Bravi giornalisti...

Discussioni sulla FIR e sulle Nazionali, maggiore e giovanili

Moderatore: Emy77

Luqa-bis
Messaggi: 7260
Iscritto il: 18 mag 2011, 10:17

Re: Bravi giornalisti...

Messaggio da Luqa-bis » 26 lug 2022, 18:10

Nell'articolo si parla chiaramente di Rugby a 13.
E nell'articolo è espresso anche il parere di un giocatore dichiaratamente gay.
Direi che è più una questione di visibilità delle politiche pro LGBT che non una scelta anti-rugby.

Luqa-bis
Messaggi: 7260
Iscritto il: 18 mag 2011, 10:17

Re: Bravi giornalisti...

Messaggio da Luqa-bis » 26 lug 2022, 18:13

Forse più da esaminare i commenti dei lettori della rosea...

porcorosso
Messaggi: 1650
Iscritto il: 22 mar 2008, 8:43
Località: Venessia

Re: Bravi giornalisti...

Messaggio da porcorosso » 26 lug 2022, 19:23

zappatalpa ha scritto:
26 lug 2022, 16:25
appena Battaggia é in vacanza, la Gazza diffama il nostro sport
https://www.gazzetta.it/Rugby/26-07-202 ... 8993.shtml
Non è diffamazione.
È cronaca.
Dei giocatori di League hanno deciso di non indossare una maglia che richiama l'attenzione sui diritti della comunità LGBT.

That's it.
Non è un articolo contro il Rugby.

Il danno, ma bisogna vederla nel verso corretto, è la decisione presa dai 7 giocatori del Manly.
Porcorosso - Mediano da Salotto

zappatalpa
Messaggi: 9405
Iscritto il: 21 set 2015, 20:02

Re: Bravi giornalisti...

Messaggio da zappatalpa » 26 lug 2022, 21:13

porcorosso ha scritto:
26 lug 2022, 19:23
Dei giocatori di League hanno deciso di non indossare una maglia che richiama l'attenzione sui diritti della comunità LGBT.
Firguriamoci che diritti negati avranno i milioni di LGBTQWERT+×÷- in Australia nel 2022? Di non poter indicare tutti i 60 tipi di sessualità sulla carta d'identità? E basta con queste buffonate. Bravi i giocatori a non farsi usare da queste cose a loro insaputa.
"Dobbiamo ballare, fioi!!" John Kirwan 21/03/22 sky.co.nz

porcorosso
Messaggi: 1650
Iscritto il: 22 mar 2008, 8:43
Località: Venessia

Re: Bravi giornalisti...

Messaggio da porcorosso » 26 lug 2022, 22:28

zappatalpa ha scritto:
26 lug 2022, 21:13
porcorosso ha scritto:
26 lug 2022, 19:23
Dei giocatori di League hanno deciso di non indossare una maglia che richiama l'attenzione sui diritti della comunità LGBT.
Firguriamoci che diritti negati avranno i milioni di LGBTQWERT+×÷- in Australia nel 2022? Di non poter indicare tutti i 60 tipi di sessualità sulla carta d'identità? E basta con queste buffonate. Bravi i giocatori a non farsi usare da queste cose a loro insaputa.
Visto?
Non è il rugby il problema.
Porcorosso - Mediano da Salotto

zappatalpa
Messaggi: 9405
Iscritto il: 21 set 2015, 20:02

Re: Bravi giornalisti...

Messaggio da zappatalpa » 26 lug 2022, 23:29

porcorosso ha scritto:
26 lug 2022, 22:28
zappatalpa ha scritto:
26 lug 2022, 21:13
porcorosso ha scritto:
26 lug 2022, 19:23
Dei giocatori di League hanno deciso di non indossare una maglia che richiama l'attenzione sui diritti della comunità LGBT.
Firguriamoci che diritti negati avranno i milioni di LGBTQWERT+×÷- in Australia nel 2022? Di non poter indicare tutti i 60 tipi di sessualità sulla carta d'identità? E basta con queste buffonate. Bravi i giocatori a non farsi usare da queste cose a loro insaputa.
Visto?
Non è il rugby il problema.
Infattamete in questo caso viene usato solo come veicolo per difondere il messaggio: se non siete d'accordo con la linea di pensiero LGBT+-ecc come quei giocatori di rebbi di tossica mascolinità, sarete messi all gogna perfino sui giornali in Europa. Abbiamo sponde in ogni redazione del mondo
"Dobbiamo ballare, fioi!!" John Kirwan 21/03/22 sky.co.nz

metabolik
Messaggi: 8050
Iscritto il: 27 mar 2003, 0:00
Località: Piacenza

Re: Bravi giornalisti...

Messaggio da metabolik » 27 lug 2022, 2:05

Prima di tutto sarebbe bene chiarire l'aspetto legale; non ci avevo mai pensato, ma penso anche quasi tutti voi : nel contratto di un professionista, league o union, c'è l'obbligo di indossare la magli che chiede la società ?
Immagino di si, non penso che un giocatore possa rifiutare la maglia che la società porta negli spogliatoi.
Il fatto in questione allora come si pone precisamente ?
La società ha chiesto di indossare quella maglia e i giocatori l'hanno rifiutata ?
Oppure la richiesta è venuta da una terza parte e la società ha lasciato libertà di scelta ?

zappatalpa
Messaggi: 9405
Iscritto il: 21 set 2015, 20:02

Re: Bravi giornalisti...

Messaggio da zappatalpa » 27 lug 2022, 9:35

a proposito di giornalisti gay, ultimamente ho trovato uno veramente in gamba che scrive benissimo sul Foglio, un tale Manuel Peruzzo, che sostiene una tesi ancora piú ardita: La realtà non è omofoba, noi gay siamo l'Occidente nel senso che é rimasta l'unica categoria vitale e pulsante della societá occidentale. Punto di vista interessante e non del tutto campata in aria. Da seguire

PS: questo post andrebbe spostato in "cosa leggete" :oops:
"Dobbiamo ballare, fioi!!" John Kirwan 21/03/22 sky.co.nz

Garry
Messaggi: 23998
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: Bravi giornalisti...

Messaggio da Garry » 27 lug 2022, 9:45

Segnalo l'articolo di Calandri su "La Repubblica".
Titolo (forse da rivedere un po'...): "Troppi colpi, rischio demenza: in 180 ex fanno causa al rugby"
Be imperfectly vegan
Be imperfectly zero waste
Be imperfectly plastic free
Be imperfectly sustainable
Because small conscious changes are better than none at all
(Amber Allen)

Luqa-bis
Messaggi: 7260
Iscritto il: 18 mag 2011, 10:17

Re: Bravi giornalisti...

Messaggio da Luqa-bis » 27 lug 2022, 10:56

@ metabolik

Se ho ben capito, la società dei Sea Eagles Manly Warringah, due quartier della zona nord di Sidney, ha deciso di adottare sulle maglie granta con v bianca tipiche della squadra una banda multicolore che richiama la bandiera del movimento LGBT.

I 7 giocatori ribelli obiettano che la decisione è stata unilaterale da parte societaria e non discussa con la squadra.
E che per motivi religiosi e di opinione non entreranno in campo .

la cosa singolare è che i Sea Eagles sono un club di codice a XIII che è considerato un po' lontano dalle radici working class del XIII aussie, in alcuni articoli si dice "più vicino ad Auckland che non al quartiere accanto".
Visto quello che mi racconto un giovane ex collega su come gli aussie (donne incluse) giudicano secondo cliche relativi all'abbigliamento non sono del tutto stupito della reazione ostile dei 7.

crouchbindset
Messaggi: 904
Iscritto il: 4 apr 2022, 15:14

Re: Bravi giornalisti...

Messaggio da crouchbindset » 8 ago 2022, 11:47

Non trovo un thread per i non-bravi giornalisti.

Figuraccia di Onrugby che traduce public school inglesi con le scuole pubbliche...non fanno manco un controllino per capire che tipo di scuola é Harrow (che costa 15mila sterline all'anno) che sarebbe anche la scuola frequentata da un certo Winston Churchill!

Tradurre con scuola pubblica toglie completamente il senso di quello che Eddie Jones cerca di dire, mix d'ignoranza e di non voglia di fare il lavoro di giornalista.

speartakle
Messaggi: 7326
Iscritto il: 11 giu 2012, 0:14

Re: Bravi giornalisti...

Messaggio da speartakle » 8 ago 2022, 12:04

crouchbindset ha scritto:
8 ago 2022, 11:47
Non trovo un thread per i non-bravi giornalisti.

Figuraccia di Onrugby che traduce public school inglesi con le scuole pubbliche...non fanno manco un controllino per capire che tipo di scuola é Harrow (che costa 15mila sterline all'anno) che sarebbe anche la scuola frequentata da un certo Winston Churchill!

Tradurre con scuola pubblica toglie completamente il senso di quello che Eddie Jones cerca di dire, mix d'ignoranza e di non voglia di fare il lavoro di giornalista.
Google cerca "public school"-----> https://it.wikipedia.org/wiki/Public_school
Una public school in Inghilterra e in Galles è una scuola secondaria privata, selettiva e spesso antica, il cui preside è membro della Headmasters' and Headmistresses' Conference[1] (HMC). "Pubblica" significa che è aperta a chiunque, purché possa permettersi di pagare la retta.

crouchbindset
Messaggi: 904
Iscritto il: 4 apr 2022, 15:14

Re: Bravi giornalisti...

Messaggio da crouchbindset » 8 ago 2022, 12:33

speartakle ha scritto:
8 ago 2022, 12:04
crouchbindset ha scritto:
8 ago 2022, 11:47
Non trovo un thread per i non-bravi giornalisti.

Figuraccia di Onrugby che traduce public school inglesi con le scuole pubbliche...non fanno manco un controllino per capire che tipo di scuola é Harrow (che costa 15mila sterline all'anno) che sarebbe anche la scuola frequentata da un certo Winston Churchill!

Tradurre con scuola pubblica toglie completamente il senso di quello che Eddie Jones cerca di dire, mix d'ignoranza e di non voglia di fare il lavoro di giornalista.
Google cerca "public school"-----> https://it.wikipedia.org/wiki/Public_school
Una public school in Inghilterra e in Galles è una scuola secondaria privata, selettiva e spesso antica, il cui preside è membro della Headmasters' and Headmistresses' Conference[1] (HMC). "Pubblica" significa che è aperta a chiunque, purché possa permettersi di pagare la retta.
Spear giusto per chiarire il sistema scolastico inglese lo conosco bene, possiamo attaccarci alla terminologia dell'aperta a tutti? Bene, anche i Cavanis o latre scuole che noi definiamo "private" in Italia sono aperte a tutti ma non la chiameresti scuola pubblica, la miglior tradizione della public schools in italiano non é scuola pubblica, ed infatti toh guarda un po' hanno cambiato su Onrugby.

Aggiungo e risottileno che traducendo con "scuola pubblica" si perde il concetto che EJ provava a dire.

Mr Ian
Messaggi: 8370
Iscritto il: 2 feb 2012, 16:20

Re: Bravi giornalisti...

Messaggio da Mr Ian » 8 ago 2022, 12:38

Che poi quello che dice Jones in Australia lo lamentano da anni, infatti il League fa incetta nelle scuole pubbliche.
Mi pare che anche in Irlanda avevano in parte sollevato la questione

speartakle
Messaggi: 7326
Iscritto il: 11 giu 2012, 0:14

Re: Bravi giornalisti...

Messaggio da speartakle » 8 ago 2022, 12:42

crouchbindset ha scritto:
8 ago 2022, 12:33
Spear
la mia era facile ironia nei confronti del lavoro del giornalista. Bastava scrivere su google public school e il primo risultato portava alla pagina wikipedia che ti faceva capire come la traduzione in scuola pubblica non era corretta.

Rispondi

Torna a “La Federazione e la Nazionale”