ecologia politica e apolitica

Per discutere di qualsiasi cosa che NON riguardi il Rugby...
Luqa-bis
Messaggi: 7260
Iscritto il: 18 mag 2011, 10:17

Re: ecologia politica e apolitica

Messaggio da Luqa-bis » 13 lug 2022, 8:43

Ma devo capire una cosa:
se di 30Km7h si parla per le strade urbane intese come strade tra gli edifici e nei centri storici, anche minori , va bene.

Ma sui viali , le circonvallazioni , che sono spesso a 2 corsie senza intersezioni, 30 km/h mi pare eccessivamente limitante.

Avatar utente
quaros
Messaggi: 1439
Iscritto il: 23 lug 2018, 7:55

Re: ecologia politica e apolitica

Messaggio da quaros » 13 lug 2022, 9:26

In futuro nella città e prima periferia (per chi conosce Reggio fino a Villa Sesso per capirci) sarà zona 30km/h.
Quindi il 90% della città, ad ora non ci è dato capire se la circonvallazione o la tangenziale saranno rimodulate

Ilgorgo
Messaggi: 15186
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: ecologia politica e apolitica

Messaggio da Ilgorgo » 13 lug 2022, 9:41

Ovviamente non lo sapevo. Mi fa piacere e spero accada presto

Man of the moment
Messaggi: 4784
Iscritto il: 19 feb 2018, 18:01

Re: ecologia politica e apolitica

Messaggio da Man of the moment » 13 lug 2022, 10:08

Ilgorgo ha scritto:
11 lug 2022, 23:40
Città a 30 km/h. Mi piacerebbe si diffondessero anche in Italia. Il giornale scrive che ce ne è già una: Olbia, governata dal centro-destra

https://www.repubblica.it/green-and-blu ... 356823598/
Giusto per capire, qual è l'opinione nelle altre parti d'Italia su questo? Dove sono io la gente (alcuni, li becco tutti io?) protesta alla decisione non di abbassare i limiti, ma di mettere alcuni autovelox per far rispettare il limite dei 50km/h

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 30183
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: ecologia politica e apolitica

Messaggio da jpr williams » 13 lug 2022, 11:23

quaros ha scritto:
13 lug 2022, 9:26
Villa Sesso
Sta in un film di Joe D'Amato?
Non c'è gusto in Italia ad essere intelligenti (cit. Roberto "Freak" Antoni)
E gli alberi votarono ancora per l'ascia, perchè l'ascia era furba e li aveva convinti che era una di loro, perchè aveva il manico di legno. (proverbio turco)

Avatar utente
quaros
Messaggi: 1439
Iscritto il: 23 lug 2018, 7:55

Re: ecologia politica e apolitica

Messaggio da quaros » 13 lug 2022, 13:23

Luqa-bis ha scritto:
13 lug 2022, 8:43
Ma devo capire una cosa:
se di 30Km7h si parla per le strade urbane intese come strade tra gli edifici e nei centri storici, anche minori , va bene.
Fondamentalmente qui il tutto si basa sulle microcittà dei 15 minuti. Microsettori forniti di servizi base (presidio sanitario, sicurezza, scolastico, culturale e svago/verde) raggiungibili in 15 minuti in bicicletta o con mezzi.
Se questi non sono presenti la città 30km/h di fatto non può esistere e quel settore viene messo a velocità "classica"

Ilgorgo
Messaggi: 15186
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: ecologia politica e apolitica

Messaggio da Ilgorgo » 13 lug 2022, 18:58

Man of the moment ha scritto:
13 lug 2022, 10:08
Ilgorgo ha scritto:
11 lug 2022, 23:40
Città a 30 km/h. Mi piacerebbe si diffondessero anche in Italia. Il giornale scrive che ce ne è già una: Olbia, governata dal centro-destra

https://www.repubblica.it/green-and-blu ... 356823598/
Giusto per capire, qual è l'opinione nelle altre parti d'Italia su questo? Dove sono io la gente (alcuni, li becco tutti io?) protesta alla decisione non di abbassare i limiti, ma di mettere alcuni autovelox per far rispettare il limite dei 50km/h
Non so bene come stiano andando le cose qui a Reggio Emilia perché per stolta pigrizia seguo poco le notizie locali (non sapevo neppure ci fosse un progetto km30 allo studio), ma immagino che la gente protesterebbe o almeno mugugnerebbe un po' ovunque, al profilarsi di provvedimenti simili. Purtroppo siamo tutti fiacconi, e anche e soprattutto per questo la battaglia contro l'innalzamento delle temperature mi sembra una disfida quasi impossibile da vincere. Riguardo al progetto km30 penso sia molto importante riuscire a fissare un esempio positivo; se l'idea funzionasse a Lione o a Parigi (o a Olbia) e la notizia venisse ben documentata e diffusa, l'opposizione delle persone probabilmente scemerebbe consistentemente

Garry
Messaggi: 24004
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: ecologia politica e apolitica

Messaggio da Garry » 13 lug 2022, 19:27

Mah, dubito fortemente che si diffonderà.
Figuriamoci, non siamo nemmeno riusciti a mantenere il limite dei 120 in autostrada... (per colpa di un pramzan)

Ad ogni modo, a Parma esistono già diverse zone con limite 30: l'importante è fare qualcosa, anche qualcosa di piccolo, piccolissimo.
Be imperfectly vegan
Be imperfectly zero waste
Be imperfectly plastic free
Be imperfectly sustainable
Because small conscious changes are better than none at all
(Amber Allen)

Ilgorgo
Messaggi: 15186
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: ecologia politica e apolitica

Messaggio da Ilgorgo » 9 ago 2022, 18:41

Ieri su youtube mi è apparso il consueto video di Grinpis ma contrariamente al solito non ho cliccato skip; senza accorgermene, forse stavo facendo qualcos'altro, l'ho lasciato andare e pian piano senza volere ho iniziato ad ascoltarlo. Tra le altre cose ragionevoli il video ne dice una semplice alla quale non avevo mai pensato: la plastica esiste da meno di un secolo, ciò vuol dire che abbiamo insozzato mari e fiumi in un periodo di tempo relativamente brevissimo e questo dà ancor più misura di quanto incalzante sia il problema dell'inquinamento da plastica e dell'inquinamento in generale.
Immaginiamo che la plastica fosse nata già ai tempi della rivoluzione industriale inglese: ora probabilmente ce ne sarebbe il triplo nelle acque di tutto il mondo. E' la situazione che si vivrà fra un secolo o secolo e mezzo.

Ideuccia uccia uccia: forse la Rai potrebbe fare una rubrica giornaliera di cinque minuti, chiamata tipo "Non è ancora troppo tardi" per riprendere il "Non è mai troppo tardi" del maestro che decenni fa insegnava agli italiani ancora analfabeti i rudimenti dell'italiano. Sarebbe una rubrica per dare consigli tesi a limitare l'impatto sull'ambiente nelle azioni minute quotidiane di tutti noi. Certo non sarebbe facile da realizzare, occorrerebbe riuscire a dargli il tono giusto per guadagnare l'attenzione dell'uditorio senza annoiarlo o infastidirlo

Luqa-bis
Messaggi: 7260
Iscritto il: 18 mag 2011, 10:17

Re: ecologia politica e apolitica

Messaggio da Luqa-bis » 11 ago 2022, 17:16

@ Il Gorgo

Plastica ed auto in fondo non hanno una età troppo dissimile, almeno come mezzo di massa. E vedi quanto sono diventate basiche.
Pensa a TV, PC e smartphone...


tema dei 30 km/h.

Ok, microcittà da 15 minuti per raggoiungere i servizi caridne: salute, istruzione, sicurezza, amministrazione, sport.
Ordunque, io abito in un comune rurale a circa 10 km dal capoluogo. Non ho semafori, pochi centri abitati, ma per essere in 15' in Comune o alla scuola media, non posso fare meno di 60/70 nei punti più scorrevoli. E nelle città i mezzi pubblici hanno una v commerciale attorno ai 15-20 km/h. tenendo conto delle frequenze, la microcittà difficilmente sta sopra un esagono di raggio 3-4 km (circa 50 kmq) in assenza di TPL tipo metropolitana o ferrovia suburbana. Ma intorno a quell'esagono servono le vie di scorrimento veicolare (auto, moto TPL) che almeno ad un 50-60 Km/h devono poter scorrere.

Avatar utente
quaros
Messaggi: 1439
Iscritto il: 23 lug 2018, 7:55

Re: ecologia politica e apolitica

Messaggio da quaros » 11 ago 2022, 21:37

Sono i servizi che devono arrivare nelle vicinanze del tuo comune, o meglio nel raggio di tot km, perché i 15 minuti non sono con l'auto ma con mezzi pubblici o bici.
Tendenzialmente la macchina non la si dovrebbe più usare per raggiungere quei servizi, a meno di ovvie necessità.

Il problema è infatti realizzare la rete di servizi, già qui nella piccola provincia di Reggio Emilia vedo che il passo è stato molto più lungo della gamba.

Luqa-bis
Messaggi: 7260
Iscritto il: 18 mag 2011, 10:17

Re: ecologia politica e apolitica

Messaggio da Luqa-bis » 12 ago 2022, 11:04

@ Quaros, cambia poco se non il parcheggio.
E se vogliono elettrificare il parco auto per poi dire a uno "L'auto non la devi usare" .. mah non la vedo semplice.

Ad ogni modo, mezzi pubblici o bici (magari monopattino elettrico (nota sarcastica).
Come scritto, in bici , a meno che non autorizzi l'andatura da "amatore sulle vie del Chianti all'andata" la Vmedia è 15 km/h
con i servizi pubblico 15-20 (a meno che siano metropolitane o ferrovie suburbane)

I servizi li allochi tutti nel centro della microcittà? Difficile in un tessuto già denso e sfruttato.

Quindi in 15' fai
bici, 3-4 km
bus/tram 5 km
Quel tragitto non potrà sempre essere retto e i servizi potranno essere oltre il raggio medio equivalente della microcittà
Siam sempre lì, a Firenze dovrebbero farne a spanne almeno 6 di microcittà: 1 per quartiere con il Q5 diviso in due.
Ma resterebbe il notevole traffico tra le aree residenziali e quelle industriali.
Tra quelle 6 aree ci si sposta solo su TPL e bici? In una delle città con la più alta motorizzaizone d'Italia è cosa ardita .
E ridurre gli spostamenti (che spesso sono di 30-40 km) a bus extraurbano che arriva alla periferia e poi Vmax 30, per chi non ha il treno vuol dire avere tempi di trasferimento che salgono molto.
Continuo a pensare che nell'alveare attorno alle celle "microcittà" , almeno i 50 km/h sia meglio per ora, mantenerli. A meno di non creare tangenziali a gogo.

Avatar utente
quaros
Messaggi: 1439
Iscritto il: 23 lug 2018, 7:55

Re: ecologia politica e apolitica

Messaggio da quaros » 12 ago 2022, 13:23

Ma guarda non lo devi spiegare a me ma a chi ha proposto, nel caso specifico della mia città imposto, queste regole.
Io e tanti altri lo abbiamo capito subito che la cosa è praticamente improponibile, basta uscire dagli uffici urbanistici e girare per le strade o i paesi e la cosa risulta palese, il più è fare uscire i "cervelloni" dagli uffici dell'urbanistica.

Rispondi

Torna a “Chiamate la Neuro....”