CHE LIBRI LEGGETE?

Per discutere di qualsiasi cosa che NON riguardi il Rugby...
Avatar utente
gcruta
Messaggi: 4068
Iscritto il: 23 mag 2006, 7:52

Re: CHE LIBRI LEGGETE?

Messaggio da gcruta » 22 nov 2018, 9:17

jpr williams ha scritto:
m.map ha scritto:
jpr williams ha scritto:
m.map ha scritto:
jpr williams ha scritto:Triste, solitario y final di Osvaldo Soriano
L'hai letto?
faròllo
:wink: :wink:
Poi mi dirai. :wink:
A me non è piaciuto granché: sono troppo amante dell'originale e questo di Soriano mi è parso un appiccicare un po' delle sue passioni senza troppo capo né coda, un po' come il terribile Dan Brown che nei suoi romanzi mette tutti i misteri insieme perché c'è una sola grande Spectre...
Opinioni, eh, a me piace ancora Zorrykid...
Tuco: "Ci... ci ri... rivedre..."
Il Biondo: "Ci rivedremo, idioti. E' per te."

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 18957
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: CHE LIBRI LEGGETE?

Messaggio da jpr williams » 22 nov 2018, 11:09

Mument!
Quale sarebbe "l'originale"? :shock:
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.

Cantal
Messaggi: 86
Iscritto il: 15 nov 2018, 12:30

Re: CHE LIBRI LEGGETE?

Messaggio da Cantal » 22 nov 2018, 15:34

provate un po' a dare un'occhiata a questo libro:

Frank McCourt...... Ehi! prof... edizioni Adelphi

:D :D :D

metabolik
Messaggi: 5686
Iscritto il: 27 mar 2003, 0:00
Località: Piacenza

Re: CHE LIBRI LEGGETE?

Messaggio da metabolik » 22 nov 2018, 16:25

L'instabilità quantistica del nulla giustifica o nega la cosmologia creazionistica ?
Non è un romanzo, ma è forse più appassionante.
La creazione nella cosmologia contemporanea
JUAN JOSÉ SANGUINETI.
ACTA PHILOSOPHICA, vol. 4 (1995), fasc. 2 -PAGG. 285-313.

Adryfrentzen
Messaggi: 1375
Iscritto il: 31 gen 2018, 12:42

Re: CHE LIBRI LEGGETE?

Messaggio da Adryfrentzen » 23 nov 2018, 11:22

Al momento:

Stephen King - The Outsider

In fila ho:
Daniele Bressanini - Pane e bugie
Siddhartha Mukherjee - The Laws of Medicine: Field Notes from an Uncertain Science

Avatar utente
gcruta
Messaggi: 4068
Iscritto il: 23 mag 2006, 7:52

Re: CHE LIBRI LEGGETE?

Messaggio da gcruta » 23 nov 2018, 11:44

jpr williams ha scritto:Mument!
Quale sarebbe "l'originale"? :shock:
L'originale è l'inarrivabile (a mio parere) Raymond Chandler, ça va sans dire...
Tuco: "Ci... ci ri... rivedre..."
Il Biondo: "Ci rivedremo, idioti. E' per te."

m.map
Messaggi: 1104
Iscritto il: 22 ago 2006, 13:09

Re: CHE LIBRI LEGGETE?

Messaggio da m.map » 23 nov 2018, 13:03

gcruta ha scritto:
jpr williams ha scritto:
m.map ha scritto:
jpr williams ha scritto:
m.map ha scritto:
L'hai letto?
faròllo
:wink: :wink:
Poi mi dirai. :wink:
A me non è piaciuto granché: sono troppo amante dell'originale e questo di Soriano mi è parso un appiccicare un po' delle sue passioni senza troppo capo né coda, un po' come il terribile Dan Brown che nei suoi romanzi mette tutti i misteri insieme perché c'è una sola grande Spectre...
Opinioni, eh, a me piace ancora Zorrykid...
ecco, credevo di leggere in poche ore (142 pagine, in un pomeriggio si fà)
invece mi sono arenato verso pag. 90
------
lo stile mi ricorda un po ' john fante e un po' la guida galattica per autostoppisti
la presenza di tanti personaggi illustri (marlowe, laurel&hardy, john wayne, van dyke, persino liz taylor e mia farrow)
mi riporta invece, non so bene perché, a roger rabbit

preferisco sepùlveda :roll:

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 18957
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: CHE LIBRI LEGGETE?

Messaggio da jpr williams » 1 dic 2018, 23:02

Io l'ho letto qualche mese fa. L'ho letto per tutto il tempo col sorriso a fior di labbra.
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.

VANZANDT
Messaggi: 2820
Iscritto il: 17 feb 2010, 16:41

Re: CHE LIBRI LEGGETE?

Messaggio da VANZANDT » 14 dic 2018, 8:10

normalmente 4/6 insieme per confondermi meglio :D ora
Daniele Schon "Il cervello musicale"
Robert Walser "Ritratti di scrittori"
Schopenhauer "L'arte di ignorare il giudizio degli altri"
Sebald "Il passeggiatore solitario"

Garry
Messaggi: 6344
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: CHE LIBRI LEGGETE?

Messaggio da Garry » 14 dic 2018, 22:16

VANZANDT ha scritto:normalmente 4/6 insieme per confondermi meglio :D ora
Daniele Schon "Il cervello musicale"
Robert Walser "Ritratti di scrittori"
Schopenhauer "L'arte di ignorare il giudizio degli altri"
Sebald "Il passeggiatore solitario"
Anch'io sono un "lettore parallelo", ma a 4 non ci sono mai arrivato. Quattro sono troppi, per me.
Adesso sono ancora su "Al di là delle parole" di Carl Safina, "L'arte di essere fragili" di D'Avenia, e poi solo per farmi una pagina ogni sera, come livre de chevet, i "Saggi" di Montaigne che per essere sincero ho iniziato tempo fa solo perché avevo letto che se lo tiene sul comodino anche Bruce Springsteen :lol:
L'effetto Dunning-Kruger è una distorsione cognitiva a causa della quale individui poco esperti in un campo tendono a sopravvalutare le proprie abilità autovalutandosi, a torto, esperti in quel campo. Come corollario di questa teoria, spesso gli incompetenti si dimostrano estremamente supponenti.
Risultato di uno dei test scientifici alla base di questa teoria: "...le persone che hanno ottenuto percentuali più basse nei test di grammatica, umorismo e logica tendevano anche a sovrastimare drammaticamente il proprio livello di abilità. Questi soggetti non erano, inoltre, in grado di riconoscere i livelli di competenza di altre persone, il che è parte del motivo per cui si consideravano più capaci e più informati degli altri".

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 18957
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: CHE LIBRI LEGGETE?

Messaggio da jpr williams » 15 dic 2018, 11:32

IO vi invidio a voi.
Non sono mai riuscito a leggere più di una cosa per volta. Specie i romanzi: mi prendono troppo, mi ci ritrovo dentro, ne vengo fagocitato e vivo direttamente lì. Quindi non posso trovarmi altrove. Ad esempio mentre leggevo Guerra e Pace o Anna Karenina mi sembrava proprio di vivere nella Russia zarista e faticavo a rapportarmi alla realtà…
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.

VANZANDT
Messaggi: 2820
Iscritto il: 17 feb 2010, 16:41

Re: CHE LIBRI LEGGETE?

Messaggio da VANZANDT » 15 dic 2018, 20:46

Garry ha scritto:
VANZANDT ha scritto:normalmente 4/6 insieme per confondermi meglio :D ora
Daniele Schon "Il cervello musicale"
Robert Walser "Ritratti di scrittori"
Schopenhauer "L'arte di ignorare il giudizio degli altri"
Sebald "Il passeggiatore solitario"
Anch'io sono un "lettore parallelo", ma a 4 non ci sono mai arrivato. Quattro sono troppi, per me.
Adesso sono ancora su "Al di là delle parole" di Carl Safina, "L'arte di essere fragili" di D'Avenia, e poi solo per farmi una pagina ogni sera, come livre de chevet, i "Saggi" di Montaigne che per essere sincero ho iniziato tempo fa solo perché avevo letto che se lo tiene sul comodino anche Bruce Springsteen :lol:

anche 7-8 contemporaneamente da sempre ... per un lungo periodo in passato mi serviva anche come stimolo creativo ... si creano parallelismi rimandi tra campi apparentemente distantissimi ... in questo senso è necessario leggere con mente molto aperta essere disponibile a farsi stupire da qualsiasi correlazione che potesse emergere .... poi la cosa è andata avanti molto e soprattutto per atavica curiosità di conoscere

Garry
Messaggi: 6344
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: CHE LIBRI LEGGETE?

Messaggio da Garry » 16 dic 2018, 9:57

jpr williams ha scritto:Non sono mai riuscito a leggere più di una cosa per volta. Specie i romanzi: mi prendono troppo…
Ero così anch’io, in modo categorico. Iniziare un libro prima di averne finito un altro per me era assurdo, una sciocchezza. Poi ho iniziato prima di tutto per motivi pratici. Volendo sfruttare qualsiasi occasione per leggere (viaggi, sale d’attesa, file) se stavo leggendo per esempio Delitto e castigo non potevo mettermelo in tasca e allora prendevo quelle comodissime edizioni da mille lire in cui si potevano trovare opere molto interessanti e mi portavo in giro quelle (erano libri per chi è dotato di vista buona). Una volta aperta la via e caduto il tabù, ho proseguito
L'effetto Dunning-Kruger è una distorsione cognitiva a causa della quale individui poco esperti in un campo tendono a sopravvalutare le proprie abilità autovalutandosi, a torto, esperti in quel campo. Come corollario di questa teoria, spesso gli incompetenti si dimostrano estremamente supponenti.
Risultato di uno dei test scientifici alla base di questa teoria: "...le persone che hanno ottenuto percentuali più basse nei test di grammatica, umorismo e logica tendevano anche a sovrastimare drammaticamente il proprio livello di abilità. Questi soggetti non erano, inoltre, in grado di riconoscere i livelli di competenza di altre persone, il che è parte del motivo per cui si consideravano più capaci e più informati degli altri".

Garry
Messaggi: 6344
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: CHE LIBRI LEGGETE?

Messaggio da Garry » 16 dic 2018, 11:24

Agli amanti dei libri consiglio il sito anobii.com, se ancora non conosciuto.

Potete creare il vostro profilo, organizzare la vostra biblioteca, vedere le affinità della vostra biblioteca con quella di vostri amici, commentare libri e tante altre cose.
L'effetto Dunning-Kruger è una distorsione cognitiva a causa della quale individui poco esperti in un campo tendono a sopravvalutare le proprie abilità autovalutandosi, a torto, esperti in quel campo. Come corollario di questa teoria, spesso gli incompetenti si dimostrano estremamente supponenti.
Risultato di uno dei test scientifici alla base di questa teoria: "...le persone che hanno ottenuto percentuali più basse nei test di grammatica, umorismo e logica tendevano anche a sovrastimare drammaticamente il proprio livello di abilità. Questi soggetti non erano, inoltre, in grado di riconoscere i livelli di competenza di altre persone, il che è parte del motivo per cui si consideravano più capaci e più informati degli altri".

VANZANDT
Messaggi: 2820
Iscritto il: 17 feb 2010, 16:41

Re: CHE LIBRI LEGGETE?

Messaggio da VANZANDT » 19 dic 2018, 21:13

in coda in progress
Rafael Lopez-Pedraza "Dioniso in esilio"
notevole ... sperando di non far confusione :D

Rispondi

Torna a “Chiamate la Neuro....”