Pure imPagination - Bestiario grafico rugbistico

Per discutere di qualsiasi cosa che NON riguardi il Rugby...
thonk
Messaggi: 1400
Iscritto il: 14 dic 2015, 14:43
Località: Padova
Contatta:

Re: Pure imPagination - Bestiario grafico rugbistico

Messaggio da thonk » 30 ott 2018, 12:57

jpr williams ha scritto:Se mi toccassero un Caravaggio le mozzerei a loro le dita! :P

Comunque la tua spiega è ottima e abbondante: è che avevo notato in questo tuo specifico giudizio una particolare animosità che in precedenza non s'era palesata. Qui, da quel che capisco, ti dà fastidio lo spreco dovuto a sciatteria che è molto meno perdonabile della machevolezza dovuta a scarsità di mezzi.
Concordo.
esattamente.
Dai che manca solo Viadana e poi passiamo ad altro! :rotfl:
la fede è un dono di dio. a me ha regalato una cravatta. [cit. Ratman]
so responsabie de queo che digo, no de queo che te capissi ti. [detto popolare + H.Medrano]

thonk
Messaggi: 1400
Iscritto il: 14 dic 2015, 14:43
Località: Padova
Contatta:

Re: Pure imPagination - Bestiario grafico rugbistico

Messaggio da thonk » 31 ott 2018, 9:09

Viadana

Dulcis in fundo? Beh, sì. Grossomodo, direi di sì.

Versione attuale:
Immagine

Versione pre-Aironi (tasto dolente per molti…):
Immagine

Mi piaceva ricordare anche questa versione ovale perché mi piace il payoff “HIC SUNT LEONES”.

Come sappiamo tutti, dopo l’implosione del progetto Aironi nasce Rugby Viadana 1970.Notiamo subito un dettaglio. Inizialmente l’anno di fondazione era usato come sempre, a corredo del logo per ribadire la storicità della società. Un approccio vicino a quello della Lazio, per capirci. Poi…

da Wikipedia:
* 2010 • La prima squadra confluisce negli Aironi per disputare la Celtic League. La Società prosegue con le attività a livello giovanile.
* 2012 • Si ricostituisce la prima squadra del Rugby Viadana dopo il ritiro della licenza FIR alla franchigia, causa scarsi risultati e problemi economici.

Poi il crack, che ha sconvolto il panorama rugbystico di quelle terre e ha portato alla fondazione della nuova società che voleva EVIDENTEMENTE rinascere in stile fenice, tanto da spostare il 1970 direttamente nel nome! Un po’ a dire “Siamo noi! siamo gli stessi che affondano le proprie radici nel 1970”, cancellando il più possibile dai pensieri il 2013, reale anno di fondazione del nuovo club.
Non è male. È un approccio drastico, pesante, importante e chiaro. Va quindi comunicato fin nel logo.

Il logo diventa tondo, l’anno va a finire vicino alla parola VIADANA… ma il resto resta identico all’originale. In particolare il colore e il leone.

Partiamo dal punto di forza nr.1: il colore è inconfondibile. Carico e molto presente. È talmente carico che non ti viene in mente di associarli a delle api… non è un giallo mieloso ma quasi un arancio. Ottima scelta cromatica, quella di partenza.

Nr.2: Il leone. Nonostante la società risalga appena agli anni ’70 il leone è di stile molto classico, molto più vicino a quelli presenti sullo stemma araldico del comune. Risulta ben disegnato, anche se le linee lo impastano un po’ nei dettagli. Ben inserito il pallone tra le zampe (palese richiamo al blasone comunale), interessante il ciuffo della coda… chissà se ha un significato specifico… è troppo particolare per essere casuale.

Uso su Facebook. Ti piace vincere facile?!? Essendo rotondo ha zero problemi nella declinazione minimale delle liste. Mi sembra che il posizionamento sia sbilanciato verso sinistra di un paio di pixel… poca cosa ma urtano il mio lato ossessivo-compulsivo! mi da un fastidio PAUROSO!!! scusate… Nonostante il tutto si impasti molto resta comunque riconoscibile senza nessun dubbio.

Nel dettaglio:
- Riconoscibilità: 10
- Connotazione cromatica: 10
- Intelligibilità: 4

Globalmente direi 8 1/2. la matematica va a farsi benedire, perché questo logo non è da 8.

Solo un piccolissimo consiglio: visto che lo ricaricherete sicuramente ( :rotfl: ) per risolvere quel fastidiosissimo spostamento verso sinistra…… approfittate per usare, al posto del nero di sfondo del logo, l’RGB del background di Facebook #e9ebee !!! così nella vostra pagina avrete un bel tondo sospeso sulla pagina, a sinistra dell’intestazione!
la fede è un dono di dio. a me ha regalato una cravatta. [cit. Ratman]
so responsabie de queo che digo, no de queo che te capissi ti. [detto popolare + H.Medrano]

thonk
Messaggi: 1400
Iscritto il: 14 dic 2015, 14:43
Località: Padova
Contatta:

Re: Pure imPagination - Bestiario grafico rugbistico

Messaggio da thonk » 31 ott 2018, 9:55

e quindi, per concludere questo primo excursus da top12 e iniziare a dedicarci a tematiche più contingenti, ecco l'inevitabile, umilissima, inutile e personalissima...


CLASSIFICA LOGHI TOP12:

Valsugana: 10-
Fiamme Oro: 9
Rovigo: 9
Mogliano: 8 1/2
Petrarca: 8 1/2
Medicei: 8
San Donà: 8-
Calvisano: 7 1/2
Lazio: 5
Rugby Verona: 4
Valorugby: 0


Spero che nessuno me ne voglia. è stato solo un esercizio ma lo ritengo importante. La comunicazione di un brand, anche sportivo, parte inevitabilmente dal logo. Il logo è la massima sintesi grafica realizzabile. rappresenta, racconta, spiega, identifica, posiziona... La comunicazione per un brand sportivo, oggi, passa per il 90% dello sforzo, tramite i social. Facebook la fa da padrone, lo sappiamo. E Facebook usa degli strumenti per raccontare ai quali ci si deve adeguare, volenti o nolenti.
In fin dei conti non c'è molto da fare. Ci sono due applicazioni vitali nelle quali i marchi devono lavorare:
- immagine profilo
- thumbnail

1. L'immagine profilo è facile da sistemare. si può giocare con lo sfondo, come ho consigliato di fare a Viadana, o sfruttare tutto lo spazio come fanno tutti quelli che usano un fondino. Come regola di creazione direi che basta realizzare un'immagine quadrata, direi minimo 800x800px. Però non basta, perché il medesimo file serve al punto 2.
2. La thumbnail. Ci sono 3 applicazioni in modalità thumbnail dell'immagine profilo, tutte rotonde:
- Thumbnail grande (es. risultato del motore di ricerca): 77px diametro.
- Mini-Thumbnail per stream dei post: 42px diametro.
- Micro-Thumbnail per commenti ai post: 35px diametro.
La terza è poco rilevante. se funzionano le altre due non la considererei. La thumb da 77px funziona facilmente. L'unica che ci fa da riferimento è quindi la mini-thumbnail da 42px.
Dobbiamo avere cura di verificare che il marchio non risulti tagliato dalla curvatura e che "viva" con sufficiente spazio di rispetto ai lati.

IMPORTANTE: tutte le thumbnail vengono sempre usate da Facebook in abbinamento con il nome del profilo del brand! Quindi possiamo tranquillamente pensare a queste immagini come delle vere e proprie icone: se il logo lo permette VIA I TESTI! Non sarebbero leggibili. Impasterebbero con pixel artefatti il poco spazio che abbiamo a disposizione.

Quindi. Stiamo parlando di società sportive. La caratterizzazione più importante per le squadre è la loro riconoscibilità cromatica. Il colore della maglia è ovviamente fondamentale ed è lapalissiano dire che il logo contiene sempre i colori societari: MOSTRIAMOLI! È importante quindi che i/il colori/e siano ben rappresentati e aiutino a rendere il logo distinguibile. Pensate sempre all'effetto "Barilla" sugli scaffali di un supermercato.

Ora arriva il punto più difficile: Il trattamento o l'adattamento del marchio. Non sempre si può fare, perché ci sono brand che richiedono il rispetto totale del marchio, senza la minima modifica. Però, se c'è margine di intervento è qui che si vince la partita, al netto del rispetto di quanto scritto sopra (ingombro e colore). Qui devo per forza citare le Fiamme Oro Rugby. È probabilmente il logo più difficile da trattare, essendo associato ad un'istituzione statale. Eppure... Su Facebbok le FFO hanno utilizzato solo una parte del loro marchio su campo cremisi. Praticamente il "trucco" sta tutto qui. Chi si occupa della loro comunicazione ha un passato da grafico... si vede (Ciao Cris! 8-) ).
Dobbiamo metterci in testa una cosa: non siamo a casa nostra! Siamo su Facebook e Facebook detta le regole. Dobbiamo adattarci e trarre il meglio dalla situazione.

Riassumendo:
1. il nostro logo va impaginato, per gestirne l'ingombro, in un cerchio di 42px di diametro.
2. vanno raccontati in maniera decisa i colori societari.
3. cerchiamo di essere riconoscibili, scegliendo (quando possibile) l'elemento distintivo principale del nostro marchio.
4. capiamo il perimetro che ci impone Facebook e giochiamoci.

Buon lavoro!
la fede è un dono di dio. a me ha regalato una cravatta. [cit. Ratman]
so responsabie de queo che digo, no de queo che te capissi ti. [detto popolare + H.Medrano]

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 19869
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Pure imPagination - Bestiario grafico rugbistico

Messaggio da jpr williams » 31 ott 2018, 15:20

Una cosa mi fa piacere: pur essendo ignorantissimo nelle tue materie sin da subito avevo espresso una netta preferenza per il bellissimo logo del Valsu.
In sostanza non so una mazza, ma ho occhio, a quanto pare. :-]
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.

thonk
Messaggi: 1400
Iscritto il: 14 dic 2015, 14:43
Località: Padova
Contatta:

Re: Pure imPagination - Bestiario grafico rugbistico

Messaggio da thonk » 31 ott 2018, 16:23

jpr williams ha scritto:Una cosa mi fa piacere: pur essendo ignorantissimo nelle tue materie sin da subito avevo espresso una netta preferenza per il bellissimo logo del Valsu.
In sostanza non so una mazza, ma ho occhio, a quanto pare. :-]
hahaha! sì, c'avevo pensato.
credo sia normale: un logo ben concepito e realizzato tende a piacere!
o almeno dovrebbe essere sempre così... al netto dell'individualità del gusto.
la fede è un dono di dio. a me ha regalato una cravatta. [cit. Ratman]
so responsabie de queo che digo, no de queo che te capissi ti. [detto popolare + H.Medrano]

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 19869
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Pure imPagination - Bestiario grafico rugbistico

Messaggio da jpr williams » 31 ott 2018, 18:30

Ti dirò di più: poichè un logo dovrebbe essere pensato soprattutto per i boccaloni (quorum ego) e non per i capoccioni come te (noi pirla siamo molti di più di voi saputi), forse dovrebbero testarlo più su di me che su di te. Del resto mi sa che i focus group si fanno così: si prendono un pò di sempliciotti a caso come il sottoscritto e gli si dice: "Vi piace?", con il creativo che passa e bisbiglia "se dite che vi piace avrete la pizza! Vi piace la pizza! A tutti piace la pizza!" (magistrale tecnica di suggestione subliminale).
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.

Garry
Messaggi: 7183
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: Pure imPagination - Bestiario grafico rugbistico

Messaggio da Garry » 31 ott 2018, 19:50

Il ciuffo della coda del leone del Viadana è un fiore. Si vedono due pistilli.

"Hic sunt leones" invece è un po' abusato. Diversi club che hanno un leone nel logo lo utilizzano
MEMENTO: Apologo di Menenio Agrippa

Garry
Messaggi: 7183
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: Pure imPagination - Bestiario grafico rugbistico

Messaggio da Garry » 31 ott 2018, 19:57

Sui colori del logo del Valorugby. Reggio Emilia è la città del tricolore, quella dove è nata la nostra bandiera. Hanno voluto richiamare anche questo, secondo me, perché è una cosa a cui la città tiene molto
MEMENTO: Apologo di Menenio Agrippa

Rispondi

Torna a “Chiamate la Neuro....”