FERMARE GIA LA RETROCESSIONE NEL SUPER10!!

Risultati, Classifiche e Commenti sui massimi tornei nazionali.
Discussioni sulle società e sui singoli giocatori.

Moderatori: ale.com, Ref

THAKER
Messaggi: 5983
Iscritto il: 24 ott 2004, 0:00
Località: Costorio
Contatta:

Messaggio da THAKER » 16 lug 2006, 23:27

Già, per il resto tutti sono d'accordo con me.... forte ora è il sospetto di aver detto un cazzata....

tazzina
Messaggi: 728
Iscritto il: 28 mar 2005, 0:00
Località: Milano

Messaggio da tazzina » 17 lug 2006, 6:36

E' una cazzata quella che hai detto, infatti non succederà mai... ma siamo in estate, e il caldo ci fa fare discussioni meno impegnate e scrivere qualche cazzata!!!!
:lol: :lol :lol: :lol:
--- Tazzina say: ---
no tricks, just rugby

luqa
Messaggi: 1908
Iscritto il: 26 lug 2006, 12:54

Messaggio da luqa » 27 lug 2006, 14:52

Mah.

Io parto con qualche osservazione controcorrente:

1. Il campionato prima era a 12 e più, è statofatto a 10, anche surichieste delle squadre più forti per renderlo "interessante".

2. Già ora il Super 10 ha una per4centuale diricambio minima(10%) laddoove in altri sport è attrono al 20%.

3. Il timore di scendere in A è per motivi di orgoglio o per motivi economici?

Si vogliono bloccare le retrocessioni? Con che scopo, cristallizzare il Super10 o cambiare sistema?

Ricordiamoci inoltre che quello che tira è la Nazionale (che potrebbe aiutare economicamente tutto il movimento) e che quindi occorre armonizzare le date di nazionale e campionato.

Tralasciando l'ipotesi Celtic League, che però resta un convitato di pietra, si può anche pensare di bloccare le retrocessioni al fine di allargare il Super10.

Per esempio, si potrebbe tranquillamente salire a 12, ma allora facciamo

2007 nessuna retrocessione, due promozioni
2008 una retrocessione, una promozione
2009 due retrocessioni

Oppure sanciamo il fattoche di squadre "forti" ce ne sono poche, e riorganizziamo Super 10 e A:

1. attualmente abbiamo 10 + 2x12 = 34 squadre.
2. Facciamo Eccellenza a 12 e Cadetteria a 24.
3 Eccellenza 2 gironi da 6 , le prime 6 alla poule scudetto, le peggiori a quella retrocessione con 2 retrocessioni.
4 Cadetteria 4 gironi da 6, le prime 2 di ogni girone alla poule a 8 per le 2 promozioni, le altre in 2 giorni a 8 con 2 retrocessioni ciascuno.

Formula adattabile anche in caso di Club che vadano in CL.

giongeffri
Messaggi: 3132
Iscritto il: 19 mag 2006, 11:38
Località: Roma

Messaggio da giongeffri » 27 lug 2006, 14:58

Eccellenza, A1 e A2 a 12 squadre per campionato con 2 promozioni/retrocessioni per ogni livello.

Augh, ho parlato.
Sono un fungo.. uacciuà... velenoso uacciuà...

rAsTa_RoKiT
Messaggi: 228
Iscritto il: 11 lug 2006, 13:09
Località: tra Bologna, Mantova, Ravenna, Rovigo, Modena e il mare...

Messaggio da rAsTa_RoKiT » 27 lug 2006, 15:09

io sarei per un campionato come quello neozelandese: prima le normali divisioni naziionali e i migliori giocatori vengono selezionati per una top12 o top14( come l'NPC), i restanti non selezionati continuano la regolare divisione nazionale
a sa stava mej quand'a sa stava pez

teodoro
Messaggi: 2305
Iscritto il: 19 gen 2006, 0:00
Località: rugby town

Messaggio da teodoro » 27 lug 2006, 15:22

rAsTa_RoKiT ha scritto:io sarei per un campionato come quello neozelandese: prima le normali divisioni naziionali e i migliori giocatori vengono selezionati per una top12 o top14( come l'NPC), i restanti non selezionati continuano la regolare divisione nazionale
peccato che in Italia le basi rugbystiche,le risorse umane e economiche,siano leggermente differenti da quelle neozelandesi..a mio avviso soluzione mpossibile...li si fanno selezioni..in italia cosa vuoi selezionare..viene a malapena fuori una nazionale!
Rugby is life..play it!

luqa
Messaggi: 1908
Iscritto il: 26 lug 2006, 12:54

Messaggio da luqa » 27 lug 2006, 15:25

Più che altro mi immagino i lai diun club che eventualmente ha molti bravi e se ne vede privato per continuare il suocampionato decimato.

rAsTa_RoKiT
Messaggi: 228
Iscritto il: 11 lug 2006, 13:09
Località: tra Bologna, Mantova, Ravenna, Rovigo, Modena e il mare...

Messaggio da rAsTa_RoKiT » 27 lug 2006, 16:29

luqa ha scritto:Più che altro mi immagino i lai diun club che eventualmente ha molti bravi e se ne vede privato per continuare il suocampionato decimato.
in nuova zelanda è così e le squadre di prima diviasione si vedono private di uno stesso numero di giocatori, guarda il tasman bay per esempio...
a sa stava mej quand'a sa stava pez

luqa
Messaggi: 1908
Iscritto il: 26 lug 2006, 12:54

Messaggio da luqa » 27 lug 2006, 16:56

Si ma c'è una certa differenza di mentalità e situazione oggettiva.

Là il rugby è cresciuto conla mentalità della selezione locale, quella provicniale, e anche i Super club del S14 sono su quella stregua.

Qui no.

E comunque, supponiamo di passare alle selezioni di zona, come le imposti?
Regione? Provincia? Un misto?

In lalcuni casi la selezione ricalcherebbe un club, in altri esaurirebbe i giocatori di livello.

E resta il problema di compatibilità con i club: a che pro investire sui giovani, se poi i migliori non li avresti mai a disposizione?

Un conto è avere selezioni che in certi periodi prendono i giocatori dei club e li impiegano, un altro è prenderli sempre.

pier12345
Messaggi: 5702
Iscritto il: 28 ott 2004, 0:00
Contatta:

Messaggio da pier12345 » 18 dic 2006, 18:29

visto lo visto nei Coppe...sto ancora piu convinto che mai che la FIR deve , en 2007/08 fino 2009 incluso, fermare la retrocessione..e cosi permette i clubs svilupare i giocatori locali, senza la paura del retrocessione

Avatar utente
PiVi1962
Messaggi: 2823
Iscritto il: 11 mar 2004, 0:00
Località: Roma
Contatta:

Messaggio da PiVi1962 » 18 dic 2006, 19:52

tazzina ha scritto:Buona idea per migliorare tutto il movimento in Italia...
Ma non deve risultare una cosa definitiva, tipo NBA o ecc ma una cosa di 3-4 anni
Tranne la Francia, tutto il migliore mondo del rugby si è indirizzato verso campionati professionistici "chiusi", cioè senza promozioni né retrocessioni.
Come nell'NBA, può essere tranquillamente fatto salvo il diritto di nuove franchigie ad entrare nel gioco: basterebbe assicurare un minimo di condizioni economiche e sportive (fideiussioni, garanzie di pagamento degli stipendi, qualità degli stadi, accessibilità, bacino di spettatori, ecc.).

L'unica cosa su cui potrei non essere d'accordo è sul settore formativo giovanile, che vedo meglio in mano alle squadre non professionistiche e/o alla federazione, almeno in via principale.

TUCKER
Messaggi: 1624
Iscritto il: 7 dic 2006, 1:09
Località: Brixiashire
Contatta:

Messaggio da TUCKER » 18 dic 2006, 20:59

Ma la vogliamo finire di parlare di NBA? In altre parti del mondo hanno divisioni geografiche/storicoculturali che in Italia non ci sono.
L'Italia per quel che riguarda il campionato deve guardare al rugby Europeo e ristrutturarsi in quel senso, l'eventuale blocco delle retrocessioni potrebbe e dovrebbe essere una soluzione a breve termine, x evitare lo spreco delle risorse ed incentivare un certo tipo di cambiamento.
Questo a prescindere da un'eventuale scelta di Selezioni sul modello Gallese.

Ridurre il numero delle squadre non credo, invece, porterebbe dei risulti solo x il contenimento dei costi. E si ridurrebbe ulteriormente la base di giocatori di livello, anche per la Nazionale maggiore.

TREVISO
VIADANA
CALVISANO
PARMA
GRAN
PETRARCA PADOVA
UR CAPITOLINA
L'AQUILA
AMATORI CATANIA
ROVIGO
VENEZIA MESTRE
RUGBY ROMA

PIACENZA R.C.
BADIA
PRO RECCO
I CAVALIERI PRATO
BENEVENTO
COLORNO
SAN MARCO R.C.
AMATORI ALGHERO
ADMO LEONESSA
LYONS PIACENZA
CUS VERONA
U.S. RUGBY BRESCIA

UDINE
ING. E. MANTOVANI LAZIO
FRASCATI
REGGIO EMILIA
CUS FIRENZE
AMATORI SAN DONA'
S.G. RUGBY SEGNI
MODENA RUGBY CLUB
AVEZZANO
PARTENOPE NAPOLI
AMATORI MILANO
LIVORNO o NOCETO
BENETTON B
ACCADEMIA ROMA
(2 di queste retrocesse)

Personalmente una situazione del genere, con promozione da A a Super12 bloccata per 3 anni, non la trovo nemmeno male.
Magari con un blocco per i primi due anni, una sola retrocessione per 2 anni e poi eventualmente due.
Diciamo che anche nelle due serie A gli incontri non sarebbero più tanto scontati, e guadagnerebbe lo spettacolo e soprattutto l'interesse tecnico delle partite.

jattaforasteka
Messaggi: 1618
Iscritto il: 8 mar 2004, 0:00
Località: kettifrrrrrrrr

Messaggio da jattaforasteka » 18 dic 2006, 22:32

io penso invece che sarebbe meglio retrocederne 4 e promuoverne una... in top ten...
Immagine

ellis
Messaggi: 1709
Iscritto il: 19 feb 2006, 0:00

Messaggio da ellis » 19 dic 2006, 1:43

Se rimane il S10 l'idea di Pier mi sembra la migliore: bloccare le retrocessioni per qualche anno.

Ma il vero futuro sarebbe: organizzare per benino 4 società da CL.
Che però non possono e non devono essere quelle già esistenti, così tal quali: devono essere l'unione sia geografica che di risorse di città del rugby.

Questo vorrebbe dire: joint ventures di mezzi economici, di sistemi d'allenamento, di giocaotori, di bacini di utenza.

Qualcuno ha chiesto, retoricamente: ma se uno non va a vedere Treviso perchè dovrebbe andare a vedere un'ipotetia "I Dogi" in CL?
Chi non va a vedere Tv adesso magari lo fa perchè il S10 sta peggiorando e perchè come un'italiana tocca le Coppe Europee prende delle legnate senza senso.

E' chiaro che potremmo applicare una formula un po' diversa da certe nazioni molto più avanti di noi: ogni 4 squadre di vertice si forma una società da CL; ognuna delle 4, insieme a tutte le altre 100, fanno la Serie A, Serie B e così via: ogni società di CL può attingere da qualsiasi risorsa umana delle sue 4: nessuno si lamenta, la Serie A si dovrebbe fare con un altro spirito, quello di far maturare i giovani.

Le grandi famiglie ed i grandi marchi trarrebbero più notorietà e soddisfazione COLLABORANDO ad una società di CL che avendo in proprio la regina dei poveri.............

Questo almeno suggerirebbe la logica, il buon senso.

giteau
Messaggi: 212
Iscritto il: 19 lug 2006, 8:54

Messaggio da giteau » 19 dic 2006, 9:19

idea struttura campionato:

campionato regionale:
veneto: padova, treviso,mirano, san dona', venezia,udine(anche se friuli..),roccia rubano,cus padova ecc..
lombardia: calvisano,brescia,gussago,rovato,ospitaletto,amatori milano,cus milano,asr milano,lecco,parabiago,rho ecc..
toscana ed emilia(in quanto meno squadre):prato,firenze,viadana,parma, noceto,reggio emilia,piacenza e lyons, modena,cecina,livorno ecc..
lazio e abruzzo: aquila,roma,capitolina,avezzano,fracati,segni,colleferro,hdemia, ecc...
campania e resto sud: partenope,benevento,cus napoli,catania,ecc..(scuasate l'ignoranza se non conosco altre squadre)


campionato tra regioni tramite selezione dei migliori giocatori della regione:
lombardia,veneto,toscana ed emilia,lazio e abruzzo, campania e sud
se possibile due squadre per regione con rispettive seconde squadsre per dare la possibilita' a tutti di giocare sempre al proprio livello.(le partite delle seconde squadre in concomitanza con quelle delle prime)

Partecipazione alla coppa europea con altre quattro selezioni professionistiche tra i migliori giocatori visti all'opera nel campionato tra regioni...


credo che cosi' migliori la visibilita' e le risorse economiche risparmiate nettamente.

Rispondi

Torna a “Top 10 e Coppa Italia (già Eccellenza e Trofeo Eccellenza)”