under 17 nord ovest-elite

Risultati, Classifiche e Commenti sul campionato di Serie A Femminile e delle Giovanili Nazionali

Moderatore: Emy77

umbyboomboom
Messaggi: 155
Iscritto il: 29 nov 2008, 23:01

Re: under 17 nord ovest-elite

Messaggio da umbyboomboom » 18 mar 2009, 18:41

spettatore ha scritto:Oltre ad ASR - Viadana quali sono gli altri recuperi ?

Saluti
sempre al CRESPI partita UNION 96 - Pro Recco ore 12,30

dugo59
Messaggi: 15
Iscritto il: 29 ott 2008, 16:21

Re: under 17 nord ovest-elite

Messaggio da dugo59 » 18 mar 2009, 20:47

recupero :
Brescia vs Fiumicello 45 _ 7

Si raccoglie il seminato

treperle
Messaggi: 344
Iscritto il: 28 gen 2006, 0:00
Località: Brescia
Contatta:

Re: under 17 nord ovest-elite

Messaggio da treperle » 18 mar 2009, 22:26

Rugby Brescia - Fiumicello 45-7 (p.t. 14-7) mete 7-1

Rugby Brescia: Ritacco, Elmetti, Medici, Zanola (57° Gnecchi), Muraro, Lazzari (64° Botti), Hu, Saviello,
Bertazzi (35°Cogoli A), Papa, Gerosa A. (54° Bossini) Carini (35° Croset.) Tilola, Cogoli G. (35° Lombardi) Lo Bartolo.

Marcatori: 10° mt. Lo Bartolo tr. Papa, 26° mt. Lo Bartolo tr. Papa, 34° mt. Fiumicello tr. Fiumicello,
47° mt. Cogoli A. tr. Papa, 49° mt. Ritacco tr.Papa, 52° mt. Papa tr. Papa, 63° mt. Lombardi, 69° mt. Elmetti


http://rugbyunder17.over-blog.it/

scoiattolo
Messaggi: 165
Iscritto il: 10 mar 2009, 20:12

Re: under 17 nord ovest-elite

Messaggio da scoiattolo » 19 mar 2009, 8:52

Non me ne vogliano ma le Federazioni sono abilissime nel DISorganizzare. Non mi meraviglierei che il calendario del prox anno lo si conosca 24 ore prima della prima partita. Per qs. campionato tra le zampate di Leone Inverno, carenza arbitri, recuperi e chi più ne ha più ne metta, arrivare alla fine del girone elite è un'impresa. Poi quelli che passeranno ai play off rischiano veramente di giocare a ferragosto (non sto "gufando" beninteso); forse si potrebbe già prenotare un albergo al mare : giocare li le partite unendo l'utile al dilettevole. Oltretutto tutto qs. rinviare influisce anche sul rendimento scolastico! Bellissimo avere dei bravi giocatori però che non abbiano bisogno di un bicchiere per fare una "O" e sappiano che 1+ 1 = 2 e non 5 come in tanti altri sport. Siamo diversi e difendiamo la nostra classe ed educazione. Una pacca sulle spalle a tutti. Scoiattolo

elioss
Messaggi: 41
Iscritto il: 24 nov 2008, 19:19

Re: under 17 nord ovest-elite

Messaggio da elioss » 19 mar 2009, 10:33

Domenica Asr - Viadana sfida in alta classifica.... sono sicuro che sara' una bella partita tra 2 squadre che stanno esprimendo, organizzazione e velocita' di gioco, Asr avra' il fattore campo e il Viadana quello di presentarsi ancora imbattuto,una partita aperta dove nessuno si tirera' indietro....
Il calo di alcune squadre dimostra che per fare un campionato duro come quello d'elite bisogna avere un folto gruppo per far fronte agli immancabili infortuni ... una rosa di almeno 30 - 35 giocatori

Elio

spettatore
Messaggi: 458
Iscritto il: 21 ott 2008, 10:06

Re: under 17 nord ovest-elite

Messaggio da spettatore » 20 mar 2009, 11:35

Roma – Fabio Coppo, responsabile tecnico della Nazionale Italiana Under 17, ha convocato trenta giocatori

Questi i convocati:

Marco ARTUSO (Petrarca Junior)
Marco BELLUCCI (Etruria Piombino)
Cesare BERTON (Petrarca Junior)
Giulio BISEGNI (Orienta Frascati)
Antonio BRANDOLINI (L’Aquila Rugby)
Andrea BUONDONNO (Rugby Union 96)
Kevin CACCIAGRANO (Overmach Cariparma)
Guido CALABRESE (Antares Benevento)
Michele CAMPAGNARO (Rugby Mirano)
Carlo CANNA (Antares Benevento)
Alessandro CERTELLI (Nuova Tor Tre Teste Lazio)
Federico CONFORTI (Petrarca Junior)
Luca CONTI (AlmavivA UR Capitolina)
Michele CORSO (RC Valpolicella)
Angelo ESPOSITO (Ruggers Tarvisium)
Davide FAROLINI (Rugby Academy)
Francesco FAVARO (Petrarca Junior)
Filippo GIURIATTI (Petrarca Junior)
Domenico GRASSOTTI (Chieri Rugby)
Giovanni MAISTRI (Cammi Calvisano)
Alex MORSELLINO (Petrarca Junior)
David ODIETE (Rugby Reggio)
Ikenna OFFOR (Ruggers Tarvisium)
Alessio PARIS (Orienta Frascati)
Talal Masood RATHORE (L’Aquila Rugby)
Ruben RICCIOLI (ASR Roma)
Giovanni SCALVI (Rugby Rovato)
Michelangelo TAMBONE (Petrarca Junior)
Gianmarco VIAN (Orved San Donà)
Guglielmo ZANINI (Casinò di Venezia)

13 provengono da EST (7 Petrarca) 9 da Centro-sud
4 dal centro 4 dall'Ovest

Godiamo di poca considerazione a Ovest il tecnico da dove proveniene ?
Grassotti non lo ricordo qualcuno sa dove gioca ?

Saluti

crbt
Messaggi: 92
Iscritto il: 3 nov 2008, 16:59

Re: under 17 nord ovest-elite

Messaggio da crbt » 20 mar 2009, 15:19

Forse da Est????
""martedì 25 dicembre 2007 - Fabio Coppo: "Le selezioni giovanili come anello intermedio fra club e nazionali"
XV della Serenissima (Nordest), Levrieri
(Nord-Ovest), Duchi (Centro-Nord), Heracles (Centro-Sud). Il
coordinatore tecnico dei Serenissimi è Fabio Coppo, 43 anni, padovano,
ex 3. linea, ct dell'Italia under 18.""
spettatore ha scritto:Roma – Fabio Coppo, responsabile tecnico della Nazionale Italiana Under 17, ha convocato trenta giocatori

Questi i convocati:

Marco ARTUSO (Petrarca Junior)
Marco BELLUCCI (Etruria Piombino)
Cesare BERTON (Petrarca Junior)
Giulio BISEGNI (Orienta Frascati)
Antonio BRANDOLINI (L’Aquila Rugby)
Andrea BUONDONNO (Rugby Union 96)
Kevin CACCIAGRANO (Overmach Cariparma)
Guido CALABRESE (Antares Benevento)
Michele CAMPAGNARO (Rugby Mirano)
Carlo CANNA (Antares Benevento)
Alessandro CERTELLI (Nuova Tor Tre Teste Lazio)
Federico CONFORTI (Petrarca Junior)
Luca CONTI (AlmavivA UR Capitolina)
Michele CORSO (RC Valpolicella)
Angelo ESPOSITO (Ruggers Tarvisium)
Davide FAROLINI (Rugby Academy)
Francesco FAVARO (Petrarca Junior)
Filippo GIURIATTI (Petrarca Junior)
Domenico GRASSOTTI (Chieri Rugby)
Giovanni MAISTRI (Cammi Calvisano)
Alex MORSELLINO (Petrarca Junior)
David ODIETE (Rugby Reggio)
Ikenna OFFOR (Ruggers Tarvisium)
Alessio PARIS (Orienta Frascati)
Talal Masood RATHORE (L’Aquila Rugby)
Ruben RICCIOLI (ASR Roma)
Giovanni SCALVI (Rugby Rovato)
Michelangelo TAMBONE (Petrarca Junior)
Gianmarco VIAN (Orved San Donà)
Guglielmo ZANINI (Casinò di Venezia)

13 provengono da EST (7 Petrarca) 9 da Centro-sud
4 dal centro 4 dall'Ovest

Godiamo di poca considerazione a Ovest il tecnico da dove proveniene ?
Grassotti non lo ricordo qualcuno sa dove gioca ?

Saluti

aspa
Messaggi: 67
Iscritto il: 16 nov 2008, 17:32

Re: under 17 nord ovest-elite

Messaggio da aspa » 20 mar 2009, 17:24

Ancora a proposito della nazionale u17, in effetti la sproporzione tra le diverse componenti regionali e di club e' veramente abissale.
Va tenuto conto inoltre che questo gruppo e' in pratica costituito da l'ossatura di quello che ha partecipato allo stage di Tolone con alcune sostituzioni che hanno ulteriormente acuito le differenze tra i pesi delle componenti zonali.
Partiamo dal presupposto ,al quale io tra l'altro credo, che la scelta di questi ragazzi sia l'esito di una selezione consapevole ed in larga parte obiettiva, e che rappresenti quanto di meglio oggi vi sia in Italia in questa categoria.
Mi vengono al volo un po' di riflessioni. Nel nord ovest vi sono un numero di tesserati in questa categoira che non penso sia inferiore a quello delle altre zone, neppure del triveneto. Non conosco con esattezza le numeriche dei giocatori pero' a numero di squadre iscritte al campionato u17, siamo li -li con il triveneto, e quindi largamente superiori alle altre zone.
I tecnici che lavorano nei club ,non penso siano mediamente molto inferiori a quelli veneti o romano/campani. Cosi' come non mi sembra possibile che i tecnici federali, che da anni lavorano sui giovani in Lombardia,Liguria e Piemonte siano cosi' piu' scarsi rispetto ai loro colleghi di altre regioni. In Lombardia inoltre abbiamo due accademie che funzionano abbastanza bene.Abbiamo club di lignaggio nella formazione dei giovani come ASR,Rovato,Brescia ed altre.
E allora?? Cos'e' che fa si che su 30 ragazzi ve ne siano quasi la meta' provenieni da nord est. Sinceramente non capisco.

vespinonero
Messaggi: 257
Iscritto il: 14 nov 2006, 13:26
Località: MILANO

Re: under 17 nord ovest-elite

Messaggio da vespinonero » 20 mar 2009, 17:43

aspa ha scritto:Ancora a proposito della nazionale u17, in effetti la sproporzione tra le diverse componenti regionali e di club e' veramente abissale.
Va tenuto conto inoltre che questo gruppo e' in pratica costituito da l'ossatura di quello che ha partecipato allo stage di Tolone con alcune sostituzioni che hanno ulteriormente acuito le differenze tra i pesi delle componenti zonali.
Partiamo dal presupposto ,al quale io tra l'altro credo, che la scelta di questi ragazzi sia l'esito di una selezione consapevole ed in larga parte obiettiva, e che rappresenti quanto di meglio oggi vi sia in Italia in questa categoria.
Mi vengono al volo un po' di riflessioni. Nel nord ovest vi sono un numero di tesserati in questa categoira che non penso sia inferiore a quello delle altre zone, neppure del triveneto. Non conosco con esattezza le numeriche dei giocatori pero' a numero di squadre iscritte al campionato u17, siamo li -li con il triveneto, e quindi largamente superiori alle altre zone.
I tecnici che lavorano nei club ,non penso siano mediamente molto inferiori a quelli veneti o romano/campani. Cosi' come non mi sembra possibile che i tecnici federali, che da anni lavorano sui giovani in Lombardia,Liguria e Piemonte siano cosi' piu' scarsi rispetto ai loro colleghi di altre regioni. In Lombardia inoltre abbiamo due accademie che funzionano abbastanza bene.Abbiamo club di lignaggio nella formazione dei giovani come ASR,Rovato,Brescia ed altre.
E allora?? Cos'e' che fa si che su 30 ragazzi ve ne siano quasi la meta' provenieni da nord est. Sinceramente non capisco.
puo essere che a questo punto della stagione con il 4naz alle porte, il tecnico voglia vedere anche facce nuove, o che in lombardia domenica si giocano 2 recuperi importanti
ASR-VIADANA
UNION-RECCO
il tecnico abbia voluto lasciarli al club, in queste 4 squadre c'è almeno un nazionale, e non credo siano stati abbandonati.
chi lo sa, solo il sig .Coppo .

sale
Non discutere mai con un idiota.Perchè ti porta al suo livello..e poi, ti batte con l'esperienza...

aspa
Messaggi: 67
Iscritto il: 16 nov 2008, 17:32

Re: under 17 nord ovest-elite

Messaggio da aspa » 20 mar 2009, 18:59

Certo che Coppo lo sa.
Comunque il raduno di domenica e' la sera, ed un giocatore di una delle 4 squadre che recuperano e' stato chiamato.

midfield2
Messaggi: 18
Iscritto il: 30 gen 2009, 12:30

Re: under 17 nord ovest-elite

Messaggio da midfield2 » 20 mar 2009, 19:29

La classe 92 nel triveneto è da sempre molto forte. Non sarà semplicemente che quelli del Nord Est e del Centro Sud sono mediamente più bravi? Andatevi a rivedere i risultati dell'ultimo trofeo delle zone u17 e potrete verificare che se lo sono giocato tra di loro sommergendo entrambe di mete sia il Centro Nord che il Nord Ovest.
In particolare i ragazzi del 92 del Petrarca, come ultimo anno, hanno sempre vinto tutto dall'allora under 8 in poi (trofei Topolino e campionato naz. under 15)

spettatore
Messaggi: 458
Iscritto il: 21 ott 2008, 10:06

Re: under 17 nord ovest-elite

Messaggio da spettatore » 20 mar 2009, 22:56

Sicuramente i 92 del Petrarca sono molto bravi,
ma mi sembra MOLTO scorretto prendere in considerazione i test delle zonali dove il nord est schierava 10 ragazzi della stessa squadra (sempre il Petrarca) e il nord ovest uno al massimo due giocatori per squadra,
prendendo anche giocatori di squadre che il girone di elite non lo hanno MAI frequentato (i 92 li seguo dall'under 8).

Detto questo c' è gente che trova polemica in tutto io chiedevo soltanto sulle ragioni che hanno portato una una simile debacle del nord ovest se sono societarie, dei comitati lombardo ligure ecc, se sono dovute a minore competenza dei tecnici o a altro.

Quindi una riflessione seria grazie.

Avatar utente
andrea12
Messaggi: 1434
Iscritto il: 2 lug 2008, 16:32

Re: under 17 nord ovest-elite

Messaggio da andrea12 » 21 mar 2009, 9:25

Credo ancora nelle scelte tecniche, che tra l'altro sono confermate da quello che realmente accade sui campi. Noi lombardi, quando giochiamo con le venete, generalmente (non sempre ma spessissimo) perdiamo. Il motivo è dato da un livello tecnico mediamente superiore in veneto (leggi anche cultura rugbystica, ma anche molto altro) e da campionati veneti mediamenti più combattuti. L'abitudine a rendimenti più costanti e ad incontri più intensi per più match, induce una migliore attitudine al gioco.
Arbitri? Andatevi a vedere una partita a caso dell'elite veneta e una dello zonale lombardo-ligure. Anche nel sud ci sono degli ottimi arbitri ed una maggiore attitudine al combattimento. Perchè? Non lo so ma basta bazzicare i vari campi italiani.
Non è solo questione di numeri, ma anche e soprattutto di qualità e attitudini.
Noi lombardi dobbiamo ancora crescere molto e lo possiamo fare solo nel confronto: continuo nell'intensità e costante nella volontà di crescere.
Per ora abbiamo raggiunto il traguardo dei numeri; adesso si deve lavorare sulla qualità (magari mettendo da parte alcuni progetti giurassici tipo peso/altezza).
I tecnici lombardi valgono quanto gli altri; il problema sta nei ragazzi che hai agli allenamenti
Buon rugby

spettatore
Messaggi: 458
Iscritto il: 21 ott 2008, 10:06

Re: under 17 nord ovest-elite

Messaggio da spettatore » 22 mar 2009, 1:54

Io la penso esattamente in modo opposto credo che ci sia un forte gap a livello di tecnici e quindi di insegnamento del rugby, quest'anno credo ci sia stata differenza anche a livello di selezionatori zonali.

Lo stesso gap tecnico che pagano le selezioni italiane quando incontrano selezioni di altri paesi del 6 nazioni, la tecnica individuale e l'organizzazione della squadra sono fondamentali ancora di più con le nuove regole che velocizzano il gioco.

Saluti

Avatar utente
andrea12
Messaggi: 1434
Iscritto il: 2 lug 2008, 16:32

Re: under 17 nord ovest-elite

Messaggio da andrea12 » 22 mar 2009, 8:25

Non difendo nessuno e non credo di avere ricette miracolose; certamente ci sono anche tecnici che non valgono una sverza, così come ci sono buoni tecnici perfettamente superati dall'evoluzione del gioco (anche solo in riferimento all'applicazione delle ELVs). Però, io credo che ci siano tanti fattori che determinano un gap, comunque molto evidente, soprattutto con l'elite mondiale. Ci dimentichiamo, per esempio, che mancano anche i prerequisiti della prestazione (vale in tutti gli sport, anche e soprattutto in quelli individuali) perchè l'educazione fisica nella scuola italiana è un optional. Te lo dice un insegnante con 25 anni di esperienza: fare qualità a scuola è molto difficile, anche se bisogna continuare a provarci (meglio smettere che diventerebbe troppo lungo).
Sulle selezioni: ho anche io le mie perplessità e credo che molti buoni giocatori (soprattutto con ampi margini di evoluzione sia fisica che tecnica) non vengono neppure invitati ad un test o ad un allenamento. Giocare in un club che conta, invece, è molto più facile; qui sono d'accordo con te: prevale l'italianità di fare contento il Tale e di non inimicarsi il Talaltro. Poi ci sono le porcherie cui assistiamo tutti i giorni, le ingerenze indebite di alcuni Club,ecc.
Però, continuo a reputare gli allenatori nazionali dei validi coach che, probabilmente, hanno poco spazio gestionale; ma tecnicamente validi.
Buon rugby

Rispondi

Torna a “Campionati Femminile e Giovanili”