Struttura Campionati giovanili 2013/2014?

Discussioni sulla FIR e sulle Nazionali, maggiore e giovanili

Moderatore: Emy77

Luqa-bis
Messaggi: 5638
Iscritto il: 18 mag 2011, 10:17

Re: Struttura Campionati giovanili 2013/2014?

Messaggio da Luqa-bis » 9 mag 2013, 10:16

Se vogliamo esaminare la proposta veneta:

1. Interessante e condivisibile

2. Condivisibile , anche se io a questo punto sceglierei U18 e U21 tout court , indicando che ne basta una per assolvere alla obbligatorietà

3. Condivisibile, io proporrei un "Apertura" regionale/subregionale ,un "Chiusura" sul modello dei gironi di B per le migliori, e una fase finale a play-off nazionale

4. A me l'idea che già nella U14 giochino in 15 piace.

5. Se mancano i numeri, si può passare anche a cicli triennali. Nel rugby femminile c'è una differenziazione fisica meno marcata dal punto di vista dell'impatto fisico puro.

6. Interessante e condivisibile. Sul fronte infortuni secondo me è di aiuto.

7. Io proverei a dare la spinta libera alla U18, con le nuove regole introdotte dalla IRB, con la legatura pre-ingaggio.

8. Da valutare meglio

9. Potrebbe andare bene anche un triennio, ma anche 4 anni

rango
Messaggi: 134
Iscritto il: 10 dic 2011, 18:21

Re: Struttura Campionati giovanili 2013/2014?

Messaggio da rango » 9 mag 2013, 14:53

senza pretendere di dare un'interpretazione autentica, ma avendo vissuto una parte della discussione...

inizialmente l'idea era scrivere un documento che esprimesse il punto di vista delle società del (tri)Veneto: come vorremmo che fosse l'attività qui. Alcune proposte erano, quindi, ben più radicali. Alla fine è prevalsa l'idea che il documento finale dovesse essere costruttivo nel breve periodo, tenendo in considerazione - ragionevolmente, direi – l'avversità federale ai cambiamenti su base locale; per esempio, sull'u14 c'era l'idea di portarla a 15 ma si è pensato che avrebbe cocciato contro le idee federali, o almeno che sarebbe stato impossibile modificare la norma.
Insomma, un passo alla volta.

mauott
Messaggi: 2323
Iscritto il: 27 ago 2008, 14:31

Re: Struttura Campionati giovanili 2013/2014?

Messaggio da mauott » 9 mag 2013, 15:44

rango ha scritto:senza pretendere di dare un'interpretazione autentica, ma avendo vissuto una parte della discussione...

inizialmente l'idea era scrivere un documento che esprimesse il punto di vista delle società del (tri)Veneto: come vorremmo che fosse l'attività qui. Alcune proposte erano, quindi, ben più radicali. Alla fine è prevalsa l'idea che il documento finale dovesse essere costruttivo nel breve periodo, tenendo in considerazione - ragionevolmente, direi – l'avversità federale ai cambiamenti su base locale; per esempio, sull'u14 c'era l'idea di portarla a 15 ma si è pensato che avrebbe cocciato contro le idee federali, o almeno che sarebbe stato impossibile modificare la norma.
Insomma, un passo alla volta.
infatti mi sembra una buona cosa e, da quanto ho capito, ha portato dei motivi di discussione anche in FIR ... le idee sono interessanti qualcuna più opinabile di altre ma comunque buone basi per una discussione costruttiva ...


rango
Messaggi: 134
Iscritto il: 10 dic 2011, 18:21

Re: Struttura Campionati giovanili 2013/2014?

Messaggio da rango » 10 mag 2013, 16:09

pubblicata!

cominciamo: U18 esattamente come U20: 8 fuori quota aumentabili se ci sono convocati in nazionale :-(

rango
Messaggi: 134
Iscritto il: 10 dic 2011, 18:21

Re: Struttura Campionati giovanili 2013/2014?

Messaggio da rango » 10 mag 2013, 16:12

possibilità, nella propaganda, di far giocare in categorie diverse da quelle di diritto per comprovate ragioni
verso il basso e verso l'alto, mi pare

rango
Messaggi: 134
Iscritto il: 10 dic 2011, 18:21

Re: Struttura Campionati giovanili 2013/2014?

Messaggio da rango » 10 mag 2013, 16:21

squadre cadette: campionato di livello inferiore, con libera circolazione dei 1991/1995 (ex U23)

GiorgioXT
Messaggi: 5452
Iscritto il: 19 mag 2004, 0:00

Re: Struttura Campionati giovanili 2013/2014?

Messaggio da GiorgioXT » 10 mag 2013, 16:49

Ecco la parte delle squadre cadette :
ATTIVITA’ UFFICIALE SQUADRE CADETTE A) Facoltà di iscrizione e limiti.
1. Le società che si iscrivono al Campionato di Eccellenza, Serie A e Serie B, hanno la facoltà di iscrivere una seconda squadra seniores (squadra cadetta) ad un campionato di livello inferiore a quello in cui è iscritta la 1^ squadra.
2. Le squadre cadette di società di Eccellenza che hanno diritto ad iscriversi al Campionato di Serie A sono inserite d’ufficio nella pool A2.
3. Così come disposto dall’art. 20 del Reg. Attività Sportiva in nessun caso la squadra cadetta potrà essere iscritta allo stesso campionato cui partecipa la prima squadra.
B) Norme di partecipazione al campionato cadetto
1. Le società Serie A, B e di Eccellenza - che iscrivono una squadra cadetta potranno farlo purché facciano pervenire all’Ufficio del G.S. Nazionale e Regionale prima dell’inizio del Campionato a cui partecipa la prima squadra, le liste separate dei giocatori che parteciperanno alle due diverse competizioni, a pena di decadenza della iscrizione al campionato della squadra cadetta.
2. Ciascuna lista dovrà contenere l’elenco nominativo, in ordine alfabetico, di minimo nr. 25 giocatori TESSERATI, comprensiva di giocatori U.23 (nati negli anni 1991/1992/1993/1994/1995 (maggiorenni o autorizzati), che abbiano giocato nelle due stagioni sportive precedenti, con l’indicazione del numero di tessera e la data di nascita. E’ data facoltà alle società di integrare le liste separate della 1^ e della 2^ squadra nel corso della stagione sportiva, indicando obbligatoriamente all’Ufficio del GS Nazionale e Regionale i giocatori che saranno utilizzati nella prima o nella seconda squadra. L’utilizzazione di un giocatore in una delle due squadre equivale ad iscrizione dello stesso nella lista della relativa squadra.
3. Sono categorie di libera circolazione, i giocatori nati nel 1991/1992/1993/1994 e 1995 (maggiorenni o autorizzati).
4. Il giocatore iscritto nella lista della prima squadra, non di libera circolazione ai sensi del precedente n.3, può essere utilizzato solo nella relativa attività pena l’applicazione dell’art. 28 Regolamento di Giustizia. Per utilizzazione si intende la iscrizione del giocatore tra i 22/23 della lista gara.
5. Il giocatore iscritto nella lista della squadra cadetta, potrà essere utilizzato nella attività della prima squadra per non più di 4 (quattro) volte dal momento che dalla quinta utilizzazione lo stesso sarà iscritto d’ufficio nella lista della prima squadra e non potrà essere utilizzato nella attività cadetta pena l’applicazione dell’art. 28 Regolamento di Giustizia.
???CIRCOLARE INFORMATIVA 2013/2014 120
6. La mancata osservanza di queste norme pregiudicherà la possibilità di promozione della squadra “cadetta” alla serie superiore o la partecipazione alle fasi finali, nonché l’applicazione delle sanzioni di cui all’art. 28 del Regolamento di Giustizia.
c) Obbligatorieta’
Le squadre cadette sono sottoposte alle regole generali sui campionati obbligatori ai quali debbono adempiere, pertanto, autonomamente.
Nel caso in cui la squadra cadetta non assolva all’obbligatorietà stabilita per il campionato cui partecipa, le sanzioni previste dal Regolamento di Giustizia, saranno addebitate alla squadra cadetta.
Allo stesso modo, nel caso in cui una società iscriva due formazioni all’attività propaganda e/o giovanile - una per l’adempimento dell’obbligatorietà prevista per la prima squadra e la seconda per quella prevista per quella cadetta - e nel corso della stagione sportiva, una di queste due formazioni si ritiri, venga esclusa o comunque non porti regolarmente a termine l’attività, le sanzioni previste dal Regolamento di Giustizia saranno addebitate alla squadra cadetta.
Nel caso in cui la squadra cadetta non prosegua l’attività nella stagione sportiva successiva, i punti di penalizzazione saranno attribuiti alla prima squadra.
D) Promozioni e Retrocessioni
1. Ai fini della promozione alla Serie superiore tali squadre devono assolvere autonomamente (anche per delega) all’obbligatorietà prevista per il Campionato di partecipazione, non potendosi avvalere di quella svolta dalla squadra partecipante al Campionato di prima squadra.
2. Nel caso di retrocessione della prima squadra al Campionato cui ha diritto di iscriversi la squadra cadetta, quest’ultima perde la possibilità all’iscrizione e può iscriversi solo al Campionato di serie C. Restano comunque ferme le sanzioni e penalizzazioni maturate.
3. Alle squadre cadette di 1^ iscrizione assoluta alla Serie C non si applicano, per la prima stagione sportiva, le regole sui campionati obbligatori relative alla “partecipazione” al campionato.
A queste squadre cadette si applicano invece integralmente le regole relative alla “promozione” di cui al n.1 di questo punto.

IlVermicida
Messaggi: 1532
Iscritto il: 30 nov 2007, 18:35

Re: Struttura Campionati giovanili 2013/2014?

Messaggio da IlVermicida » 10 mag 2013, 17:02

rango ha scritto:pubblicata!

cominciamo: U18 esattamente come U20: 8 fuori quota aumentabili se ci sono convocati in nazionale :-(
Cioè hanno cambiato solo il nome: complimenti, così nessuno potrà lamentare che i ragazzi di 16 anni devono competere con quelli di quasi 20. :shock: Ma per favore!

mauott
Messaggi: 2323
Iscritto il: 27 ago 2008, 14:31

Re: Struttura Campionati giovanili 2013/2014?

Messaggio da mauott » 10 mag 2013, 17:11

IlVermicida ha scritto:
rango ha scritto:pubblicata!

cominciamo: U18 esattamente come U20: 8 fuori quota aumentabili se ci sono convocati in nazionale :-(
Cioè hanno cambiato solo il nome: complimenti, così nessuno potrà lamentare che i ragazzi di 16 anni devono competere con quelli di quasi 20. :shock: Ma per favore!
perchè ti aspettavi qualcosa di diverso? o fai una U20 (e fuori dal veneto e neanche tutto non la vuole quasi nessuno) oppure potevano abbassare il numero dei fuoriquota ma non è che sarebbe cambiato molto ...

rango
Messaggi: 134
Iscritto il: 10 dic 2011, 18:21

Re: Struttura Campionati giovanili 2013/2014?

Messaggio da rango » 10 mag 2013, 17:22

abbassare il numero dei fuori-quota avrebbe mandato un segnale, almeno :(

così è proprio brutta, com'era brutta l'anno scorso d'altra parte; ma se i numeri del minirugby continuano a crescere da anni, dove si blocca il tutto così che le società non riescono a fare una categoria biennale?
a me sembra che questa norma sia di per sé un incentivo ad abbandonare, accrescendo i problemi in un circolo vizioso: hai pochi giocatori, ti aiuto a fare il campionato mettendo tre anni dentro una categoria, ma così alcuni si "spaventano" e abbandonano, perciò i giocatori sono sempre meno, quindi i fuori-quota sono sempre più necessari e avanti...

non so, non mi piace :cry:

GiorgioXT
Messaggi: 5452
Iscritto il: 19 mag 2004, 0:00

Re: Struttura Campionati giovanili 2013/2014?

Messaggio da GiorgioXT » 10 mag 2013, 17:24

Tantomeno a me . :cry:

mauott
Messaggi: 2323
Iscritto il: 27 ago 2008, 14:31

Re: Struttura Campionati giovanili 2013/2014?

Messaggio da mauott » 10 mag 2013, 17:31

rango ha scritto:abbassare il numero dei fuori-quota avrebbe mandato un segnale, almeno :(

così è proprio brutta, com'era brutta l'anno scorso d'altra parte; ma se i numeri del minirugby continuano a crescere da anni, dove si blocca il tutto così che le società non riescono a fare una categoria biennale?
a me sembra che questa norma sia di per sé un incentivo ad abbandonare, accrescendo i problemi in un circolo vizioso: hai pochi giocatori, ti aiuto a fare il campionato mettendo tre anni dentro una categoria, ma così alcuni si "spaventano" e abbandonano, perciò i giocatori sono sempre meno, quindi i fuori-quota sono sempre più necessari e avanti...

non so, non mi piace :cry:
non ho detto che mi piace ma penso che la soluzione sarebbe fare una categoria in più magari tornando dispari ... ti posso rispondere dove si bloccano i numeri del minirugby: si bloccano in parte all'arrivo in U14 e normalmente all'arrivo in U16 per motivi extrasportivi e non (si iniziano a prendere botte vere e soprattutto ci si accorge di essere più interessati ad altro, normalmente di sesso femminile 8-) )

stewie
Messaggi: 455
Iscritto il: 22 feb 2008, 12:37

Re: Struttura Campionati giovanili 2013/2014?

Messaggio da stewie » 10 mag 2013, 18:04

rango ha scritto:possibilità, nella propaganda, di far giocare in categorie diverse da quelle di diritto per comprovate ragioni
verso il basso e verso l'alto, mi pare
Questo dove lo leggi?

rango
Messaggi: 134
Iscritto il: 10 dic 2011, 18:21

Re: Struttura Campionati giovanili 2013/2014?

Messaggio da rango » 10 mag 2013, 19:17

stewie ha scritto:
rango ha scritto:possibilità, nella propaganda, di far giocare in categorie diverse da quelle di diritto per comprovate ragioni
verso il basso e verso l'alto, mi pare
Questo dove lo leggi?
pagina 49

Autorizzazioni propaganda in categoria diversa
In risposta alle sopravvenute esigenze determinate dalle sempre maggiore pratica del rugby, tenuto conto che la pratica di un’attività sportiva e in particolare il gioco del rugby può favorire il superamento delle problematiche psico-fisiche temporanee legate ad un diverso sviluppo staturale rispetto all'età anagrafica, la FIR può concedere solo in casi particolari e con apposita autorizzazione, la partecipazione ad attività in categorie diverse da quelle di tesseramento che non potrà mai riguardare le categorie giovanili.
La motivata richiesta deve essere presentata alla CTF (ctf@federugby.it) dalla società di appartenenza dell’atleta, e deve essere corredata dai seguenti documenti:
a) dichiarazione della società che nulla osta alla partecipazione dell’atleta in categoria diversa da quella di tesseramento;
b) certificazione rilasciata da un medico con competenze auxologiche (solitamente il Pediatra) che attesti che lo stato di salute psico-fisico del ragazzo non presenta controindicazioni cardiorespiratorie che possano metterne a rischio la salute e l'accrescimento staturo-ponderale, che sarà sottoposta al parere vincolante della Commissione Medica federale.
c) copia del certificato medico per attività sportiva relativo alla categoria di tesseramento.

io capisco che vale sia per i molto piccoli/magri sia per molto alti/grossi

infine, nel punto sotto si parla di casi particolari legati a disabilità:

Autorizzazioni Eccellenti
Tenuto conto delle consolidate esperienze di coinvolgimento nelle società di giovani atleti con “diverse abilità”, la FIR può concedere in casi particolari e con apposita autorizzazione, la partecipazione ad attività in categorie diverse da quelle di tesseramento.
La motivata richiesta deve essere presentata alla CTF (ctf@federugby.it) dalla società di appartenenza dell’atleta, e deve essere corredata dai seguenti documenti:
a) dichiarazione della società che nulla osta alla partecipazione dell’atleta in categoria diversa da quella di tesseramento;
b) copia del certificato medico per attività sportiva relativo alla categoria di tesseramento.
L’autorizzazione rilasciata dalla CTF è temporanea (al massimo per la durata della stagione sportiva) e vincola il Presidente della società ad una tempestiva comunicazione in caso di modificazioni delle condizioni che ne hanno permesso il rilascio.

Rispondi

Torna a “La Federazione e la Nazionale”