Formazioni del S10 e nuovi limiti stranieri

Risultati, Classifiche e Commenti sui massimi tornei nazionali.
Discussioni sulle società e sui singoli giocatori.

Moderatori: Ref, ale.com

modestmouse
Messaggi: 1207
Iscritto il: 29 set 2007, 14:17

Re: Formazioni del S10 e nuovi limiti stranieri

Messaggio da modestmouse » 15 apr 2010, 16:23

herrsimo ha scritto:
luqa ha scritto: (...)
Io esprimo perplessità per quelle squadre che magari fanno fatica a fare l'attività giovanile, che schierano la 16, la 18, la 20 eche in queste come nella I squadra potrebbero contare su 3-4 giocatori stranieri, che magari hanno giocato sino alla U16, U18 in squadrette secondarie e non hanno possibilità di giocare.
luqa scusa ma questi giocatori in quanto ancora "in formazione" possono giocare tranquillamente. Non mi pare che ci siano vincoli in questo senso (o magari mi e' sfuggito qualcosa :roll: ). L'unica cosa e' che quando giocheranno nelle squadre "adulte" per essere di formazione italiana dovranno aver militato almeno dua anni nelle formazioni giovanili.
O non essere mai stati tesserati nelle federazioni del loro paese (come nella stragrande maggioranza degli immigrati: africani, est europei [a parte, forse, i romeni], asiatici)

luqa
Messaggi: 1908
Iscritto il: 26 lug 2006, 12:54

Re: Formazioni del S10 e nuovi limiti stranieri

Messaggio da luqa » 16 apr 2010, 11:00

herrsimo e modestmouse

sicuri?

Siete sicuri di "attirare" giocatori vergini di rugby e non "giocatori già un po' sgrezzati"?
siete sicuri che , proprio tra i romeni , comunità più numerosa d'Italaia, o magari tra studenti francesi, inglesi, spagnoli, sudafricani (io ho una amica di Capetown che studia e lavora a Firenze), non si possano verificare casi del genere?

Ripeto pralo di universitari o immigrati in età da lavoro ,maggiorenni, con espereinze di tesseramento giovanile o anche non: un romeno di 25 anni che arriva in Italia e al suo paese giocava in II divisione.

modestmouse
Messaggi: 1207
Iscritto il: 29 set 2007, 14:17

Re: Formazioni del S10 e nuovi limiti stranieri

Messaggio da modestmouse » 16 apr 2010, 12:04

luqa ha scritto:herrsimo e modestmouse

sicuri?

Siete sicuri di "attirare" giocatori vergini di rugby e non "giocatori già un po' sgrezzati"?
siete sicuri che , proprio tra i romeni , comunità più numerosa d'Italaia, o magari tra studenti francesi, inglesi, spagnoli, sudafricani (io ho una amica di Capetown che studia e lavora a Firenze), non si possano verificare casi del genere?

Ripeto pralo di universitari o immigrati in età da lavoro ,maggiorenni, con espereinze di tesseramento giovanile o anche non: un romeno di 25 anni che arriva in Italia e al suo paese giocava in II divisione.
numericamente quanti casi del genere si potrebbero verificare?

Non so, ma non credo più di qualche decina. Non certo centinaia. A mio parere

herrsimo
Messaggi: 869
Iscritto il: 29 gen 2004, 0:00
Località: Clevedon - Bristol

Re: Formazioni del S10 e nuovi limiti stranieri

Messaggio da herrsimo » 16 apr 2010, 12:10

luqa ha scritto:herrsimo e modestmouse

sicuri?

Siete sicuri di "attirare" giocatori vergini di rugby e non "giocatori già un po' sgrezzati"?
siete sicuri che , proprio tra i romeni , comunità più numerosa d'Italaia, o magari tra studenti francesi, inglesi, spagnoli, sudafricani (io ho una amica di Capetown che studia e lavora a Firenze), non si possano verificare casi del genere?

Ripeto pralo di universitari o immigrati in età da lavoro ,maggiorenni, con espereinze di tesseramento giovanile o anche non: un romeno di 25 anni che arriva in Italia e al suo paese giocava in II divisione.
...oddio di sicuro c'e' solo la morte e le tasse... :wink: Poi con la FIR mi sembra di capire che i regolamenti cambiano tra l'oggi e il domani.

Se parliamo di giocatori under 19 non ci dovrebbero essere problemi anche se precedentemente tesserati con un'altra federazione.

Se parliamo di giocatori che vanno a giocare in squadre adulte se sono stati tesserati con un'altra federazione non dovrebbero essere considerati di formazione italiana. Viceversa se non stati tesserati non saprei - credo che si potrebbero far rientrare come di formazione italiana. (Sicuramente modestmouse od altri utenti avendo a che fare con la realta' italiana ne sanno molto piu' di me...)

Per inciso: io sono cittadino del mondo... stavo solo puntualizzando quanto ho capito delle nuove regole. Non le condivido ne' le disapprovo. la mia opinione e' secondaria. :wink:

Secondo me a questo punto sarebbe oppurtuno creare una serie C "pane e salsiccia" dove potrebbero giocare tutti da una serie C come gradino di partenza del rugby piu' agonistico (credo che qualcuno lo abbia gia' suggerito altrove...) dove e' ammesso un solo giocatore non di formazione.

GiorgioXT
Messaggi: 5452
Iscritto il: 19 mag 2004, 0:00

Re: Formazioni del S10 e nuovi limiti stranieri

Messaggio da GiorgioXT » 16 apr 2010, 12:28

herrsimo ha scritto: Secondo me a questo punto sarebbe oppurtuno creare una serie C "pane e salsiccia" dove potrebbero giocare tutti da una serie C come gradino di partenza del rugby piu' agonistico (credo che qualcuno lo abbia gia' suggerito altrove...) dove e' ammesso un solo giocatore non di formazione.
Basterebbe semplicemente permettere che in serie C non ci siano limiti per giocare, però per accedere ai playoff devi rispettare le quote di stranieri.
Così si evita che qualcuno compri 5 o 6 giocatori per fare la scalata alla serie superiore (cose già viste)

luqa
Messaggi: 1908
Iscritto il: 26 lug 2006, 12:54

Re: Formazioni del S10 e nuovi limiti stranieri

Messaggio da luqa » 16 apr 2010, 15:24

Beh, anche mettere un limite di partite giocabili potrebbe essere accettabile: se il giocatore lo scegli per vincere fa comodo averlo sempre, se è uno che gioca per divertimento , se gli tocca una partita su due o su tre...

Avatar utente
nazzareno74
Messaggi: 1524
Iscritto il: 3 nov 2008, 10:03
Contatta:

Re: Formazioni del S10 e nuovi limiti stranieri

Messaggio da nazzareno74 » 18 apr 2010, 13:17

GiorgioXT ha scritto:
herrsimo ha scritto: Secondo me a questo punto sarebbe oppurtuno creare una serie C "pane e salsiccia" dove potrebbero giocare tutti da una serie C come gradino di partenza del rugby piu' agonistico (credo che qualcuno lo abbia gia' suggerito altrove...) dove e' ammesso un solo giocatore non di formazione.
Basterebbe semplicemente permettere che in serie C non ci siano limiti per giocare, però per accedere ai playoff devi rispettare le quote di stranieri.
Così si evita che qualcuno compri 5 o 6 giocatori per fare la scalata alla serie superiore (cose già viste)
sucsate..la Serie C e' gia' fatta con il fondoschiena..ci manca solo quello... :-] era per sdrammatizzare..

cmq in serie C ho visto qualche straniero che gioca per divertimento ,come citato sopra,magari qui per lavoro o cmq residente....in questa serie fino alla passata stagione si vedevano emigrazioni dalla serie A alla Serie c in base alla partita,che fossero italiani o no....quindi i trucchi almeno fino a poco tempo fa' c'erano e ci saranno anche dopo.... :roll:
sport Photo Magazine

JosephK.
Messaggi: 10119
Iscritto il: 28 ago 2007, 18:19

Re: Formazioni del S10 e nuovi limiti stranieri

Messaggio da JosephK. » 19 apr 2010, 14:40

nazzareno74 ha scritto:
cmq in serie C ho visto qualche straniero che gioca per divertimento ,come citato sopra,magari qui per lavoro o cmq residente....in questa serie fino alla passata stagione si vedevano emigrazioni dalla serie A alla Serie c in base alla partita,che fossero italiani o no....quindi i trucchi almeno fino a poco tempo fa' c'erano e ci saranno anche dopo.... :roll:
Basterebbe fare liste giocatori separati e permettere solo alla categoria superiore di pescare in quella inferiore ma non viceversa. Magari con una finestra a metà campionato per le integrazioni di lista per i nuovi gioatori.
"Volevo che tu imparassi una cosa: volevo che tu vedessi che cosa è il vero coraggio, tu che credi che sia rappresentato da un uomo col fucile in mano. Aver coraggio significa sapere di essere sconfitti prima ancora di cominciare, e cominciare egualmente e arrivare fino in fondo, qualsiasi cosa accada. E' raro vincere in questi casi, ma qualche volta succede" (Il Buio oltre la siepe).

Metti una sera con gli amici del bar e capisci quanto è importante... la cultura del rugby.

Entrare al bar per condividere, non per dividere (Il sommo Beppone).

Nex time... Good Game... Nice try... Seh seh avemo capito...

Avatar utente
ATHLONE
Messaggi: 2726
Iscritto il: 20 ago 2007, 12:07
Località: co. Westmeath

Re: Formazioni del S10 e nuovi limiti stranieri

Messaggio da ATHLONE » 19 apr 2010, 15:40

JosephK. ha scritto:
nazzareno74 ha scritto:
cmq in serie C ho visto qualche straniero che gioca per divertimento ,come citato sopra,magari qui per lavoro o cmq residente....in questa serie fino alla passata stagione si vedevano emigrazioni dalla serie A alla Serie c in base alla partita,che fossero italiani o no....quindi i trucchi almeno fino a poco tempo fa' c'erano e ci saranno anche dopo.... :roll:
Basterebbe fare liste giocatori separati e permettere solo alla categoria superiore di pescare in quella inferiore ma non viceversa. Magari con una finestra a metà campionato per le integrazioni di lista per i nuovi gioatori.
e con un adeguato numero minimo di giocatori della prima lista: altrimenti il rischio è che tutti i migliori vengano inseriti nella seconda e buonanotte ai suonatori... :-]
C'è un viaggiatore in ognuno di noi, ma solo pochi sanno dove stanno andando! (Tir Na Nog)

Asti, Genova, Parma e Bologna sono AL NORD ma a sud del Po, se a qualcuno interessa...

Quando dissi alla gente nordirlandese che ero ateo, una donna durante la conferenza si alzò in piedi e disse: "Si, ma è nel Dio dei Cattolici o in quello dei Protestanti che lei non crede?" (Quentin Crisp)

JosephK.
Messaggi: 10119
Iscritto il: 28 ago 2007, 18:19

Re: Formazioni del S10 e nuovi limiti stranieri

Messaggio da JosephK. » 23 apr 2010, 9:32

Sulla questione italo-argentini:

http://rugby1823.blogosfere.it/2010/04/ ... pezza.html

Sinceramente non considerare italiano nemmeno un cittadino italiano, per di più in Italia da più di 10 anni... Io continuo a non capire... Per Dondi andrebbe bene solo chi ha vestito la maglia azzurra: quindi sei italiano se servi per il massimo livello, se giochi in serie B e sei cittadino italiano ma non formato in Italia non vai più bene...
"Volevo che tu imparassi una cosa: volevo che tu vedessi che cosa è il vero coraggio, tu che credi che sia rappresentato da un uomo col fucile in mano. Aver coraggio significa sapere di essere sconfitti prima ancora di cominciare, e cominciare egualmente e arrivare fino in fondo, qualsiasi cosa accada. E' raro vincere in questi casi, ma qualche volta succede" (Il Buio oltre la siepe).

Metti una sera con gli amici del bar e capisci quanto è importante... la cultura del rugby.

Entrare al bar per condividere, non per dividere (Il sommo Beppone).

Nex time... Good Game... Nice try... Seh seh avemo capito...

Rovigoto18
Messaggi: 1913
Iscritto il: 21 mag 2009, 12:58

Re: Formazioni del S10 e nuovi limiti stranieri

Messaggio da Rovigoto18 » 23 apr 2010, 10:53

JosephK. ha scritto: Sulla questione italo-argentini:

http://rugby1823.blogosfere.it/2010/04/ ... pezza.html

Sinceramente non considerare italiano nemmeno un cittadino italiano, per di più in Italia da più di 10 anni... Io continuo a non capire... Per Dondi andrebbe bene solo chi ha vestito la maglia azzurra: quindi sei italiano se servi per il massimo livello, se giochi in serie B e sei cittadino italiano ma non formato in Italia non vai più bene...
è una cagata infatti, magari il nazionale è da molti anni in meno in Italia, è una vera discriminazione: sei cittadino italiano ma non per la Fir, ma chi si credono di essere?? ci manca solo che se uno ha il papà di altre origini non lo considerino 'italiano di formazione' :) .. comunque strano che faccia marcia indietro.. che personalità
A NOI ROSSOBLU.. LA CELTIC NON VA GIU..

TUCKER
Messaggi: 1624
Iscritto il: 7 dic 2006, 1:09
Località: Brixiashire
Contatta:

Re: Formazioni del S10 e nuovi limiti stranieri

Messaggio da TUCKER » 23 apr 2010, 13:04

Credo che urga ricordare come le norme sull'italiano di formazione siano state introdotto per l'usanza di molti club di infarcirsi di italo-qualcosa, a tutti i livelli...
Vi è stato un periodo, non tanto tempo fa, in cui la differenziazione era italiano - non italiano, così ci siamo trovati con 6 stranieri e tutti gli altri italiani di passaporto. Ecco quindi che in Serie C vi erano "mitiche" squadre che non parlavano quasi italiani e in Super10 il Catania con XV giocatori di formazione estera e qualche italo-qualcosa anche in panchina...

Forse è giusto che per quanti giocano da molti anni vi sia il riconoscimento di uno status particolare, così come per gli Azzurri (a livello A, 7's e Under per 1 solo anno). Ma deve comunque essere una soluzione che va a ridursi nei tre-anni. Altrimenti il problema si riproporra. Spiace per quei giocatori, ma credo sia un male necessario.

modestmouse
Messaggi: 1207
Iscritto il: 29 set 2007, 14:17

Re: Formazioni del S10 e nuovi limiti stranieri

Messaggio da modestmouse » 23 apr 2010, 18:45

TUCKER ha scritto:Credo che urga ricordare come le norme sull'italiano di formazione siano state introdotto per l'usanza di molti club di infarcirsi di italo-qualcosa, a tutti i livelli...
Vi è stato un periodo, non tanto tempo fa, in cui la differenziazione era italiano - non italiano, così ci siamo trovati con 6 stranieri e tutti gli altri italiani di passaporto. Ecco quindi che in Serie C vi erano "mitiche" squadre che non parlavano quasi italiani e in Super10 il Catania con XV giocatori di formazione estera e qualche italo-qualcosa anche in panchina...

Forse è giusto che per quanti giocano da molti anni vi sia il riconoscimento di uno status particolare, così come per gli Azzurri (a livello A, 7's e Under per 1 solo anno). Ma deve comunque essere una soluzione che va a ridursi nei tre-anni. Altrimenti il problema si riproporra. Spiace per quei giocatori, ma credo sia un male necessario.
Concordo al 100%. Prima si gridava allo scandalo e adesso si grida allo scandalo perchè si risolve lo scandalo

RugbyUnionTimes
Messaggi: 175
Iscritto il: 1 apr 2010, 10:32
Contatta:

Re: Formazioni del S10 e nuovi limiti stranieri

Messaggio da RugbyUnionTimes » 24 apr 2010, 12:59

Caso ORIUNDI
L'istanza per i GIOCATORI DI CITTADINANZA ITALIANA DI FORMAZIONE NON ITALIANA deve essere inviata al numero di fax AIR 0862 481099 entro le ore 12.00 di martedì 27 aprile 2010.
http://www.rugbyuniontimes.com/2010/04/ ... -listanza/

Laporte
Messaggi: 8620
Iscritto il: 8 mar 2008, 10:01

Re: Formazioni del S10 e nuovi limiti stranieri

Messaggio da Laporte » 24 apr 2010, 13:23

Io sono convinto di una cosa: se sono bravi giocheranno, se sono brocchi andranno a casa...

ben vengano limiti restrittivi se serviranno a toglierci dei giocatori scarsi.

Rispondi

Torna a “Top 12 e Coppa Italia (già Eccellenza e Trofeo Eccellenza)”