92 93 e 94 insieme: troppa carne al fuoco

Risultati, Classifiche e Commenti sul campionato di Serie A Femminile e delle Giovanili Nazionali

Moderatore: Emy77

forzasette
Messaggi: 128
Iscritto il: 2 dic 2008, 14:07

Re: 92 93 e 94 insieme: troppa carne al fuoco

Messaggio da forzasette » 10 feb 2010, 14:24

Nessuna novità???
si è tornato a giocare e gli animi si sono calmati :shock:

Avatar utente
Fabiomelo
Messaggi: 229
Iscritto il: 25 mag 2009, 9:59

Re: 92 93 e 94 insieme: troppa carne al fuoco

Messaggio da Fabiomelo » 10 feb 2010, 22:04

E' ufficiale o no?????

Nessuno sa?

oldflanker58
Messaggi: 111
Iscritto il: 30 ago 2006, 13:02
Località: Torino
Contatta:

Re: 92 93 e 94 insieme: troppa carne al fuoco

Messaggio da oldflanker58 » 14 feb 2010, 16:25

vorrei esprimere il mio pensiero,
discutere a priori se una scelta è valida o no non è facile, le supposizioni si sprecano e i pro e i contro possono pesare in funzione della propria soggettività.

quello di cui voglio discutere è:
è mai possibile che ogni anno per recuperare da un errore si cercano delle soluzioni immediate e non si costruisce un programma triennale o meglio quinquennale su cui plasmare e costruire?

possibile che non riescano a pensare di dare stabilità e continuità a tutto il movimento?

capisco che quanfdo viene riconosciuto un errore si cerchi di rimediare in qualche modo, ma un qualcosa di affrettato, non programmato e forse non ben ponderato possa esere peggiore del male che si vuole curare.

hanno mantenuto il programma altezza che faceva già acqua quando è inizuiato, le varie under fatte di ragazzoni uscivano non bene con il confronto con i pari età più piccoli ma più talentuosi e più tecnici dele altre nazionali del 6 nazioni.

mi sta bene cmq si era scelta una strada e la si è portata avanti, è un progetto e anche se non lo condivido chi lo ha proposto è giusto che lo persegua, se nemmeno chi propone ci crede è già un progetto perdente.

per cui, se chi ha proposto la riforma dei campionati, nemmeno dopo 3 mesi ripropone un'altra ipotesi ,..... be che si faccaia un esame di coscienza e cerchi una soluzione non improvvisata.

jentu
Messaggi: 3936
Iscritto il: 3 mag 2005, 0:00
Località: lontano da dove vorrei

Re: 92 93 e 94 insieme: troppa carne al fuoco

Messaggio da jentu » 1 mar 2010, 11:02

Penultim'ora:
La farsa della Celtic Legue ha prodotto come risultato la permanenza della categorie da U20 ad U6 con le stesse regole di quest'anno.
Si spera nell'inserimento dell'obbigatorietà della U20 per le squadre di A. :oops:
Altrimenti sarà la stessa finzione di campionato di quest'anno.

Avatar utente
esseapostrofo
Messaggi: 2552
Iscritto il: 28 lug 2004, 0:00
Località: Bo

Re: 92 93 e 94 insieme: troppa carne al fuoco

Messaggio da esseapostrofo » 1 mar 2010, 12:38

jentu ha scritto:Penultim'ora:
La farsa della Celtic Legue ha prodotto come risultato la permanenza della categorie da U20 ad U6 con le stesse regole di quest'anno.
Si spera nell'inserimento dell'obbigatorietà della U20 per le squadre di A. :oops:
Altrimenti sarà la stessa finzione di campionato di quest'anno.
Dove hai letto dell'ufficializzazione della attuale formula anche per l'anno prossimo?
Grazie
...non riuscirete mai a farmi dire cose serie.....neppure sotto tortura... http://www.bolognarugby1928.it

Avatar utente
Fabiomelo
Messaggi: 229
Iscritto il: 25 mag 2009, 9:59

Re: 92 93 e 94 insieme: troppa carne al fuoco

Messaggio da Fabiomelo » 1 mar 2010, 12:53

Lettera Bonaccorsi ai Presidenti

Spett.le Presidenti

Società Toscane

Loro Sede





Oggetto:Struttura Campionati 2010-2011.







Con la presente,

Vi comunico che in occasione della riunione dei presidenti di Comitato, tenutasi a Roma il 26 fabbraio scorso, il Presidente della CTF Franco Ascione ci ha comunicato,che visti il prolungarsi delle vicende dell’ingresso in Celtic League,che a cascata avrebbero riportato ripercussioni sulla struttura dei vari campionati nazionali e regionali,per la stagione agonistica 2010-11 le categorie giovanili rimarranno inalterate (U14,U16,U18,U20) e che gli eventuali cambiamenti saranno a partire dalla stagione 2011-12 e comunicati per tempo per consentire alle società una programmazione più ampia.Ho ritenuto mio dovere farVi tempestivamente questa comunicazione poiché la programmazione per la stagione prossima è un tema che le società stanno affrontando in questo periodo.A disposizione per qualsiasi ulteriore delucidazione Vi porgo i miei più cordiali saluti.





Riccardo Bonaccorsi

Presidente CRT






Sarà la Celtic, sarà che si sono accorti della c......a, ma va bene così
Fabiomelo

Messaggi: 63
Iscritto il: 25/05/2009, 8:59
Messaggio privato Top
--------------------------------------------------------------------------------


EPP

forzasette
Messaggi: 128
Iscritto il: 2 dic 2008, 14:07

Re: 92 93 e 94 insieme: troppa carne al fuoco

Messaggio da forzasette » 3 mar 2010, 8:53

Fabiomelo ha scritto:Lettera Bonaccorsi ai Presidenti
Spett.le Presidenti
Società Toscane
Loro Sede
Oggetto:Struttura Campionati 2010-2011.
Con la presente,
Vi comunico che in occasione della riunione dei presidenti di Comitato, tenutasi a Roma il 26 fabbraio scorso, il Presidente della CTF Franco Ascione ci ha comunicato,che visti il prolungarsi delle vicende dell’ingresso in Celtic League,che a cascata avrebbero riportato ripercussioni sulla struttura dei vari campionati nazionali e regionali,per la stagione agonistica 2010-11 le categorie giovanili rimarranno inalterate (U14,U16,U18,U20) e che gli eventuali cambiamenti saranno a partire dalla stagione 2011-12 e comunicati per tempo per consentire alle società una programmazione più ampia.Ho ritenuto mio dovere farVi tempestivamente questa comunicazione poiché la programmazione per la stagione prossima è un tema che le società stanno affrontando in questo periodo.A disposizione per qualsiasi ulteriore delucidazione Vi porgo i miei più cordiali saluti.
Riccardo Bonaccorsi
Presidente CRT
Eh si ...... sembra che abbiano preso questa decisione. Saranno contente le società con alti numeri di ragazzi un pò meno quelle con rose tirate.
Saranno contenti i medici.
Gli educatori/allenatori dovranno "rastrellare" altri ragazzi perchè sembra rimmarrà la scelta di minimo 15 giocatori in campo per iniziare la partita, e tutto sarà più equilibrato.
Speriamo che almeno mettano l'obbligo della U20 per le squadre di serie A, in certe zone, dove non si riescono a raggiungere i numeri, potrebbe servire da "collante" per più società e far giocare ad un buon livello 20/25 ragazzi che forse non sono ancora pronti per la serie maggiore.
Comunque l'attesa è ancora lunga novità, rivoluzioni e quello che sembra certo può ancora essere cambiato.

ERU
Messaggi: 236
Iscritto il: 8 set 2004, 0:00

Re: 92 93 e 94 insieme: troppa carne al fuoco

Messaggio da ERU » 3 mar 2010, 11:03

La scelta di non unificare i 92-93-94 sotto un'unica categoria va bene ...sopratutto per i 94 che magari fisicamente sono ancora acerbi rispetto ad un 92 .....il fattto di mettere minimo 15 giocatori in campo se no non si gioca è una CA......TA .......ma chi fa queste regole va sui campi la domenica ( e non intendo il Flaminio , o tirrenia , o treviso , oviadana ) ......questo significa far sparire molte squadre e magari anche società alla lunga ....non è detto che questo porti a far collaborare maggiormente le società di un territorio ..... ci sono già difficolta a fare gli allenamenti con chi abita a 4 km dal campo ..figurati se devi fare piu strada ......questo se verrà mantenuto sarà il definitivo colpo di grazia al nostro movimento ......io ho l'esempio della under 16 della mia società di quest'anno ...è partita con pochi ragazzi ..andando in campo per le prime partite in 13-14------ ora ha oltre 22 ragazzi e scende in campo sempre in 20-22 ...cosi come la under 14 .....con la regola proposta queste due nostre formazioni non avrebbero avuto la possibilità di crescere numericamente e proseguire il campionato ........ MA LA FEDERAZIONE NON DOVREBBE FAVORIRE ED INCENTIVARE LO SVILUPPO DEL RUGBY E DEI TESSERATI ...E NON SOFFOCARLO CON REGOLE SEMPRE PIU ASSURDE CHE COMPICANO SOLO LA VITA ALLE SOCIETà ..CHE NELL'ERA DEL " PROFESSIONISMO " ...IN ITALIA SONO ANCORA PER LA MAGGIOR PARTE DILETTANTISTICHE E FONDATE SUL VOLONTARIATO ...........questi sono pazzi e nn sanno neanche loro cosa stanno facendo !!!!

dirigente69
Messaggi: 684
Iscritto il: 2 feb 2010, 2:43
Località: l'isola che non c'è

Re: 92 93 e 94 insieme: troppa carne al fuoco

Messaggio da dirigente69 » 3 mar 2010, 11:12

ERU ha scritto:La scelta di non unificare i 92-93-94 sotto un'unica categoria va bene ...sopratutto per i 94 che magari fisicamente sono ancora acerbi rispetto ad un 92 .....il fattto di mettere minimo 15 giocatori in campo se no non si gioca è una CA......TA .......ma chi fa queste regole va sui campi la domenica ( e non intendo il Flaminio , o tirrenia , o treviso , oviadana ) ......questo significa far sparire molte squadre e magari anche società alla lunga ....non è detto che questo porti a far collaborare maggiormente le società di un territorio ..... ci sono già difficolta a fare gli allenamenti con chi abita a 4 km dal campo ..figurati se devi fare piu strada ......questo se verrà mantenuto sarà il definitivo colpo di grazia al nostro movimento ......io ho l'esempio della under 16 della mia società di quest'anno ...è partita con pochi ragazzi ..andando in campo per le prime partite in 13-14------ ora ha oltre 22 ragazzi e scende in campo sempre in 20-22 ...cosi come la under 14 .....con la regola proposta queste due nostre formazioni non avrebbero avuto la possibilità di crescere numericamente e proseguire il campionato ........ MA LA FEDERAZIONE NON DOVREBBE FAVORIRE ED INCENTIVARE LO SVILUPPO DEL RUGBY E DEI TESSERATI ...E NON SOFFOCARLO CON REGOLE SEMPRE PIU ASSURDE CHE COMPICANO SOLO LA VITA ALLE SOCIETà ..CHE NELL'ERA DEL " PROFESSIONISMO " ...IN ITALIA SONO ANCORA PER LA MAGGIOR PARTE DILETTANTISTICHE E FONDATE SUL VOLONTARIATO ...........questi sono pazzi e nn sanno neanche loro cosa stanno facendo !!!!
Fidati è un problema anche per Viadana, e poi se non sei in 15 non giochi, be allora finiti i campionati.

ERU
Messaggi: 236
Iscritto il: 8 set 2004, 0:00

Re: 92 93 e 94 insieme: troppa carne al fuoco

Messaggio da ERU » 3 mar 2010, 16:00

......bene questa tua affermazione ( Dirigente 69 ) avvalora ancora di piu la mia tesi che chi si occupa di organizzare e determinare dal punto di vista burocratico l'attività giovanile non SA NIENTE DI COME SIAMO MESSI IN GIRO PER L'ITALIA ...........non permettere ad una squadra che si trova con 14 ragazzi di non scendere in campo è un DELITTO ...oltre che un non senso ..... cosi dopo 3 domeniche che questo accade sei fuori dal campionato con la perdita anche di quei 14 ....che invece uno se lu puo far giocare ha la speranza di aumentarli , di movitarli a convincere amici o figli degli amici per allargare la rosa ....e di questo ne beneficerebbe tutto il movimento ...o no ??? ...mi sembra una cosa cosi ovvia e semplice che non riesco a capacitarmi di come si possano solo pensare certe cose ......questa regola è già stata adottata quest'anno nell'under 14 ....e vedo società che causa malanni di stagione , causa impegni familiari e chi piu ne ha piu ne metta si trovano in 14 al concentramento che per questo motivo non vale per l'obbligatorietà ..società che magari hanno 20 tesserati .........un limite è giusto fissarlo , ma non alzarlo come vorrebbero fare ..cosi si affossa il movimento non solo come tesserati ma anche come entusiasmo di chi opera realmente in tutte le società e si fa un MAZZO TANTO ...per madare avanti l'attività ...e poi arriva un PROFESSORE NAPOLETANO ...che dice da oggi è cosi ...senza valutare minimanete la realtà dei fatti e la ricaduta che un simile provvedimento averebbe sul movimento .....RICORDO AL PROFESSORE CHE DALL'ANNO SCORSO PER LA PRIMA VOLTA DOPO DIVERSI ANNI SI è ASSISTITO AD UN CALO DI TESSERATI IN TUTTI I COMITATI ...ALCUNI ADDIRITTURA SONO ARRIVATI AL 12% IN MENO ..DETTO DA DONDI AD UN'ASSEMBLEA ......... ATTENZIONE QUESTO NON è UN CAMPANELLO ..MA UNA CAMPANA D'ALLARME .....A BUON INTENDITORE ...

erbolario
Messaggi: 418
Iscritto il: 15 feb 2009, 18:38

Re: 92 93 e 94 insieme: troppa carne al fuoco

Messaggio da erbolario » 3 mar 2010, 17:52

ERU ha scritto:......bene questa tua affermazione ( Dirigente 69 ) avvalora ancora di piu la mia tesi che chi si occupa di organizzare e determinare dal punto di vista burocratico l'attività giovanile non SA NIENTE DI COME SIAMO MESSI IN GIRO PER L'ITALIA ...........non permettere ad una squadra che si trova con 14 ragazzi di non scendere in campo è un DELITTO ...oltre che un non senso ..... cosi dopo 3 domeniche che questo accade sei fuori dal campionato con la perdita anche di quei 14 ....che invece uno se lu puo far giocare ha la speranza di aumentarli , di movitarli a convincere amici o figli degli amici per allargare la rosa ....e di questo ne beneficerebbe tutto il movimento ...o no ??? ...mi sembra una cosa cosi ovvia e semplice che non riesco a capacitarmi di come si possano solo pensare certe cose ......questa regola è già stata adottata quest'anno nell'under 14 ....e vedo società che causa malanni di stagione , causa impegni familiari e chi piu ne ha piu ne metta si trovano in 14 al concentramento che per questo motivo non vale per l'obbligatorietà ..società che magari hanno 20 tesserati .........un limite è giusto fissarlo , ma non alzarlo come vorrebbero fare ..cosi si affossa il movimento non solo come tesserati ma anche come entusiasmo di chi opera realmente in tutte le società e si fa un MAZZO TANTO ...per madare avanti l'attività ...e poi arriva un PROFESSORE NAPOLETANO ...che dice da oggi è cosi ...senza valutare minimanete la realtà dei fatti e la ricaduta che un simile provvedimento averebbe sul movimento .....RICORDO AL PROFESSORE CHE DALL'ANNO SCORSO PER LA PRIMA VOLTA DOPO DIVERSI ANNI SI è ASSISTITO AD UN CALO DI TESSERATI IN TUTTI I COMITATI ...ALCUNI ADDIRITTURA SONO ARRIVATI AL 12% IN MENO ..DETTO DA DONDI AD UN'ASSEMBLEA ......... ATTENZIONE QUESTO NON è UN CAMPANELLO ..MA UNA CAMPANA D'ALLARME .....A BUONORE ...
Come non quotarti caro ERU, pensa solamente a quello che stanno facendo con la U/20 di Elite gruppo uno, dove hanno dato la possibilità alle squadre con piu' di due giocatori chiamati in nazionale di categoria, a rinviare le partite in calendario. Risultato un mare di partite da recuperare per l'assenza di tre giocatori (di più non mi pare che nessuna socetà ne abbia nella nazionale). Veramente scandaloso.

dirigente69
Messaggi: 684
Iscritto il: 2 feb 2010, 2:43
Località: l'isola che non c'è

Re: 92 93 e 94 insieme: troppa carne al fuoco

Messaggio da dirigente69 » 3 mar 2010, 19:28

ERU ha scritto:......bene questa tua affermazione ( Dirigente 69 ) avvalora ancora di piu la mia tesi che chi si occupa di organizzare e determinare dal punto di vista burocratico l'attività giovanile non SA NIENTE DI COME SIAMO MESSI IN GIRO PER L'ITALIA ...........non permettere ad una squadra che si trova con 14 ragazzi di non scendere in campo è un DELITTO ...oltre che un non senso ..... cosi dopo 3 domeniche che questo accade sei fuori dal campionato con la perdita anche di quei 14 ....che invece uno se lu puo far giocare ha la speranza di aumentarli , di movitarli a convincere amici o figli degli amici per allargare la rosa ....e di questo ne beneficerebbe tutto il movimento ...o no ??? ...mi sembra una cosa cosi ovvia e semplice che non riesco a capacitarmi di come si possano solo pensare certe cose ......questa regola è già stata adottata quest'anno nell'under 14 ....e vedo società che causa malanni di stagione , causa impegni familiari e chi piu ne ha piu ne metta si trovano in 14 al concentramento che per questo motivo non vale per l'obbligatorietà ..società che magari hanno 20 tesserati .........un limite è giusto fissarlo , ma non alzarlo come vorrebbero fare ..cosi si affossa il movimento non solo come tesserati ma anche come entusiasmo di chi opera realmente in tutte le società e si fa un MAZZO TANTO ...per madare avanti l'attività ...e poi arriva un PROFESSORE NAPOLETANO ...che dice da oggi è cosi ...senza valutare minimanete la realtà dei fatti e la ricaduta che un simile provvedimento averebbe sul movimento .....RICORDO AL PROFESSORE CHE DALL'ANNO SCORSO PER LA PRIMA VOLTA DOPO DIVERSI ANNI SI è ASSISTITO AD UN CALO DI TESSERATI IN TUTTI I COMITATI ...ALCUNI ADDIRITTURA SONO ARRIVATI AL 12% IN MENO ..DETTO DA DONDI AD UN'ASSEMBLEA ......... ATTENZIONE QUESTO NON è UN CAMPANELLO ..MA UNA CAMPANA D'ALLARME .....A BUON INTENDITORE ...
Caro Eru viadana a livello di prima squadra è una grande società, e anche a livello di giovanili, ma il reclutamento è un problema in una città così la chiamano di 18 mila anime e quindi devi pescare da paesini limitrofi, e organizzare pulmini per il trasporto è un problema,si dovrebbe inventare qualcosa o avere più incentivi dalla federazione, anche perchè come comitati regionali siamo messi maluccio. Ma noi questo sport lo amiamo e non molleremo mai.

ERU
Messaggi: 236
Iscritto il: 8 set 2004, 0:00

Re: 92 93 e 94 insieme: troppa carne al fuoco

Messaggio da ERU » 4 mar 2010, 9:46

SONO D'ACCORDO CON TE ...PENSA CHE IO LAVORO IN PAESE DI 5000 ABITANTI ...E ANCHE NOI ANDIAMO A PRENDERE I RAGAZZI CON I PULMINI NEI PAESI LIMITROFI E ANCHE OLTRE .......quello che secondo me non capisce la FIR è che se uno i bambini li ha li fa giocare .......se avesse 40 under 14 faccio due squadre .....se ne avessi 60 ne faccio tre .......mi sembra tanto ovvio , non ho mai visto nessuno chiudere il cancello ad un ragazzo che voleve avvicinarsi al nostro gioco ......per se si tenessero i limiti numerici piu bassi magari ci sarebbero piu squadre e tutti strada facendo durante l'anno avrebbero la possibilità di reclutarne altri ........ quest'anno la Under 14 come numero di impegni è un campionato paragonabile ad una serie B ----alla fine saranno 18 i concentramenti totali ......- quello che non si capisce è che L'ITALIA è LONTANA DAI PAESI PIU EVOLUTI RUGBYSTUCAMENTE NON PERCHE LA UNDER 14 GIOCA IN 13 O IN 15 , E LA UNDER 18 DEVE SCENDERE IN CAMPO CON ALMENO 15 GIOCATORI .....NOI SIAMO DISTANTI DA QUEI PAESI PERCHE LA BASE DEI PRATICANTI è PIU RUSTRETTA ...... TUTTO QUI ( OLTRE AD UN PROBLEMA CULTURALE CHE QUESTO GIOCO NON è NEL DNA DEGLI ITALIANI COME INVECE LO PUO ESSERE PER I FRANCESI O GLI INGLESI ) ....DA NOI CHECHE SE NE DICA SONO ANCORA POCHI I PRATICANTI .....quindi occorre attuare politiche che facilitino l'avvicinamento di piu giovani alla pratica del nostro sport , permettendo alle società che hanno sempre meno risorse economiche sopratutto le piu piccole di poter fare attività con regole piu semplici , meno oppressive , campionati con formule piu intelligenti che vadano incontro ( ma non com un TIR ) alle società , per lavorare con i piu giovani le società spesso devono far fronte anche a una serie di problematiche familiari dei ragazzi ..... che senso ha far giocare dei ragazzini di 13 anni il 15 dicemnbre dalle ore 18.00 alle ore 20.00 di sera con -4 -5 gradi su campi duri ...... questa è l'immagine che diamo del rugby ai nuovi adepti e alle loro famiglie , oppure presentarsi sul campo per giocare e non arriva l'arbitro , o meglio ancora viene rinviato un concrentramento perche non c'è disponibilità degli arbitri !?!?!??! .......... tanto per dirne alcune .....come vedi sono ben altri i problemi che fanno si che non arriveremo mai ad avvicinarci al livello degli altri se non con naturalizzati e oriundi vari ....il problemi dei pochi praticanti l'ha sollevato anche tempo fa BRUNELLO responsabile dell'accademia under 18 del triveneto .......il fatto è che se per selezionare un giocatore in un ruolo per una nazionale si deve scegliere fra 3 o 4 è una cosa ...se invece si puo scelgleire fra 10-12 è un 'altra ...o no ???? .....quindi queste regole che si apprestano ad applicare non risolveranno questi probelmi ...anzi li ingigantiranno !!! ....a mio modestissimo avviso ...
che ne dici dirigente 69 ??

dirigente69
Messaggi: 684
Iscritto il: 2 feb 2010, 2:43
Località: l'isola che non c'è

Re: 92 93 e 94 insieme: troppa carne al fuoco

Messaggio da dirigente69 » 4 mar 2010, 10:12

ERU ha scritto:SONO D'ACCORDO CON TE ...PENSA CHE IO LAVORO IN PAESE DI 5000 ABITANTI ...E ANCHE NOI ANDIAMO A PRENDERE I RAGAZZI CON I PULMINI NEI PAESI LIMITROFI E ANCHE OLTRE .......quello che secondo me non capisce la FIR è che se uno i bambini li ha li fa giocare .......se avesse 40 under 14 faccio due squadre .....se ne avessi 60 ne faccio tre .......mi sembra tanto ovvio , non ho mai visto nessuno chiudere il cancello ad un ragazzo che voleve avvicinarsi al nostro gioco ......per se si tenessero i limiti numerici piu bassi magari ci sarebbero piu squadre e tutti strada facendo durante l'anno avrebbero la possibilità di reclutarne altri ........ quest'anno la Under 14 come numero di impegni è un campionato paragonabile ad una serie B ----alla fine saranno 18 i concentramenti totali ......- quello che non si capisce è che L'ITALIA è LONTANA DAI PAESI PIU EVOLUTI RUGBYSTUCAMENTE NON PERCHE LA UNDER 14 GIOCA IN 13 O IN 15 , E LA UNDER 18 DEVE SCENDERE IN CAMPO CON ALMENO 15 GIOCATORI .....NOI SIAMO DISTANTI DA QUEI PAESI PERCHE LA BASE DEI PRATICANTI è PIU RUSTRETTA ...... TUTTO QUI ( OLTRE AD UN PROBLEMA CULTURALE CHE QUESTO GIOCO NON è NEL DNA DEGLI ITALIANI COME INVECE LO PUO ESSERE PER I FRANCESI O GLI INGLESI ) ....DA NOI CHECHE SE NE DICA SONO ANCORA POCHI I PRATICANTI .....quindi occorre attuare politiche che facilitino l'avvicinamento di piu giovani alla pratica del nostro sport , permettendo alle società che hanno sempre meno risorse economiche sopratutto le piu piccole di poter fare attività con regole piu semplici , meno oppressive , campionati con formule piu intelligenti che vadano incontro ( ma non com un TIR ) alle società , per lavorare con i piu giovani le società spesso devono far fronte anche a una serie di problematiche familiari dei ragazzi ..... che senso ha far giocare dei ragazzini di 13 anni il 15 dicemnbre dalle ore 18.00 alle ore 20.00 di sera con -4 -5 gradi su campi duri ...... questa è l'immagine che diamo del rugby ai nuovi adepti e alle loro famiglie , oppure presentarsi sul campo per giocare e non arriva l'arbitro , o meglio ancora viene rinviato un concrentramento perche non c'è disponibilità degli arbitri !?!?!??! .......... tanto per dirne alcune .....come vedi sono ben altri i problemi che fanno si che non arriveremo mai ad avvicinarci al livello degli altri se non con naturalizzati e oriundi vari ....il problemi dei pochi praticanti l'ha sollevato anche tempo fa BRUNELLO responsabile dell'accademia under 18 del triveneto .......il fatto è che se per selezionare un giocatore in un ruolo per una nazionale si deve scegliere fra 3 o 4 è una cosa ...se invece si puo scelgleire fra 10-12 è un 'altra ...o no ???? .....quindi queste regole che si apprestano ad applicare non risolveranno questi probelmi ...anzi li ingigantiranno !!! ....a mio modestissimo avviso ...
che ne dici dirigente 69 ??
Con mè sfondi una porta aperta già da parecchio tempo, ma purtroppo la nostra realta è questa e ci dobbiamo convivere volenti o dolenti.Ma ora come ora non vedo una possibilità di miglioramento siamo sempre noi che ci dobbiamo fare il c..o per amore di questo sport, e credimi noi ci mettiamo più tempo che risultati, anche il discorso scuole andrebbe affrontato insieme alla federazione forse si aprirebbero più porte. Poi come dici tu anche il fattore genitori è importante, facciamo vedere a loro che il nostro sport è alla pari degl'altri come strutture, organizzazione e visibilità. Noi fortunatamente a Viadana ora abbiamo anche una palestra dove i nostri ragazzi si possono allenare quando i campi non sono praticabili e per i genitori neofiti è un bel vedere. Ma purtroppo mi sa che con la celtic l'interesse per le giovanili calerà e noi ancora a farci un mazzo più grande. vabbè che ci vuoi Fare ERU... ( scusa la domanda sempre che tu possa o voglia rispondere, di dove sei?). Nuove regole vecchi problemi per le piccole realtà anzi problemi ancora più grandi, ma quando ai vertici andra una persona che ama veramente il nostro sport...... :wink:

ERU
Messaggi: 236
Iscritto il: 8 set 2004, 0:00

Re: 92 93 e 94 insieme: troppa carne al fuoco

Messaggio da ERU » 4 mar 2010, 10:50

...sono del GOSSOLENGO RUGBY ...un paese a 6 km da piacenza ......tra l'altro siete venuti da noi con l'under 14 ---complimenti gran bella sqaudretta !!!! ......

io non sarei cosi rassegnato sul fatto che dobbiamo subire le decisioni prese dall'alto ......ci vorrebbe piu dialogo e unità tra le società per far emergere problemi che come ho visto dalla nostra breve chiacchierata qui sul forum ..possono essere comuni anche a realta diverse come puo essere la tua rispetto la mia ( noi facciamo la serie C --e abbiamo U14-U16-U18 ...un miracolo per una realta come la nostra ..oltretutto con due società a piacenza con mezzi maggiori dei nostri ) ...del resto siamo noi il MOVIMENTO ...ed è anche giusto far sentire la nostra ....paradossalmente senza di noi non ci sarebbe piu la FIR ...... da un conteggio approssimativo il movimento italiano è composto per la maggior parte da realta tipo la mia ....poi ci sono quelle piu grandi , piu organizzate , con maggiore tradizione , con professionisti e budget importanti , strutture molto buone ecceccecc........ ma la FIR è composta per almeno 85% di realta amatorial - dilettantistiche ...che comunque in molti casi svolgono l'atttività in maniera egregia e professionale ,....pur non essendo professionisti .....!!!!

credimi si dovrebbero fare incontri , magari anche con il supporto del comitato regionale per ascoltare i problemi e fare proposte che poi devono essere vagliate da ROMA ( attenzione nn sto proponendo una loggia carbonara che punta alla rivoluzione ) ......ovviamente con il tramite del comitato che è la figura piu vicina sul territorio alle società ......e penso che si potrebbero trovare molti punti di convergenza e organizzare un'attività migliore unendo l'esigenza tecnica a quelle orgrnizzative - familiari ...creando un sistema che permetta piu facilmente di avvicinare gente al nostro sport !!!! ....deve essere questo uno dei principale obbiettivi di una federazione ...oltre alla cura delle nazionali , alla preparazione dei tecnici con i corsi ...eccecceccc.....che ne dici ???

Rispondi

Torna a “Campionati Femminile e Giovanili”