News dal progetto TRE …

Risultati, Classifiche e Commenti sui massimi tornei nazionali.
Discussioni sulle società e sui singoli giocatori.

Moderatori: Ref, ale.com

rasaerba
Messaggi: 584
Iscritto il: 13 feb 2006, 0:00
Località: Prato (PO)
Contatta:

News dal progetto TRE …

Messaggio da rasaerba » 27 nov 2009, 16:52

da Toscanarugby -

Tre e Cariparma insieme

Questa mattina nella sede Cariparma di Firenze si e´ svolta la conferenza stampa di presentazione della partnership tra il Toscana Rugby Eccellenza, unione di 13 societa´ sportive toscane con Cariparma e Kappa.
A partire da questa stagione, Cariprato sara´ infatti il main sponsor di tute le formazioni giovanili che compongono il progetto TRE.
Sulle maglie, Kappa, dei giovani delle 13 societa´ che hanno stipulato l´accordo capeggera´ infatti lo sponsor Cariparma, gia´ main-sponsor della nazionale italiana di rugby.
A introdurre la presentazione e´ stato il responsabile Regionale Centro Sud di Cariparma, Massimo Cerbai..
"Siamo lieti di aver affiancato il progetto di eccellenza della TRE. Il rapporto di Cariparma con il rugby e con la nazionale azzurra e´ sempre piu´ stretto. Vedere tante famiglie e tanti giovani che si avvicinano a questo sport e´ la conferma che il rugby e´ una disciplina bella e sana. L´iniziativa presentata quest´oggi testimonia l´impegno di Cariparma non si ferma alla partnership con la nazionale, ma che vada oltre verso tutte le attivita´ rivolte ai giovani e all´iniziativa in particolare di tutte le societa´ toscane".
Presente nella sede Cariparma di viale Gramsci anche l´assessore allo sport del comune di Firenze, Barbara Cavandoli...
"Vi porto i saluti del sindaco di Firenze Renzi. Da parte dell´amministrazione c´e´ completa apertura e disponibilita´ nei confronti del progetto TRE, che unisce societa´ che condivide obiettivi importanti. Il rugby e´ uno sport che in toscana ed a Firenze ha grande tradizione e l´incontro con un soggetto importante come appunto Cariparma aiuta a guarda sempre piu´ in alto.
E´ bello che tante realta´ possono unirsi, lasciando da parte rivalita´ locali, e´ la dimostrazione di grande maturita´ con il progetto TRE. L´aiuto di un grande sostegno come quello che puo´ essere Cariparma e´ uno stimolo in piu´ per proseguire su questa squadra.
Un grazie alle societa´ fiorentine, Firenze ´81, Firenze ´31, Bombo, Rugby Club Firenze e ad Diego Dominguez".
A parlare per le societa´ e´ stato il presidente dei Cavalieri Fabrizio Tonfoni:
"Sono contento che dopo un anno di lavoro il progetto TRE sta prendendo forma. Tra gli obiettivi che ci siamo posti c´e´ il salvaguardare i valori che sono propri del nostro sport, come il volontaria, l´attacamento alla propria societa´. Spesso guardando sui muri delle club-house delle societa´ vediamo foto storiche di anni e anni fa, a testimonianza di come il nostro movimento tra tanti problemi, poca considerazione dei media e degli sponsor come era fino a qualche anno fa, e´ comunque riuscito ad andare avanti.
Il nostro movimento e´ stato creato dalla passione di tanti ex giocatori che a loro volta hanno trasmesso i valori che sono proprio di questo sport e che non devono mai mancare come lealta´, spirito sportivo e voglia di impegnarsi e lottare. Ecco cosi´ che un movimento come quello del rugby puo´ raccogliere 80.000 spettatori in una cornice come San Siro senza necessita´ di servizi di sicurezza o cordoni per dividere le squadre.
Parlando del progetto TRE, direi che la nostra e´ una grande famiglia, parlo di nostri ragazzi facendo riferimenti a tutti, perche´ il nostro e´ un tracciato comune, da cui ormai non si puo´ e non si deve piu´ tornare indietro.
Per quel che riguarda il rugby di eccellenza, dobbiamo strutturarci, sia chiaro pero´ che ogni club non verra´ risucchiato dal TRE, ma anzi dovra´ sempre piu´ essere caretterizzato sul proprio territorio. La struttura di eccellenza dovra´ servire ad aiutare i club ad organizzarsi e a strutturarsi a livello dirigenziale, ma anche per far sentire ancor piu´ forte una unica voce per la creazione di impianti e strutture adeguati alla qualita´, ma anche al numero di atleti delle nostre squadre.
L´accordo con Cariparma e´ un onore per il noi, ma e´ anche la conferma che con il progetto TRE ci siamo muovendo nella maniera giusta, ma vorremmo riuscire, con progetti importanti e comuni, legarci ancora di piu´.
Le squadre che rappresenteranno la TRE dovranno raccogliere atleti e sostenitori da tutte le societa´ che partecipano al progetto. L´alto livello permettera´ ai nostri ragazzi piu´ promettenti di mettersi in mostra senza andare a giocare altrove. Firenze non e´ da meno di Milano, Roma e Treviso, ormai il percorso per andare avanti con la TRE e´ tracciato".
Presente anche il vicepresidente del Comitato regionale toscano Gianni Stolzuoli
"Il Comitato Regionale e´ felice di essere partecipe ad un evento cosi´ importante. La TRE ha fatto un passo importante, con tanti club che ne hanno fatto parte, portando avanti concetti comuni come collaborazione sportiva e commerciale.
Per portare avanti una iniziativa cosi´ importante occorreranno importanti strutture di supporto e accoglienza. Sara´ comunque fondamentale riuscire ad allargare ancor di piu´ la base, lasciano la porta aperta a quei club che ora come ora non hanno aderito. Tutti insieme sono convinto si possano ottenere risultati importanti".
Soddisfatto dell´accordo anche Paolo Fulgenti responsabile di Kappa...
"Siamo contenti di essere partner dell´iniziativa. E´ nelle nostre strategia quella di essere presenti, oltre a livello di nazionale, anche amatoriale. Siamo entusiasti del progetto Cariparma, con loro non e´ in effetti il primo che abbiamo sviluppato, come ad esempio il Diego Dominguez Camp organizzato in Sardegna e a Siena".
A concludere gli interventi e´ stato proprio Diego Dominguez testimonial del rugby azzurro e del progetto TRE
"L´esempio piu´ grande per il rugby e per il TRE e´ quello dato dai presidenti delle societa´ fondatrici. Il loro e´ stato un passo intelligente, dimostrando grande umilta´ e voglia di crescere insieme. Un insegnamento importante per tutti il movimento italiano e toscano.
Da soli le societa´ erano troppo piccole, lavorando in vece di squadra si puo´ crescere e raggiungere traguardi importanti. Spero che anche tutte le altre societa´ toscane entrino a far parte di questo progetto, un progetto che spero possa essere seguito anche a livello toscano da altri sport e che comunque possa fare da base di partenza anche per altre realta´ rugbistiche nazionali".
Con l´accordo con Cariparma e Kappa il progetto TRE centra un primo importante risultato.
La strada e´ stata tracciata e le societa´ sono sempre piu´ convinte ad andare avanti con un progetto sportivo-economico comune.
Squadra seniores, Under 20 e under 18 saranno le categorie a cui partecipera´ il nuovo sodalizio, con nome della societa´ e organigramma societario in effetti ancora tutto da definire.


Dalla stagione 2010-2011 la nuova societa´, nata appunto dal progetto TRE partecipera´ ai rispettivi campionati di categoria. Dove? La TRE ha richiesto lo spazio al Ridolfi, lo stadio di atletica di Firenze che si trova a fianco al Padovani. Stadio da 10.000 posti adattissimo per caratteristiche e numero di posti alle esigenze della nuova societa´. Under 18 e 20 saranno probabilmente itineranti giocando in vari stadi del comprensori toscano. Non e´ comunque da escludere, in caso che il comune di Prato non si adoperi per la realizzazione di nuove tribune e l´adeguamento del Chersoni, che non si possa giocare proprio nella citta´ laniera, sede attuale dei Cavalieri la formazione di Super 10 che cederebbe il titolo societario alla nuova societa´. Il progetto da questo punto di vista e´ agli inizi, con tante cose ancora da definire.

franky52
Messaggi: 1150
Iscritto il: 24 ott 2005, 0:00

Re: News dal progetto TRE …

Messaggio da franky52 » 27 nov 2009, 18:27

Versione Ufficiale!
addetto stampa de I Cavalieri ha scritto:Tre e Cariparma insieme

Questa mattina nella sede Cariparma di Firenze si è svolta la conferenza stampa di presentazione della partnership tra il Toscana Rugby Eccellenza, unione di 13 società sportive toscane con Cariparma e Kappa.

A partire da questa stagione, Cariparma sarà infatti il main sponsor di tute le formazioni giovanili che compongono il progetto TRE.

Sulle maglie, Kappa, dei giovani delle 13 società che hanno stipulato l’accordo capeggerà infatti lo sponsor Cariparma, già main-sponsor della nazionale italiana di rugby.

A introdurre la presentazione e’ stato il responsabile Regionale Centro Sud di Cariparma, Massimo Cerbai..

“Siamo lieti di aver affiancato il progetto di eccellenza della TRE. Il rapporto di Cariparma con il rugby e con la nazionale azzurra è sempre più stretto. Vedere tante famiglie e tanti giovani che si avvicinano a questo sport e’ la conferma che il rugby è una disciplina bella e sana. L’iniziativa presentata quest’oggi testimonia l’impegno di Cariparma non si ferma alla partnership con la nazionale, ma che vada oltre verso tutte le attività rivolte ai giovani e all’iniziativa in particolare di tutte le società toscane”.

Presente nella sede Cariparma di viale Gramsci anche l’assessore allo sport del comune di Firenze, Barbara Cavandoli…

“Vi porto i saluti del sindaco di Firenze Renzi. Da parte dell’amministrazione c’è completa apertura e disponibilità nei confronti del progetto TRE, che unisce società che condivide obiettivi importanti. Il rugby e’ uno sport che in toscana ed a Firenze ha grande tradizione e l’incontro con un soggetto importante come appunto Cariparma aiuta a guarda sempre più in alto.

E’ bello che tante realtà possono unirsi, lasciando da parte rivalita’ locali, è la dimostrazione di grande maturità con il progetto TRE. L’aiuto di un grande sostegno come quello che può
essere Cariparma è uno stimolo in più per proseguire su questa squadra.

Un grazie alle società fiorentine, Firenze ’81, Firenze ’31, Bombo, Rugby Club Firenze e ad Diego Dominguez”.

A parlare per le società è stato il presidente dei Cavalieri Fabrizio Tonfoni:

“Sono contento che dopo un anno di lavoro il progetto TRE sta prendendo forma. Tra gli obiettivi che ci siamo posti c’è il salvaguardare i valori che sono propri del nostro sport, come il
volontaria, l’attaccamento alla propria società. Spesso guardando sui muri delle club-house delle società vediamo foto storiche di anni e anni fa, a testimonianza di come il nostro movimento tra tanti problemi, poca considerazione dei media e degli sponsor come era fino a qualche anno fa, è comunque riuscito ad andare avanti.
Il nostro movimento e’ stato creato dalla passione di tanti ex giocatori che a loro volta hanno trasmesso i valori che sono proprio di questo sport e che non devono mai mancare come lealtà, spirito sportivo e voglia di impegnarsi e lottare. Ecco così che un movimento come quello del rugby può raccogliere 80.000 spettatori in una cornice come San Siro senza necessità di servizi di sicurezza o cordoni per dividere le squadre.
Parlando del progetto TRE, direi che la nostra è una grande famiglia, parlo di nostri ragazzi facendo riferimenti a tutti, perché il nostro e’ un tracciato comune, da cui ormai non si può e
non si deve più tornare indietro.
Per quel che riguarda il rugby di eccellenza, dobbiamo strutturarci, sia chiaro però che ogni club non verrà risucchiato dal TRE, ma anzi dovrà sempre più essere caratterizzato sul proprio territorio.
La struttura di eccellenza dovrà servire ad aiutare i club ad organizzarsi e a strutturarsi a livello dirigenziale, ma anche per far sentire ancor più forte una unica voce per la creazione di
impianti e strutture adeguati alla qualità, ma anche al numero di atleti delle nostre squadre.
L’accordo con Cariparma è un onore per il noi, ma è anche la conferma che con il progetto TRE ci siamo muovendo nella maniera giusta, ma vorremmo riuscire, con progetti importanti e comuni, legarci ancora di più.
Le squadre che rappresenteranno la TRE dovranno raccogliere atleti e sostenitori da tutte le società che partecipano al progetto. L’alto livello permetterà ai nostri ragazzi più promettenti di mettersi in mostra senza andare a giocare altrove. Firenze non da meno di Milano, Roma e Treviso, ormai il percorso per andare avanti con la TRE è tracciato”.

Presente anche il vicepresidente del Comitato regionale toscano Gianni Stolzuoli

“Il Comitato Regionale e’ felice di essere partecipe ad un evento così importante. La TRE ha fatto un passo importante, con tanti club che ne hanno fatto parte, portando avanti concetti comuni come collaborazione sportiva e commerciale.
Per portare avanti una iniziativa cosi’ importante occorreranno importanti strutture di supporto e accoglienza. Sarà comunque fondamentale riuscire ad allargare ancor di più la base, lasciando la porta aperta a quei club che ora come ora non hanno aderito. Tutti insieme sono convinto si possano ottenere risultati importanti”.

Soddisfatto dell’accordo anche Paolo Fulgenti responsabile di Kappa…

“Siamo contenti di essere partner dell’iniziativa. E’ nelle nostre strategia quella di essere presenti, oltre a livello di nazionale, anche amatoriale. Siamo entusiasti del progetto Cariparma, con loro non è in effetti il primo che abbiamo sviluppato, come ad esempio il Diego Dominguez Camp organizzato in Sardegna e a Siena”.

A concludere gli interventi e’ stato proprio Diego Dominguez testimonial del rugby azzurro e del progetto TRE

“L’esempio più grande per il rugby e per il TRE è quello dato dai presidenti delle società fondatrici. Il loro è stato un passo intelligente, dimostrando grande umiltà e voglia di crescere
insieme. Un insegnamento importante per tutti il movimento italiano e toscano.
Da sole le società erano troppo piccole, lavorando in vece di squadra si può crescere e raggiungere traguardi importanti. Spero che anche tutte le altre società toscane entrino a far parte di questo progetto, un progetto che spero possa essere seguito anche a livello toscano da altri sport e che comunque possa fare da base di partenza anche per altre realtà rugbistiche nazionali”.

Con l’accordo con Cariparma e Kappa il progetto TRE centra un primo importante risultato.

La strada e’ stata tracciata e le società sono sempre più convinte ad andare avanti con un progetto sportivo-economico comune.

Squadra seniores, Under 20 e Under 18 saranno le categorie a cui parteciperà il nuovo sodalizio, con nome della società e organigramma societario in effetti ancora tutto da definire.

Dalla stagione 2010-2011 la nuova società, nata appunto dal progetto TRE parteciperà ai rispettivi campionati di categoria.

Il dove è ancora tutto da stabilire in base alle esigenze e alla disponibilitàche la TRE avrà a disposizione. Sicuramente Under 18 e 20 saranno itineranti giocando in vari stadi del comprensori toscano. Il progetto TRE è ancora in via di definizione e tante cose devono ancora essere delineate
Goofus bird: un uccello che vola all'indietro, perché non gli interessa sapere dove va, ma da dove viene.(Borges - Manuale di zoologia fantastica)

luqa
Messaggi: 1908
Iscritto il: 26 lug 2006, 12:54

Re: News dal progetto TRE …

Messaggio da luqa » 27 nov 2009, 18:50

Beh, a parte il limare qualcosa...

comunque Ridolfi e Chersoni possono andare bene.

Tra l'altro, per logistica anche un eventuale riassetto del Lungobisenzio può andare bene.

Quello che vorrei capire è una cosa più sensibile...

... ma la Seniores che titolo sportivo piglia?

E, nel caso, ci saranno più di una seniores o saranno le prime delle varie società a fare da "seconda squadra"?

Infine... ma sui colori e sullo stema7simbolo/fregio... ci siamo già, o c'è da fare a stiaffi?

luqa
Messaggi: 1908
Iscritto il: 26 lug 2006, 12:54

Re: News dal progetto TRE …

Messaggio da luqa » 28 nov 2009, 13:44

Aggiunta..

Allora :
Firenze 1931, Firenze '81, Bombo, Firenze RC, Isolotto
Cavalieri Prato,
Sesto, Cavalesto
Mugello
Montelupo (?)
Vasari
Cus Siena
Siena 2000 (?)

Son queste le 13?
GISPI Prato, Arieti?
Quelli diPistoia e diLucca ?
I "Tirrenici"?

wanchope16
Messaggi: 280
Iscritto il: 20 lug 2009, 18:34
Località: Romagna

Re: News dal progetto TRE …

Messaggio da wanchope16 » 29 nov 2009, 14:18

Sarebbe utile che nascano altri progetti simili in altre Regioni in modo da riformare un nuovo campionato d'eccellenza con rappresentanze regionali
Vogliamo il Romagna RFC in Celtic League!!!

franky52
Messaggi: 1150
Iscritto il: 24 ott 2005, 0:00

Re: News dal progetto TRE …

Messaggio da franky52 » 29 nov 2009, 20:47

Se in molte parti del mondo le Provincie sono lo sbocco naturale del rugby di Club, fino anche a sostituirli con l'avallo delle federazioni leggi, Scozia e Irlanda, se vogliamo crescere dobbiamo formare delle rappresentative almeno regionali. L'importante e la crescita tecnica dei giocatori in U20 per portarli verso l'alto livello.
Il TRE vorrebbe essere questo ... ma fra il dire e il fare c'è di mezzo il mare.
Dovremmo provare con delle selezioni ... Medici, Granduchi o come vogliamo chiamarli, già in questa stagione, invitando squadre di alto livello estere se riusciamo a riempire il Ridolfi e/o il Lungobisenzio.
Goofus bird: un uccello che vola all'indietro, perché non gli interessa sapere dove va, ma da dove viene.(Borges - Manuale di zoologia fantastica)

stefanot
Messaggi: 1532
Iscritto il: 19 feb 2008, 13:59

Re: News dal progetto TRE …

Messaggio da stefanot » 29 nov 2009, 21:06

franky52 ha scritto:Se in molte parti del mondo le Provincie sono lo sbocco naturale del rugby di Club, fino anche a sostituirli con l'avallo delle federazioni leggi, Scozia e Irlanda, se vogliamo crescere dobbiamo formare delle rappresentative almeno regionali. L'importante e la crescita tecnica dei giocatori in U20 per portarli verso l'alto livello.
Il TRE vorrebbe essere questo ... ma fra il dire e il fare c'è di mezzo il mare.
Dovremmo provare con delle selezioni ... Medici, Granduchi o come vogliamo chiamarli, già in questa stagione, invitando squadre di alto livello estere se riusciamo a riempire il Ridolfi e/o il Lungobisenzio.

Ma scusate, non basterebbe fare un campionato nazionale under20 con almeno due gironi per ridurre i costi dei club, playoff e poi fare tornei di una certa durata organizzati dalle federazione con i migliori prospetti magari divisi in quattro squadre. Ovvero fare un campionato federale che già esiste per le under minori, ma farlo in maniera strutturata per l'under20 e magari prevedere premi per squadre che prestano giovani alle rappresentative e che si impegnano a fondo nella formazione giovanile.
Magari la federazione potrebbe anche incentivare queste forme di cooperazione a livello regionale e una volta che si riesce a fare per buona parte della penisola prevedere campionati di rappresentative regionali.
Credo che in generale serva un lavoro molto più accurato a livello giovanile con responsabilità ben distribuite tra club e federazione con un continuo confronto tra tecnici.
Non si può affidare la responsabilità solo alle accademie federali, ma bisogna coinvolgere tutte le realtà.
Sarebbe interessante capire come lavora nel dettaglio a livello giovanile questo progetto, se è vincente può essere adottato dalla federazione e proposto a tutte le Regioni.

Patro
Messaggi: 266
Iscritto il: 13 nov 2006, 16:13
Località: Lucca...o meglio lucchese vagante!!

Re: News dal progetto TRE …

Messaggio da Patro » 30 nov 2009, 1:42

Forza Toscana!!!!Una notizia fantastica dalla regione del campanilismo!!!!Speriamo in bene e che si aggiungano quelli sul mare!!!!

GheraHomerLover
Messaggi: 783
Iscritto il: 20 feb 2007, 22:57
Località: Prato
Contatta:

Re: News dal progetto TRE …

Messaggio da GheraHomerLover » 14 dic 2009, 13:32

L'allenatore, dalla tribuna, al Turano:
"Barba !!! Metti il testone in quella c4$$o di ruck !!!"

benchman
Messaggi: 52
Iscritto il: 12 giu 2008, 12:39

Re: News dal progetto TRE …

Messaggio da benchman » 14 dic 2009, 13:38

Sopralluogo al Ridolfi
Svolta per il progetto TRE, Toscana Rugby di Eccellenza.
Domani mattina insieme all’assessore allo sport del Comune di Firenze Barbara Cavandoli e ai tecnici del comune di Firenze, due responsabili, addetti all’impiantistica della societa’ TRE saranno allo stadio di atletica Luigi Ridolfi di Firenze per un sopralluogo nello stadio che dal prossimo anno ospitera’ le gare interne del Toscana Rugby Eccellenza.
Impianto sportivo progettato per l'atletica leggera, che in città era rimasta orfana di un impianto importante da quando nel 1990 fu eliminata la pista dallo stadio Artemio Franchi, viene completamente ristruttura e inaugurato nel 2001 per ospitare poco dopo i campionati Europei di atletica leggera. Da subito si presenta come un impianto moderno e funzionale alle esigenze per cui è stato progettato, ospitando alcuni importanti meeting di atletica leggera e viene utilizzato dai Guelfi, la squadra cittadina di football americano per gli incontri casalinghi.
Progetto architettonico dell’Ingegner Dario Bugli e strutturale dell’ingegnere Massimo Calda, lo Stadio Ridolfi ha una struttura semiellittica, con tribuna centrale, curva est e curva ovest coperte per un totale di 12.000 posti a sedere a disposizione.
Da un punto di vista dimensionale il Ridolfi appare perfetto per le attuali esigenze del progetto TRE. Non piccolo come il limitrofo Padovani di Firenze o il Chersoni di Prato, ma nemmeno oversize come il Franchi, i 12.000 posti garantirebbero la possibilita’ di ospitare partite importanti ma nemmeno di disperdere nel vuoto il pubblico presente.
L’unico punto realmente da verificare, e qui anche il sopralluogo di domani di amministrazione fiorentina e progetto TRE, oltre che per vedere nel suo insieme la struttura, riguarda il manto erboso, le cui dimensioni 105 x 68 sono al limite della praticabilita’ per le sfide di Super 10, ma comunque dovrebbero essere regolamentari.
Il regolamento IRB (International Rugby Board) parla infatti di dimensioni massime, in 70 metri per la larghezza e in 100 metri + le aree di meta (al massimo 22 metri per ciascuna area) in lunghezza. Il Ridolfi potrebbe e dovrebbe essere quindi a dimensioni.
Passo importante quello del campo per il progetto TRE, che oltretutto nelle prossime settimane dovrebbe avere ulteriori importanti passi.
Dopo la firma dell’accordo con CariParma e una riunione tra le societa’ del progetto, i dirigenti della futura TRE si ritroveranno in settimana (la data dovrebbe essere quella di sabato 19 dicembre) per fare il punto della situazione, valutare il momento e buttar giu’ lo statuto per la costituzione della nuova societa’, fusione delle realta’ sportive delle province di Prato, Firenze, Arezzo e Siena.
Cio’ che appare certo e’ che I Cavalieri Prato cederanno il proprio titolo sportivo di Super 10 alla nuova societa’ e che altrettanto fara’ il Firenze con quello dell’Under 20 di Elite.
La societa’ che con la benedizione del Comitato Regionale Toscano raccogliera’ il meglio del meglio del rugby toscano “dell’interno”, vuol puntare in alto con progetti ambiziosi e di alto livello. Raccogliendo sotto un’unica insegna i migliori talenti pratesi, fiorentini, senesi e aretini e le risorse economiche delle varie realta’ la TRE punta a far bene in Italia e a diventare grande anche a livello internazionale partecipando ad una competizione europea gia’ dall’anno prossimo, ereditata magari da questa stagione dei Cavalieri.
L’amarezza maggiore probabilmente sara’ proprio per i tifosi dei Cavalieri che dopo aver assaporato il Super 10 per una stagione se lo vedranno trasferire a Firenze, un boccone un po’ amaro che i tifosi pratesi dovranno digerire sull’altare sacrificale della nuova societa’. Ma perche’ il progetto TRE vada avanti tutte le societa’ dovranno mettere da parte individualismo e ambizioni personali per un progetto grande e comune come e’ quello del Toscana Rugby Eccellenza

benchman
Messaggi: 52
Iscritto il: 12 giu 2008, 12:39

Re: News dal progetto TRE …

Messaggio da benchman » 14 dic 2009, 13:39

GheraHomerLover ha scritto:Qualche commento ? :roll:
http://www.toscanarugby.it/welcome/viewArticolo/2462

E' una vera tristezza

GheraHomerLover
Messaggi: 783
Iscritto il: 20 feb 2007, 22:57
Località: Prato
Contatta:

Re: News dal progetto TRE …

Messaggio da GheraHomerLover » 14 dic 2009, 13:50

benchman ha scritto:
GheraHomerLover ha scritto:Qualche commento ? :roll:
http://www.toscanarugby.it/welcome/viewArticolo/2462

E' una vera tristezza
Quoto...
Sinceramente sono abbastanza contento del progetto ma credo proprio che, a differenza di quest'anno, il
prossimo campionato l'abbonamento non lo farò. Mi andrò a vedere chiunque giochi al Chersoni ( serie C o
qualsiasi altra categoria) e magari, le partite più allettanti, vedrò di fare un salto a questo Ridolfi che, detto
per inciso, con quella pista d'atletica non credo sia proprio il massimo per la visuale.
Oltretutto, nell'articolo, si dice che ogni società dovrà buttar giù un boccone amaro e rinunciare a qualcosa per
portare avanti il progetto TRE (e comprendo benissimo quale sia il boccone che toccherà a Prato...), ma non
riesco ad individuare quale sia questo boccone per Firenze...
Qualcuno può gentilmente farmelo notare ? Thanks....
L'allenatore, dalla tribuna, al Turano:
"Barba !!! Metti il testone in quella c4$$o di ruck !!!"

benchman
Messaggi: 52
Iscritto il: 12 giu 2008, 12:39

Re: News dal progetto TRE …

Messaggio da benchman » 14 dic 2009, 17:06

se la nuova società si chiamerà Cavalieri,il boccone amaro per il Firenze sarà in nome, ma se cambia allora i
Cavalieri ingoieranno due bocconi amari.
chi giocherà al Chersoni ? una squadra di serie C che perde pezzi tutte le domeniche?

Riflettete fino a che siete in tempo

stefanot
Messaggi: 1532
Iscritto il: 19 feb 2008, 13:59

Re: News dal progetto TRE …

Messaggio da stefanot » 14 dic 2009, 17:50

Scusate, ma perchè considerate questo progetto in un'ottica negativa? Qui non si tratta solo di un progetto che fonde società, ne fa nascere poche ma competitive per ogni campionato e le trasferisce tutte in un'unico stadio, ma si parla di un progetto che ha come sponsor kappa e cariparma, non proprio due marchi così legati allo sport che si trovano tutti i giorni.
Si parla finalmente di un progetto che mette d'accordo 13 realtà che vogliono primeggiare a livello nazionale e internazionale e voi fate storie sulla pista di atletica o se lo stadio invece di essere a Prato è a Firenze???
Magari si facesse così per tutte le provincie!

GheraHomerLover
Messaggi: 783
Iscritto il: 20 feb 2007, 22:57
Località: Prato
Contatta:

Re: News dal progetto TRE …

Messaggio da GheraHomerLover » 14 dic 2009, 19:51

stefanot ha scritto:Scusate, ma perchè considerate questo progetto in un'ottica negativa? Qui non si tratta solo di un progetto che fonde società, ne fa nascere poche ma competitive per ogni campionato e le trasferisce tutte in un'unico stadio, ma si parla di un progetto che ha come sponsor kappa e cariparma, non proprio due marchi così legati allo sport che si trovano tutti i giorni.
Si parla finalmente di un progetto che mette d'accordo 13 realtà che vogliono primeggiare a livello nazionale e internazionale e voi fate storie sulla pista di atletica o se lo stadio invece di essere a Prato è a Firenze???
Magari si facesse così per tutte le provincie!
Non ho considerato questo progetto in ottica negativa, anzi.
E se rileggi ciò che ho scritto ti renderai conto che ho solo detto che non farò l'abbonamento, tutto qui.
Sinceramente, un conto è avere le partite a 15 minuti da casa ed un altro è andare in zona stadio a Firenze (con
tutto il problema traffico che ne consegue...).
E' da quando sono uscite le prime voci che considero la cosa molto positiva e sono anche orgoglioso che una cosa
del genere possa essere portata avanti per primi proprio da noi toscani che di solito, in quanto a campanilismi,
riusciamo a dividerci anche fra vie di uno stesso quartiere....
Le mie, comunque, erano solo considerazioni senza vena polemica ma fatte con un pò di malinconia, questa me la devi concedere.
Erano anni che i Cavalieri sfioravano l'impresa di salire in Super10 e quando finalmente ci riescono e posso vedere
giocare al Chersoni squadre e giocatori fino a ieri visti solo in tv, oltretutto giocandosela sempre ed essendo in
buonissima posizione a fine girone di andata, vedo la possibilità che tutto questo se ne vada da Prato.
La mia speranza era che riuscissero ad investire per sistemare il Chersoni a dovere, ma mi rendo conto che, specialmente
in questo periodo, trovare soldi per cose del genere è pura utopia mentre il Ridolfi è lì...già pronto.
Spero comunque che il tutto vada in porto per il bene del rugby toscano. Ripeto: mi capiterà più spesso di andare a vedere le
squadre pratesi ma non rinuncerò certo a gustarmi le partite più interessanti del TRE.
Eppoi chissà....mi verrà anche voglia di fare l'abbonamento... :wink:

Scusatemi per la prolissità..... :roll:
L'allenatore, dalla tribuna, al Turano:
"Barba !!! Metti il testone in quella c4$$o di ruck !!!"

Rispondi

Torna a “Top 12 e Coppa Italia (già Eccellenza e Trofeo Eccellenza)”