femminile

Risultati, Classifiche e Commenti sul campionato di Serie A Femminile e delle Giovanili Nazionali

Moderatore: Emy77

bellucci
Messaggi: 12
Iscritto il: 31 ago 2003, 0:00

Messaggio da bellucci » 14 set 2003, 18:41

Non lasciate morire il rugby femminile. chi lo pratica non lo fa sicuramente per rivendicare una parità fra i sessi, chi lo pratica non lo fa sicuramente per emulare il mondo maschile. Il femminismo è morto negli anni settanta, siamo obiettivi!
<BR>Chi lo pretica lo ama perchè ne conosce i valori fuori e dentro il campo: è una scuola di vita.
<BR>Se non fosse così quale sarebbe lo scopo che ci fa entrare in campo per difendere la maglia che indossiamo? Quale sarebbe lo scopo che ci fa allenare con qualsiasi tempo (pioggia. neve. ecc.)?
<BR>Noi non veniamo pagate, rimborsi spese? Mai.
<BR>Noi amiamo il rugby per l\'essenza che rappresenta.
<BR>Non fate morire questa realtà

yeti
Messaggi: 4197
Iscritto il: 1 apr 2003, 0:00
Località: Saarbruecken (Germania)

Messaggio da yeti » 15 set 2003, 8:12

Non conosco la situazione del rugby femminile in Italia (immagino che tu sia di sesso femminile.....Bellucci, non dirmi che ti chiami Monica di nome altrimenti svengo!). Comunque sembra che nonostante il nostro disfattismo italiano il rugby stia prendendo piede (almeno a quanto si dice sull\'articolo in francese postato da Fanarone). L\'unica cosa è che ci siano risposte strutturali adeguate per non scoraggiare i nuovi adepti. Speriamo in bene.
<BR>Un saluto.
<BR>
<BR>G.

bellucci
Messaggi: 12
Iscritto il: 31 ago 2003, 0:00

Messaggio da bellucci » 15 set 2003, 18:42

Malauguratamente non mi chiamo Monica quindi nessun svenimento!
<BR>Ti assicuro che qui in Italia già il rugby maschile è uno sport di nicchia figuriamoci quello femminile.
<BR>Quello che non riesco a mandar giù è che per quanti sforzi noi giocatrici di rugby femminile facciamo troviamo sempre porte chiuse.
<BR>Ti faccio un esempio, io provengo da una regione, il Veneto, che è tra le più numerose di giocatori tesserati. Solo nella città di Padova da cui provengo ci sono cinque società, orbene l\'anno scorso dopo che per tre anni di seguito la mia squadra era riuscita ad arrivare alla semifinale scudetto, la società ci ha dato il ben servito perchè doveva investire nella squadra maschile che milita in serie c.
<BR>Ci siamo trovate all\'inizio del campionato senza una società che ci accogliesse perchè oramai era troppo tardi: i budget erano già stati fatti. Morale della favola le giocatrici si sono sparpagliate in altre squadre chi è andata a giocare a Mira (Ve) chi a Treviso con non pochi sacrifici di tempo e danaro vista la distanza; chi invece a causa di motivi di studio non aveva i mezzi ha dovuto smettere.
<BR>Lo trovi giusto? E\' morta una realtà che forse credendoci un po\' di più a livello morale e crescendo a livello sportivo magari si portava a casa uno scudetto. Unica magra consolazione la squadra maschile nella quale tanto la società aveva investito cacciandoci non è riuscita a salire in B, ma ti assicuro è solo una magra consolazione.
<BR>Ora non con pochi sforzi siamo riuscite ad essere accettate in un\'altra squadra di Padova ma che fatica.
<BR>E tutto perchè? perchè si crede sempre che le giocatrici di rugby pratichino questo sport per emulare gli uomini o ancora peggio che siano alla caccia di uomini. Ti assicuro e assicuro a qualsiasi legga questo messaggio non è così.
<BR>Il rugby femminile non sarà bello. tecnico come quello maschile ma è anche questione di fisico. Ma la grinta che mettiamo in campo tante volte è superiore a quella che si vede nei giocari della Nazionale che bene o male vengono pagati non come i calciatori ben inteso ma vengono pagati.
<BR>Io non rivendico premi in danaro o cose del genere solo che ci venga ricosciuto un piccolo spazio perchè anche noi amiamo questo sport che abbiamo conosciuto nei suoi valori più profondi.
<BR>Quando scendo in campo è adrenalina pura, le mie compagnie di squadra sono parte di me per ottenere la tanta agognata meta.
<BR>Non mi spaventano gli allenamenti sotto la pioggia o sotto zero se c\'è bisogno resto in campo fino alle dieci di sera per provare e riprovare una giocata che non riesce, magari non riusciremo mai a farla in partita ma intanto la giocata la so.
<BR>Questo è lo spirito del rugby non solo botte e birre al terzo tempo.
<BR>Non lasciate morire la realtà del rugby femminile sarebbe un peccato!

azzurra
Messaggi: 16
Iscritto il: 15 set 2003, 0:00

Messaggio da azzurra » 15 set 2003, 20:35

Hai proprio ragione. Sono stata capitana di U13, quindi mista. Abbiam vinto trofei e campionati. Ma adesso il regolamento dice che debbo giocare solo con le ragazze. Bene. Ma dove sono le squadre? Quali società investono una pur piccola parte su di noi? Io con i miei genitori stiamo cercando di far qualcosa con la neo costituita squadra di serie A del Monza. Dobbiamo organizzare la U 16. Bisogna farcela con le nostre forze. Forza ragazze di Milano e Lombardia possiamo farcela. Volendo si superano i problemi di trasporti e logistici. Rimbocchiamoci le maniche. Siamo piccole ma se amiamo il rugby abbiamo forza e carattere. Cosa chiediamo a genitori e dirigenti di società e federali: non ostacolateci. AIUTATECI. E soprattutto facciamoci avanti. A presto.

bellucci
Messaggi: 12
Iscritto il: 31 ago 2003, 0:00

Messaggio da bellucci » 18 set 2003, 19:31

Brava azzurra è così che si può andare avanti.
<BR>conosco la realtà del Monza perchè per due anni alcune giocatrici (Samantha, Silvia, ecc) hanno giocato con me a PD.
<BR>Figurati che l\'allenamento con la squadra completa dovevamo farlo il sabato prima della partita oppure le domeniche quando non si giocava. QUANTI MASCHIETTI L\'AVREBBERO FATTO?
<BR>Eppure per tre anni di seguito abbiamo raggiunto la semifinale scudetto.
<BR>Ciò dimostra lo spirito e la voglia di vincere che avevamo
<BR>il sacrificio è stato ripagato
<BR>Peccato che poi il Roccia Rubano Rugby ci abbia dato il ben servito perchè la squadra maschile doveva andare in serie B e non c\'era più posto per noi.
<BR>Che delusione e rabbia

azzurra
Messaggi: 16
Iscritto il: 15 set 2003, 0:00

Messaggio da azzurra » 19 set 2003, 11:35

Loro son il fulcro del Monza, con il papà della Silvia che allena. Te le saluto domenica che andiamo ad Alpignano (TO) per un concentramento amichevole. Ci saranno le Vichinghe di Aosta, il Biella, il Monza. Chi non è troppo lontano, venga a dare un occhiata e si faccia sotto. Ciao a tutti.

bellucci
Messaggi: 12
Iscritto il: 31 ago 2003, 0:00

Messaggio da bellucci » 19 set 2003, 18:11

mi raccomando azzurra dovete vincere?

cecy
Messaggi: 6
Iscritto il: 12 nov 2003, 0:00
Località: Frascati(rm)
Contatta:

Messaggio da cecy » 16 mar 2004, 19:37

avete ragione al fatto che la femminile è trascurata e di molto anche... la maschile è sempre in primo piano!!!! nella mia squadra ci sono io e due mie cugine di cui una è stata in nazionale U16 molti anni fa el\'altra è stata in nuova zelanda per un college sul rugby e dove è stata fidanzata 2 anni con jerry collins, mio zio è stato in nazionale in prima squadra ora gioca con gli old e mio cugino ha giocato nelle nazionali giovanili e ha giocato con il frascati! insomma tutto di famiglia! mio zio è pure famoso perchè è quello che gli hanno morso l\'orecchio in campo... ne hanno parlato tutti i giornali dell\'epoca!! ed ora che mi sono presentate vi dico \"più spazio al rugby femminile!!!!!\"
<BR>cecilia (as frascati rugby)

azzurra
Messaggi: 16
Iscritto il: 15 set 2003, 0:00

Messaggio da azzurra » 16 mar 2004, 19:47

Ciao cecy. Conosco qualcuna del Frascati- Villa Pamphili e le trovo mitiche loro e tutto il rugby femminile. Da settembre tanto è successo ma non demordo e combatto molto nel fango, come tutte. Cambierà anche grazie a noi. Volevo chiederti qualche informazione in più sul college in nuova zelanda: era con il rugby? Anche femminile? Quando ed esiste ancora? Qualcuno sa se ne esistono anche in Europa, soprattutto in Francia o Irlanda-Inghilterra? Grazie e abbracci

pam
Messaggi: 1716
Iscritto il: 6 mag 2003, 0:00

Messaggio da pam » 17 mar 2004, 18:21

Scusatemi, mi sento un intruso, ma in dovere di dire una cosa breve breve. Ho letto questo forum per pura curiosità, supponendo di non trovarve nulla di interessante, invece mi sono di granlunga sbagliato.
<BR>Lo so che non serve a nulla quel che Vi scrivo, però devo dirVi che mi avete colpito e che Vi faccio tutti i migliori auguri di coronare con successo le Vs. idee...inoltre prometto di andare ad assistere alla prima partita di rugby femminile che mi capiterà a tiro, lo giuro!
<BR>In bocca al lupo
<BR>pam
RADICITUS NUX VICTORIA CONSTANTER.

azzurra
Messaggi: 16
Iscritto il: 15 set 2003, 0:00

Messaggio da azzurra » 17 mar 2004, 20:58

Ciao, hai una buona occasione. Domenica 21 marzo 2004 allo stadio rugby di Piacenza (di fianco allo stadio del calcio): ore 11.30 Piacenza- Treviso U15; ore 12.30 Lupe Piacenza- Red Panthers Treviso Seniores. Vai a vederle, è bello. Anzi facci sapere le tue impressioni.

pam
Messaggi: 1716
Iscritto il: 6 mag 2003, 0:00

Messaggio da pam » 18 mar 2004, 11:07

Tesoro di un\'Azzurra, perdonami il tono paterno dovuto all\'età, ma che orari sono? Già devo litigare con mia moglie quando ci giocano i ns. figli a quell\'ora...se le dico che devo andare a Piacenza...Ho capito Tu vuoi che io sia fisicamente soppresso, ma chi Ti manda Yeti?
<BR>A parte gli scherzi, ci provo, semmai mettendo insieme un pranzo alla Palta di Castelsangiovanni...non si sa mai che il mio capo (moglie) si impietosisca...
<BR>Che Tu sappia il Piacenza calcio gioca in casa, perchè se è così è un casino!
<BR>spérem...
<BR>ancora in bocca al lupo
<BR>pam
RADICITUS NUX VICTORIA CONSTANTER.

azzurra
Messaggi: 16
Iscritto il: 15 set 2003, 0:00

Messaggio da azzurra » 18 mar 2004, 13:12

Gioca in casa

azzurra
Messaggi: 16
Iscritto il: 15 set 2003, 0:00

Messaggio da azzurra » 18 mar 2004, 13:17

Scusami ma non avevo capito che ti riferivi al calcio (per me non esiste). Non so se il calcio gioca in casa.

pam
Messaggi: 1716
Iscritto il: 6 mag 2003, 0:00

Messaggio da pam » 18 mar 2004, 14:25

Dear, se il Piacenza calcio gioca in casa, tutto l\'accesso all\'antistadio è transennato, impossibile parcheggiare per kilometri, cellulari (non i telefonini) della Pula a destra e a manca che sbarrano il passaggio...e parlo per esperienza diretta, sia col figlio che ha giocato a rugby che dell\'altro (calciofilo) che ha già giocato sul terreno del Garilli...
<BR>ma vedremo e speriamo bene
<BR>pam
<BR>
RADICITUS NUX VICTORIA CONSTANTER.

Rispondi

Torna a “Campionati Femminile e Giovanili”