Pagina 1 di 408

Covid 19

Inviato: 24 feb 2020, 12:38
da jentu

Re: Covid 19

Inviato: 24 feb 2020, 19:51
da speartakle
dalle mie parti in veneto si dice questo:
In via generale NON SONO DA SOSPENDERE le attività che attengono all'ordinario svolgimento della pratica corsistica e amatoriale (corsi di varia natura e allenamenti sportivi). Si precisa che potranno dunque rimanere aperti i luoghi di svolgimento dell'attività corsistica ordinaria di vario tipo (per esempio centri linguistici doposcuola centri musicali e scuola guida), gli impianti sportivi (centri sportivi palestre pubbliche e private piscine pubbliche e private campi da gioco, ecc.), e in generale tutte le strutture quando le attività non prevedono concentrazioni di persone.
ma un allenamento di rugby che prevede la partecipazione di 20-25 persone a stretto contatto anche poi in spogliatoio, che cos'è se non una concentrazione di persone???

Re: Covid 19

Inviato: 28 feb 2020, 8:48
da jentu
Siamo a venerdì, ma ancora non si sa se domenica della prossima settimana si gioca.
Aspetteremmo 20 giorni?

Re: Covid 19

Inviato: 28 feb 2020, 13:00
da jpr williams
Ma i vostri ragazzi come la stanno prendendo sta cosa?
E quanto complica il vostro lavoro?

Re: Covid 19

Inviato: 28 feb 2020, 13:29
da giobart
Mah, noi ci alleniamo lo stesso, se proprio dobbiamo prendere l'influenza vorrà dire che prenderemo anche un antipiretico e dello sciroppo.

Re: Covid 19

Inviato: 28 feb 2020, 13:33
da jpr williams
giobart ha scritto:
28 feb 2020, 13:29
Mah, noi ci alleniamo lo stesso, se proprio dobbiamo prendere l'influenza vorrà dire che prenderemo anche un antipiretico e dello sciroppo.
:oola:

Se non ricordo male sei marchigiano. Visto che si vota, magari ti si potrebbe proporre al posto di Ceriscioli che vuol fare il fenomeno. :wink:

Re: Covid 19

Inviato: 28 feb 2020, 13:36
da giobart
jpr williams ha scritto:
28 feb 2020, 13:33
giobart ha scritto:
28 feb 2020, 13:29
Mah, noi ci alleniamo lo stesso, se proprio dobbiamo prendere l'influenza vorrà dire che prenderemo anche un antipiretico e dello sciroppo.
:oola:

Se non ricordo male sei marchigiano. Visto che si vota, magari ti si potrebbe proporre al posto di Ceriscioli che vuol fare il fenomeno. :wink:
Ahahahah si Ceriscioli è stato abbastanza pirla. :lol:

Re: Covid 19

Inviato: 28 feb 2020, 13:43
da jpr williams
giobart ha scritto:
28 feb 2020, 13:36
Ahahahah si Ceriscioli è stato abbastanza pirla. :lol:
Contagiato anche lui dal virus peggiore, quello della primadonna. :roll:
E pensare che sarebbe pure della mia parte. Bah. :x

Re: Covid 19

Inviato: 28 feb 2020, 15:54
da jentu
Il problema è soprattutto l'incertezza, che procura, potenzialmente, anche allarme.
Per fortuna nel rugby dell'Italia area 3 finora solo i Lions non hanno giocato per quello, prima della sospensione di questo weekend.
Il problema in Toscana è per la Pianese calcio (Amiata) dove pare ci siano stati 2 casi di positività. Come finirà in quel caso, anche in altri sport?
Se ti mettono in quarantena la squadra retrocede?

Re: Covid 19

Inviato: 29 feb 2020, 6:54
da Ilgorgo
giobart ha scritto:
28 feb 2020, 13:29
Mah, noi ci alleniamo lo stesso, se proprio dobbiamo prendere l'influenza vorrà dire che prenderemo anche un antipiretico e dello sciroppo.
Quindi si tratta solo di una normale influenza e l'OMS e i servizi sanitari della maggior parte del mondo (i soliti professoroni?) sbagliano a lanciare allarmi e a chiedere di limitare le attività pubbliche per cercare di contrastare la diffusione del virus?

Re: Covid 19

Inviato: 29 feb 2020, 10:00
da ruttobandito
Ilgorgo ha scritto:
29 feb 2020, 6:54
giobart ha scritto:
28 feb 2020, 13:29
Mah, noi ci alleniamo lo stesso, se proprio dobbiamo prendere l'influenza vorrà dire che prenderemo anche un antipiretico e dello sciroppo.
Quindi si tratta solo di una normale influenza e l'OMS e i servizi sanitari della maggior parte del mondo (i soliti professoroni?) sbagliano a lanciare allarmi e a chiedere di limitare le attività pubbliche per cercare di contrastare la diffusione del virus?
Sostanzialmente sembra essere così. L'enorme differenza con qualunque altra influenza stagionale è che non esiste una quota di popolazione vaccinata che faccia da cuscinetto nella diffusione, che quindi è molto più vasta e veloce.
Non è la pericolosità del virus in sé a preoccupare, ma il fatto che la sanità pubblica non è strutturata per accogliere e gestire l'epidemia sulla totalità della popolazione, giacché si è dato per scontato che per ogni epidemia ci sarebbe stata la necessaria copertura vaccinale a ridurre i numeri dei contagi e dei contagiati.

Re: Covid 19

Inviato: 29 feb 2020, 10:23
da Ilgorgo
Ha comunque una mortalità (3% ?) nettamente più alta di quella delle normali influenze, sebbene non super-allarmante in termini assoluti; se a questo aggiungiamo una capacità di propagazione molto elevata dovremmo secondo me dedurne che non è il caso di tenere comportamenti faciloni
Ne va anche della salute di chi ci sta intorno, non solo della nostra

www.lastampa.it/cronaca/2020/02/29/news ... 1.38530085

Re: Covid 19

Inviato: 29 feb 2020, 10:38
da ruttobandito
Ilgorgo ha scritto:
29 feb 2020, 10:23
Ha comunque una mortalità (3% ?) nettamente più alta di quella delle normali influenze, sebbene non super-allarmante in termini assoluti; se a questo aggiungiamo una capacità di propagazione molto elevata dovremmo secondo me dedurne che non è il caso di tenere comportamenti faciloni
Ne va anche della salute di chi ci sta intorno, non solo della nostra
www.lastampa.it/cronaca/2020/02/29/news ... 1.38530085
Scusa ma insisto.
Mortalità e capacità di propagazione, in una parola "virulenza", dipendono soprattutto dalle condizioni di copertura vaccinale inesistenti.
È vero che l'unica soluzione efficace per contrastare il contagio nel breve periodo è la segregazione individuale in quarantena. Solo che poi uno in quarantena si rompe le palle e vorrebbe sdrammatizzare, vedi il Decamerone. Una battuta potremmo anche concedercela. :wink:

Re: Covid 19

Inviato: 29 feb 2020, 10:53
da Ilgorgo
Non voglio dire delle stupidate ma non credo che la mortalità dipenda, se non in maniera collaterale, dalla copertura vaccinale: la mortalità è una percentuale, non è un numero assoluto. O meglio, ecco, diciamo, io la intendo come percentuale, tu forse la intendi come cifra assoluta.
La mortalità percentuale di questo virus (si parla del 3%, anche se è difficile pure per i medici isolare dati precisi) è molto superiore a quella delle influenze "classiche", che mi pare si aggiri sotto lo 0.5%. E questo credo dipenda da una maggiore nocività del virus, non dal fatto che non esista ancora un vaccino.
Se la reazione a questa situazione sono solo battute, va bene, non lo avevo capito; ma la mia sensazione è che in giro ci sia una grande atmosfera di "ma dai, alla fin fine non muore nessuno, hanno esagerato con gli allarmi, freghiamocene!"

Re: Covid 19

Inviato: 29 feb 2020, 11:07
da ruttobandito
Ilgorgo ha scritto:
29 feb 2020, 10:53
Non voglio dire delle stupidate ma non credo che la mortalità dipenda, se non in maniera collaterale, dalla copertura vaccinale: la mortalità è una percentuale, non è un numero assoluto. O meglio, ecco, diciamo, io la intendo come percentuale, tu forse la intendi come cifra assoluta.
La mortalità percentuale di questo virus (si parla del 3%, anche se è difficile pure per i medici isolare dati precisi) è molto superiore a quella delle influenze "classiche", che mi pare si aggiri sotto lo 0.5%. E questo credo dipenda da una maggiore nocività del virus, non dal fatto che non esista ancora un vaccino.
Se la reazione a questa situazione sono solo battute, va bene, non lo avevo capito; ma la mia sensazione è che in giro ci sia una grande atmosfera di "ma dai, alla fin fine non muore nessuno, hanno esagerato con gli allarmi, freghiamocene!"
Quella a cui ti riferisci è l'incidenza della mortalità, non la mortalità in sé.
L'incidenza è maggiore perché aumentata da fattori contingenti e contestuali. A parità di questi fattori, l'incidenza coinciderebbe con quella di altri virus influenzali.
Riguardo le facili battute, capisco che per apprezzare una certa ironia bisognerebbe saperne abbastanza per coglierne pienamente il senso senza derivarne comportamenti azzardati. Convengo che purtroppo non è materia per tutti.