6 Nazioni Femminile 2009

Risultati, Classifiche e Commenti sul campionato di Serie A Femminile e delle Giovanili Nazionali

Moderatore: Emy77

bragopiteco
Messaggi: 580
Iscritto il: 29 feb 2004, 0:00
Località: brescia

Re: 6 Nazioni Femminile 2009

Messaggio da bragopiteco » 28 feb 2009, 23:57

scozia 13 - italia 10
so solo questo, prossimamente vedremo di scirvere qualcosa sulla partita.

bragopiteco
Messaggi: 580
Iscritto il: 29 feb 2004, 0:00
Località: brescia

Re: 6 Nazioni Femminile 2009

Messaggio da bragopiteco » 1 mar 2009, 0:02

Scotland Women got their 6 Nations up and running with a 13-10 victory over Italy at Meggetland.

Fans feared the worst when Licia Stefan opened the scoring after nineteen minutes for the visitors which Veronica Schiavon converted.

However fifteen minutes later fly-half Tanya Griffith dotted down however the missed conversion mean that the Scots still trailed by two points.

Half time: 5-7

The Italians added to their opints tally through the accurate boot of fly-half Veronica Schiavon to peg the Scots back with a five point lead.

Six minutes later Tanya Griffith made her brace to bring the Scots back on equal terms.

Louise Dalgleish’s conversion meant that the Scots were in the lead for the first time, a lead which they held on to for the remainder of the game.

Full time: 13-10

talete
Messaggi: 5
Iscritto il: 27 feb 2009, 15:37
Località: apolide

Re: 6 Nazioni Femminile 2009

Messaggio da talete » 1 mar 2009, 22:01

Appena rientrato dalla bellissima Scozia, dopo un venerdì a Parigi, raccolgo le idee e le espongo. Senza peli sulla lingua.

Argos_73
Messaggi: 311
Iscritto il: 3 ott 2005, 0:00
Località: Prato
Contatta:

Re: 6 Nazioni Femminile 2009

Messaggio da Argos_73 » 3 mar 2009, 18:26

RBS 6 Nazioni femminile, IIIa giornata

FRANCIA - GALLES = 27 - 5
IRLANDA - INGHILTERRA = 13 - 29 (13 - 5)
SCOZIA - ITALIA = 13 - 10 (5 - 7)

Classifica Generale

Inghilterra - 4 p.ti
Francia - 4 p.ti
Galles - 4 P.ti
Scozia - 2 p.ti
Italia - 2 p.ti

Immagine
Immagine

Giocherò finchè avrò voglia di superare me stesso su un terreno di gioco, finchè la vittoria conterà molto per me...

talete
Messaggi: 5
Iscritto il: 27 feb 2009, 15:37
Località: apolide

Re: 6 Nazioni Femminile 2009

Messaggio da talete » 5 mar 2009, 8:22

vorrei essere poeta pur io, come già qualcun che poco tempo addietro fece, su questi stessi fogli, fatti di + e -, - e +, ++--+-+-+, ecc.
ma me ne mancan le doti, ed i miei limiti ammetto.
però, vista l'impresa delle nostre stoiche fanciulle, mi chiedo:
ma con il naso frantumato già dai primi minuti, non è il caso di effettuare un cambio (oltre che del cotone) anche dell'atleta?
si spostava la bionda vichinga, penso Este, in terza linea e si inseriva prima (non a partita ormai verso la fine) l'esordiente "quarantenne" della marca.
senza toglier nulla dalla prima linea iniziale, la nostra "giovin fanciulla" ha dato un sistemata non da poco alla nostra mischia.
Comunque che ti porti a fare un volo charter di convocate se non fai cambi? le nostre avversarie di queste prime tre partite hanno effettuato sempre un buon numero di cambi, forze fresche, noi mai. me ne chiedo il perchè.
ultima domanda, ma abbiamo problemi di comunicazione tra tecnici ed il resto dell'entourage? se l'allenatore comunica un cambio, questo cambio va fatto, non rimandato al terzo tempo. ma chi comanda nella femminile?
le ragazze, comunque, hanno dato tutto quanto era nei loro limiti, la mancanza di gaudino si è vista, bisogna placcare non sistemare la maglia alle avversarie.
ho comunque visto giocatrici, nei campi del "campionato" nostrano, che meritano di essere convocate e di giocare,
aspettiamo il galles, spero di esserci a mira, ma il flaminio chiama.

djlara
Messaggi: 886
Iscritto il: 6 apr 2007, 12:34
Località: Prignano Sulla Secchia (MO)

Re: 6 Nazioni Femminile 2009

Messaggio da djlara » 16 mar 2009, 17:37

7 - 29 per le Gallesi.

Flavia Severin si aggirava fuori dalle transenne, con un cappellino calcato sulla fronte, accigliata per non poter essere in campo.
Gli spalti di Mira popolati (e riempiti) molto rapidamente.
Giocatrici, familiari, amici, ma anche molti curiosi avvicinati per la prima volta al mondo del rugby femminile.

Le gallesi sembrano una squadra molto disciplinata: serrati, i tempi dell'allenamento.
Non molto "granitiche", ma tutte alte, e rapide. La numero 14, poi.. non lascia presagire nulla di buono.
Un po' di malumori, per lo stato del campo, e perché le gallesi si devono cantare da sole, senza base musicale, il loro inno. La banda entra solo per l'inno italiano: sarebbe stato meglio, forse, cantarci da soli anche Fratelli d'Italia, per dovere di ospitalità. O avere una base musicale per il Galles. Ma fa niente.

La partita comincia con un bel ritmo, e le ragazze si lanciano in una serie di belle iniziative d'attacco. Possesso di palla a vantaggio delle azzurre, ed anzi, la prima meta gallese scaturisce dalla loro prima e unica azione di gioco.
Ma il passare del tempo, purtroppo, non gioca a nostro favore e rende, purtroppo, evidente la differenza di fondo tra le due squadre: tra il nostro campionato ridotto all'osso, rispetto a una squadra nella quale, invece, presumibilmente le giocatrici giocano molto di più: le maglie della difesa si allentano, lasciando spazio per le frecce rosse dell'attacco avversario, che sanno ben sfruttare anche i pochi attimi di esitazione e di attesa.
Una disattenzione porta anche un cartellino giallo prima della fine del primo tempo a Michela Este (che comunque ha tenuto un'ottima prestazione, molto volitiva).
Il punteggio, dopo 40 minuti, è fissato a 12 per le gallesi (non precisissime nei calci) e fermo a 0 per le azzurre.
La pausa non porta sufficiente riposo alle ragazze, che subiscono fin dall'inizio della ripresa gli attacchi delle dragone: ma si nota una maggiore efficacia, e più di una volta ci si avvicina alla linea di meta avversaria, pur senza riuscire a concretizzare dai raggruppamenti. C'è, comunque, una forte reazione di orgoglio, delle nostre ragazze, che arrivano anche ad una meritata meta sul finale, grazie ad un colpo quasi da "pallavolista" della bionda Michela Este: recupera un ovale aereo, se lo riprende qualche metro più avanti e lo accompagna oltre la linea di meta, tra l'incitamento dei tifosi.

La giornata si chiude con la consapevolezza di aver sostenuto un confronto arduo, con qualche rammarico per alcuni fischi mancati da parte dell'arbitro, con molta speranza perché ci sono nell'organico alcune nuove giocatrici molto interessanti, che non soffrono certo di timori nei confronti degli incontri internazionali, ed anzi, paiono molto motivate e combattive.

GRAZIE RAGAZZE!!!!
Se fa ridere, vale.

talete
Messaggi: 5
Iscritto il: 27 feb 2009, 15:37
Località: apolide

Re: 6 Nazioni Femminile 2009

Messaggio da talete » 24 mar 2009, 8:04

Grande Irlanda, grande veramente. Grande civiltà del Rugby Gallese, grande Millenium Stadium, un'indimenticabile giornata di rugby.
Ma indimenticabile è stata anche Italia Galles del 15 marzo a Mira. Indimenticabile per le tribune gremite di un variopinto popolo rugbystico al femminile, per l'impegno stoico delle nostre ragazze in campo, per un Galles al femminile veramente bello.
tutto bello e tutto perfetto? non direi,
ho visto le nostre ragazze dare tutto quel poco che avevano nelle gambe quasi fino al disfacimento muscuolare,
ho visto ragazze solitamente toniche arrancare per il campo.
Non ne abbiate male, ma manuela Furlan, solitamente elegante e veloce nella corsa, assomigliava ad un old a fine partita, stessa cosa per Bado, Barattin, ecc.
Però non è colpa loro, erano reduci da 3 partite del 6 nazioni e da un Seven a Dubai, quindi sono permettamente scusabili e perdonabili.
Fortunamente avevamo cambi in panchina, ragazze valide che hanno ben sostituito le titolari infortunate e stanche.
cambi che non ho visto con l'Irlanda (partita alla nostra portata) e, da notizie piemontesi, domenica a Torino. Ora, pensandoci bene, a cosa serve convocare 20 - 25 ragazze se ne giocano al massimo 16?
Quando ho cominciato io a giocare non si facevano cambi (datemi pure del cavernicolo, le mie mete valevano pochi punti), poi uno, poi due, ed adesso quasi tutti gli avanti; quindi utilizziamo la panchina, se non servirà per vincere servirà a far crescere ragazze che torneranno utili prossimamente.
Altra cosa strana in quel di Mira è vedere Michela Tondinelli a bordo campo, avrà la sua età (ma in confronto alla mia è una bambina) ma io non rinuncerei mai ad una come lei, la ritengo l'unica fuoriclasse della nostra "linea veloce".
Concludo riportando voci da spalti miranensi, molte persone si chiedevano: - Chi fa le convocazioni e decide i cambi? A voi l'ardua sentenza.
Ragazze mie, finito il VI Nazioni 2009 e in attesa del prossimo evento internazionale, ricomincia il vostro avvincente, intenso, impegnativo, renumerativo ed affollato campionato.
Resistete stoicamente al maschilismo imperante delle oscure stanze di comando, senza di voi la nazionale maschile non potrebbe giocare il VI Nazioni, voi siete a -99 la maschile a - 121. Voi avete rischiato di vincere almeno 3 partite, vi hanno costretto a perderle, mai essere più bravi dei super uomini.

Argos_73
Messaggi: 311
Iscritto il: 3 ott 2005, 0:00
Località: Prato
Contatta:

Re: 6 Nazioni Femminile 2009

Messaggio da Argos_73 » 24 mar 2009, 14:52

In seguito alla conclusione del 6 Nazioni 2009 saranno le squadre di Scozia ed Italia a giocarsi le qualificazioni per la Coppa del Mondo del 2010 durante il Womens European Trophy che si terrà a Stoccolma (Svezia) dal 17 al 23 Maggio 2009.
Le due squadre rispettivamente 5a e 6a qualficata del 6 Nazioni saranno inserite nei due pool della Coppa Europa e la prima classificata di ognuno dei due gironi otterrà la qualificazione alla Coppa del Mondo.
Questi i due gironi:

Pool A: Scozia, Olanda, Russia, Belgio

Pool B: Italia, Spagna, Svezia, Germania

Per l'Italia un sorteggio non favorelissimo visto che l'unica squadra che si voleva evitare era la Spagna, compagine con la quale le azzurre non hanno mai vinto (ultimo scontro diretto durante la Coppa Europa del 2007 - sconfitta per 15 - 6), ma anche la Svezia, padrona di casa nelle ultime apparizioni ha riservato sorprese poco piacevoli alle azzurre (nella stessa Coppa Europa del 2007 l'Italia venne sconfitta 5 - 0). Una qualficazione tutt'altro che scontata.
Immagine

Giocherò finchè avrò voglia di superare me stesso su un terreno di gioco, finchè la vittoria conterà molto per me...

ursula
Messaggi: 1716
Iscritto il: 10 mar 2004, 0:00
Località: padova
Contatta:

Re: 6 Nazioni Femminile 2009

Messaggio da ursula » 24 mar 2009, 21:28

Io faccio i complimenti a tutte le ragazze e concordo sul problema cambi: cioè almeno cambiare le ragazze quando infortunate...non lasciarle giocare in 14 per dieci minuti!! :D
Complimenti perchè nonostante la disparità enorme di trattamenti tra loro e le svariate viziate Nazionali maschili compresa l'under 18 che hanno sfoggiato un pessimo gioco , le ragazza dopo la prima batosta pur trovandosi solo di giovedì sera e ripartendo il lunedì, pur attraversando l'Europa e tornando a lavorare durante la settimana, pur massacrate da questo 6 Nazioni senza bisogno di "vacanze " o "riposi" dovuti ( ai buoni intenditori poche parole), hanno dato tutto quello che avevano di cuore, di gambe di gioco!
Grazie!

Argos_73
Messaggi: 311
Iscritto il: 3 ott 2005, 0:00
Località: Prato
Contatta:

Re: 6 Nazioni Femminile 2009

Messaggio da Argos_73 » 25 mar 2009, 19:00

CONTRO LA FRANCIA UNA PROVA DI ORGOGLIO E DI CUORE
di Sara Pettinelli (RED&BLU ROMA RUGBY)
Immagine

Per più di due mesi non ho fatto che preparare e disfare il borsone dell' Italia, tornare a casa per un paio di giorni e sapere che presto sarei ripartita per un nuovo raduno, per una nuova avventura chiamata Sei Nazioni. Disfare ora il borsone senza l'idea di doverlo rifare dopo il tempo di una o più lavatrici, è strano. E strano è non convivere più con le mie compagne che per questi mesi sono state la mia famiglia. Ma del resto come ogni cosa e come ogni anno anche questo Sei Nazioni doveva finire, e si è concluso per noi ieri (21.03.2009) a Torino con una grande prestazione. Un finale importante che testimonia il valore della squadra, perché per 76 minuti abbiamo avuto la vittoria in mano: 10 a 7 contro la Francia, una grande Francia, che ha trovato però davanti a sè una grandissima Italia! A frantumare il sogno di una storica vittoria è stata una meta a sei minuti dalla fine. Una marcatura amara, ancor di più perché forse la nostra difesa anche in quel momento aveva funzionato, come per tutti i minuti precedenti anche quando siamo rimaste in 14 per un cartellino giallo.


La prova TV forse avrebbe evidenziato la linea di touche, ma la storia, si sa, anche quella che viene scritta giocando, non è fatta di Se. L'Italia femminile perde 10 a 14, ma ancora una volta ha dato una prova di orgoglio e di cuore, tirando fuori nell'ultima giornata di un Sei Nazioni, che per molte delle giocatrici in campo è stato intervallato anche dal mondiale Seven di Dubai, energie che forse neanche si sapeva di avere più, una grinta che nasce dal cuore e che è stata presente per tutto il tempo in campo. Per quattro punti non si è vinto, per tre non abbiamo battuto la Scozia in casa loro, con Irlanda e Galles ci siamo battute, l'unica che ci ha messo davvero in difficoltà è stata l'Inghilterra, ma lì ci sono dei numeri e una storia con cui ancora dobbiamo lottare. Qualche rammarico sicuramente lo lascia questo Sei Nazioni, per una vittoria più volte vicina, forse meritata, ma che non è arrivata. Ma sicuramente più del rammarico, c 'è la convinzione di far parte di una grande squadra, di una grande Italia in rosa.
Un Sei Nazioni lungo, impegnativo, ma affrontato sempre con la voglia di voler far bene, di voler dimostrare il nostro valore. Nel farlo, sono molte le persone che ci sono state vicine, intere città quelle di Torino, Mira e Colleferro che ci hanno ospitato per le partite casalinghe, e che ci hanno dimostrato tutto il loro sostegno, accogliendoci nel migliore dei modi, non facendoci mancare nulla soprattutto l'affetto. Tutti coloro che da anni ci seguono e che anche per questo Sei Nazioni non hanno mancato nessun appuntamento. E quanti sono venuti a vederci e che alla fine di ogni partita sono scesi in campo per complimentarsi e ringraziarci per quanto visto in campo (mi sento un po' citato nell'ultima frase e non posso che esserne onorato... GRAZIE A VOI A RAGAZZE, riuscite sempre a non farmi dimenticare cos'è il rugby).
Immagine

Giocherò finchè avrò voglia di superare me stesso su un terreno di gioco, finchè la vittoria conterà molto per me...

djlara
Messaggi: 886
Iscritto il: 6 apr 2007, 12:34
Località: Prignano Sulla Secchia (MO)

Re: 6 Nazioni Femminile 2009

Messaggio da djlara » 26 mar 2009, 17:02

:oola: :oola: :oola:

Grazie, grazie, grazie. Di cuore, grazie a voi, ragazze...
Se fa ridere, vale.

Rispondi

Torna a “Campionati Femminile e Giovanili”