andrea marcato

Discussioni sulla FIR e sulle Nazionali, maggiore e giovanili

Moderatore: Emy77

Mad Max
Messaggi: 910
Iscritto il: 12 lug 2011, 11:01
Località: Milano

Re: andrea marcato

Messaggio da Mad Max » 27 feb 2012, 11:34

Marcato = Bocchino: tanto bravi e talentuosi... ma alla prova dei fatti non placcano quando devono e un rugbysta, chiunque sia, che non placca NON è un rugbista, non reggono la tensione che si respira in un incontro internazionale, infatti riescono a fare qualcosina in quello che è in a paragone soltanto un campionato minore (Eccellenza Italiana). Sono ottimi giocatori, ma da Eccellenza, nulla di più... Questo è quello che penso
"f*** russians", said the English Fly-half just after being neck-tackled by the russian flanker

calep61
Messaggi: 1560
Iscritto il: 27 ott 2011, 11:51

Re: andrea marcato

Messaggio da calep61 » 27 feb 2012, 12:08

Tallonatore80 ha scritto:Oggi contro mogliano, quando la partita si è incattivita, è sparito.
ha preso 2/3 colpi di una certa durezza è vero, ma è sparito.
Sembra quasi che abbia paura del contatto. Sembra che se i colpi si fanno duri tenda a nascondersi e disfarsi della palla...

Potrebbe essere un limite...
Non è sparito, si è infortunato dopo l'ennesima legnata presa da un Mogliano, a detta di tutti, e che, per il gioco espresso, ha finito anche in 13 (!?), si è caraterizzato da un eccesso di foga agonistica spesso sfociato in continui falli di gioco, anche antisportivi, che proprio sulla mediana ha concentrato le proprie attenzioni per cercare di spegnere il gioco dei lombardi.
Comunque ha ben contribuito alla vittoria del Calvisano, la terza in una settimana, è, cosa ancor più importante per un calciatore, finalizzato egregiamente dalla piazzola, quello che continua a mancarci in nazionale; però possiamo continuare a dire che è un giocatore di eccellenza, se fa piacere.
Non capisco, poi, questo storia di non placare, ma che O'Gara è forse un mostro nei placaggi, ma l'Irlanda, pur di averlo in partita, contro l'Italia l'ha fatto entrare anche non da apertura! Il 10 non ha nel placaggio il centro del suo scopo, ma forse a qualcuno è troppo difficile capire queste distinzion e pensa che abbattere l'uomo sia l'unico scopo del rugby :|
È proprio vero che la maggior parte dei mali che capitano all'uomo sono cagionati dall'uomo.
Plinio il Vecchio
Non essendosi potuto fare in modo che quel che è giusto fosse forte, si è fatto in modo che quel che è forte fosse giusto.
Blaise Pascal
Nulla infonde più coraggio al pauroso della paura altrui.
Umberto Eco

Elessar77
Messaggi: 95
Iscritto il: 12 feb 2007, 14:34

Re: andrea marcato

Messaggio da Elessar77 » 27 feb 2012, 12:27

Mad Max ha scritto:Marcato = Bocchino: tanto bravi e talentuosi... ma alla prova dei fatti non placcano quando devono e un rugbysta, chiunque sia, che non placca NON è un rugbista, non reggono la tensione che si respira in un incontro internazionale, infatti riescono a fare qualcosina in quello che è in a paragone soltanto un campionato minore (Eccellenza Italiana). Sono ottimi giocatori, ma da Eccellenza, nulla di più... Questo è quello che penso
Il tuo pensiero mi sembra molto ingeneroso nei confronti di tutti e due:
- "non reggono la tensione che si respira in un incontro internazionale": evidentemente ti sei dimenticato che le uniche vittorie di prestigio di Mallet prima della Francia sono state ottenute da grazie alla freddezza di Marcato che ha realizzato un drop e una trasformazione angolata all'ultimo secondo. E' stato l'unico piazzatore affidabile post-Dominguez.
- il mito di Marcato che non ha coraggio in difesa è nato dopo la partita contro l'Inghilterra in cui Marcato è stato costretto ad afferrare gli uccelli svolazzanti lanciati da Mauro numero 9. In quell'occasione Marcato fu messo nel mirino dalle terze inglese e subì l'impatto fisico non concedendo però nemmeno un turnover (vatti a rivedere la partita). Vorrei vedere chi tra Burton e Orquera avrebbe resisistito. Marcato fu costretto a saltare la partita successiva per una botta in testa che non c'entra nulla con scarsa attitutidine al placcaggio;
- Bocchino ha fatto il capro espiatorio al Mondiale. Prima meta subita: da questo ragazzo si pretendeva un placcaggio a ribaltare su Bowe (20 cm e 20kg di più) lanciato in velocità per 20 metri? Oppure magari si poteva difendere più alti invece di aspettare gli avversari? Seconda meta: D'Arcy asfalta Bocchino. Ok si è fatto asfaltare da un primo centro con 12 anni di rugby internazionale alle spalle, sarebbe dovuto andare più basso, ma la nostra difesa arretrava sempre di più era solo questione di tempo e sarebbe arrivato un altro buco al centro. La verità è che la tattica difensiva al mondiale è stata semplicemente suicida.

Questi ragazzi non sono due fenomeni e neanche paragonabili alla peggiore apertura di qualunque campionato professionistico europeo ma, specialmente il primo, ha dimostrato di non essere affatto inferiore a Orquera e Burton (che in difesa fa veramente pietà) ed è anche di qualche hanno più giovane. Cercate di avere rispetto per due ragazzi che s'impegnano sempre al massimo.

calep61
Messaggi: 1560
Iscritto il: 27 ott 2011, 11:51

Re: andrea marcato

Messaggio da calep61 » 27 feb 2012, 12:40

Elessar77 ha scritto:
Mad Max ha scritto:Marcato = Bocchino: tanto bravi e talentuosi... ma alla prova dei fatti non placcano quando devono e un rugbysta, chiunque sia, che non placca NON è un rugbista, non reggono la tensione che si respira in un incontro internazionale, infatti riescono a fare qualcosina in quello che è in a paragone soltanto un campionato minore (Eccellenza Italiana). Sono ottimi giocatori, ma da Eccellenza, nulla di più... Questo è quello che penso
Il tuo pensiero mi sembra molto ingeneroso nei confronti di tutti e due:
- "non reggono la tensione che si respira in un incontro internazionale": evidentemente ti sei dimenticato che le uniche vittorie di prestigio di Mallet prima della Francia sono state ottenute da grazie alla freddezza di Marcato che ha realizzato un drop e una trasformazione angolata all'ultimo secondo. E' stato l'unico piazzatore affidabile post-Dominguez.
- il mito di Marcato che non ha coraggio in difesa è nato dopo la partita contro l'Inghilterra in cui Marcato è stato costretto ad afferrare gli uccelli svolazzanti lanciati da Mauro numero 9. In quell'occasione Marcato fu messo nel mirino dalle terze inglese e subì l'impatto fisico non concedendo però nemmeno un turnover (vatti a rivedere la partita). Vorrei vedere chi tra Burton e Orquera avrebbe resisistito. Marcato fu costretto a saltare la partita successiva per una botta in testa che non c'entra nulla con scarsa attitutidine al placcaggio;
- Bocchino ha fatto il capro espiatorio al Mondiale. Prima meta subita: da questo ragazzo si pretendeva un placcaggio a ribaltare su Bowe (20 cm e 20kg di più) lanciato in velocità per 20 metri? Oppure magari si poteva difendere più alti invece di aspettare gli avversari? Seconda meta: D'Arcy asfalta Bocchino. Ok si è fatto asfaltare da un primo centro con 12 anni di rugby internazionale alle spalle, sarebbe dovuto andare più basso, ma la nostra difesa arretrava sempre di più era solo questione di tempo e sarebbe arrivato un altro buco al centro. La verità è che la tattica difensiva al mondiale è stata semplicemente suicida.

Questi ragazzi non sono due fenomeni e neanche paragonabili alla peggiore apertura di qualunque campionato professionistico europeo ma, specialmente il primo, ha dimostrato di non essere affatto inferiore a Orquera e Burton (che in difesa fa veramente pietà) ed è anche di qualche hanno più giovane. Cercate di avere rispetto per due ragazzi che s'impegnano sempre al massimo.
a volte il mio eccessivo uso delle parole non riesce ad essere così convincente come questo pensiero, semplice pur nell'accuratezza della sua costruzione storica; chapò Elessar77
:P
È proprio vero che la maggior parte dei mali che capitano all'uomo sono cagionati dall'uomo.
Plinio il Vecchio
Non essendosi potuto fare in modo che quel che è giusto fosse forte, si è fatto in modo che quel che è forte fosse giusto.
Blaise Pascal
Nulla infonde più coraggio al pauroso della paura altrui.
Umberto Eco

billevans
Messaggi: 69
Iscritto il: 11 mag 2011, 16:36

Re: andrea marcato

Messaggio da billevans » 27 feb 2012, 13:22

Mad Max ha scritto:Marcato = Bocchino: tanto bravi e talentuosi... ma alla prova dei fatti non placcano quando devono e un rugbysta, chiunque sia, che non placca NON è un rugbista, non reggono la tensione che si respira in un incontro internazionale, infatti riescono a fare qualcosina in quello che è in a paragone soltanto un campionato minore (Eccellenza Italiana). Sono ottimi giocatori, ma da Eccellenza, nulla di più... Questo è quello che penso
Senza arrivare a M. Steyn, il cui ultimo placcaggio risale ad un concentramento u12 ma l'ha sbagliato, non mi sembra che Trin Duch, Skrela, lo stesso Flood siano gran placcatori; certo non si spostano e ci provano, ma ci prova anche Marcato (con alterne fortune...); direi che il placcaggio non è il focus principale di un 10.

F.to Un-altro-lettore-di-Bukowsky

Mad Max
Messaggi: 910
Iscritto il: 12 lug 2011, 11:01
Località: Milano

Re: andrea marcato

Messaggio da Mad Max » 27 feb 2012, 13:25

Elessar77 ha scritto:
Mad Max ha scritto:Marcato = Bocchino: tanto bravi e talentuosi... ma alla prova dei fatti non placcano quando devono e un rugbysta, chiunque sia, che non placca NON è un rugbista, non reggono la tensione che si respira in un incontro internazionale, infatti riescono a fare qualcosina in quello che è in a paragone soltanto un campionato minore (Eccellenza Italiana). Sono ottimi giocatori, ma da Eccellenza, nulla di più... Questo è quello che penso
Il tuo pensiero mi sembra molto ingeneroso nei confronti di tutti e due:
- "non reggono la tensione che si respira in un incontro internazionale": evidentemente ti sei dimenticato che le uniche vittorie di prestigio di Mallet prima della Francia sono state ottenute da grazie alla freddezza di Marcato che ha realizzato un drop e una trasformazione angolata all'ultimo secondo. E' stato l'unico piazzatore affidabile post-Dominguez.
- il mito di Marcato che non ha coraggio in difesa è nato dopo la partita contro l'Inghilterra in cui Marcato è stato costretto ad afferrare gli uccelli svolazzanti lanciati da Mauro numero 9. In quell'occasione Marcato fu messo nel mirino dalle terze inglese e subì l'impatto fisico non concedendo però nemmeno un turnover (vatti a rivedere la partita). Vorrei vedere chi tra Burton e Orquera avrebbe resisistito. Marcato fu costretto a saltare la partita successiva per una botta in testa che non c'entra nulla con scarsa attitutidine al placcaggio;
- Bocchino ha fatto il capro espiatorio al Mondiale. Prima meta subita: da questo ragazzo si pretendeva un placcaggio a ribaltare su Bowe (20 cm e 20kg di più) lanciato in velocità per 20 metri? Oppure magari si poteva difendere più alti invece di aspettare gli avversari? Seconda meta: D'Arcy asfalta Bocchino. Ok si è fatto asfaltare da un primo centro con 12 anni di rugby internazionale alle spalle, sarebbe dovuto andare più basso, ma la nostra difesa arretrava sempre di più era solo questione di tempo e sarebbe arrivato un altro buco al centro. La verità è che la tattica difensiva al mondiale è stata semplicemente suicida.

Questi ragazzi non sono due fenomeni e neanche paragonabili alla peggiore apertura di qualunque campionato professionistico europeo ma, specialmente il primo, ha dimostrato di non essere affatto inferiore a Orquera e Burton (che in difesa fa veramente pietà) ed è anche di qualche hanno più giovane. Cercate di avere rispetto per due ragazzi che s'impegnano sempre al massimo.

quello che determina la grandezza o no di un giocatore è la mentalità: c'è gente che anche a vent'anni l'ha e c'è chi non la acquisisce mai o troppo tardi... questo secondo è il loro problema non riescono ad essere competitivi quando c'è da tirare la carretta ma soltanto quando gli altri permettono loro di "giocare"; questo non vuol dire che non capisca il loro impegno, ma purtroppo questo basta fino ad un certo punto...
"f*** russians", said the English Fly-half just after being neck-tackled by the russian flanker

Tallonatore80
Messaggi: 5063
Iscritto il: 29 mar 2011, 1:43
Località: Downunder

Re: andrea marcato

Messaggio da Tallonatore80 » 27 feb 2012, 14:08

calep61 ha scritto:
Tallonatore80 ha scritto:Oggi contro mogliano, quando la partita si è incattivita, è sparito.
ha preso 2/3 colpi di una certa durezza è vero, ma è sparito.
Sembra quasi che abbia paura del contatto. Sembra che se i colpi si fanno duri tenda a nascondersi e disfarsi della palla...

Potrebbe essere un limite...
Non è sparito, si è infortunato dopo l'ennesima legnata presa da un Mogliano, a detta di tutti, e che, per il gioco espresso, ha finito anche in 13 (!?), si è caraterizzato da un eccesso di foga agonistica spesso sfociato in continui falli di gioco, anche antisportivi, che proprio sulla mediana ha concentrato le proprie attenzioni per cercare di spegnere il gioco dei lombardi.
Comunque ha ben contribuito alla vittoria del Calvisano, la terza in una settimana, è, cosa ancor più importante per un calciatore, finalizzato egregiamente dalla piazzola, quello che continua a mancarci in nazionale; però possiamo continuare a dire che è un giocatore di eccellenza, se fa piacere.
Non capisco, poi, questo storia di non placare, ma che O'Gara è forse un mostro nei placaggi, ma l'Irlanda, pur di averlo in partita, contro l'Italia l'ha fatto entrare anche non da apertura! Il 10 non ha nel placaggio il centro del suo scopo, ma forse a qualcuno è troppo difficile capire queste distinzion e pensa che abbattere l'uomo sia l'unico scopo del rugby :|

Calep perdonami ma contro il mogliano non si puo' dire che marcato abbia piazzato egregiamente. Ha lasciato sul campo 3 calci che urlano vendetta al cospetto di Dio, da posizione di sicuro non durissima.
Hagiocato buoni pallone e come ho detto è stato pesantemente bersagliato dalle seconde linee del mogliano e non solo.
A me marcato non dispiace, è elegante e preciso con la palla in mano, ma ripeto, è solo una mia sensazione, se lo bersagliano si spegne. e ripeto, questo potrebbe essere un limite in uno sport dove il contatto non manca.
"Il rugby e` l`assoluto ordine nell`apparente disordine."
Sandro Cepparulo

Elessar77
Messaggi: 95
Iscritto il: 12 feb 2007, 14:34

Re: andrea marcato

Messaggio da Elessar77 » 27 feb 2012, 14:19

calep61 ha scritto:a volte il mio eccessivo uso delle parole non riesce ad essere così convincente come questo pensiero, semplice pur nell'accuratezza della sua costruzione storica; chapò Elessar77
:P
Grazie dello chapeaux, ma il punto è molto semplice, i paragoni bisogna farli tra giocatori confrontabili. Marcato non placca, esce dal gioco, ecc. Ok, può essere vero, ma le alternative sono giocatori over 30 come Burton e Orquera, non Carter e Wilkinson...

calep61
Messaggi: 1560
Iscritto il: 27 ott 2011, 11:51

Re: andrea marcato

Messaggio da calep61 » 27 feb 2012, 15:48

Tallonatore80 ha scritto:Calep perdonami ma contro il mogliano non si puo' dire che marcato abbia piazzato egregiamente. Ha lasciato sul campo 3 calci che urlano vendetta al cospetto di Dio, da posizione di sicuro non durissima.
Hagiocato buoni pallone e come ho detto è stato pesantemente bersagliato dalle seconde linee del mogliano e non solo.
A me marcato non dispiace, è elegante e preciso con la palla in mano, ma ripeto, è solo una mia sensazione, se lo bersagliano si spegne. e ripeto, questo potrebbe essere un limite in uno sport dove il contatto non manca.
Intanto, se consideriamo la totalità dei calci realizzati rispetto a quelli tentati siamo a ben oltre il 50% con un drop tra i pali, certo non una percentuale delle migliori rispetto a quanto Marcato può fare (non tutte le ciambelle riescono con i buchi, e non tutte le giornate vedono il sole), ma il 50% alla nostra nazionale contro l'Inghilterra e l'Irlanda sarebbe bastato (Botes, contro l'Inghilterra ha fatto un 0 su 4, tra l'altro, sbagliando anche quando eravamo in vantaggio!). Per il resto è uno sportivo che per i lunghi infortuni sofferti ha già pagato tanto, perdendo più di un'occasione, se sia reticente rispetto agli scontri fisici non lo so, ma ci starebbe pure una sua maggiore attenzione per evitare di rimanere ancora fuori dalla competizione lunghi periodi; in fondo domenica, dopo aver subito l'infortunio, ha cercato di tenere, poi, ha preferito non rischiare oltre e se questo coincida con reticenza allo scontro o meno non lo so, ma potrebbe anche essere, invece, un atteggiamento professionale di chi non vuole rischiare inutilmente uno stop per fare ancora un paio di placaggi! Comunque il tema rimane sempre il medesimo, quali sarebbero le alternative attuali di maggiore qualità della nostra nazionale? O si prova un giovane, comunque vada sarà un investimento, oppure si punta ad un inserimento di un'apertura più performante nell'immediato in attesa di far maturare altre opzione e, in questa seconda ipotesi, non vedo perchè non testare anche un Marcato che performa come sta performando in eccellenza ora?
È proprio vero che la maggior parte dei mali che capitano all'uomo sono cagionati dall'uomo.
Plinio il Vecchio
Non essendosi potuto fare in modo che quel che è giusto fosse forte, si è fatto in modo che quel che è forte fosse giusto.
Blaise Pascal
Nulla infonde più coraggio al pauroso della paura altrui.
Umberto Eco

stalker
Messaggi: 589
Iscritto il: 9 mag 2007, 21:47

Re: andrea marcato

Messaggio da stalker » 27 feb 2012, 21:39

Premetto che non ho nulla contro Marcato, anzi sono contento se ha ritrovato una sua dimensione e continuità ad un buon livello. Purtroppo nel mio immaginario, più che le alterne fortune in nazionale, pesano i tanti anni passati a Treviso come l'eterna promessa. Un'attesa mai sfociata in nulla di concreto, per finire nel dimenticatoio. Sicuramente è stato sfortunato. Probabilmente non è riuscito a create attorno a sé quella stima che è fondamentale per un MA. Un ritorno in Nazionale? Mai dire mai, ma se ci fosse quest'idea in FIR allora dovrebbero prima farlo rientrare nel giro della Celtic. Magari un test estivo, ma adesso non mi sembra possa avere molto senso.

Burbero
Messaggi: 258
Iscritto il: 14 giu 2007, 14:36
Località: Genova - Milano

Re: andrea marcato

Messaggio da Burbero » 2 mar 2012, 13:14

“Ci siamo come sempre confrontati con lo staff della Nazionale maggiore - spiega il tecnico dell'Emergenti Gianluca Guidi - per identificare quei giocatori che stanno facendo bene in campionato e, come nel caso di Marcato, possono continuare a gravitare nel giro azzurro (...)”
http://rugby1823.blogosfere.it/2012/03/ ... denti.html

mi pare strano che nessuno ne abbia ancora fatto cenno in questa discussione. non si tratta della maggiore ma, per estimatori e non, è comunque una buona occasione di vederlo alla prova internazionale dopo un bel po'. Ovviamente dando per scontato che scenderà in campo.

zorrykid
Messaggi: 3946
Iscritto il: 10 nov 2004, 0:00
Località: mestre

Re: andrea marcato

Messaggio da zorrykid » 2 mar 2012, 13:36

Ma non sarebbe meglio che la Fir dica chiaramente: solo i tecnici federali capiscono il rugby, tutto il resto sono quattro zucche vuote!!!!
Se Marcato non è competitivo in Pro, e le due franchige lo lasciano andare a giocare in Eccellenza, come può essere valido in Nazionale che si trova ad un livello superiore rispetto a Pro ed Henicken? Replica del discorso dei mediani che giocano in Benetton Botes-Burton con l'invenzione del 6 Nazioni Gori-Botes.. :?
Immagine Vado bene per Rialto?

calep61
Messaggi: 1560
Iscritto il: 27 ott 2011, 11:51

Re: andrea marcato

Messaggio da calep61 » 2 mar 2012, 15:02

Burbero ha scritto:“Ci siamo come sempre confrontati con lo staff della Nazionale maggiore - spiega il tecnico dell'Emergenti Gianluca Guidi - per identificare quei giocatori che stanno facendo bene in campionato e, come nel caso di Marcato, possono continuare a gravitare nel giro azzurro (...)”
http://rugby1823.blogosfere.it/2012/03/ ... denti.html

mi pare strano che nessuno ne abbia ancora fatto cenno in questa discussione. non si tratta della maggiore ma, per estimatori e non, è comunque una buona occasione di vederlo alla prova internazionale dopo un bel po'. Ovviamente dando per scontato che scenderà in campo.
Personalmente, non mi ero ancora espresso in quanto, sull'opportunità di testare le capacità di performare in azzurro da parte di Marcato, ma anche da parte di Bocchino, perchè no (anche se non risolveremmo il contestuale problema dei piazzati in nazionale maggiore :? ), mi ero già espresso abbastanza e la loro convocazione nella nazionale emergenti è un giusto riconoscimento per quanto hanno dimostrato quest'anno in Eccellenza. La nazionale emergenti ha, proprio, il prioritario scopo di offrire opportunità, palcoscenici competitivi, ai giocatori dell'Eccellenza tenuto conto che, la prima squadra azzurra si rivolga, prevalentemente, ai giocatori di PRO12 o considerati di pari livello (Morisi gioca ancora in Eccellenza, mentre Esposito addirittura in A1), piuttosto che impegnati all'estero. La prossima sfida con il team inglese universitario (?!) potrebbe essere un buon test se venissero convocati nella formazione dei titolari. Un in bocca al lupo a loro, come a tutti gli altri convocati.
È proprio vero che la maggior parte dei mali che capitano all'uomo sono cagionati dall'uomo.
Plinio il Vecchio
Non essendosi potuto fare in modo che quel che è giusto fosse forte, si è fatto in modo che quel che è forte fosse giusto.
Blaise Pascal
Nulla infonde più coraggio al pauroso della paura altrui.
Umberto Eco

Avatar utente
giuseppone64
Messaggi: 9903
Iscritto il: 13 dic 2011, 14:29
Località: roma

Re: andrea marcato

Messaggio da giuseppone64 » 4 mar 2012, 11:17

incredibile ma vero nuovamente infortunato. spero per lui di aver capito male.nel caso auguri.
Scusa tesoro se sono stato un po' brusco stamani. Papà non sei stato un po' brusco, sei stato un barbaro...
mio figlio 17 anni
Amore sbrigati che facciamo tardi a scuola! Mi sbrigo solo se mi ripeti che sono la più bella del mondo.
mia figlia 6 anni
MA CHE ORA E'?
mia moglie
Molti amici molto onore
Io

Leonida Campioni
Messaggi: 52
Iscritto il: 20 gen 2012, 17:16

Re: andrea marcato

Messaggio da Leonida Campioni » 4 mar 2012, 12:49

giuseppone64 ha scritto:incredibile ma vero nuovamente infortunato. spero per lui di aver capito male.nel caso auguri.
Il ragazzo è proprio sfortunato, ma - a leggere i blog - l'amore con Calvisano non è proprio sbocciato...

Rispondi

Torna a “La Federazione e la Nazionale”