Politica italiana e internazionale da bar

Per discutere di qualsiasi cosa che NON riguardi il Rugby...
zappatalpa
Messaggi: 6580
Iscritto il: 21 set 2015, 20:02

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da zappatalpa » 13 nov 2019, 15:34

RigolettoMSC ha scritto:
13 nov 2019, 15:05
zappatalpa ha scritto:
13 nov 2019, 14:01
..........
l'italiano, se lo lasci fare... esce Salvini al Nord e DiMaio al Sud. Rappresentativi al 100%.
Purtroppo è vero, come è vero che al centro non sanno inventarsi niente di meglio di un Renzi...
Per carità al confronto sembra Cavour, ma sempre roba da serie minori, ohimè. E te lo dice
uno che l'ha pure votato (due volte!) e ha votato sì al famigerato referendum, ma essenzialmente
per mancanza di alternative più potabili; concorderai che alla lunga è piuttosto frustrante.
Io ho sempre detto: finché l'Italia riesce a produrre gente come Renzi, c'é speranza.
Renzi é l'unico da anni che sa stare a livello internazionale. Anche altri hanno gente scarsa, anche la Germania, ma non come i Salvini e le Meloni, i 5S...
Ma cosa vuoi spiegarlo agli italiani, cos'é il livello internazionale??
Basta guardare lo sport, specchio di una societá che non é competitiva, e ora racconta ai boccia che in fondo non é nemmeno tanto importante essere competitivi. DiMaio - Mittal. C'é da vergognarsi davanti al ricordo dei nonni. Che anche se non erano tutti geni, erano al loro posto, e come indicato nella bibbia, invece di sotterrare il poco di "talento", lo hanno accresciuto. Se molti s*****i che oggi vanno per i 60 hanno potuto grattarsi lo scroto a vita, e non paghi, impongono la loro natura degenere sostenendo Untermenschen che in un azienda privata non metteresti neanche a fare il caffé, é grazie a loro. Depressi morti di fame da 1600E/al mese che costringono la poca vita che hanno prodotto a 1000E fino ai 35anni e dunque a dipendere dalla degenerazione e a rimanere soli a loro volta. Il paese della melanzana lessa.

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 19859
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da jpr williams » 13 nov 2019, 15:49

Renzi a livello internazionale?
Ma di cosa stiamo parlando?
L'unico italiano stimato a livello internazionale è Mario Draghi.
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.

zappatalpa
Messaggi: 6580
Iscritto il: 21 set 2015, 20:02

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da zappatalpa » 13 nov 2019, 15:53

zappatalpa ha scritto:
13 nov 2019, 15:34
Il paese della melanzana lessa...
... e dei minus habens, che uno vorrebbe pensare: "c'é da magnare e ignoranza, devono essere felici per forza, gli stolti", invece no! sono pure cosí perennemente e fastidiosamente infelici, che ti chiedi se é una punizione divina, o cosa?

zappatalpa
Messaggi: 6580
Iscritto il: 21 set 2015, 20:02

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da zappatalpa » 13 nov 2019, 16:02

jpr williams ha scritto:
13 nov 2019, 15:49
Renzi a livello internazionale?
Ma di cosa stiamo parlando?
L'unico italiano stimato a livello internazionale è Mario Draghi.
è l'odio che ti acceca la vista, come potresti mai giudicare se Renzi é a livello internazionale o no? come quando hai giudicato Seehofer un nazista e perfettamente in linea con la tristezza descritta sopra (mezzo forum sulla finale riesce a dire solo che immagina quanto tu goda perché perdono i bianchi e nessuno ci pensa minimamente di godere perché vincono i bianchi e i nexxi :D). non fatemi ridere per favore!

zappatalpa
Messaggi: 6580
Iscritto il: 21 set 2015, 20:02

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da zappatalpa » 13 nov 2019, 16:05

zappatalpa ha scritto:
13 nov 2019, 16:02
jpr williams ha scritto:
13 nov 2019, 15:49
Renzi a livello internazionale?
Ma di cosa stiamo parlando?
L'unico italiano stimato a livello internazionale è Mario Draghi.
è l'odio che ti acceca la vista, come potresti mai giudicare se Renzi é a livello internazionale o no? come quando hai giudicato Seehofer un nazista e perfettamente in linea con la tristezza descritta sopra (mezzo forum sulla finale riesce a dire solo che immagina quanto tu goda perché perdono i bianchi e nessuno ci pensa minimamente di godere perché vincono i bianchi e i nexxi :D). non fatemi ridere per favore!
Il prossimo livello internazionale lo vedi quando il Leicester viene a Calvisano.

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 19859
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da jpr williams » 13 nov 2019, 16:10

Non credo verrà, sabato però arrivano i Cardiff Blues.
Ma non ho bisogno di aspettare quello. Per motivi di lavoro ho contatti con importanti gestori esteri piuttosto frequenti (inglesi, francesi, tedeschi, americani, svizzeri, olandesi), sia via skype che soprattutto in incontri personali nei roadshow delle società di gestione. Ti parlo di personaggi che gestiscono cifre esprimibili in billions e che quindi hanno frequentazioni di un certo tipo. Capita spesso, nei momenti di relax al buffet o a cena, di parlare di politica italiana e se ti dicessi qual è la loro opinione su tanti personaggini della nostra politica, incluso il tuo pupillo, ne saresti molto deluso. Ma quando si fa il nome di Mario Draghi tutto cambia e molti sostengono sia l'unico italiano con la preparazione e lo standing per rappresentare il paese in modo da accrescerne il livello di confidenza.
Renzi non viene considerato certamente il peggiore, sia chiaro, ma viene soprattutto ritenuto un loser ormai fuori dai giochi che contano e che sia finito fuori per carenze proprie.
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.

Ilgorgo
Messaggi: 9611
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da Ilgorgo » 13 nov 2019, 16:19

zappatalpa ha scritto:
13 nov 2019, 15:53
zappatalpa ha scritto:
13 nov 2019, 15:34
Il paese della melanzana lessa...
... e dei minus habens, che uno vorrebbe pensare: "c'é da magnare e ignoranza, devono essere felici per forza, gli stolti", invece no! sono pure cosí perennemente e fastidiosamente infelici, che ti chiedi se é una punizione divina, o cosa?
A me l'unico "perennemente e fastidiosamente infelice" qui sembri tu, quando riuscirai a leggere i tuoi post con calma e lucidità (mai, temo) te ne renderai conto. Ogni tuo messaggio trasuda astio, negatività, meschinità, aggressività e, sì, probabilmente anche un velo di depressione. Cosa che come al solito negherai o addebiterai agli altri

zappatalpa
Messaggi: 6580
Iscritto il: 21 set 2015, 20:02

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da zappatalpa » 13 nov 2019, 16:21

oh si si, sicuramente, ma a te come altri basta nominarlo che subito saltate su come vecchie zitelle inacidite quando si parla dell'Ex. Vi ha promesso forse troppo, e ora siete tutti delusi. allora giú a rosicare e odiare. non sono uno psicologo, ma siete fatti male, c'é un "bug" nell'anima italiana che con il programma che ora hanno installato tutti, il "seconda-metá-xx-secolo-real-life" crolla, crasha, va in tilt. Il tuo mito é storie di M., l'antidoto é Gramsci e la commissione Segré, ti do atto che almeno tu, nella seconda metá del XXsecolo non ci sei ancora neanche arrivato :D . saluti!

zappatalpa
Messaggi: 6580
Iscritto il: 21 set 2015, 20:02

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da zappatalpa » 13 nov 2019, 16:26

Ilgorgo ha scritto:
13 nov 2019, 16:19
e questo chi é? maremma di Caldaro...

speartakle
Messaggi: 3208
Iscritto il: 11 giu 2012, 0:14

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da speartakle » 13 nov 2019, 16:41


Garry
Messaggi: 7155
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da Garry » 13 nov 2019, 18:22

speartakle ha scritto:
13 nov 2019, 16:41
Caspita, questa mi mancava.
Come direbbe un Grande Giornalista...
MEMENTO: Apologo di Menenio Agrippa

Ilgorgo
Messaggi: 9611
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da Ilgorgo » 13 nov 2019, 20:24

Bravo Floris, anni fa quando aveva iniziato mi sembrava un po' scialbo come giornalista ma ora lo apprezzo molto. Ho letto che ha scritto anche quattro libri di narrativa, però per ora non ho intenzione di comprarli

https://video.corriere.it/politica/tutt ... 5c93ec44da

RigolettoMSC
Messaggi: 1050
Iscritto il: 21 mar 2009, 16:17

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da RigolettoMSC » 13 nov 2019, 21:50

jpr williams ha scritto:
13 nov 2019, 16:10
............
Ma quando si fa il nome di Mario Draghi tutto cambia e molti sostengono sia l'unico italiano con la preparazione e lo standing per rappresentare il paese in modo da accrescerne il livello di confidenza.
Renzi non viene considerato certamente il peggiore, sia chiaro, ma viene soprattutto ritenuto un loser ormai fuori dai giochi che contano e che sia finito fuori per carenze proprie.
Non frequento forestieri come te e la mia visione è ristretta all'area nazionale, ma leggo abbastanza e cerco di mantenermi informato e sulla questione Draghi non credo ci siano dubbi di alcun genere, il buon Mario è un personaggio stimatissimo in tutto il mondo, meno in Italia, chissà perché.
Su Renzi ti quoto, si è messo fuori gioco da solo e in più è un antipatico compulsivo. E' più forte di lui, anche quando le dice giuste (e gli capita più spesso di altri) deve tirare fuori la parte peggiore dell'accento toscano, esprimendosi
in quel fiorentino un po' sguaiato che in Toscana (so di che parlo, sono toscano anch'io) sa tanto di presa per i fondelli di "io sono il meglio fico del bigoncio e voi no", un po' la sindrome dell'insopportabile Marchese del Grillo.
Riccardo

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 19859
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da jpr williams » 14 nov 2019, 9:23

RigolettoMSC ha scritto:
13 nov 2019, 21:50
Draghi non credo ci siano dubbi di alcun genere, il buon Mario è un personaggio stimatissimo in tutto il mondo, meno in Italia, chissà perché.
Sul perchè personaggi come Draghi (o anche Monti, o Cottarelli o, orribile dictu, Elsa Fornero) in Italia siano invisi ai più ho una mia teoria che parte da un minuscolo ed apparentemente insignificante esempio: i quiz televisivi.
Quando ero (eravamo Rigoletto? mi sa che siamo della stessa generazione...) piccolo in TV c'erano quiz terribili: ricordo uno diventare campione e vincere una cospicua cifra rispondendo a domande impossibili sui Maya, incluse le misure in cm di taluni pezzi di piramide. Ricordo persino che aveva i baffi e si chiamava Giuliano Canevacci, al Rischiatutto.
Oggi nei quiz capita di sentire domande come questa: in un gioco in cui ti danno 4 anni ('38, '58, '68, '98) ti leggono una serie di eventi e tu devi collocarli nell'anno giusto. Leggi razziali? Risposta 1968 :shock: . Il tizio poi è diventato campione!
Che c'entrano i quiz tv? Sono uno specchio.
Si è diffuso, ad opera delle destre a partire da Berlusconi, un disprezzo assoluto per la cultura, il sapere, la competenza. Si è arrivati all'elogio dell'ignoranza (su facebook girano meme come quello che dice: "questo paese è stato costruito dai nostri nonni con la terza elementare e distrutto dai nipoti laureati") vista come virtù popolare da contrapporre alla cultura sifilitica delle elites lontane dai bisogni del popolo.
Oggi il leader deve essere un cretino che fa dirette facebook mentre mangia arancini e spara cazzate. Guai se fa un ragionamento più complesso di quello arguibile da un bambino di 5 anni.
Gente come mario Draghi come si colloca in un milieu come questo?
Elites, affamatore, capisce i mercati finanziari ma non conosce quelli rionali (questa è più meloniana che salviniana).
Versione grillina? C'è anche quella: la grande finanza, il bildernerg, i poteri forti, le multinazionali e via sbavando.
Ah, dimenticavo, Soros che ci sta bene dappertutto.
E i negri, ovviamente.
Ce lo vedi Draghi a sbraitare contro i negri?
Come può piacere uno così?
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.

zappatalpa
Messaggi: 6580
Iscritto il: 21 set 2015, 20:02

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da zappatalpa » 14 nov 2019, 10:10

jpr williams ha scritto:
14 nov 2019, 9:23
RigolettoMSC ha scritto:
13 nov 2019, 21:50
Draghi non credo ci siano dubbi di alcun genere, il buon Mario è un personaggio stimatissimo in tutto il mondo, meno in Italia, chissà perché.
Sul perchè personaggi come Draghi (o anche Monti, o Cottarelli o, orribile dictu, Elsa Fornero) in Italia siano invisi ai più ho una mia teoria che parte da un minuscolo ed apparentemente insignificante esempio: i quiz televisivi.
Quando ero (eravamo Rigoletto? mi sa che siamo della stessa generazione...) piccolo in TV c'erano quiz terribili: ricordo uno diventare campione e vincere una cospicua cifra rispondendo a domande impossibili sui Maya, incluse le misure in cm di taluni pezzi di piramide. Ricordo persino che aveva i baffi e si chiamava Giuliano Canevacci, al Rischiatutto.
Oggi nei quiz capita di sentire domande come questa: in un gioco in cui ti danno 4 anni ('38, '58, '68, '98) ti leggono una serie di eventi e tu devi collocarli nell'anno giusto. Leggi razziali? Risposta 1968 :shock: . Il tizio poi è diventato campione!
Che c'entrano i quiz tv? Sono uno specchio.
Si è diffuso, ad opera delle destre a partire da Berlusconi, un disprezzo assoluto per la cultura, il sapere, la competenza. Si è arrivati all'elogio dell'ignoranza (su facebook girano meme come quello che dice: "questo paese è stato costruito dai nostri nonni con la terza elementare e distrutto dai nipoti laureati") vista come virtù popolare da contrapporre alla cultura sifilitica delle elites lontane dai bisogni del popolo.
Oggi il leader deve essere un cretino che fa dirette facebook mentre mangia arancini e spara cazzate. Guai se fa un ragionamento più complesso di quello arguibile da un bambino di 5 anni.
Gente come mario Draghi come si colloca in un milieu come questo?
Elites, affamatore, capisce i mercati finanziari ma non conosce quelli rionali (questa è più meloniana che salviniana).
Versione grillina? C'è anche quella: la grande finanza, il bildernerg, i poteri forti, le multinazionali e via sbavando.
Ah, dimenticavo, Soros che ci sta bene dappertutto.
E i negri, ovviamente.
Ce lo vedi Draghi a sbraitare contro i negri?
Come può piacere uno così?
Guarda qui, la comunicazione principale é con video divertenti presi da youtube.
Ho dovuto uscire da varie chat su whatsup, SEMPRE quelle dove c'erano piú italiani di cultura, perché con i loro meme e video da bambini r*** ti ammorbano la vita! I maschi, non so le donne. I maschi sono incredibili, ti fanno cascare le braccia, testosterone non é di sicuro, cosa puó essere?
Cmq jpr, anche tu, tante belle parole e ragionamenti, ma alla fine anche a te sta sul gozzo Renzi piú di tutti :-)
Antipatia o simpatia in politica o chi guida il paese o chi si occupa del mio futuro é una categoria solo in Italia. Siete fatti cosí, bene per certi versi, malissimo per quello che interessa me oggi e ora, che dovrebbe interessare a tutti, con una regressione di capacitá cognitive impressionante per qualitá e velocitá (vedasi solo la legge su seggiolini anti-abbandono-bimbi, ti pare possibile inventarsi una cagata del genere in un altro paese?). Sicuramente su un forum non ci transitano i premi nobel, ma a volte mi chiedo veramente per conseguire una maturitá, che requisiti oggettivi vi sono stati richiesti? la simpatia? anche allora gli insegnanti erano tutti texxoni? mah.. vabbé, torno alle mie cose, che quello che penso ormai l'ho ripetuto alla noia, ma di ritorno al massimo qualche video meme. Saluti

Rispondi

Torna a “Chiamate la Neuro....”