Equiparati si, equiparati no, la nazionale dei cachi?

Discussioni sulla FIR e sulle Nazionali, maggiore e giovanili

Moderatore: Emy77

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 24142
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Equiparati si, equiparati no, la nazionale dei cachi?

Messaggio da jpr williams » 22 ago 2020, 15:59

Soidog ha scritto:
21 ago 2020, 11:47
Questo è il posto giusto. Mai visto gente tirarsi femori
Allora vuol dire che non hai mai visto le sequenze iniziali del kubrickiano 2001.
Si rappresenta un'epoca in cui la legislazione vigente prevedeva che prevalesse la tesi della scimmia che ti tirava una femorata in testa. La grundnorm che sarebbe ancora in vigore se si accettasse il tuo concetto per cui la vigenza è requisito sufficiente di accettabilità di una norma.
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

Soidog
Messaggi: 1325
Iscritto il: 6 feb 2017, 14:14

Re: Equiparati si, equiparati no, la nazionale dei cachi?

Messaggio da Soidog » 22 ago 2020, 16:14

jpr williams ha scritto:
22 ago 2020, 15:59
Soidog ha scritto:
21 ago 2020, 11:47
Questo è il posto giusto. Mai visto gente tirarsi femori
Allora vuol dire che non hai mai visto le sequenze iniziali del kubrickiano 2001.
Si rappresenta un'epoca in cui la legislazione vigente prevedeva che prevalesse la tesi della scimmia che ti tirava una femorata in testa. La grundnorm che sarebbe ancora in vigore se si accettasse il tuo concetto per cui la vigenza è requisito sufficiente di accettabilità di una norma.
Il libro l'ho letto a 11 anni ed il film l'ho visto qualche anno dopo.
Se una norma non è vigente, semplicemente non esiste.
Se non la si ritiene moralmente accettabile ci sarà, come sempre è stato in passato, chi proporrà di eliminarla/modificarla.
In questo caso se una federazione non è d'accordo può benissimo non procedere ad alcuna equiparazione ed attivarsi per il cambiamento. Sono decisioni di politica sportiva.
In materia legale intere biblioteche di libri di diritto possono diventare obsolete istantaneamente, diventando oggetto di interesse solo per gli storici, quando la legge cambia.

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 24142
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Equiparati si, equiparati no, la nazionale dei cachi?

Messaggio da jpr williams » 22 ago 2020, 16:26

Soidog ha scritto:
22 ago 2020, 16:14
Se non la si ritiene moralmente accettabile ci sarà, come sempre è stato in passato, chi proporrà di eliminarla/modificarla.
Metto su l'Halleluja di Haendel, dopo di che ti esorto a trovare repliche che non siano "lo prevede il regolamento" ogni volta che uno dice che una qualsiasi cosa è sbagliata. Considera, magari, che il concetto di "giusto" e quello di"legale" non sempre coincidono e quindi qualcuno può benissimo ritenere che una cosa sia ingiusta anche se prevista da una regola.
Ti faccio un esempio: mia moglie sta prendendo la patente e attualmente ha il foglio rosa. Con il foglio rosa può guidare la mia auto di una certa cilindrata con me di fianco. Però dopo che avrà preso la patente non potrà guidarla nemmeno con me presente al suo fianco.
Quindi per il codice della strada uno col foglio rosa è più qualificato di uno che ha già preso la patente.
Ti sembra sensato? Per me è una puttanata. Però è previsto dal codice della strada. Se ragionassi come te non dovrei dire che è una troiata, ma dire "lo dice il regolamento!". Sembra che per te i regolamenti non siano scritti sulla carta, ma scolpiti nelle tavole della legge mosaica. :shock:
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

jentu
Messaggi: 4248
Iscritto il: 3 mag 2005, 0:00
Località: lontano da dove vorrei

Re: Equiparati si, equiparati no, la nazionale dei cachi?

Messaggio da jentu » 22 ago 2020, 16:38

jpr williams ha scritto:
22 ago 2020, 16:26
Soidog ha scritto:
22 ago 2020, 16:14
Se non la si ritiene moralmente accettabile ci sarà, come sempre è stato in passato, chi proporrà di eliminarla/modificarla.
Metto su l'Halleluja di Haendel, dopo di che ti esorto a trovare repliche che non siano "lo prevede il regolamento" ogni volta che uno dice che una qualsiasi cosa è sbagliata. Considera, magari, che il concetto di "giusto" e quello di"legale" non sempre coincidono e quindi qualcuno può benissimo ritenere che una cosa sia ingiusta anche se prevista da una regola.
Ti faccio un esempio: mia moglie sta prendendo la patente e attualmente ha il foglio rosa. Con il foglio rosa può guidare la mia auto di una certa cilindrata con me di fianco. Però dopo che avrà preso la patente non potrà guidarla nemmeno con me presente al suo fianco.
Quindi per il codice della strada uno col foglio rosa è più qualificato di uno che ha già preso la patente.
Ti sembra sensato? Per me è una puttanata. Però è previsto dal codice della strada. Se ragionassi come te non dovrei dire che è una troiata, ma dire "lo dice il regolamento!". Sembra che per te i regolamenti non siano scritti sulla carta, ma scolpiti nelle tavole della legge mosaica. :shock:
Ehmm, attento a Giuseppone, le Tavole dell'alleanza secondo la Bibbia furono scritte da Dio...
La legge, quindi, era la sua.
Parlare e scrivere sono due attività umane differenti

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 24142
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Equiparati si, equiparati no, la nazionale dei cachi?

Messaggio da jpr williams » 22 ago 2020, 16:39

jentu ha scritto:
22 ago 2020, 16:38
Ehmm, attento a Giuseppone, le Tavole dell'alleanza secondo la Bibbia furono scritte da Dio...
La legge, quindi, era la sua.
Appunto. Forse i regolamenti di WR non hanno estensori altrettanto altolocati e quindi magari è lecito dissentire senza essere presi a femorate
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

Garry
Messaggi: 13731
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: Equiparati si, equiparati no, la nazionale dei cachi?

Messaggio da Garry » 22 ago 2020, 18:00

È l’uomo, jpr, con il numero più alto di psicoanalisti del mondo.
Se posso azzardare un suggerimento, per venire a capo dalla questione l’unica strada è farsi raccontare episodi della sua infanzia. Affetti negati, successi e fallimenti e cose del genere.
Assicuratevi che mentre sta digitando sia disteso su un divano
"Non torneremo alla normalità, perché la normalità era il problema"

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 24142
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Equiparati si, equiparati no, la nazionale dei cachi?

Messaggio da jpr williams » 23 ago 2020, 11:05

Garry ha scritto:
22 ago 2020, 18:00
È l’uomo, jpr, con il numero più alto di psicoanalisti del mondo.
Soprattutto quelli non richiesti e non qualificati come te.
Che dato il cattivo gusto e la maleducazione di questo volgare e stupido post avresti invece bisogno di ripartire dalle elementari per vedere se al secondo tentativo il prodotto finito viene fuori meglio.
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

Garry
Messaggi: 13731
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: Equiparati si, equiparati no, la nazionale dei cachi?

Messaggio da Garry » 23 ago 2020, 16:40

jpr williams ha scritto:
23 ago 2020, 11:05
Garry ha scritto:
22 ago 2020, 18:00
È l’uomo, jpr, con il numero più alto di psicoanalisti del mondo.
...
E anche quello con il più basso livello di senso dell'umorismo che conosca
"Non torneremo alla normalità, perché la normalità era il problema"

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 24142
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Equiparati si, equiparati no, la nazionale dei cachi?

Messaggio da jpr williams » 24 ago 2020, 9:19

Mai mi sarei aspettato da te il ricorso ad uno dei più triti e squallidi mezzucci dialettici.
Quello per cui tu insulti uno che non conosci personalmente in maniera del tutto pretestuosa e senza alcun collegamento con la discussione che si sta facendo e se quello ti replica a muso duro ecco il mezzuccio: ma come sei permaloso! Ma non hai senso dell'umorismo!
Ora mi spiegherai cosa ci sia di umoristico nel dare del disturbato mentale al prossimo, senza nemmeno peritarti di sapere che magari quel particolare insulto può ferire una persona che non conosci e che magari ha nel suo vissuto o in quello di persone a lui care ricordi dolorosi legati alla tematica di cui ti prendi gioco con la leggerezza di una betoniera.
Senza contare che un simile insulso senso dell'umorismo ce l'hanno solo due tipi di persone: i leoni da tastiera di fb, che non perdono occasione per consigliare cure psichiatriche o antidepressivi a coloro che argomentano in maniera opposta alla loro, e i dittatori di stampo stalinista che spedivano in manicomio i loro oppositori facendoli passare per disturbati mentali. Poichè non hai assolutamente la grandezza criminale dei secondi (né io quella tragica delle loro vittime) mi costringi a catalogarti fra i primi.
Io la chiudo qui, per quanto mi riguarda, e la metto via. Tu fai quel che ti pare.
Sarò sempre lieto di discutere con te di argomenti seri o faceti, ma ti pregherei di evitare gli insulti e le elucibrazioni sui bisogni di cure di persone a te ignote.
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

Garry
Messaggi: 13731
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: Equiparati si, equiparati no, la nazionale dei cachi?

Messaggio da Garry » 24 ago 2020, 9:49

jpr williams ha scritto:
24 ago 2020, 9:19
Ora mi spiegherai cosa ci sia di umoristico...
Parlavo del "personaggio jpr", quello che compare qui, e di quello posso "elucubrare" come fai tu con il "personaggio Garry" (tu, però, spesso lo confondi con la persona reale, e ogni tanto te lo devo ricordare, come successo di recente... :roll:)

La mia intenzione non era di insultarti, semmai era di prendere in giro gli altri, per il fatto che la discussione dalla regola degli equiparati (sulla quale mi sembra di notare una certa uniformità nel giudizio negativo) si sposta spesso su quella specie di "folgorazione sulla via di Damasco" che hai recentemente subito, dopo 20 anni di nazionale con equiparati.
Gli equiparati diventano marginali, un pretesto, e il tema diventa il convincerti che vale comunque la pena di seguire la nazionale, che in fondo lo fanno tutti e bla bla... il tema della discussione in pratica diventa "jpr".
A me questa cosa quando salta fuori fa sorridere (ma se fossi in te mi darebbe un po' fastidio - ognuno ha le sue fisse...) e allora ho preso in giro questa ansia d'apostolato, di conversione da cui sembra preso qualche compagno del bar

PS: A margine (molto a margine, tanto da non entrarci quasi per nulla) devo dire che mi ha colpito l'opinione che hai degli psicanalisti, che secondo te dovrebbero occuparsi soldi disturbati mentali. Mi ha stupito, ma evito di commentare
"Non torneremo alla normalità, perché la normalità era il problema"

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 24142
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Equiparati si, equiparati no, la nazionale dei cachi?

Messaggio da jpr williams » 24 ago 2020, 9:57

Ora torno ad occuparmi della questione di cui il thread parla.
Sono andato a cercare le motivazioni con cui Pichot motivava la sua contrarietà all'attuale sistema permit e ne proponeva la modifica.
Ve le propongo:

“Qualcuno se la prenderà a morte per questo – ha dichiarato l’ex mediano di mischia dei Pumas -, ma la regola è sbagliata e va cambiata. Per ispirare i giovani dobbiamo preservare l’identità delle squadre nazionali e la loro cultura. Ci sono giocatori che si sono trasferiti in un altro paese quando avevano dieci o dodici anni, a quel punto capisco che possano giocare per la loro nuova patria. Ma prendere un ragazzino da un’accademia, come sta succedendo a Tonga, per mettergli la maglia dell’Irlanda, dico per fare un esempio, quello non mi piace. Io vorrei che quel ragazzo potesse giocare per Tonga, essere pagato là e vivere bene. Cinque anni di residenza è già un periodo che potrei accettare. E’ una proposta che dobbiamo mettere in calendario per i prossimi mesi”.


In maniera succinta ed efficacia e molto meglio di quanto io sia in grado di fare Pichot spiega sia perchè è sbagliato il meccanismo, sia la differenza fra un equiparato "pro" ed un ragazzo arrivato da bambino in un paese del quale assimila la cultura e non più banalmente l'ingaggio.
Poi la proposta di allungare a 5 anni anzichè abolire tout court come farei io ha il sapore di un colpo di approccio golfistico: per adesso la rendiamo più difficile, ma l'obiettivo è l'abolizione. L'uso della locuzione "è già un periodo che potrei accettare" parlando dei 5 anni dà l'idea di un obiettivo intermedio.
Nessuna argomentazione meglio di questa: "Io vorrei che quel ragazzo potesse giocare per Tonga, essere pagato là e vivere bene" spiega perchè si dovrebbe cambiare sistema.
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 24142
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Equiparati si, equiparati no, la nazionale dei cachi?

Messaggio da jpr williams » 24 ago 2020, 10:04

In questo pezzo, invece, anche a voler prescindere dal "se" dell'uso degli equiparati per l'Italia, si indaga il "come", cioè sullo scrso apporto che essi hanno dato alla causa azzurra. Della serie; non solo togliamo al termine "nazionale" il suo significato, ma lo facciamo anche senza ricavarne alcun vantaggio, oltre che mortificando i nostri ragazzi: un conto è se non giochi in nazionale perchè ti preferiscono Christian Cullen, altra cosa è se ti preferiscono Hayward.

https://www.oasport.it/2019/10/rugby-il ... zionali-2/
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 24142
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Equiparati si, equiparati no, la nazionale dei cachi?

Messaggio da jpr williams » 24 ago 2020, 10:32

Poi una domanda: finora abbiamo sempre citato i Pumas come squadra che non fa ricorso agli equiparati.
Ma risulta a qualcuno che i Bokke ne abbiano mai fatto uso?
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

Soidog
Messaggi: 1325
Iscritto il: 6 feb 2017, 14:14

Re: Equiparati si, equiparati no, la nazionale dei cachi?

Messaggio da Soidog » 24 ago 2020, 10:40

jpr williams ha scritto:
24 ago 2020, 10:32
Poi una domanda: finora abbiamo sempre citato i Pumas come squadra che non fa ricorso agli equiparati.
Ma risulta a qualcuno che i Bokke ne abbiano mai fatto uso?
https://en.m.wikipedia.org/wiki/Tendai_Mtawarira

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 24142
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Equiparati si, equiparati no, la nazionale dei cachi?

Messaggio da jpr williams » 24 ago 2020, 10:49

Soidog ha scritto:
24 ago 2020, 10:40
jpr williams ha scritto:
24 ago 2020, 10:32
Poi una domanda: finora abbiamo sempre citato i Pumas come squadra che non fa ricorso agli equiparati.
Ma risulta a qualcuno che i Bokke ne abbiano mai fatto uso?
https://en.m.wikipedia.org/wiki/Tendai_Mtawarira
Mi sembrava che The Beast avesse preso la nazionalità sudafricana, ma hai ragione tu. Comunque è un solo caso e oltretutto ha fatto tutta la sua carriera pro in SAF. Però si, tecnicamente è un equiparato.
Però, secondo Wiki: "A fine 2009 nacque una controversia dai risvolti politico-istituzionali sull'utilizzo di Mtawarira in Nazionale: in base alle regole dell'International Rugby Board il giocatore era perfettamente titolato a giocare per gli Springbok in quanto da almeno tre anni militante in squadre della SA Rugby Union[1], ma le leggi del Sudafrica prevedono che solo chi è cittadino di tale Paese possa rappresentarlo a livello internazionale[1][2].".
Quindi dobbiamo pensare che lui sia stata un'eccezione ad una regola che, comunque, vieta l'utilizzo degli equiparati. Fosse così da noi sarei contento: facciamo giocare il vostro Ioane e poi la chiudiamo lì. Ci sto, me la faccio andar bene. :wink:
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

Rispondi

Torna a “La Federazione e la Nazionale”