E andare a studiare il sistema argentino ?

Discussioni sulla FIR e sulle Nazionali, maggiore e giovanili

Moderatore: Emy77

Squilibrio
Messaggi: 4742
Iscritto il: 28 lug 2006, 20:35

Re: E andare a studiare il sistema argentino ?

Messaggio da Squilibrio » 14 giu 2012, 10:04

Laporte un appunto, potresti eliminare la tua firma? è fastidioso ogni volta dover scorrere le pagine a causa delle tue 10 righe di firma

Laporte
Messaggi: 8640
Iscritto il: 8 mar 2008, 10:01

Re: E andare a studiare il sistema argentino ?

Messaggio da Laporte » 14 giu 2012, 10:11

Squilibrio ha scritto:Laporte un appunto, potresti eliminare la tua firma? è fastidioso ogni volta dover scorrere le pagine a causa delle tue 10 righe di firma
Fatto. Richiesta motivata. d'altronde in passato lo chiesi vanamente anch'io ad altri. Ciao e scusa

calep61
Messaggi: 1560
Iscritto il: 27 ott 2011, 11:51

Re: E andare a studiare il sistema argentino ?

Messaggio da calep61 » 14 giu 2012, 10:24

Anche con un pizzico' di ironia che mi sarà consentita in tono goliardico, cito in sintesi le 3 formule vincenti del, così detto, sistema argentino da importare per fare finalmente evolvere il rugby italiano (il paese un po' meno, ma tant'è .... per la passione questo e altro), come sotto riportato dai precedenti interventi sul tema:
1 - introdurre un quarto tempo nelle competizioni dei club dove avviare la pratica del barratto tra i soci ed affiliati, ciò risolverebbe anche non pochi problemi di cassa e bilancio delle famiglie italiane le cui finanze sono ormai affamate da IMU, TARSU e compagnia bella;
2 - abbandonare immediatamente ogni tentativo di consolidamento professionistico del rugby nazionale tornando al dilettantismo più puro; sano e fortificante, vuoi mettere 3 belle ore di allenamento alla sera dopo 8/9 ore di lavoro, magari alla luce di una torcia per risparmiare sulla luce dei lampioni da tenere rigorosamente spenti (che la Federazione ci stia già provando con la neo nata franchigia delle zebre?)
3 - alimentare ogni iniziativa possibile per avviare repentinamente l'abbassamento del tenore di vita media ed affacciarsi ad una più stimolante e didattica povertà nazionale(a questo ci sta già dando una mano Monti ed il suo governo ipertecnico, ma se fosse necessario passarei anche alla pratica della bruciatura settimanale accendendo almeno 10 o 20 euro cartacei a famiglia)
Laporte ha scritto:L'altra differenza, è che i club in Argentina funzionano anche come luoghi di affari , un po' come succede nel midi della Francia dove proprio dopo le partite al terzo tempo si trovano chi vende bestiame e terreni ... il club diventa un posto dove si fa comunità anche in senso economico.E' però sintomatico che dopo il 1995, anno del professionismo legale hanno raggiunto 3 volte i quarti o le semifinali dei mondiali ed una sola l'hanno fallita per un calcio dipunzione allo scadere...Ed hanno rifornito le squadre europe e la nazionale di grandi giocatori.

Poi non ho ancora capito, ma magari sono di coccio io e confondoi un forumista con l'altro: ma la povertà è un vantaggio o uno svantaggio ?
:lol:
È proprio vero che la maggior parte dei mali che capitano all'uomo sono cagionati dall'uomo.
Plinio il Vecchio
Non essendosi potuto fare in modo che quel che è giusto fosse forte, si è fatto in modo che quel che è forte fosse giusto.
Blaise Pascal
Nulla infonde più coraggio al pauroso della paura altrui.
Umberto Eco

Laporte
Messaggi: 8640
Iscritto il: 8 mar 2008, 10:01

Re: E andare a studiare il sistema argentino ?

Messaggio da Laporte » 14 giu 2012, 10:39

divertente... calep...
calep61 ha scritto: 1 - introdurre un quarto tempo nelle competizioni dei club dove avviare la pratica del barratto tra i soci ed affiliati, ciò risolverebbe anche non pochi problemi di cassa e bilancio delle famiglie italiane le cui finanze sono ormai affamate da IMU, TARSU e compagnia bella;
questa è la milgior proposta...
calep61 ha scritto: 2 - abbandonare immediatamente ogni tentativo di consolidamento professionistico del rugby nazionale tornando al dilettantismo più puro; sano e fortificante, vuoi mettere 3 belle ore di allenamento alla sera dopo 8/9 ore di lavoro, magari alla luce di una torcia per risparmiare sulla luce dei lampioni da tenere rigorosamente spenti (che la Federazione ci stia già provando con la neo nata franchigia delle zebre?)
Non ti preoccupare con l'andazzo attuale, Le squadre di eccellenza sono già sulla strada ... (a chi è che avevano tolto l'acqua ?)

Squilibrio
Messaggi: 4742
Iscritto il: 28 lug 2006, 20:35

Re: E andare a studiare il sistema argentino ?

Messaggio da Squilibrio » 14 giu 2012, 11:51

Laporte ha scritto:
Squilibrio ha scritto:Laporte un appunto, potresti eliminare la tua firma? è fastidioso ogni volta dover scorrere le pagine a causa delle tue 10 righe di firma
Fatto. Richiesta motivata. d'altronde in passato lo chiesi vanamente anch'io ad altri. Ciao e scusa
Grazie si legge più facilmente

JosephK.
Messaggi: 10119
Iscritto il: 28 ago 2007, 18:19

Re: E andare a studiare il sistema argentino ?

Messaggio da JosephK. » 14 giu 2012, 13:32

Qui un bel resoconto di cosa succede in Canada:

http://rightrugby.blogspot.it/2012/06/i ... rugby.html
"Volevo che tu imparassi una cosa: volevo che tu vedessi che cosa è il vero coraggio, tu che credi che sia rappresentato da un uomo col fucile in mano. Aver coraggio significa sapere di essere sconfitti prima ancora di cominciare, e cominciare egualmente e arrivare fino in fondo, qualsiasi cosa accada. E' raro vincere in questi casi, ma qualche volta succede" (Il Buio oltre la siepe).

Metti una sera con gli amici del bar e capisci quanto è importante... la cultura del rugby.

Entrare al bar per condividere, non per dividere (Il sommo Beppone).

Nex time... Good Game... Nice try... Seh seh avemo capito...

orme53
Messaggi: 1533
Iscritto il: 16 feb 2004, 0:00

Re: E andare a studiare il sistema argentino ?

Messaggio da orme53 » 14 giu 2012, 14:05

[quote="Squilibrio"

Sarebebpiù utile che aspettare sembre che l'allenatore di oltrampe, oltremare,oltremanica ci risolva i problemi
Suca, ma sinceramente non capisco cosa ci sarebbe di offensivo in quetsa frase ? forse che si scrive oltralpe ?

Per il resto non merita replica...[/quote]

Spero sia un errore... :-][/quote]Per me è il traduttore. :-]

Laporte
Messaggi: 8640
Iscritto il: 8 mar 2008, 10:01

Re: E andare a studiare il sistema argentino ?

Messaggio da Laporte » 14 giu 2012, 15:23

orme53 ha scritto:[quote="Squilibrio"

Sarebebpiù utile che aspettare sembre che l'allenatore di oltrampe, oltremare,oltremanica ci risolva i problemi
Suca, ma sinceramente non capisco cosa ci sarebbe di offensivo in quetsa frase ? forse che si scrive oltralpe ?

Per il resto non merita replica...
Spero sia un errore... :-][/quote]Per me è il traduttore. :-][/quote]

s.u.c.a= scusami umilmente con affetto... :D

maxs
Messaggi: 873
Iscritto il: 26 ago 2008, 18:09

Re: E andare a studiare il sistema argentino ?

Messaggio da maxs » 14 giu 2012, 15:34

ot.. ma parlando di argentina:
Diego Dominguez allo Stade Francais per insegnare a calciare!

Che strano ma nessuno in fir ci ha pensato?

Tallonatore80
Messaggi: 5063
Iscritto il: 29 mar 2011, 1:43
Località: Downunder

Re: E andare a studiare il sistema argentino ?

Messaggio da Tallonatore80 » 14 giu 2012, 16:07

max stendiamo un velo pietoso :)
"Il rugby e` l`assoluto ordine nell`apparente disordine."
Sandro Cepparulo

Laporte
Messaggi: 8640
Iscritto il: 8 mar 2008, 10:01

Re: E andare a studiare il sistema argentino ?

Messaggio da Laporte » 14 giu 2012, 17:18

maxs ha scritto:ot.. ma parlando di argentina:
Diego Dominguez allo Stade Francais per insegnare a calciare!

Che strano ma nessuno in fir ci ha pensato?
magari ci hanno anche pensato ma conoscendo le richieste che faceva per giocare in nazionale (ricordiamoci il "ritiro" del 2000 e il "rifuto" del 1995)

billevans
Messaggi: 69
Iscritto il: 11 mag 2011, 16:36

Re: E andare a studiare il sistema argentino ?

Messaggio da billevans » 14 giu 2012, 17:18

Dalle varie vostre considerazioni (e dalle info di chi conosce la struttura del rugby argentino) si capisce che è appunto un sistema che per molte ragioni funziona nel suo insieme.Sembrerebbe assomigliare un po' quello che succede nella scherma italiana: scuole di grande tradizione con non troppi bambini, selezionati secondo precise caratteristiche, abilissimi educatori.Però prendere uno o più punti di un sistema ed inserirlo altrove non garantisce certo il successo, anzi.
Qualche anno fa, ad un torneo giovanile in Francia, rimasi impressionato dal fatto che tutti i bambini eseguivano i fondamentali con le stesse dinamiche, ovviamente chi in manera più veloce ed appropriata chi meno, ma tutti allo stesso modo, segno di alta qualità dei formatori (oltre che della programmazione).

In Italia abbiamo "allenatori di minirugby" che in nazioni più evolute farebbero i magazzinieri, e meno male che ci sono, altrimenti molter società non potrrebbero andare avanti.
A mio avviso solo chi ha giocato può insegnare, e non me ne vogliano i "genitori-non-giocatori" che con coraggio e dedizione, a traino del figlio, si impegnano nei corsi della FIR; la quale invece dovrebbe incentivare la formazione come educatori/allenatori dei giocatori studenti di Scienze Motorie, o già laureati (e credo comincino ad essere parecchi).

Garryowen
Messaggi: 18223
Iscritto il: 12 giu 2012, 19:13

Re: E andare a studiare il sistema argentino ?

Messaggio da Garryowen » 14 giu 2012, 17:42

Laporte ha scritto:
Garryowen ha scritto:Argentina e regioni australi, poi, hanno in comune un'alimentazione proteica, a forte prevalenza di carne, mentre noi in quegli anni viaggiavamo a badilate di polenta.
Una differenza nella complessione, era inevitabile...
Questa mi pare un po azzardata e ormai antistorica ... Sono passate ameno 3 generazioni.. e come mai in molti sport fisici noi siamo molto avanti aloro ?
Voi parlavate di "storia", se non erro...
"C'è solo una cosa al mondo meglio del rugby. Parlare di rugby"
(parafrasi da G.G. Marquez)

http://www.walesonline.co.uk/sport/rugby/rugby-news/how-much-funding-welsh-rugby-12405682 A imperitura memoria

Laporte
Messaggi: 8640
Iscritto il: 8 mar 2008, 10:01

Re: E andare a studiare il sistema argentino ?

Messaggio da Laporte » 14 giu 2012, 18:48

billevans ha scritto:Dalle varie vostre considerazioni (e dalle info di chi conosce la struttura del rugby argentino) si capisce che è appunto un sistema che per molte ragioni funziona nel suo insieme.Sembrerebbe assomigliare un po' quello che succede nella scherma italiana: scuole di grande tradizione con non troppi bambini, selezionati secondo precise caratteristiche, abilissimi educatori.Però prendere uno o più punti di un sistema ed inserirlo altrove non garantisce certo il successo, anzi.
Qualche anno fa, ad un torneo giovanile in Francia, rimasi impressionato dal fatto che tutti i bambini eseguivano i fondamentali con le stesse dinamiche, ovviamente chi in manera più veloce ed appropriata chi meno, ma tutti allo stesso modo, segno di alta qualità dei formatori (oltre che della programmazione).

In Italia abbiamo "allenatori di minirugby" che in nazioni più evolute farebbero i magazzinieri, e meno male che ci sono, altrimenti molter società non potrrebbero andare avanti.
A mio avviso solo chi ha giocato può insegnare, e non me ne vogliano i "genitori-non-giocatori" che con coraggio e dedizione, a traino del figlio, si impegnano nei corsi della FIR; la quale invece dovrebbe incentivare la formazione come educatori/allenatori dei giocatori studenti di Scienze Motorie, o già laureati (e credo comincino ad essere parecchi).
Pensoc he anc'io che i mgioctori devono essere i maestri, ma non è che uno perche "hagiocato" sia un buon amestro per scenza infusa. Ho visto gioctori fare gli insergnanti di minirugby in modo obrbobrioso... ma quai a dirgli qualcosa.

Laporte
Messaggi: 8640
Iscritto il: 8 mar 2008, 10:01

Re: E andare a studiare il sistema argentino ?

Messaggio da Laporte » 14 giu 2012, 18:49

Garryowen ha scritto:
Voi parlavate di "storia", se non erro...
io no... o almeno la considero un argomento minore.

Rispondi

Torna a “La Federazione e la Nazionale”