Politica italiana e internazionale da bar

Per discutere di qualsiasi cosa che NON riguardi il Rugby...
Garry
Messaggi: 14772
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da Garry » 21 gen 2021, 21:02

Oggi al Parlamento europeo si è votato un documento di condanna verso l’insurrezione dei fan di Trump.
Indovinate chi sono stati gli unici italiani a non votare la condanna all’assalto violento di Capitol Hill?
Lega e Fratelli D’Italia. :roll:

Gli unici
Saranno stati dei fan dei Village People
La vita è quel che succede mentre noi la pianifichiamo - Allen Saunders

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 24917
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da jpr williams » 22 gen 2021, 9:46

Si, e grazie al geniale toscano saranno al governo entro l'estate. Nel frattempo avremo perso i soldi del recovery plan, poi usciremo dall'euro e dall'UE sotto la guida illuminata del prode ministro delle finanze Bagnai e ci ritroveremo seduti su un cumulo di macerie fumanti. E con Berlusconi al Quirinale.
Grazie Renzi.
metabolik ha scritto:
21 gen 2021, 15:39
La spiegazione di jpr mi sembra molto buona, sarebbe LA spiegazione se ci fosse a breve un riscontro sperimentale, perchè se da 'singolo' senatore non hai il coraggio di far cadere il governo, o non ti conviene, tanto vale che rientri nel PD che ti ha fatto eleggere. La spiegazione sarebbe forte se vedessimo almeno 2 renziani (o un numero tale da vanificare la sfiducia degli altri) rientrare nel PD. Senza questo riscontro rimane una possibile spiegazione.
Credo che non ne avremo la controprova, visto che uno dei possibili alleati s'è fatto beccare a trescare con la 'ndrangheta.
Vien quasi da dire che ce li meritiamo i due Matteos
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

zappatalpa
Messaggi: 7600
Iscritto il: 21 set 2015, 20:02

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da zappatalpa » 22 gen 2021, 9:48

metabolik ha scritto:
21 gen 2021, 15:39
(Fra l'altro, i 250 miliardi sono merito pieno di Conte, cioè degli 'scappati di casa' che lo hanno chiamato ; non dimentichiamo che quando Conte per primo ha proposto un nuovo modo di intendere l'Europa, solidale e non solo fiscale/regolatoria, gli hanno dato del matto).
La spiegazione di zappa ha una verosimiglianza , ma molto negativa, un ricatto a fini personali.
vez, tu hai una percezione tutta tua. I 250 miliardi sono dei tedeschi (Merkel) e della Lagarde per non far fallire un paese in default tecnico, perché hanno evidentemente ancora bisogno dell'Europa e se proprio vogliamo del lavoro dei Piddini Gentiloni e chi lo ha fatto eleggere. io temo che sia possibile che un ordine di non lasciare il recovery nelle mani dei calimeri Conte&Dimaio ecc. possa essere proprio partito dall'Europa, che vuole vedere i soldi investiti come conviene a loro (e cioé come conviene a noi) e non sperperati in azioni di assistenzialismo, anche se mascherato.
Renzi pó morire, perché ha vissuto e rischiato, il PD é morto per infertilitá

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 24917
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da jpr williams » 22 gen 2021, 13:21

metabolik ha scritto:
21 gen 2021, 15:39
mi è impossibile giudicare il ponte di Messina un miglioramento
Primo atto del costituendo governo dei Matteos? :wink:


https://www.editorialedomani.it/politic ... a-r7vr8bwz
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

zappatalpa
Messaggi: 7600
Iscritto il: 21 set 2015, 20:02

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da zappatalpa » 22 gen 2021, 14:09

Penso che continuando a non fare le grandi opere, tutte le grandi imprese italiane ancora in grado di farle spariranno.
Solo per un bando che seguiamo noi hanno dovuto estromettere la Pizzarotti e la CMC, due imprese storiche italiane, una perché in amministrazione controllata, l'altra per cose simili. Il traforo del Brennero la Condotte non riesce a finirlo ecc ecc.
Abbiamo perso 600mila posti di lavoro nel settore dal 2018. Questa é l'occasione per rilanciare il settore. Si, ma voi giustamente, che ve ne frega, c'é DiMail&Conte con il piccolo reddito per i poveri e figli non ne avete, dunque va bene cosi.

Garry
Messaggi: 14772
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da Garry » 22 gen 2021, 16:03

(da Facebook)

Bolsonaro:


Gianni Minà
23 h ·
We all cry for you, Brazil
Le parole disperate di Frei Betto sono grida nel deserto. L'ingiustizia e il dolore che sta provando il popolano brasiliano non deve lasciarci indifferenti. Gli operatori di informazione devono farsi carico della sofferenza di un popolo che sta passando nel silenzio.
CRONACA DI UN GENOCIDIO ANNUNCIATO
Frei Betto
Tutto lascia intendere che il Brasile sarà l’ultimo paese ad avere la popolazione immunizzata contro il Covid-19 e, tra non molto, potrà superare gli Stati Uniti per numero di morti, per il menefreghismo del governo Bolsonaro. In questa terza settimana di gennaio, abbiamo superato la soglia delle 212 mila vittime. Sono più di mille al giorno le persone che muoiono dopo aver contratto il coronavirus.
Bolsonaro è affetto da tanatomania, tendenza patologica a godere della morte degli altri. La situazione si è aggravata, manca ossigeno e mancano posti letto negli ospedali. Agghiacciante paradosso: manca ossigeno ai pazienti degli stati dell’Amazonas e del Pará, entrambi in Amazzonia, polmone del pianeta. Molti muoiono per asfissia. E ironia della sorte: Maduro, disprezzato dal governo, manda forniture d’ossigeno allo stato dell’Amazonas.
Tutto questo quadro necrofilo deriva dall’inefficienza di un presidente e di un governo genocidi. Il Brasile ha un Ministero della Sanità, ma non ha ministro. Dall’insediamento di Bolsonaro, nel gennaio del 2019, i due medici che hanno assunto l’incarico hanno rassegnato le dimissioni perché non condividevano l’indifferenza del presidente nei confronti della pandemia, che continuava a insistere nel raccomandare l’uso della clorochina come trattamento preventivo, senza evidenze scientifiche. L’attuale ministro, il generale Pazuello, non è un medico, e poco dopo avere assunto l’incarico, ha ammesso che fino a quel momento non conosceva il SUS, il Sistema Sanitario Unico (la sanità pubblica brasiliana), che cura gratuitamente la popolazione, considerato peraltro esemplare. Ma il SUS stesso si trova ora con le mani legate, per mancanza di vaccini e di operatori sanitari.
All’inizio della pandemia, mentre tutto il mondo entrava in allarme, Bolsonaro dichiarava che non era altro che una “gripezinha”, una banale influenza. Si è rifiutato di promuovere un blocco degli spostamenti e delle attività per evitare la diffusione della malattia. Con il suo esempio ha anzi favorito gli assembramenti, ha criticato l’uso della mascherina (arrivando a proibire l’accesso al palazzo a quanti ne portavano una) e ha sconsigliato qualsiasi misura preventiva quali l’isolamento, il lavaggio accurato delle mani, l’uso frequente dei disinfettanti. È dovuta intervenire la Corte Suprema, che ha attribuito a governatori e sindaci la competenza sulle misure di isolamento.
Ma Bolsonaro si inebria del macabro odore di morte e per questo non si è mai curato della vaccinazione del popolo brasiliano. Ha lasciato intendere che il Covid-19 uccide di norma i poveri (il che comporterebbe un risparmio di risorse delle politiche sociali), i portatori di comorbilità e gli anziani (il che ridurrebbe il deficit del SUS e i costi della previdenza sociale). Ma di fronte alla pressione popolare, il governo si è visto obbligato a r*** i vaccini.
I vaccini fino a questo momento disponibili sono prodotti in due paesi: India e Cina, da mesi umiliati dalla famiglia Bolsonaro. Il cancelliere Ernesto Araújo, sostenitore del terrapiattismo, ha dichiarato che la Cina aveva deliberatamente prodotto il “comunavirus”. Alleato dei paesi ricchi, il Brasile si è rifiutato di sostenere la proposta dell’India al WTO di sospendere il brevetto dei vaccini. In ottobre 2020, Bolsonaro ha assicurato: “Informo che non compreremo il vaccino dalla Cina”. Il figlio, il deputato federale Eduardo Bolsonaro, ha accusato a novembre il governo cinese di impiegare la tecnologia 5G a fini di spionaggio.
I pochi vaccini arrivati nel nostro paese, meno di 10 milioni di dosi per una popolazione di 212 milioni, sono arrivati dalla Cina e sono stati acquistati dall’Istituto Butantan, prestigiosa istituzione scientifica di São Paulo. La Fiocruz (Fundação Oswaldo Cruz) di Rio de Janeiro sta cercando di acquistare dalla Cina l’API (principio attivo farmaceutico) senza che vi sia, ancora oggi, conferma di una possibilità di consegna.
Tutti devono sapere del genocidio promosso dal governo Bolsonaro. Oltre 50 richieste di impeachment del presidente sono bloccate nei cassetti del Congresso Nazionale. Viviamo, oggi, in un paese che non ha governo, non ha politiche sanitarie, non ha vaccini a sufficienza, non ha bombole d’ossigeno e posti letti negli ospedali. Non ha leggi che sostengano il lockdown e che impediscano gli assembramenti. Dobbiamo mobilitarci tutti per salvare il Brasile e i brasiliani.
La vita è quel che succede mentre noi la pianifichiamo - Allen Saunders

Garry
Messaggi: 14772
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da Garry » 24 gen 2021, 12:06

Fontana:

"La Lombardia è la zona più colpita dal Covid in Italia, la regione con più morti al mondo in rapporto alla popolazione.
È il territorio la cui sanità è prima stata gestita da uno che pensava che, visto che l’indice rt era calato sotto l’1, servissero due persone per farlo ammalare, e oggi da una che pretende più vaccini delle altre regioni perché il PIL lombardo è più alto.
È quel posto dove il presidente Fontana (uno che si è presentato, dopo le elezioni, dicendo che bisognava “difendere la razza italiana”) è riuscito prima ad affidare, senza bando, una commessa regionale di centinaia di migliaia di euro per del materiale sanitario a una ditta di proprietà della moglie e del cognato, e poi ha fatto finta che si trattasse di una donazione.
Il problema è che quelli avevano già emesso fattura.
Quindi ha ben pensato di rifonderli con dei soldi rientrati dall’estero tramite lo scudo fiscale.
La Lombardia è quel posto che fino a ieri è rimasto in zona rossa perché la regione aveva mandato a Roma dei dati sbagliati.
E Fontana ha sbraitato per giorni, ha fatto pure ricorso al TAR, parlando di un inaccettabile sopruso da parte del governo.
Poi, la regione ha mandato i dati corretti a Roma, e allora è tornata arancione.
In pratica, amici lombardi, fino a ieri vivevate in zona rossa perché il vostro presidente leghista è un completo incompetente.
Ma probabilmente, a questo punto, ve ne eravate già accorti".
La vita è quel che succede mentre noi la pianifichiamo - Allen Saunders

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 24917
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da jpr williams » 24 gen 2021, 13:45

Da mò.
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

RigolettoMSC
Messaggi: 1911
Iscritto il: 21 mar 2009, 16:17

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da RigolettoMSC » 24 gen 2021, 14:32

jpr williams ha scritto:
24 gen 2021, 13:45
Da mò.
Eh, ma siete in pochi...
Riccardo

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 24917
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da jpr williams » 24 gen 2021, 14:34

RigolettoMSC ha scritto:
24 gen 2021, 14:32
jpr williams ha scritto:
24 gen 2021, 13:45
Da mò.
Eh, ma siete in pochi...
Qui da noi il fascismo si respira nelle culle. Io che sono di sinistra moderata in qualunque ambiente vada finisco per essere la "pecora rossa", il "comunista", l'"amico dei negri" e via dicendo. Tutte cose che ti dicono col sorriso sulle labbra per far finta che non gli fai schifo e che accompagnano con commenti tipo "si, è di sinistra, ma in fondo è una brava persona".
Qua gira così.
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

Garry
Messaggi: 14772
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da Garry » 24 gen 2021, 14:45

Qui per essere chiamati "comunisti" basta essere nati in Emilia Romagna
La vita è quel che succede mentre noi la pianifichiamo - Allen Saunders

RigolettoMSC
Messaggi: 1911
Iscritto il: 21 mar 2009, 16:17

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da RigolettoMSC » 24 gen 2021, 15:07

jpr williams ha scritto:
24 gen 2021, 14:34
RigolettoMSC ha scritto:
24 gen 2021, 14:32
jpr williams ha scritto:
24 gen 2021, 13:45
Da mò.
Eh, ma siete in pochi...
Qui da noi il fascismo si respira nelle culle. Io che sono di sinistra moderata in qualunque ambiente vada finisco per essere la "pecora rossa", il "comunista", l'"amico dei negri" e via dicendo. Tutte cose che ti dicono col sorriso sulle labbra per far finta che non gli fai schifo e che accompagnano con commenti tipo "si, è di sinistra, ma in fondo è una brava persona".
Qua gira così.
Io vivo in provincia di Lucca (il cuore nero della Toscana rossa, c'è ancora chi ricorda con nostalgia i tempi di Carlo Scorza), e le cose sono state così per molti anni, poi c'è stato un periodo di maggior moderazione fin verso inizio millennio, piano piano si sta tornando indietro.
Riccardo

Luqa-bis
Messaggi: 6230
Iscritto il: 18 mag 2011, 10:17

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da Luqa-bis » 24 gen 2021, 16:30

Digiamo ghe a Lucca son troppo attaccati ai colori della Lucchese e alle tonache dei parroci.

GrazieMunari
Messaggi: 1400
Iscritto il: 29 nov 2018, 8:24

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da GrazieMunari » 24 gen 2021, 19:42

jpr williams ha scritto:
24 gen 2021, 14:34
Qui da noi il fascismo si respira nelle culle. Io che sono di sinistra moderata in qualunque ambiente vada finisco per essere la "pecora rossa", il "comunista", l'"amico dei negri" e via dicendo. Tutte cose che ti dicono col sorriso sulle labbra per far finta che non gli fai schifo e che accompagnano con commenti tipo "si, è di sinistra, ma in fondo è una brava persona".
Qua gira così.
Era da un po' che non leggevo niente di sto thread, ma oggi sono in vena di polemica e quando leggo di 'ste cazzate mi vien spontaneo farla.
Ma non è per caso jpr sei così ossessionato dal fascismo dal cercarlo in ogni cosa tu veda (forse un po' come me con Franco Smith)? :-]

Sarà che qua a Rimini abbiamo altro da fare, ma in 30 anni non ho MAI conosciuto nè un fascista nè un comunista, bensì tutti moderati di sinistra e di destra o disinteressati schifati...

Avatar utente
quaros
Messaggi: 749
Iscritto il: 23 lug 2018, 7:55

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da quaros » 24 gen 2021, 22:33

In piazza a Brescia se non sbaglio c'è o c'era la statua fascista... forse è stata sostituita dallo "Stargate" o dal cavallo con la zampa storta, sono anni che non passo...

Rispondi

Torna a “Chiamate la Neuro....”