effetto del mondiale sul rugby in Italia

stilicone
Messaggi: 1627
Iscritto il: 22 nov 2008, 19:40

Re: effetto del mondiale sul rugby in Italia

Messaggio da stilicone » 5 ott 2011, 20:22

Non penso che il rugby possa mai diventare il secodo sport nazionale.
Oltre a basket e pallavolo, ci sono il ciclismo e (purtroppo) i motori.
Ma è vero che ci sarebbero enormi spazi per crescere, direi per raddoppiare il numero dei praticanti, degli spettatori (I numeri del'Eccellenza fanno piangere), e gli spazi mediatici.
Forse non si sta cogliendo l'occasione, e si stanno sprecando i soldini ed il richiamo dell'incredibile fascino del 6N.
Peccato.
MEMENTO MAROCCO.

RigolettoMSC
Messaggi: 1036
Iscritto il: 21 mar 2009, 16:17

Re: effetto del mondiale sul rugby in Italia

Messaggio da RigolettoMSC » 5 ott 2011, 21:37

Ci ho pensato... :D

Sinceramente non credo che questo mondiale abbia creato un maggior interesse intorno al rugby, perlomeno in zone dove questo sport non è praticato diffusamente (quasi tutta Italia).

La trasmissione in chiaro di partite dell'Eccellenza potrebbe, forse, dare un qualche impulso, generare un po' di interesse, ma non è facile. Anche perché il livello del gioco è quello che è e le partite davvero interessanti sono poche. La verità è che non c'è un movimento di base di rilievo (escluse alcune zone) e senza una pratica che inizi dai giovani è difficile creare interesse. Da ragazzino, alle medie, ci insegnavano (parola grossa, ma ci siamo capiti) la pallavolo, uno sport che prima quasi non sapevo neanche che esistesse, e quando poi è capitato di vedere la Nazionale che così bene faceva all'epoca di Velasco, è stato naturale capire il gioco e appassionarsi in maniera non superficiale. Questa è la realtà italiana e la vedo molto dura che il rugby possa diventare il secondo sport di squadra...
Riccardo

pierrebi
Messaggi: 1017
Iscritto il: 8 ago 2007, 11:21

Re: effetto del mondiale sul rugby in Italia

Messaggio da pierrebi » 6 ott 2011, 9:37

aperturaestremo ha scritto:Ok, la nazionale ha perso 36-6 contro l'Irlanda, aveva perso 32-6 contro l'Australia ed e', come al solito, fuori dai quarti. La mia domanda e': questi mondiali sono serviti/servono a far crescere la popolarita' del rugby, a far conoscere questo sport in Italia? Mi pongo questa domanda perche': domenica sera stavo guidando, ascoltavo il GR1, sono rimasto molto irritato dal fatto che la sconfitta dell'Italia sia stata solo menzionata mentre ci sia stato invece un collegamento con Belgrado per la finale degli europei femminili di pallavolo che tra l'altro non ci vedeva nemmeno coinvolti (l'Italia aveva perso in semifinale, la finale era Serbia-Germania).
Dimentichi che l'europeo di pallavolo era disponibile gratuitamente per tutti i televisori d'Italia, o quasi visto che il Digitale Terrestre non copre tutto il territorio nazionale ed era una esclusiva raisport che, ovviamente, pubblicizza i suoi eventi. Il Mondiale di Rugby soffre la criptazione di Murdoch che ne rende impossibile la visione se non a coloro che sono dotati di satelliti per collegarsi ai canali stranieri o ai pochi fortunati abbonati a Sky ... trattandosi di eventi mattutini la visione in locali pubblici divanta ostica!

TommyHowlett
Messaggi: 3623
Iscritto il: 7 apr 2004, 0:00
Località: Porto Viro

Re: effetto del mondiale sul rugby in Italia

Messaggio da TommyHowlett » 6 ott 2011, 9:55

Un mondiale diventa da traino per il movimento se:
1) lo organizzi
oppure
2) arrivi fino in fondo o quantomeno raggiungi gli obiettivi prefissati e mai ottenuti prima (es. per l'Italia i famosi quarti di finale)

La Francia con l'organizzazione del mondiale 2007 ottenne un ritorno straordinario in termini sia economici sia di diffusione del rugby, che recentemente, a quanto pare, ha superato in alcuni eventi persino il calcio come seguito. Tutto questo pur in presenza di un risultato sportivo unanimemente considerato in tutta la nazione un mezzo fallimento (4° posto).
Viceversa, l'Argentina con le vittorie durante la stessa manifestazione culminate con lo strepitoso 3° posto finale, ha visto crescere in maniera esplosiva l'interesse per il rugby in patria; ricordiamo, ad esempio che all'epoca venne anticipato di un'ora il derby (di calcio) Boca-River per permettere a tutti gli argentini di seguire la semifinale contro il Sudafrica. Sarebbe come se il derby Milan-Inter venisse spostato per una partita dell'ìItalia di rugby: pura fantascienza, qua da noi. Altrove no.
Non so se i miei giocatori bevono whisky. So che bevendo frappé non si vincono molte partite.

Avatar utente
milesgersenroma
Messaggi: 793
Iscritto il: 4 giu 2008, 9:24

Re: effetto del mondiale sul rugby in Italia

Messaggio da milesgersenroma » 6 ott 2011, 10:34

non so
qui sembra che tutti si aspettino la manna dal cielo (leggere rugby in tv in prima serata, mattinata e pure pomeriggio tutti i giorni) poi mi scontro sulla realtà locale :roll:
sul mio campo di allenamento old si allena accanto il Football americano, questa fine estate hanno fatto partire la versione femminile con volantinaggi e campagne porta a porta
ora accanto a noi si allenano una ventina di ragazze di varie età in uno sport che praticamente a livello femminile non esiste, non ha neanche un campionato e non parliamo di tv
mentre, in teoria, noi dovremmo persino avere una rappresentanza olimpica e ho dovuto smettere di allenare le tre ragazze (11enni) perchè non c'era futuro nel club di appartenenza

e allora il mondiale in tv a che serve? :?

Avatar utente
milesgersenroma
Messaggi: 793
Iscritto il: 4 giu 2008, 9:24

Re: effetto del mondiale sul rugby in Italia

Messaggio da milesgersenroma » 6 ott 2011, 10:35

milesgersenroma ha scritto:non so
qui sembra che tutti si aspettino la manna dal cielo (leggere rugby in tv in prima serata, mattinata e pure pomeriggio tutti i giorni) poi mi scontro sulla realtà locale :roll:
sul mio campo di allenamento old si allena accanto il Football americano, questa fine estate hanno fatto partire la versione femminile con volantinaggi e campagne porta a porta
ora accanto a noi si allenano una ventina di ragazze di varie età in uno sport che praticamente a livello femminile non esiste, non ha neanche un campionato e non parliamo di tv
mentre, in teoria, noi dovremmo persino avere una rappresentanza olimpica e ho dovuto smettere di allenare le tre ragazze (11enni) perchè non c'era futuro nel club di appartenenza

e allora il mondiale in tv a che serve? :?
ps
spero di non dover spiegare l'effetto traino di 20 ragazze che giocano per tutti gli altri a cominciare dalle mamme dei bambini :|

aperturaestremo
Messaggi: 2109
Iscritto il: 24 ago 2011, 18:12
Località: Pisa/Roma

Re: effetto del mondiale sul rugby in Italia

Messaggio da aperturaestremo » 6 ott 2011, 13:56

milesgersenroma ha scritto:
milesgersenroma ha scritto:non so
qui sembra che tutti si aspettino la manna dal cielo (leggere rugby in tv in prima serata, mattinata e pure pomeriggio tutti i giorni) poi mi scontro sulla realtà locale :roll:
sul mio campo di allenamento old si allena accanto il Football americano, questa fine estate hanno fatto partire la versione femminile con volantinaggi e campagne porta a porta
ora accanto a noi si allenano una ventina di ragazze di varie età in uno sport che praticamente a livello femminile non esiste, non ha neanche un campionato e non parliamo di tv
mentre, in teoria, noi dovremmo persino avere una rappresentanza olimpica e ho dovuto smettere di allenare le tre ragazze (11enni) perchè non c'era futuro nel club di appartenenza

e allora il mondiale in tv a che serve? :?
ps
spero di non dover spiegare l'effetto traino di 20 ragazze che giocano per tutti gli altri a cominciare dalle mamme dei bambini :|
Puoi spiegare che il football americano e' una variante imbastardita del rugby (sia pure del rugby a 13...) :D :D :D . Puoi dire che le ragazze giocano a football americano ma che i veri uomini giocano a rugby che, puoi dirlo alle mamme, e' molto molto piu' educativo.

PS: qualcuna di quelle e' bona? Quand'e' che si allenano? :D :D :D

Avatar utente
milesgersenroma
Messaggi: 793
Iscritto il: 4 giu 2008, 9:24

Re: effetto del mondiale sul rugby in Italia

Messaggio da milesgersenroma » 6 ott 2011, 14:05

aperturaestremo ha scritto: Puoi spiegare che il football americano e' una variante imbastardita del rugby (sia pure del rugby a 13...) :D :D :D . Puoi dire che le ragazze giocano a football americano ma che i veri uomini giocano a rugby che, puoi dirlo alle mamme, e' molto molto piu' educativo.

PS: qualcuna di quelle e' bona? Quand'e' che si allenano? :D :D :D
ehmm...vengo da 25 anni di FA giocato a livello nazionale :twisted: ....sui veri uomini non convengo 8-)
per bone..direi 2/3 buon livello , 1/3 "leggermente appesantito" :oops: (e poi mi parlate male del berluska!)
ma il loro allenatore è una bestia sui 2 metri e 125 kg ...quindi ti vedo male! :wink:

ma il concetto rimane
avendo come obbiettivo le olimpiadi dovremmo/potremmo avere campi con almeno una squadra femminile a 7 per ogni club ..invece...poi non parliamo dei maschietti

RigolettoMSC
Messaggi: 1036
Iscritto il: 21 mar 2009, 16:17

Re: effetto del mondiale sul rugby in Italia

Messaggio da RigolettoMSC » 6 ott 2011, 14:16

aperturaestremo ha scritto:.....

PS: qualcuna di quelle e' bona? Quand'e' che si allenano? :D :D :D
Mi stavo appunto domandando quando ci sarebbe stato il primo intervento "provolone"... :D
Riccardo

marcorebbi
Messaggi: 239
Iscritto il: 28 ago 2011, 11:50

Re: effetto del mondiale sul rugby in Italia

Messaggio da marcorebbi » 6 ott 2011, 14:47

aperturaestremo ha scritto:il DVD l'ho preso per vedere com'e', se mi piace continuero' la serie.
OT: com'è il DVD sul mondiale 87? :-]

Mad Max
Messaggi: 910
Iscritto il: 12 lug 2011, 11:01
Località: Milano

Re: effetto del mondiale sul rugby in Italia

Messaggio da Mad Max » 6 ott 2011, 15:17

aperturaestremo ha scritto: Le mamme di ora lo conoscono meglio? Dopo il bagno di folla a San Siro per gli All Blacks, dopo alcuni 6N che hanno visto una presenza di pubblico sempre crescente -forse, dico forse, in questo Mallett qualche merito ce l'ha- in previsione di 2 partite di 6N all'Olimpico, posso sperare che il rugby diventi il secondo sport italiano?

Purtroppo non ho elemneti sufficienti per un esauriente risposta, però uno spaccato di vita reale che può servire, credo lo possa raccontare:


Mio figlio gioca felicemente Rrugby da quando aveva 5 anni e come tutti i bambini entusasti tante volte mi chiede dopo la scuola nel parchetto sotto casa di giocare... Tutte le volte che gli passo la palla o gli faccio da sacco da placaggio improvvisato, invariabilmente qualche suo amichetto regolarmente iscritto alla sua brava scuola calcio, chiede timidamente di giocare anche lui e invariabilmente si diverte da matti fino al momento in cui la madre si rende conto che il figlio sta facendo qualcosa di "strano" e immediatamente lo richiama all'ordine e lo manda a giocare a pallone dove è tutta una sequela di "era rigore" "hai rubato" "non valeva" "non sei bravo e non ti passo la palla"...
"f*** russians", said the English Fly-half just after being neck-tackled by the russian flanker

Ilgorgo
Messaggi: 9431
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: effetto del mondiale sul rugby in Italia

Messaggio da Ilgorgo » 6 ott 2011, 15:39

pierrebi ha scritto:
aperturaestremo ha scritto: ...
Dimentichi che l'europeo di pallavolo era disponibile gratuitamente per tutti i televisori d'Italia, o quasi visto che il Digitale Terrestre non copre tutto il territorio nazionale ed era una esclusiva raisport che, ovviamente, pubblicizza i suoi eventi. Il Mondiale di Rugby soffre la criptazione di Murdoch che ne rende impossibile la visione se non a coloro che sono dotati di satelliti per collegarsi ai canali stranieri o ai pochi fortunati abbonati a Sky ... trattandosi di eventi mattutini la visione in locali pubblici divanta ostica!
Mi sembra che il potenziale di RaiSport sia, purtroppo, sopravvalutato. Ho visto i dati relativi all'audience del torneo di Eccellenza dell'anno scorso e sono abbastanza sconfortanti. Nel 2010/11 la media per le dirette televisive delle partite di campionato è stata di circa 25.000 telespettatori, con share attorno allo 0,2% (non considerando la prima giornata, che venne trasmessa su RaiTre e fu seguita da 175mila spettatori). La diretta Sky di Italia-Irlanda dell'ultimo Sei Nazioni ha avuto invece 200mila telespettatori. Otto volte di più. E' vero che la nazionale attira molto più del campionato, ma non penso richiami un numero venti volte superiore di utenti. Se come capacità di attrazione il rapporto nazionale/eccellenza fosse di 8/1 potremmo dire che i bacini di utenza di Sky e RaiSport si equivalgono.
E' anche vero che l'anno scorso l'Eccellenza andava in onda su RaiSport2; spero che il passaggio a RaiSport1 porti risultati migliori.
Analogamente, Italia-Irlanda andò su SkySport2

LukeK27
Messaggi: 601
Iscritto il: 12 ago 2008, 14:58
Località: Gorizia, FVG

Re: effetto del mondiale sul rugby in Italia

Messaggio da LukeK27 » 6 ott 2011, 17:26

Rispondo con una domanda, la cui risposta ovvia vi farà capire come la penso:

la medaglia d'argento alle olimpiadi 2004 della nazionale di basket, seguita da parecchi milioni di spettatori in diretta sulla Rai (la finale mi pare fosse addirittura su Rai2 e fece ascolti senza precedenti per il basket italiano), cos'ha regalato al movimento del basket italiano?

Avete risposto? Bravi. Ora pensate che l'Italia di rugby è arrivata tra il 9° ed il 12° posto al mondiale, mostrato solo su un'emittente a pagamento.

2+2=...

GPgiampi
Messaggi: 35
Iscritto il: 2 ott 2011, 14:25

Re: effetto del mondiale sul rugby in Italia

Messaggio da GPgiampi » 6 ott 2011, 17:53

ma scusate, in questo momento storico e politico, come si può sperare che uno sport basato sul rispetto dell'avversario, delle regole, dell'arbitro, possa avere seguito?
siamo culturamente inadatti al rugby, che non sarà mai uno sport di massa ma sempre di pochi.
l'unico obiettivo possibile è quello di attirare quei pochi e non farseli scappare.

LukeK27
Messaggi: 601
Iscritto il: 12 ago 2008, 14:58
Località: Gorizia, FVG

Re: effetto del mondiale sul rugby in Italia

Messaggio da LukeK27 » 6 ott 2011, 18:58

GPgiampi ha scritto:ma scusate, in questo momento storico e politico, come si può sperare che uno sport basato sul rispetto dell'avversario, delle regole, dell'arbitro, possa avere seguito?
siamo culturamente inadatti al rugby, che non sarà mai uno sport di massa ma sempre di pochi.
l'unico obiettivo possibile è quello di attirare quei pochi e non farseli scappare.
Che osservazione triste.
Il problema è che la condivido... :(

Come arbitro di basket, una volta qualcuno mi disse: è giusto che lo spettatore vada al palazzetto (come anche allo stadio) per insultare l'arbitro. Deve sfogarsi dalle fatiche settimanali.

Ovvero: per il rispetto di spazio non ce n'è...

Bloccato

Torna a “RWC Nuova Zelanda 2011”