Livello alzato, abbassato o entrambi?

Moderatori: Ref, ale.com

ayr
Messaggi: 692
Iscritto il: 30 gen 2006, 0:00

Re: Livello alzato, abbassato o entrambi?

Messaggio da ayr » 16 apr 2012, 12:54

Vedi, io credo che finche' "la partita secca" puo' andare in qualunque modo (= l'ultima PUO' realisticamente vincere con la prima, anche se nel quadro di tutto un campionato puo' avere una distanza significativa in termine di punti), allora il campionato e' strutturato in maniera interessante e consona con i valori in campo.
Sarebbe tutto diverso se le ultime cinque non avessero nessuna speranza contro le prime cinque (a volte succede): in tal caso meta' delle partite sarebbero scontate e noiosissime.
Per esempio, solo il caso del Mogliano (in breve tempo passata da neopromossa-candidata-a-lottare-per-la-salvezza a possibile-semifinalista-con-possibilita'-di-scudetto) e' un indicatore che il campionato e' combattuto e ci sono possibilita' concrete di cambiare le gerarchie costituite da un anno all'altro (senza per forza dover citare il caso anomalo del Calvisano, neopromossa eppure possibile campione).
Grazie al cielo l'hanno inventato a Rugby e non a Llanfairpwllgwyngyllgogerychwyrndrobwllllantysiliogogogoch!

Avatar utente
giuseppone64
Messaggi: 9112
Iscritto il: 13 dic 2011, 14:29
Località: roma

Re: Livello alzato, abbassato o entrambi?

Messaggio da giuseppone64 » 16 apr 2012, 14:20

secondo me per capire il livello basta vedere le prestazioni di griffen ,37 anni, e wakarua ,36 anni. con tutto il rispetto la stima e l'affetto per entrambi grandi professionisti. rima arriva in italia a 23 anni chiuso da botica in squadra il quale a sua volta era la quarta scelta della nazionale.da noi, oggi, continua ad essere tra i migliori.paul in patria quasi non pervenuto qui ha retto la baracca ovunque sia stato.
Scusa tesoro se sono stato un po' brusco stamani. Papà non sei stato un po' brusco, sei stato un barbaro...
mio figlio 17 anni
Amore sbrigati che facciamo tardi a scuola! Mi sbrigo solo se mi ripeti che sono la più bella del mondo.
mia figlia 6 anni
MA CHE ORA E'?
mia moglie
Molti amici molto onore
Io

Luqa-bis
Messaggi: 5150
Iscritto il: 18 mag 2011, 10:17

Re: Livello alzato, abbassato o entrambi?

Messaggio da Luqa-bis » 16 apr 2012, 19:22

Può darsi che far giocare le seconde squadre delle franchigie di celtica sia un grosso errore, ma restare coem questo anno ha i seguenti problemi:

- giocatori di rincalzo delel cletiche che non giocano o giocano pochissimo;
- giocatori diqualità dell'ecccellenza che non hanno occasioni per confrontrasi con il livello superiore.

Quindi delle due l'una:
o quelli delle celtiche scendono in eccellenza (come squadra o come "permit player alla meno";
o quelli di eccellenza salgono in celtica (come permit player visto che le squadre non possono giocare)

ma allora, tanto per tanto, perché non permettere agli atelti di eccellenza di andare a giocare in challenge come "permit player"?


capitolo incentivi
orbene abbiamo le seguenti possibilità:

1. premio alle prime 4 forfait
2. premio prime 4 legato ai risultati in Challenge
3. premi per tutti a decrescere
4. premi per tutti a salire
5. indenniizzi in base ai km percorsi

6 (eventuale) - una frazione uguale per tutti + indennizzi sulle sole spese di trasferimento/convenzioni con vettori gomma/ferro/aereo (alcune Federazioni lo stanno già facendo).

Prima osservazione:ma quanti soldi ci sono disponibili in totale?
Seconda osservazione: perchè per l'Eccellenza si e per le altre serie no?

Tallonatore80
Messaggi: 5063
Iscritto il: 29 mar 2011, 1:43
Località: Downunder

Re: Livello alzato, abbassato o entrambi?

Messaggio da Tallonatore80 » 19 apr 2012, 17:47

Io credo che l'eccellenza debba essere il trampolino verso il miglioramento globale.
Mi piace la possibilità che una franchigia seria, sana, condivisa puo' portare anche se, per ora di questo in italia non c'e' traccia.

Mi piace anche pero' che in eccellenza ci siano giovani promettenti oltre che "scarti celtici". Il livello non si innalza in 2 anni di celtic league, ma con anni di pianificazione, sacrifici e collaborazione.
"Il rugby e` l`assoluto ordine nell`apparente disordine."
Sandro Cepparulo

Bloccato

Torna a “Stagione 2011/2012”