Infortuni assurdi

La Storia del Rugby, le sue Tradizioni, le Leggende, attraverso documenti, detti, racconti, aforismi.

Moderatore: billingham

ArietiRugbyArezzo
Messaggi: 101
Iscritto il: 15 giu 2007, 11:51
Località: L'unico posto dove si sono misteriosamente estinti i mediani di apertura
Contatta:

Infortuni assurdi

Messaggio da ArietiRugbyArezzo » 21 giu 2007, 10:53

La premiata ditta Arieti-Zorry indice il primo concorso per l'infortunio più inutile che vi sia capitato.

Specificate età (dato non trascurabile) e ruolo. Poi scrivete come vi siete procurati dolore nella maniera più inutile possibile...
Comincio io:

Anni 28
Flanker

Occhio nero e dolore indicibile per stoppare un calcio di spostamento in area di meta avversaria. Non avevo mai saltato così in alto, infatti l'ho preso in piena faccia. Di punta. Inutile dire che la palla è rimbalzata oltre l'area di meta e quindi, a livello di gioco, è stato un sacrificio utile come un ponte di grissini....
Arieti Rugby Arezzo
Testa dura senza paura!


http://www.oltreilquintale.it/arietirugby

zorrykid
Messaggi: 3946
Iscritto il: 10 nov 2004, 0:00
Località: mestre

RE: Infortuni assurdi

Messaggio da zorrykid » 21 giu 2007, 11:05

My name is:

Zorrykid
anni: di cervello come un bimbo da 5
ruolo: vi serve un giocatore, che numero, è il mio

Alla mattina, andando al lavoro noto una spighetta (laccio per le scarpe) slacciata, per motivi di decenza mi inchino per procedere alla sistemazione della scarpa. Dolore lancinante, ma cosa vuoi che sia sarà contratturina, domani mi passa.

Esito ecografia: stiramento del tendine
tempo di recupero: 3 mesi

Morale: Il lavoro fa male, usate i mocassini.

Avatar utente
greg70
Messaggi: 2427
Iscritto il: 25 feb 2005, 0:00
Località: turro - podenzano - piacenza (un posto in mezzo alla campagna)

RE: Infortuni assurdi

Messaggio da greg70 » 21 giu 2007, 11:31

Età 37
Ruolo tutti e nessuno

Mi sono fratturato il terzo metacarpo della mano sinistra, giocando al tocco in allenamento, contro la pancia di COME, utente di rugby.it (nonché compagno di squadra) famoso per avere un'anguria morbida al posto della pancia... :cry:

Radagast
Messaggi: 2182
Iscritto il: 23 ott 2003, 0:00
Località: Altrove

RE: Infortuni assurdi

Messaggio da Radagast » 21 giu 2007, 11:48

Età..no comment
ruolo: ininfluente

Mi sono bucato un timpano con un cottonfioc...nel dettaglio: mi stavo ravanando nell'orecchio (post-doccia) per eliminare la solita gocciolina bastarda, quando vengo chiamato e volto il capo...disgraziatamente un mobile sostava nei miei paraggi e per incomprnetrabilità dei corpi il bastoncino ha preferito infrangere il mio timpano che infilzarsi nel legno

2 mesi di fastidi inaudibili

Morale: se sei un elefante hai bisogno degli spazi della savana....e le cose piccole e morbide sono pericolose,
Immagine
…. perché chi combatterà ivi sarà per noi per sempre fratello e, per quanto sia di umile campionato,
questo giorno lo eleverà al disopra di qualsiasi professionista..

lido-rugby
Messaggi: 1223
Iscritto il: 5 mag 2006, 14:42
Località: tortoreto beach
Contatta:

RE: Infortuni assurdi

Messaggio da lido-rugby » 21 giu 2007, 12:24

sandro
eta 27
ruolo seconda terza
in allenamento facevo la cavalina con i pari peso correvamo con uno sopra,lo spirito d'agonismo ci ha spinto al massimo ero davanti a tutti,sono caduto toccato da dietro e cadendo col peso sopra mi so lussato la clavicola 3 mesi di stop e recupero paranoico n palestra.premetto avedo fatto una michevole il sabato e una partita la domenica,il martedi dopo a fa la cavalina,diciam piu' lasino mi so quasi rovinato!
martedi a touche da solo mi so rifatto male al ginocchio sospetto crociato!
www.rugbytortoreto.it

finche c'e' birra c'e' speranza

ArietiRugbyArezzo
Messaggi: 101
Iscritto il: 15 giu 2007, 11:51
Località: L'unico posto dove si sono misteriosamente estinti i mediani di apertura
Contatta:

Re: RE: Infortuni assurdi

Messaggio da ArietiRugbyArezzo » 21 giu 2007, 12:27

lido-rugby ha scritto:sandro
eta 27
ruolo seconda terza
in allenamento facevo la cavalina con i pari peso correvamo con uno sopra,lo spirito d'agonismo ci ha spinto al massimo ero davanti a tutti,sono caduto toccato da dietro e cadendo col peso sopra mi so lussato la clavicola 3 mesi di stop e recupero paranoico n palestra.premetto avedo fatto una michevole il sabato e una partita la domenica,il martedi dopo a fa la cavalina,diciam piu' lasino mi so quasi rovinato!
martedi a touche da solo mi so rifatto male al ginocchio sospetto crociato!
Questa è la prova schiacciante della mia teoria: non è il rugby che è uno sport duro, sono i rugbysti che non hanno spirito di autoconservazione!
A volte sono arrivato a pensare che un rugbysta si procura dolore solo per il gusto di ignorarlo... gente strana...
Arieti Rugby Arezzo
Testa dura senza paura!


http://www.oltreilquintale.it/arietirugby

cinzia02
Messaggi: 715
Iscritto il: 25 lug 2006, 10:50
Località: nel mondo di Winnie the Pooh

RE: Re: RE: Infortuni assurdi

Messaggio da cinzia02 » 21 giu 2007, 12:56

Cinzia
età...
ruolo O2
Infortunio pseudo rugbystico:
Finisco la partita incolume...Terzo tempo......finiscono i bicchieri di carta...mi metto a lavare quelli di vetro, ma dato che la potenza è nulla senza controllo..ROMPO IL BICCHIERE IN MILLE PEZZI DI VETRO CHE MI SI INFILZANO OVUNQUE (nella mano) e uno più bastardo degli altri quasi mi recide un tendine...
RISULTATO FINALE: 12 punti su una mano mignon....
MORALE : BEVETE DALLA BOTTIGLIA!!!!
Non è forte colui che non cade mai, ma colui che cadendo si rialza sempre.
W. Goethe,

Angelo71
Messaggi: 946
Iscritto il: 8 ott 2006, 16:55
Località: Vicenza

RE: Re: RE: Infortuni assurdi

Messaggio da Angelo71 » 21 giu 2007, 13:21

Angelo (originale il mio nick, eh?)
Anni: 36

infortunio rugbistico più scemo: under 17, avevo 16 anni. In squadra avevo un tizio proveniente dalla compagnia più cattiva della città, cattivo come la puzza pure lui. Due anni prima in under 15 mi avevano nominato capitano perchè ero il più calmo, ed ad ogni interruzione di gioco dovevo guardarmi attorno per vedere sto tizio non "se", ma "dove e con chi" stesse facendo a botte (in genere non durava un tempo prima di essere cacciato dall'arbitro o dal nostro allenatore, ma eravamo 15 giusti...).
Partita contro una squadra odiatissima (per motivi pallonari, che cazz...) Lui per lìoccasione si lima i tacchetti e scende in campo senza farsi sgamare dall'arbitro. Il campo era una palude di fango, così tanto che dopo mezz'ora siamo letteralmente irriconoscibili. Crolla una ruck, e lui mi scambia per il pilone avversario, con il quale si era attaccato prima, appippandomi una tacchettata sull'arcata sopraccigliare destra (15 punti e cicatrice che oggi sfoggio con orgoglio). La scena fu questa:
io "Coion, son angelo, mona!"
lui "Ma sito Angelo davero?"
io "No, son vaca de to sorea, imbesie!"
lui "Scusa, è che no ghe vedo un'ostia, ma no i me lassa mai portare i ociai, (segue intero rosario di bestemmie)
Morale: da quel giorno facemmo colletta per comprargli delle lenti a contatto (e io ebbi da bere pagato per il sabato per un anno :D)
Angelo

PiloneCiccione (Marchio registrato)

bonds
Messaggi: 910
Iscritto il: 8 set 2004, 0:00

RE: Re: RE: Infortuni assurdi

Messaggio da bonds » 21 giu 2007, 13:25

claudio
seconda linea
25 anni all'epoca dell'infortunio

partitella di touch all'ultimo allenamento prima dell'ultima partita della stagione
imperioso scatto sulla fascia con miserrimo crollo a terra per lacerazione completa del tendine d'achille
45 giorni 45 di gesso (tutta la gamba, nel 2000 si usava così....) e qualche mese di fisioterapia

ero in pieno periodo di prova al mio primo lavoro (dei signori, non mi hanno fatto nessuna storia)

morale 1: lavorare porta sfiga
morale 2: le seconde linee dovrebbero pascolare come loro solito, non lanciarsi in scatti spericolati, che altrimenti sarebbero delle ali
Ho provato ad annegare i miei problemi nell'alcool: hanno imparato a nuotare.

Samu
Messaggi: 1964
Iscritto il: 15 mar 2004, 0:00
Località: Arezzo
Contatta:

RE: Re: RE: Infortuni assurdi

Messaggio da Samu » 21 giu 2007, 13:27

Samuele
Età: 29
Ruolo: dipende dalle oscillazioni del peso

Avevo circa 5-6 anni ed ero solito stare alla rete a guardare il canino del vicino che era piccolino bellino und carino e dolce mi sarebbe piaciuto anche a me il canino ma a me nulla, nisba.
Un giorno mi sporgo di piu e riesco col braccino ad allungarmi sino al canino che senza pensarci su mi allunga un morsino su un ditino, risultato: frattura scomposta del ditino e numerosi punti di sutura.Occhio ai canini bellini
Quando la fortuna ragion contrasta, non c'è ragion che alla fortuna basta!!
http://it.youtube.com/watch?v=Q3ip6gwQo6k <---- -i miti non passano mai

Flor
Messaggi: 1932
Iscritto il: 13 feb 2006, 0:00
Contatta:

RE: Re: RE: Infortuni assurdi

Messaggio da Flor » 21 giu 2007, 13:37

Flor
Eta': non se po sape'
La sera prima della partita del sito di Roma, il 17 Marzo scorso, lo spigolo del mobile della mia cucina si infila sopra il mio occhio, tagliando la palpebra in modo netto e profondo.
Ancora mi fa male.
Ma avevo un aspetto piuttosto rugbistico (anzi quasi pugilistico).

Ma forse e' stata meglio la volta che sono caduta nel tombino, slogandomi la caviglia per cui ho dovuto portare il gesso due settimane...

ArietiRugbyArezzo
Messaggi: 101
Iscritto il: 15 giu 2007, 11:51
Località: L'unico posto dove si sono misteriosamente estinti i mediani di apertura
Contatta:

RE: Re: RE: Infortuni assurdi

Messaggio da ArietiRugbyArezzo » 21 giu 2007, 13:51

AHAHAHHAH che spettacolo... devo regalare a Samu un canino carino bellino tipo un Rotwailer...
Arieti Rugby Arezzo
Testa dura senza paura!


http://www.oltreilquintale.it/arietirugby

Bartlebooth
Messaggi: 968
Iscritto il: 9 apr 2004, 0:00
Località: Oderzo (Tv)
Contatta:

RE: Re: RE: Infortuni assurdi

Messaggio da Bartlebooth » 21 giu 2007, 14:18

Sandro
età: vecchiotto
niente ruolo
Estate scorsa sopra Auronzo. Giù dall'albergo c'è un campetto da basket e io e il mio amico che eravamo là con le famiglie decidiamo di giocarci il caffè ai tiri liberi (da fermo quindi, roba da casa di riposo). Vince chi arriva a dieci. Breve riscaldamento. Primi tiri testa a testa, poi lui allunga otto a cinque. Allora mi concentro e ne metto cinque di seguito. Ma mentre faccio partire l'ultimo sento con stupore e preoccupazione una specie di bastonata sulla caviglia. mi giro come per dire: "Ma che c***o di scherzi, ti pare di essere spiritoso?". ma lui è a cinque metri. Poi mi metto a gridare. Lui mi guarda come per dire: "Vabbè hai vinto, ma non mi pare il caso di agitarti come uno s*****o". Io casco per terra. Ho incorniciato il referto del pronto soccorso che dice "infortunio sportivo". Diagnosi: rottura del tendine di achille sx. To mare vaca senza asterischi.

frankye88
Messaggi: 1312
Iscritto il: 10 ott 2005, 0:00
Località: Sicilia - Catania

Messaggio da frankye88 » 21 giu 2007, 14:43

Nome:Francesco
Età:scugnizzo(18-faccio anch'io parte del comitato nickname originali)
Ruolo:primo centro

Primo settembre 2005,ore 18 circa,mi appresto a giocare con quella strana e misteriosa palla sferica,quella di quello strano sport con quelle specie di porte stracolme di quelle strane reti da pesca,campo 100% in asfalto con pendenza del 10%,cross dalla fascia,salto,colpo di tacco alla Zola con piede destro che passa davanti alla gamba sinistra.Risultato:palla fuori e menisco(discoidale-importante perchè si è rotto per questo motivo oltre che per la torsione del ginocchio)rotto.Dolore lancinate da rottura netta del crociato,operazione che doveva essere di urgenza fatta dopo 15 lunghi giorni di sofferenza e stampelle per sbagliata diagnosi,con un mese e mezzo di stop...
"Il rugby è un gioco da bestie giocato da gentiluomini e gestito da dementi."
(frankye88)

"La stupidità è un peccato mortale"
(The Darwin Awards)

frankye88
Messaggi: 1312
Iscritto il: 10 ott 2005, 0:00
Località: Sicilia - Catania

Messaggio da frankye88 » 21 giu 2007, 14:47

...e la cosa bella è che era il primo giorno che ricominciavano gli allenamenti...
"Il rugby è un gioco da bestie giocato da gentiluomini e gestito da dementi."
(frankye88)

"La stupidità è un peccato mortale"
(The Darwin Awards)

Rispondi

Torna a “Storia, Tradizione, Leggenda”