiamme Oro - Rovigo: Stoian mi è sembrato soffrire molto il confronto con Ferro e Canali. Stessa cosa Nocera. Erano evidentemente sotto fisicamente.
Non l'ho vista.
Se veramente fosse così sarebbe molto preoccupante
Be imperfectly vegan
Be imperfectly zero waste
Be imperfectly plastic free
Be imperfectly sustainable
Because small conscious changes are better than none at all
(Amber Allen)

baobab
Messaggi: 833
Iscritto il: 1 dic 2019, 19:23

Re: Nona giornata

Messaggio da baobab » 17 gen 2021, 17:16

Rote ha scritto:
17 gen 2021, 16:50
Ho visto Petrarca - Valorugby alle 2 di notte dopo un'indigestione e non mi è sembrata una brutta partita. Saranno state le mie condizioni gastrointestinali :|
Ho una domanda stupida: in una partita del genere, con una difesa del genere, sarebbe cambiato qualcosa se Bertaccini fosse stato schierato 12 e Vaega 13? Ho in mente una cosa tipo doppio play albionico con Bertaccini in versione Farrell e Vaega nel ruolo di Manu Tuilagi. Forse avrebbero sorpreso di più la difesa petrarchina. Forse no. Che dite?
Manghi deve allenare il sopracciglio :-]

Contento per Colorno, ottima attitudine anche senza molti titolarissimi. A parte Canni Pom mi sono piaciuti i due mediani e Franco Jr è da tenere in seria considerazione per una prova in franchigia secondo me. Bravi anche Zecchini e Terzi alla prima quest'anno (se non sbaglio). Zecchini in particolare è molto giovane e potrebbe rivelarsi un bel giocatore, non è mai stato chiamato in u20 gli anni passati?
Tra i laziali Marocchi e Ulisse sono quelli che mi sono piaciuti di più. Essendo entrambi 2001 potrebbero essere nel giro dell'u20. Già l'anno scorso pensavo che Marocchi sarebbe stato tra i titolari, mi dispiace non sia stato chiamato. Quest'anno alle ali c'è una bella competizione nell'under!

Ultima considerazione da Fiamme Oro - Rovigo: Stoian mi è sembrato soffrire molto il confronto con Ferro e Canali. Stessa cosa Nocera. Erano evidentemente sotto fisicamente. Sarà il carico di lavoro con franchigie e nazionale o, più semplicemente, Canali, Ferro e compagnia hanno un ottimo fitness da fare invidia a gente che dovrebbe essere ad un livello più su? Avete notato anche voi questa differenza di cilindrata?
per me è semplicemente lento e macchinoso. Ho notato anche poca efficacia nei carries, grande e grosso ma con poco punch. Invece sono del parere che abbia fatto una buona partita D'Onofrio, schierato flanker

loverthetop_86
Messaggi: 1713
Iscritto il: 14 apr 2011, 23:25

Re: Nona giornata

Messaggio da loverthetop_86 » 17 gen 2021, 18:51

Rote ha scritto:
17 gen 2021, 16:50
Ho visto Petrarca - Valorugby alle 2 di notte dopo un'indigestione e non mi è sembrata una brutta partita. Saranno state le mie condizioni gastrointestinali :|
Ho una domanda stupida: in una partita del genere, con una difesa del genere, sarebbe cambiato qualcosa se Bertaccini fosse stato schierato 12 e Vaega 13? Ho in mente una cosa tipo doppio play albionico con Bertaccini in versione Farrell e Vaega nel ruolo di Manu Tuilagi. Forse avrebbero sorpreso di più la difesa petrarchina. Forse no. Che dite?
Manghi deve allenare il sopracciglio :-]

Contento per Colorno, ottima attitudine anche senza molti titolarissimi. A parte Canni Pom mi sono piaciuti i due mediani e Franco Jr è da tenere in seria considerazione per una prova in franchigia secondo me. Bravi anche Zecchini e Terzi alla prima quest'anno (se non sbaglio). Zecchini in particolare è molto giovane e potrebbe rivelarsi un bel giocatore, non è mai stato chiamato in u20 gli anni passati?
Tra i laziali Marocchi e Ulisse sono quelli che mi sono piaciuti di più. Essendo entrambi 2001 potrebbero essere nel giro dell'u20. Già l'anno scorso pensavo che Marocchi sarebbe stato tra i titolari, mi dispiace non sia stato chiamato. Quest'anno alle ali c'è una bella competizione nell'under!

Ultima considerazione da Fiamme Oro - Rovigo: Stoian mi è sembrato soffrire molto il confronto con Ferro e Canali. Stessa cosa Nocera. Erano evidentemente sotto fisicamente. Sarà il carico di lavoro con franchigie e nazionale o, più semplicemente, Canali, Ferro e compagnia hanno un ottimo fitness da fare invidia a gente che dovrebbe essere ad un livello più su? Avete notato anche voi questa differenza di cilindrata?
Provo a risponderti dopo aver visto le partite:

-Secondo me Vaega può rendere di più a 13 se e solo a 12 metti un secondo playmaker propriamente detto. Bertaccini è un ottimo prospetto, ma non ha queste caratteristiche. Di converso, ho notato in altre partite che Vaega ha una buona competenza col piede tattico. Che non significa che ha un ottimo piede, ma che sa quando usarlo. Ergo, io non li scambierei ;)
-Smithino: io lo vedo ancora un po' come un corpo estraneo. Per carità, fisicamente è avanti a tanti altri, ma non lo vedo così dentro agli schemi di squadra. Magari da qui a maggio mi stupisce, ma per ora secondo me non arriva al 7;
-Stoian: anche per me è un giocatore macchinoso e subisce quello, oltre al fatto che tutte le Fiamme Oro ieri sono arrivate "corte" alla fine del match.

Sui debuttanti sono abbastanza d'accordo, ma sospendo il giudizio.
https://www.facebook.com/anonimapiloni

Vincitore del Premio Nostradamus 2022

"Co te mori, no te se de essar morto, no te soffri, ma par chealtri a xe dura.
Co te si mona xe a stessa roba."
(Antico detto veneto)

loverthetop_86
Messaggi: 1713
Iscritto il: 14 apr 2011, 23:25

Re: Nona giornata

Messaggio da loverthetop_86 » 17 gen 2021, 19:04

Viste anche le altre tre partite, provo a dire la mia:

- Colorno-Lazio: il Colorno ha rosa e qualità superiore, ma la Lazio mi è sembrata meno arrendevole delle altre volte. Più garibaldina e ardimentosa. Non è bastato. Colorno secondo me ha giocato un discreto primo tempo per poi rallentare nella ripresa. Smithino ni, secondo me è ancora un corpo estraneo in seno alla squadra. Voglio dire, fisicamente sembra di una cilindrata superiore, ma secondo me fatica a entrare nei meccanismi. Ci vorrà tempo, credo;
-Lyons-Calvisano: Calvisano ha pochissime gambe e non può essere altrimenti, ma finché ha retto ha fatto vedere di essere nettamente superiore. Poi, quando si è accesa la spia della riserva, ha amministrato con giudizio. Hugo è un signor numero 10, il problema può stare nel fatto che, rosa alla mano, dietro non ci siano alternative di alto livello I Lyons mi piacciono: non possono per il momento avere la qualità per contrastare avversari del genere, ma sono messi bene in campo e hanno scelto bene gli stranieri, di qualità e con ottime doti di leadership;
-FFOO-Rovigo: secondo me le Fiamme al momento sono la delusione del torneo, se andiamo a vedere rosa e allenatore. Il Rovigo visto in queste settimane ha qualche granello negli ingranaggi, ma riesce a venirne fuori nel finale per due motivi: 1) Le Fiamme hanno finto presto la benzina e 2) Menniti-Ippolito.
https://www.facebook.com/anonimapiloni

Vincitore del Premio Nostradamus 2022

"Co te mori, no te se de essar morto, no te soffri, ma par chealtri a xe dura.
Co te si mona xe a stessa roba."
(Antico detto veneto)

Rispondi

Torna a “Stagione 2020/2021”