Coppa Europa FIRA Femminile & Qualificazioni Mondiale 2010

Risultati, Classifiche e Commenti sul campionato di Serie A Femminile e delle Giovanili Nazionali

Moderatore: Emy77

fede23
Messaggi: 261
Iscritto il: 24 feb 2009, 10:04

Re: Coppa Europa FIRA Femminile & Qualificazioni Mondiale 2010

Messaggio da fede23 » 25 mag 2009, 18:26

pinghial ha scritto:
fede23 ha scritto:ma da quanto ho letto, nemmeno un ritiro per preparare le azzurre alle qualificazioni? :shock: mi confermate?

aha aha ritiro?
no no.. non ci sono i soldi per le donzelle..
i maschi prendono i gettoni presenza.. le donzelle hanno si e no il rimborso spese..
:shock:
ah! :shock:

:roll: sono sempre più imbarazzato (per non dire di peggio) da come certe cose vengono gestite dalla f.i.r!
comunque per quanto mi riguarda, da quanto ho letto nel web, le azzurre ci hanno messo cuore e anima nonostante questo piccolo particolare! sono orgoglioso di voi, continuate così ragazze! FORZA AZZURRE! :wink:
simpatizzante di: Benetton Treviso, Saracens e Leinster rugby!
fiero di aver votato Brian O'Driscoll alle europee!

pinghial
Messaggi: 4273
Iscritto il: 22 nov 2005, 0:00
Località: Modena

Re: Coppa Europa FIRA Femminile & Qualificazioni Mondiale 2010

Messaggio da pinghial » 26 mag 2009, 8:40

fede23 ha scritto:
pinghial ha scritto:
fede23 ha scritto:ma da quanto ho letto, nemmeno un ritiro per preparare le azzurre alle qualificazioni? :shock: mi confermate?

aha aha ritiro?
no no.. non ci sono i soldi per le donzelle..
i maschi prendono i gettoni presenza.. le donzelle hanno si e no il rimborso spese..
:shock:
ah! :shock:

:roll: sono sempre più imbarazzato (per non dire di peggio) da come certe cose vengono gestite dalla f.i.r!
comunque per quanto mi riguarda, da quanto ho letto nel web, le azzurre ci hanno messo cuore e anima nonostante questo piccolo particolare! sono orgoglioso di voi, continuate così ragazze! FORZA AZZURRE! :wink:
il problema non è chi lavora nel femminile in fir (che è una grande ed è bravissima..) ma l'attenzione che la fir dedica alla femminile

fede23
Messaggi: 261
Iscritto il: 24 feb 2009, 10:04

Re: Coppa Europa FIRA Femminile & Qualificazioni Mondiale 2010

Messaggio da fede23 » 26 mag 2009, 9:15

scusa non sono stato abbastanza chiaro, intendevo quello! poca considerazione!
simpatizzante di: Benetton Treviso, Saracens e Leinster rugby!
fiero di aver votato Brian O'Driscoll alle europee!

balucio67
Messaggi: 299
Iscritto il: 4 apr 2009, 11:12

Re: Coppa Europa FIRA Femminile & Qualificazioni Mondiale 2010

Messaggio da balucio67 » 26 mag 2009, 10:50

fede23 ha scritto:scusa non sono stato abbastanza chiaro, intendevo quello! poca considerazione!
Poca considerazione è dire poco, ma comunque quest'anno anche in campo maschile se ne son viste di belle, e che volete di più, che la federazione di colpo diventi lungimirante ed efficace come quelle anglosassoni o come quelle dell'emisfero sud? nooooo noi siamo l'Italia, e continueremo così se non peggio....e vogliamo pure organizzare i mondiali...mah. Comunque un plauso và fatto a chi incoraggia e porta avanti il rugby al femminile.

fede23
Messaggi: 261
Iscritto il: 24 feb 2009, 10:04

Re: Coppa Europa FIRA Femminile & Qualificazioni Mondiale 2010

Messaggio da fede23 » 26 mag 2009, 11:14

balucio67 ha scritto:
fede23 ha scritto:scusa non sono stato abbastanza chiaro, intendevo quello! poca considerazione!
Poca considerazione è dire poco, ma comunque quest'anno anche in campo maschile se ne son viste di belle, e che volete di più, che la federazione di colpo diventi lungimirante ed efficace come quelle anglosassoni o come quelle dell'emisfero sud? nooooo noi siamo l'Italia, e continueremo così se non peggio....e vogliamo pure organizzare i mondiali...mah. Comunque un plauso và fatto a chi incoraggia e porta avanti il rugby al femminile.

specialmente a chi lo porta avanti! continuate così! :wink:

ah è vero mi ero illuso un attimo sul fatto della lungimiranza e dell' efficacia della federazione a riguardo! :roll:
simpatizzante di: Benetton Treviso, Saracens e Leinster rugby!
fiero di aver votato Brian O'Driscoll alle europee!

Avatar utente
ATHLONE
Messaggi: 2726
Iscritto il: 20 ago 2007, 12:07
Località: co. Westmeath

Re: Coppa Europa FIRA Femminile & Qualificazioni Mondiale 2010

Messaggio da ATHLONE » 26 mag 2009, 17:26

fede23 ha scritto:specialmente a chi lo porta avanti! continuate così! :wink:

ah è vero mi ero illuso un attimo sul fatto della lungimiranza e dell' efficacia della federazione a riguardo! :roll:
Si sta consumando sull'argomento l'ennesimo scontro club-federazione

In Italia non ci sono per il momento i numeri per un rugby femminile a XV di club, questo è un dato di fatto (si è passati da 10 a 7 squadre iscritte al campionato quest'anno); preso atto di quanto sopra, che si fa?

NIENTE!

Perchè l'unica cosa logica sarebbe abbandonare i clubs e passare a selezioni federali organizzate sul territorio, per dire una per provincia in Veneto, una per regione altrove, e creare davvero un movimento.

Diceva infatti Nenni che l'espressione del movimento si da muovendosi...: qui si preferisce non far niente, che è appunto l'espressione dell'immobilismo, per non scontentare quelle poche realtà (Treviso, Riviera) che ce la fanno da sole, e che peraltro sono quelle che maggiormente ci credono, diamogliene atto.

Ma i risultati sono sotto gli occhi di tutti, bisogna prenderne atto! Il materiale umano potenzialmente c'è, ma se durante l'anno viene fatto giocare a VII anzichè a XV si parte con l'handicap contro chiunque.

Non è colpa delle ragazza, non è colpa delle strutture, ma o perlomento fuori dal Veneto si punta alle selezioni, o si chiude baracca e burattini (il presente concetto non vale solo per la femminile, può essere applicato a piacimento anche ad altre situazioni del rugby italiano).
C'è un viaggiatore in ognuno di noi, ma solo pochi sanno dove stanno andando! (Tir Na Nog)

Asti, Genova, Parma e Bologna sono AL NORD ma a sud del Po, se a qualcuno interessa...

Quando dissi alla gente nordirlandese che ero ateo, una donna durante la conferenza si alzò in piedi e disse: "Si, ma è nel Dio dei Cattolici o in quello dei Protestanti che lei non crede?" (Quentin Crisp)

Avatar utente
Tanu
Messaggi: 3128
Iscritto il: 8 gen 2003, 0:00
Località: Monza
Contatta:

Re: Coppa Europa FIRA Femminile & Qualificazioni Mondiale 2010

Messaggio da Tanu » 26 mag 2009, 21:19

ATHLONE ha scritto:
fede23 ha scritto:specialmente a chi lo porta avanti! continuate così! :wink:

ah è vero mi ero illuso un attimo sul fatto della lungimiranza e dell' efficacia della federazione a riguardo! :roll:
Si sta consumando sull'argomento l'ennesimo scontro club-federazione

In Italia non ci sono per il momento i numeri per un rugby femminile a XV di club, questo è un dato di fatto (si è passati da 10 a 7 squadre iscritte al campionato quest'anno); preso atto di quanto sopra, che si fa?

NIENTE!

Perchè l'unica cosa logica sarebbe abbandonare i clubs e passare a selezioni federali organizzate sul territorio, per dire una per provincia in Veneto, una per regione altrove, e creare davvero un movimento.

Diceva infatti Nenni che l'espressione del movimento si da muovendosi...: qui si preferisce non far niente, che è appunto l'espressione dell'immobilismo, per non scontentare quelle poche realtà (Treviso, Riviera) che ce la fanno da sole, e che peraltro sono quelle che maggiormente ci credono, diamogliene atto.

Ma i risultati sono sotto gli occhi di tutti, bisogna prenderne atto! Il materiale umano potenzialmente c'è, ma se durante l'anno viene fatto giocare a VII anzichè a XV si parte con l'handicap contro chiunque.

Non è colpa delle ragazza, non è colpa delle strutture, ma o perlomento fuori dal Veneto si punta alle selezioni, o si chiude baracca e burattini (il presente concetto non vale solo per la femminile, può essere applicato a piacimento anche ad altre situazioni del rugby italiano).
come non quotare tale perla di saggezza? anche perchè come ha detto qualcun'altro, i club che nel femminile hanno investito senza nessun ritorno non possono continuare all'infinito
"Whenever you're wrong, admit it; Whenever you're right, shut up!" Ogden Nash

pinghial
Messaggi: 4273
Iscritto il: 22 nov 2005, 0:00
Località: Modena

Re: Coppa Europa FIRA Femminile & Qualificazioni Mondiale 2010

Messaggio da pinghial » 27 mag 2009, 9:24

Tanu ha scritto:
ATHLONE ha scritto:
fede23 ha scritto:specialmente a chi lo porta avanti! continuate così! :wink:

ah è vero mi ero illuso un attimo sul fatto della lungimiranza e dell' efficacia della federazione a riguardo! :roll:
Si sta consumando sull'argomento l'ennesimo scontro club-federazione

In Italia non ci sono per il momento i numeri per un rugby femminile a XV di club, questo è un dato di fatto (si è passati da 10 a 7 squadre iscritte al campionato quest'anno); preso atto di quanto sopra, che si fa?

NIENTE!

Perchè l'unica cosa logica sarebbe abbandonare i clubs e passare a selezioni federali organizzate sul territorio, per dire una per provincia in Veneto, una per regione altrove, e creare davvero un movimento.

Diceva infatti Nenni che l'espressione del movimento si da muovendosi...: qui si preferisce non far niente, che è appunto l'espressione dell'immobilismo, per non scontentare quelle poche realtà (Treviso, Riviera) che ce la fanno da sole, e che peraltro sono quelle che maggiormente ci credono, diamogliene atto.

Ma i risultati sono sotto gli occhi di tutti, bisogna prenderne atto! Il materiale umano potenzialmente c'è, ma se durante l'anno viene fatto giocare a VII anzichè a XV si parte con l'handicap contro chiunque.

Non è colpa delle ragazza, non è colpa delle strutture, ma o perlomento fuori dal Veneto si punta alle selezioni, o si chiude baracca e burattini (il presente concetto non vale solo per la femminile, può essere applicato a piacimento anche ad altre situazioni del rugby italiano).
come non quotare tale perla di saggezza? anche perchè come ha detto qualcun'altro, i club che nel femminile hanno investito senza nessun ritorno non possono continuare all'infinito
e monza è stata bravissima in questi anni e per fortuna esiste..

balucio67
Messaggi: 299
Iscritto il: 4 apr 2009, 11:12

Re: Coppa Europa FIRA Femminile & Qualificazioni Mondiale 2010

Messaggio da balucio67 » 27 mag 2009, 10:13

Io condivido e sottoscrivo l'ATHLONE pensiero, ma questo direi che non è l'ennesimo scontro club-federazione, ma bensì una constatazione di come il rugby rosa viene portato avanti, non dalle società, che fanno salti mortali per poter organizzar tutto, ma dalla federazione. Tanto per dire non ci sono omologazioni degli incontri di coppa italia, è anche vero che lì la federazione và in secondo piano visto che il tutto è demanato ai comitati regionali, ma svegliarsi un pò anche lì no eh. Selezioni regionali, o provinciali uhmmm interessante, interessante.

Avatar utente
Tanu
Messaggi: 3128
Iscritto il: 8 gen 2003, 0:00
Località: Monza
Contatta:

Re: Coppa Europa FIRA Femminile & Qualificazioni Mondiale 2010

Messaggio da Tanu » 27 mag 2009, 10:20

balucio67 ha scritto:Io condivido e sottoscrivo l'ATHLONE pensiero, ma questo direi che non è l'ennesimo scontro club-federazione, ma bensì una constatazione di come il rugby rosa viene portato avanti, non dalle società, che fanno salti mortali per poter organizzar tutto, ma dalla federazione. Tanto per dire non ci sono omologazioni degli incontri di coppa italia, è anche vero che lì la federazione và in secondo piano visto che il tutto è demanato ai comitati regionali, ma svegliarsi un pò anche lì no eh. Selezioni regionali, o provinciali uhmmm interessante, interessante.
Le selezioni esistono già di fatto...il Monza è nella sostanza una franchigia regionale in quanto tra 1°, 2° e U16 abbiamo ragazze di Monza, lainate, Tradate, Brescia, Cernusco, Milano, Rho, Valledora (!!!), Svizzera!!! e scusate se ho dimenticato qualcuno.
Il problema è che la franchigia regionale la mandiamo avanti noi con le nostre forze. Non trovo giusto che per le Nazionali maschili anche Under 17 si ricevano dei contributi dalla FIR mentre per la nazionale Femminile i Club ricevono due dita negli occhi...Ho già portato questa problematica in Federazione, ma non mi sembra ci sia interesse.
"Whenever you're wrong, admit it; Whenever you're right, shut up!" Ogden Nash

Avatar utente
ATHLONE
Messaggi: 2726
Iscritto il: 20 ago 2007, 12:07
Località: co. Westmeath

Re: Coppa Europa FIRA Femminile & Qualificazioni Mondiale 2010

Messaggio da ATHLONE » 27 mag 2009, 10:49

pinghial ha scritto:
Tanu ha scritto:come non quotare tale perla di saggezza? anche perchè come ha detto qualcun'altro, i club che nel femminile hanno investito senza nessun ritorno non possono continuare all'infinito
e monza è stata bravissima in questi anni e per fortuna esiste..
Vero: quando ho scritto solo le squadre venete, non volevo mancare di rispetto nà a Monza, nè a Biella, Piacenza, Pesaro e Roma, che tra grandi difficoltà (come ben spiegato da Tanu nel successivo post) riescono ancora a mantenere in vita il campionato! Tutte queste realtà meritano complimenti, ed andrebbero giustamente supportate...

Così come forse, con un maggiore sostegno, Cagliari e Colorno sarebbero ancora tra noi, a XV!
C'è un viaggiatore in ognuno di noi, ma solo pochi sanno dove stanno andando! (Tir Na Nog)

Asti, Genova, Parma e Bologna sono AL NORD ma a sud del Po, se a qualcuno interessa...

Quando dissi alla gente nordirlandese che ero ateo, una donna durante la conferenza si alzò in piedi e disse: "Si, ma è nel Dio dei Cattolici o in quello dei Protestanti che lei non crede?" (Quentin Crisp)

GiorgioXT
Messaggi: 5452
Iscritto il: 19 mag 2004, 0:00

Re: Coppa Europa FIRA Femminile & Qualificazioni Mondiale 2010

Messaggio da GiorgioXT » 28 mag 2009, 0:39

Tanu ha scritto: Il problema è che la franchigia regionale la mandiamo avanti noi con le nostre forze. Non trovo giusto che per le Nazionali maschili anche Under 17 si ricevano dei contributi dalla FIR mentre per la nazionale Femminile i Club ricevono due dita negli occhi...Ho già portato questa problematica in Federazione, ma non mi sembra ci sia interesse.
La RFU ha un budget specifico solo per lo sviluppo del "Womens Rugby over 30" !
è vero che non è la FIR ...

Avatar utente
Tanu
Messaggi: 3128
Iscritto il: 8 gen 2003, 0:00
Località: Monza
Contatta:

Re: Coppa Europa FIRA Femminile & Qualificazioni Mondiale 2010

Messaggio da Tanu » 28 mag 2009, 12:28

GiorgioXT ha scritto:
Tanu ha scritto: Il problema è che la franchigia regionale la mandiamo avanti noi con le nostre forze. Non trovo giusto che per le Nazionali maschili anche Under 17 si ricevano dei contributi dalla FIR mentre per la nazionale Femminile i Club ricevono due dita negli occhi...Ho già portato questa problematica in Federazione, ma non mi sembra ci sia interesse.
La RFU ha un budget specifico solo per lo sviluppo del "Womens Rugby over 30" !
è vero che non è la FIR ...
se pensi che molte squadre "temono" il ritorno del Cagliari perchè i 5000 euro per la trasferta affosserebbero definitivamente il movimento...
"Whenever you're wrong, admit it; Whenever you're right, shut up!" Ogden Nash

Argos_73
Messaggi: 311
Iscritto il: 3 ott 2005, 0:00
Località: Prato
Contatta:

Re: Coppa Europa FIRA Femminile & Qualificazioni Mondiale 2010

Messaggio da Argos_73 » 28 mag 2009, 14:05

Dall'intervista a di Federico Meda a Greta Petese pilone del Monza e azzurra nel 6 Nazioni 2008, pubblicata il 27/02/2008 su http://www.tuttorugby.it e riportata anche in questo forum:

"L’Italia femminile, dall’anno scorso, partecipa al Sei Nazioni e affronta ragazze semiprofessioniste (le inglesi su tutte) che sono sostenute da federazioni ricche, organizzate, con vivai molto molto più grandi del nostro. Nel 2006, all’esordio nel Championship, le Azzurre giocarono a Twickenham dopo la partita degli uomini. “Quest’anno, per ricambiare, la Fir le ha invitate al Tre Fontane... Da noi funziona così, ci rimborsano tutto. Ci danno 26 euro di diaria al giorno, all’Under 17 maschile ne danno 30... (ad alcune però vengono date delle borse di studio n.d.r.) Insomma, siamo l’ultima ruota del carro, pretendono sacrifici, ma in cambio riceviamo ancora poco. Abbiamo poco seguito, lo ammetto, ma se pensiamo di contrastare francesi e inglesi in questo modo...
Da noi il rugby femminile è vissuto così, senza troppe emozioni. Per molti è aberrante, insulso, insignificante".

Cosa invidi alle altre squadre che partecipano al Sei Nazioni?
“Forse tutto, tranne le mie compagne. In Irlanda, ai primi di febbraio, durante il terzo tempo (di Irlanda-Italia 19-0, ndr) abbiamo parlato con le avversarie. Erano due mesi che si preparavano a puntino, test match e allenamenti, test match e allenamenti”.

E voi?
“Poca roba, dieci giorni all’Acqua Acetosa, nessun test match. In più quest’anno abbiamo cambiato allenatore”.

Le altre sono proprio su un altro pianeta?
“Beh, le inglesi in particolare si. Loro selezionano quattro squadre da 22 per i trials e poi disputano un quadrangolare. Il XV vincente sarà l’ossatura della nazionale per il Sei Nazioni”.

Sono pagate per giocare?
“Le mie compagne Barbini e Schiavon, che giocano a Richmond, mi raccontano che il rugby anglosassone è semiprofessionistico. Lo sponsor procura loro un lavoro part-time, il resto del tempo lo passano ad allenarsi. Da noi tutto questo non è ancora possibile: si prendono ferie (spesso non pagate) e alcune, addirittura, sfruttano il periodo estivo nell’emisfero Sud (è il caso di Giuliana Campanella) per venire in Europa a giocare, magari portandosi dietro i figli...”

Ma com’è la realtà italiana?
E’ in crescita, indubbiamente, ma legata a iniziative individuali. Io anni fa, non trovando una squadra (Greta iniziò con i maschietti del minirugby dell’Amatori Milano ndr), ne ho fondata una: il Rugby Monza.

Come hai fatto?
“Mi avevano fatto il nome di Silvia Gaudino, il vice capitano della Nazionale, che si allenava con il Monza maschile. Insieme abbiamo trovato le altre, con ogni mezzo, anche con gli annunci radiofonici!”.

Però ce l’avete fatta.
“Ormai siamo una realtà, strutturata, organizzata che riesce a tenere il passo delle migliori, come il Mira e il Treviso, le sole squadre italiane scudettate. All’inizio io mi allenavo a Monza e giocavo a Piacenza, perchè eravamo neanche una decina, ma col tempo siamo arrivate anche a “carrettare” la mischia del Mira... “.

Era il febbraio 2008.

E' cambiato qualcosa?
Immagine

Giocherò finchè avrò voglia di superare me stesso su un terreno di gioco, finchè la vittoria conterà molto per me...

pinghial
Messaggi: 4273
Iscritto il: 22 nov 2005, 0:00
Località: Modena

Re: Coppa Europa FIRA Femminile & Qualificazioni Mondiale 2010

Messaggio da pinghial » 28 mag 2009, 14:21

Argos_73 ha scritto:Dall'intervista a di Federico Meda a Greta Petese pilone del Monza e azzurra nel 6 Nazioni 2008, pubblicata il 27/02/2008 su http://www.tuttorugby.it e riportata anche in questo forum:

"L’Italia femminile, dall’anno scorso, partecipa al Sei Nazioni e affronta ragazze semiprofessioniste (le inglesi su tutte) che sono sostenute da federazioni ricche, organizzate, con vivai molto molto più grandi del nostro. Nel 2006, all’esordio nel Championship, le Azzurre giocarono a Twickenham dopo la partita degli uomini. “Quest’anno, per ricambiare, la Fir le ha invitate al Tre Fontane... Da noi funziona così, ci rimborsano tutto. Ci danno 26 euro di diaria al giorno, all’Under 17 maschile ne danno 30... (ad alcune però vengono date delle borse di studio n.d.r.) Insomma, siamo l’ultima ruota del carro, pretendono sacrifici, ma in cambio riceviamo ancora poco. Abbiamo poco seguito, lo ammetto, ma se pensiamo di contrastare francesi e inglesi in questo modo...
Da noi il rugby femminile è vissuto così, senza troppe emozioni. Per molti è aberrante, insulso, insignificante".

Cosa invidi alle altre squadre che partecipano al Sei Nazioni?
“Forse tutto, tranne le mie compagne. In Irlanda, ai primi di febbraio, durante il terzo tempo (di Irlanda-Italia 19-0, ndr) abbiamo parlato con le avversarie. Erano due mesi che si preparavano a puntino, test match e allenamenti, test match e allenamenti”.

E voi?
“Poca roba, dieci giorni all’Acqua Acetosa, nessun test match. In più quest’anno abbiamo cambiato allenatore”.

Le altre sono proprio su un altro pianeta?
“Beh, le inglesi in particolare si. Loro selezionano quattro squadre da 22 per i trials e poi disputano un quadrangolare. Il XV vincente sarà l’ossatura della nazionale per il Sei Nazioni”.

Sono pagate per giocare?
“Le mie compagne Barbini e Schiavon, che giocano a Richmond, mi raccontano che il rugby anglosassone è semiprofessionistico. Lo sponsor procura loro un lavoro part-time, il resto del tempo lo passano ad allenarsi. Da noi tutto questo non è ancora possibile: si prendono ferie (spesso non pagate) e alcune, addirittura, sfruttano il periodo estivo nell’emisfero Sud (è il caso di Giuliana Campanella) per venire in Europa a giocare, magari portandosi dietro i figli...”

Ma com’è la realtà italiana?
E’ in crescita, indubbiamente, ma legata a iniziative individuali. Io anni fa, non trovando una squadra (Greta iniziò con i maschietti del minirugby dell’Amatori Milano ndr), ne ho fondata una: il Rugby Monza.

Come hai fatto?
“Mi avevano fatto il nome di Silvia Gaudino, il vice capitano della Nazionale, che si allenava con il Monza maschile. Insieme abbiamo trovato le altre, con ogni mezzo, anche con gli annunci radiofonici!”.

Però ce l’avete fatta.
“Ormai siamo una realtà, strutturata, organizzata che riesce a tenere il passo delle migliori, come il Mira e il Treviso, le sole squadre italiane scudettate. All’inizio io mi allenavo a Monza e giocavo a Piacenza, perchè eravamo neanche una decina, ma col tempo siamo arrivate anche a “carrettare” la mischia del Mira... “.

Era il febbraio 2008.

E' cambiato qualcosa?

la so la so la so...

è cambiato si.. ma in peggio
si è ritirato pure il cagliari... :-(

Rispondi

Torna a “Campionati Femminile e Giovanili”