Il loculo di jpr

Per discutere di qualsiasi cosa che NON riguardi il Rugby...
Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 26909
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Il loculo di jpr

Messaggio da jpr williams » 28 set 2021, 15:22

Da juventino ti straquoto.
Solo io sarei per la linea durissima: esclusione da tutte le competizioni UEFA e divieto ai giocatori sotto contratto per quei club di partecipare a competizioni UEFA e FIFA.
Si facciano supermondiali e supereuropei per i cavolacci loro
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati
Non me ne frega niente se anch'io sono sbagliato
spiacere è il mio piacere, io amo essere odiato
coi furbi e i prepotenti da sempre mi balocco
e al fin della licenza io non perdono e tocco

Luqa-bis
Messaggi: 6601
Iscritto il: 18 mag 2011, 10:17

Re: Il loculo di jpr

Messaggio da Luqa-bis » 28 set 2021, 17:00

Mah, loro lo fan per soldi. Volete anche le coppe, mondiali ed europei? Si fa cassa comune ma niente campionato nazionali , coppe, e via anche dagli annali. Non dividete. Come dicono in superlega: rangeve.

Luqa-bis
Messaggi: 6601
Iscritto il: 18 mag 2011, 10:17

Re: Il loculo di jpr

Messaggio da Luqa-bis » 28 set 2021, 17:10

Mah, loro lo fan per soldi. Volete anche le coppe, mondiali ed europei? Si fa cassa comune ma niente campionato nazionali , coppe, e via anche dagli annali. Non dividete. Come dicono in superlega: rangeve.

supermax
Messaggi: 2585
Iscritto il: 8 mar 2003, 0:00
Località: roma

Re: Il loculo di jpr

Messaggio da supermax » 28 set 2021, 18:37

E' una strada che per metà ha già percorso il basket. Nella loro Superleague non ci va chi vince lo scudetto (e infatti la Virtus Bologna non partecipa quest'anno) ma chi risponde a determinati prerequisiti finanziari, ampiezza dei palazzetti, ecc. ecc.. In definitiva non si partecipa per solo diritto sportivo ma perché il comitato organizzatore ti ammette nell'empireo. E le Federazioni sono escluse completamente. Secondo me sono stati, dal loro punto di vista, più "furbi" che nel calcio. Vanno per gradi ed il prossimo passo sarà la partecipazione solo a questo campionato per le squadre iscritte, che abbandoneranno i tornei nazionali. Triste e, secondo me, miope, ma cercheranno di arrivarci.

speartakle
Messaggi: 6004
Iscritto il: 11 giu 2012, 0:14

Re: Il loculo di jpr

Messaggio da speartakle » 28 set 2021, 21:45

basterebbe che la superlega avesse requisito sportivo ed economico/infrastrutture: per salire e far retrocedere l'ultima del piano di sopra devi, oltre ad arrivare prima dell'attuale serie A requisiti economici e se volete infrastrutturali almeno pari a chi deve retrocedere (al netto dei contributi FIR) altrimenti avanti il secondo classificato e così via. non c'è nessuno che risponda alle caratteristiche entro la data x? allora non retrocede nessuno.

Avatar utente
Consulente Atto 2
Messaggi: 199
Iscritto il: 28 mag 2021, 14:56

Re: Il loculo di jpr

Messaggio da Consulente Atto 2 » 29 set 2021, 10:27

Luqa-bis ha scritto:
28 set 2021, 15:18
Mi riferivo all' azionariato popolare e al rifiuto dei tifosidella Superlega. SUPERLEGA che, tanto per rizzare, possono benissimo fare. Li tratteremo come un campionato di una federazione. Quindi max 4 squadre inChampions. E metterei laclausola del 50à% a comune. Ovvio che chi va in SUPERLEGA esce dalle statistiche nazionali e perde stelle e scudetti
Io non ho un'opinione sul calcio.
Pero' non avevo pensato a questo aspetto. Azionariato popolare, cooperative, societa' di mutuo soccorso e' un exploit del sistema capitalistico che andrebbe esplorato di piu'. Anche perche', oggi, e' l'unico modo che forse ha una possibilita' di avere un effetto.

Justin Welby, arcivescovo di Canterbury, qualche anno fa lancio' una iniziativa di credito della chiesa anglicana, senza fini di lucro ma per aiutare le persone in difficolta' con prestiti accessibilissimi. La sua idea era di "outcompete the payday lenders". Dopo un paio di anni gli hanno subito fatto una legge contro che di fatto gli impediva di continuare ad un livello serio.

Avatar utente
Consulente Atto 2
Messaggi: 199
Iscritto il: 28 mag 2021, 14:56

Re: Il loculo di jpr

Messaggio da Consulente Atto 2 » 29 set 2021, 10:29

jpr williams ha scritto:
28 set 2021, 14:09
Consulente Atto 2 ha scritto:
27 set 2021, 17:22
Il mio punto era che se lo sport diventa professionistico non puoi non avere delle "conventicole". Il fatto di averle fa perdere di significato ai titoli nazionali, perche' nelle competizioni nazionali non ci sono piu' i migliori.
In un certo senso finisci per darmi ragione: chi vince in una conventicola non può dirsi "Campione nazionale". Sarà il vincitore della conventicola. Proprio questo intendevo dire.
Il fatto che la conventicola sia bene o male o, come dici tu, obbligatoria è questione diversa da quella di cui stavo parlando.
Ne riparleremo a tempo debito.
Per adesso mi basta dire che non considererò Campione d'Italia chi vincerà quella specie di competizione massonica che il nuovo boss vuole mettere in piedi.
In questo caso hai ragione. Non sarei cosi' radicale come te, forse perche' seguo molto poco il rugby di club nazionale, ma di certo il titolo italiano avrebbe un po' meno valore.

Luqa-bis
Messaggi: 6601
Iscritto il: 18 mag 2011, 10:17

Re: Il loculo di jpr

Messaggio da Luqa-bis » 29 set 2021, 13:30

vero.

Però , da quando la Benetton ha lasciato il campionato per la celtica, chi si è posto la domanda?

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 26909
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Il loculo di jpr

Messaggio da jpr williams » 29 set 2021, 14:22

speartakle ha scritto:
28 set 2021, 21:45
basterebbe che la superlega avesse requisito sportivo ed economico/infrastrutture: per salire e far retrocedere l'ultima del piano di sopra devi, oltre ad arrivare prima dell'attuale serie A requisiti economici e se volete infrastrutturali almeno pari a chi deve retrocedere (al netto dei contributi FIR) altrimenti avanti il secondo classificato e così via. non c'è nessuno che risponda alle caratteristiche entro la data x? allora non retrocede nessuno.
Premesso che non era proprio di questo che volevo parlare (mi riferivo solo all'attribuibilità o meno del titolo di campione nazionale, non alla bontà o meno dell'idea di superlega che personalmente aborro), devo dire che una volta tanto sono quasi d'accordo con te.
Io sono assolutamente favorevole al concetto per cui una società per poter partecipare ad un torneo debba soddisfare precisi e stringenti parametri riguardanti la solidità finanziaria e l'adeguatezza degli impianti.
Quello che trovo ripugnante è l'idea che questi requisiti bastino da soli per partecipare. E per permanere.
Per me devono far parte del massimo campionato le società solide e che hanno conquistato questo diritto sul campo. E che lo mantengono sul campo. Tanto per fare un esempio pratico Verona ha sicuramente i parametri di solidità a posto, ma finchè non ottiene la promozione sul campo per me sta dov'è. Idem se per assurdo la società più ricca del TOP10, il Petrarca, dovesse arrivare ultimo l'anno prossimo si fa la serie A.
La promozione può ben essere condizionata alla presentazione di parametri di solidità, ma può riguardare solo chi ottiene un titolo sul campo: vince la serie A il Paraponziponzipò? Bene, se ha i parametri a posto va in TOP10, se non li ha si guarda la seconda e così via.
In ogni caso però chi arriva ultimo retrocede senza se e senza ma. Non esiste la "permanenza di cittadinanza": arrivi ultimo, retrocedi. Punto. Anche se ti chiami Sultano del Brunei.
Accetto tranquillamente l'idea che chi è più ricco ottiene più successi. Ma la trafila deve essere: prendi una società, ci investi dei soldi rendendola forte, ci vinci la promozione e vai su. Non che prendi il Paraponziponzipò e dici "cara Fir, io sono il sultano del Brunei e ho preso il Paraponziponzipò: iscrivimi al TOP10". No.
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati
Non me ne frega niente se anch'io sono sbagliato
spiacere è il mio piacere, io amo essere odiato
coi furbi e i prepotenti da sempre mi balocco
e al fin della licenza io non perdono e tocco

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 26909
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Il loculo di jpr

Messaggio da jpr williams » 29 set 2021, 14:29

Consulente Atto 2 ha scritto:
29 set 2021, 10:29
jpr williams ha scritto:
28 set 2021, 14:09
Consulente Atto 2 ha scritto:
27 set 2021, 17:22
Il mio punto era che se lo sport diventa professionistico non puoi non avere delle "conventicole". Il fatto di averle fa perdere di significato ai titoli nazionali, perche' nelle competizioni nazionali non ci sono piu' i migliori.
In un certo senso finisci per darmi ragione: chi vince in una conventicola non può dirsi "Campione nazionale". Sarà il vincitore della conventicola. Proprio questo intendevo dire.
Il fatto che la conventicola sia bene o male o, come dici tu, obbligatoria è questione diversa da quella di cui stavo parlando.
Ne riparleremo a tempo debito.
Per adesso mi basta dire che non considererò Campione d'Italia chi vincerà quella specie di competizione massonica che il nuovo boss vuole mettere in piedi.
In questo caso hai ragione. Non sarei cosi' radicale come te, forse perche' seguo molto poco il rugby di club nazionale, ma di certo il titolo italiano avrebbe un po' meno valore.
Il valore può essere più o meno alto. Ma qui discutiamo di ontologia non di fenomenologia. L'essenza del concetto di "campione nazionale" è incompatibile con una competizione chiusa. Che poi di fatto finisca per non designare la squadra effettivamente più forte è un altro concetto.
Peraltro
Luqa-bis ha scritto:
29 set 2021, 13:30
vero.

Però , da quando la Benetton ha lasciato il campionato per la celtica, chi si è posto la domanda?
E' verissimo quel che dice Luqa dal punto di vista fenomenologico. Però va detto che ontologicamente parlando il Treviso ha abbandonato il campionato italiano e non viceversa. Non è che il campionato italiano dovesse fare come le mogli indù che si immolano sulla pira alla morte del consorte (sempre che sta roba raccontata da Verne sia vera)
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati
Non me ne frega niente se anch'io sono sbagliato
spiacere è il mio piacere, io amo essere odiato
coi furbi e i prepotenti da sempre mi balocco
e al fin della licenza io non perdono e tocco

speartakle
Messaggi: 6004
Iscritto il: 11 giu 2012, 0:14

Re: Il loculo di jpr

Messaggio da speartakle » 29 set 2021, 14:40

jpr williams ha scritto:
29 set 2021, 14:22


Premesso che non era proprio di questo che volevo parlare
ma infatti la mia era una buttata per farti andare giù una lega che potesse fregiarsi del titolo campione di Italia.

Domani Innocenti e il consiglio federale varano la nuova superlega: partecipano le squadre del massimo campionato che hanno almeno 2 ML di budget al netto dei contributi federali (riscontrabili con contratti di sponsorizzazione e/o fedejussioni non lo so) e hanno un campo con illuminazione notturna, due tribune con una capienza non inferiore a boh 3.500 posti (vaneggio), uno staff composto da x, y, z e una rosa di minimo 30 giocatori pro e tutto il cucuzzaro che si vuole mettere in fatto di formazione giocatori accademici, accademia propria, u19 ecc, chi non risponde a questi criteri non partecipa, avanti il meglio classificato della serie A, neanche lui ha queste caratteristiche? il secondo, e così via. Nessuno della Serie A può? si accettano anche candidature di nuove società.
L'anno seguente arriva ultimo Calvisano che notoriamente è povero e tapino, ma il VII Torino che è arrivato primo della A e vorrebbe entrare non ha almeno le caratteristiche al pari di Calvisano, eh mi spiace niente da fare, avanti il prossimo, niente neanche lui e neanche gli altri? ok Calvisano resta nella super lega,

Accontentato anche jpr, titolo di campione nazionale salvo.

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 26909
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Il loculo di jpr

Messaggio da jpr williams » 29 set 2021, 14:48

Sull'ultimo punto divergiamo.
Per me nell'esempio da te auspicato Calvisano retrocede a prescindere. Se non si trova nessuno in grado di rimpiazzarlo neanche scendendo fino in C allora giocheranno in 9.
Non può esistere che chi arriva ultimo la passa liscia.
Sempre che parliamo di sport.
Pensa che io, oltre a far retrocedere al fulmicotone l'ultima, farei fare dei palyout anche alla penultima.
OT
Comunque dubito che Calvisano avrà i soldi per fare la superlega. A meno che non arrivi qualcuno coi soldi.
Mi contenterei che finissimo almeno questa stagione.
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati
Non me ne frega niente se anch'io sono sbagliato
spiacere è il mio piacere, io amo essere odiato
coi furbi e i prepotenti da sempre mi balocco
e al fin della licenza io non perdono e tocco

speartakle
Messaggi: 6004
Iscritto il: 11 giu 2012, 0:14

Re: Il loculo di jpr

Messaggio da speartakle » 29 set 2021, 14:57

jpr williams ha scritto:
29 set 2021, 14:48
Sull'ultimo punto divergiamo.
Per me nell'esempio da te auspicato Calvisano retrocede a prescindere. Se non si trova nessuno in grado di rimpiazzarlo neanche scendendo fino in C allora giocheranno in 9.
Non può esistere che chi arriva ultimo la passa liscia.
Sempre che parliamo di sport.
Pensa che io, oltre a far retrocedere al fulmicotone l'ultima, farei fare dei palyout anche alla penultima.
OT
Comunque dubito che Calvisano avrà i soldi per fare la superlega. A meno che non arrivi qualcuno coi soldi.
Mi contenterei che finissimo almeno questa stagione.
a jpr non è che arrivare ultimi è il giudizio universale, se quelli sotto non hanno le caratteristiche richieste uno rimane li dov'è vuol dire che se lo merita (poi possiamo aprire il capitolo se se lo merita o sfrutta una posizione dominante e se ci sono i contrappesi per consentire alle altre sotto di partecipare con pari condizioni, ma è un'altra storia, affrontabile e risolvibile). Se decidi che si debbano avere determinate caratteristiche allora devono valere sia in bene che in male.
Sono molto meno meritocratici e non paritetici degli spareggi/playout ultima/penultima con la pretendente che ovviamente in quel momento non può essere attrezzata come se fosse già promossa...

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 26909
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Il loculo di jpr

Messaggio da jpr williams » 29 set 2021, 14:59

speartakle ha scritto:
29 set 2021, 14:40
Accontentato anche jpr, titolo di campione nazionale salvo.
Io non sono preoccupato di nulla.
Dico solo che ci vince un campionato non liberamente accessibile a chi vince sul campo non può avere quel titolo.
Lo si chiami campione dei mejo fichi se si vuole, ma non campione d'Italia perchè non si è misurato con l'Italia, bensì con una casta chiusa.
Se poi non lo vuoi capire o vuoi solo sfruculiare, liberissimo.
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati
Non me ne frega niente se anch'io sono sbagliato
spiacere è il mio piacere, io amo essere odiato
coi furbi e i prepotenti da sempre mi balocco
e al fin della licenza io non perdono e tocco

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 26909
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Il loculo di jpr

Messaggio da jpr williams » 29 set 2021, 15:02

speartakle ha scritto:
29 set 2021, 14:57
a jpr non è che arrivare ultimi è il giudizio universale, se quelli sotto non hanno le caratteristiche richieste uno rimane li dov'è vuol dire che se lo merita (poi possiamo aprire il capitolo se se lo merita o sfrutta una posizione dominante e se ci sono i contrappesi per consentire alle altre sotto di partecipare con pari condizioni, ma è un'altra storia, affrontabile e risolvibile). Se decidi che si debbano avere determinate caratteristiche allora devono valere sia in bene che in male.
Sono molto meno meritocratici e non paritetici degli spareggi/playout ultima/penultima con la pretendente che ovviamente in quel momento non può essere attrezzata come se fosse già promossa...
Macchè giudizio universale. Se arriva ultimo retrocede, vince il campionato sotto e risale. Nessuna condanna, solo sport.
Fra le caratteristiche che uno deve avere ci dev'essere il merito sportivo e se uno è arrivato ultimo per me merita di retrocedere. Non può essere che uno arriva ultimo e se chi vince sotto è ricco retrocede, mentre se è povero quello resta lì. Non è una lotteria.
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati
Non me ne frega niente se anch'io sono sbagliato
spiacere è il mio piacere, io amo essere odiato
coi furbi e i prepotenti da sempre mi balocco
e al fin della licenza io non perdono e tocco

Rispondi

Torna a “Chiamate la Neuro....”