18° giornata - a giochi fatti

Moderatori: Ref, ale.com

Avatar utente
nazzareno74
Messaggi: 1524
Iscritto il: 3 nov 2008, 10:03
Contatta:

Re: 18° giornata - a giochi fatti

Messaggio da nazzareno74 » 3 mag 2012, 17:02

oppure visto a modo proprio..... :wink:
sport Photo Magazine

mariemonti
Messaggi: 3339
Iscritto il: 17 nov 2011, 19:14

Re: 18° giornata - a giochi fatti

Messaggio da mariemonti » 3 mag 2012, 20:04

nazzareno74 ha scritto:oppure visto a modo proprio..... :wink:
...e per questo lo sport si è dovuto dotare della "giustizia sportiva"... Un po' come successe ai discendenti dell'uomo di Neanderthal, che a causa di questo al giorno d'oggi non possono più prendersi liberamente a randellate sul cranio... :roll:

beetlebailey
Messaggi: 627
Iscritto il: 25 ago 2011, 18:39
Località: Rovigo

Re: 18° giornata - a giochi fatti

Messaggio da beetlebailey » 3 mag 2012, 23:11

però stiamo attenti a non ridurre il rugby come il calcio dove appena i giocatori si toccano (pardon sfiorano) cadono a terra inscenando oscene convulsioni. se nel calcio lasciassero correre di più ci sarebbe più lealtà. in ogni caso ogni giocatore dovrebbe avere un comportamento leale che è nello spirito del nostro sport.

mariemonti
Messaggi: 3339
Iscritto il: 17 nov 2011, 19:14

Re: 18° giornata - a giochi fatti

Messaggio da mariemonti » 3 mag 2012, 23:28

beetlebailey ha scritto:però stiamo attenti a non ridurre il rugby come il calcio dove appena i giocatori si toccano (pardon sfiorano) cadono a terra inscenando oscene convulsioni. se nel calcio lasciassero correre di più ci sarebbe più lealtà. in ogni caso ogni giocatore dovrebbe avere un comportamento leale che è nello spirito del nostro sport.
"Leale" vuol dire seguendo le regole. Rimanere nelle regole. Nessuno chiede di fare i gesti clamorosi e leggendari. Quello che alza la mano per segnalare all'arbitro che il drop è entrato, quell'altro che dice all'arbitro che la palla gli è sfuggita prima di schiacciare... Magari! Però è inutile puntare così in alto, limitiamoci a chiedere di seguire il regolamento ed a punire chi lo trasgredisce con una scala di punizioni che arrivi al suo massimo per punire i falli che implichino un rischio per l'incolumità dell'atleta.
Cosa del resto ben sottolineata dall'Irb. E per far questo utilizziamo tutta la tecnologia a disposizione, se possibile.

PS: Non utilizzerei il paragone con il calcio. Lì è lo stesso regolamento, in qualche caso, a favorire certe sceneggiate.

Avatar utente
giuseppone64
Messaggi: 9109
Iscritto il: 13 dic 2011, 14:29
Località: roma

Re: 18° giornata - a giochi fatti

Messaggio da giuseppone64 » 4 mag 2012, 1:39

il rugby al momento è riconosciuto sport leale anche perchè falli non visti ed errori arbitrali sono contestati raramente e civilmente.anzi a volte per niente.
Scusa tesoro se sono stato un po' brusco stamani. Papà non sei stato un po' brusco, sei stato un barbaro...
mio figlio 17 anni
Amore sbrigati che facciamo tardi a scuola! Mi sbrigo solo se mi ripeti che sono la più bella del mondo.
mia figlia 6 anni
MA CHE ORA E'?
mia moglie
Molti amici molto onore
Io

mariemonti
Messaggi: 3339
Iscritto il: 17 nov 2011, 19:14

Re: 18° giornata - a giochi fatti

Messaggio da mariemonti » 4 mag 2012, 7:47

giuseppone64 ha scritto:il rugby al momento è riconosciuto sport leale anche perchè falli non visti ed errori arbitrali sono contestati raramente e civilmente.anzi a volte per niente.
Falli violenti contestati civilmente e puniti = Sport civile e corretto.
La lealtà non c'entra nulla. E' il fallo in sé che non è "leale", uno stamping (con avversario a terra, quindi indifeso) è quanto di meno leale si possa fare su un campo da rugby. Non leale e quindi pericoloso ed infatti è uno dei 3 - 4 falli su cui il mirino dell'Irb è puntato da tempo.
Falli non visti dall'arbitro, se pericolosi, non contestati per niente, anche con prove evidenti = Sport idiota
E infatti, che io sappia, nessun club con prove evidenti di un fallo pericoloso per l'incolumità di un suo tesserato ha mai rinunciato a fare ricorso. Se non lo hanno fatto, hanno sbagliato, perchè chi ha commesso il fallo sicuramente lo ripeterà.

Avatar utente
giuseppone64
Messaggi: 9109
Iscritto il: 13 dic 2011, 14:29
Località: roma

Re: 18° giornata - a giochi fatti

Messaggio da giuseppone64 » 4 mag 2012, 14:13

scusami non contesto ciò che dici ma cerco di integrarlo. la lealtà nel rugby è un elemento portante; forse sono stato troppo sintetico e poco esplicativo. ci provo: la lealtà è in generale il grado di correlazione tra l'ideale o il principio perseguito ed il comportamento; insito è il conflitto interiore per la scelta finale. si contrappongono sempre due scelte,cioè l'ottenimento del proprio interesse ad ogni costo contro il rispetto delle regole e degli altri; maggiore è la coerenza del comportamento all'ideale maggiore è la leatà.
ora come tutte le virtù è nel momento di difficoltà che deve essere valutata. quando un animale di due metri per 120kg viene allontanato dal campo per un fallo , e coda tra le gambe esce senza fiatare, quando un intero stadio ammutolisce ad un calcio di punizione avversario in segno di rispetto,quando dopo essersi legnati e calpestati ci si abbraccia alla fine , quando non si contesta , se non sommessamente e civilmente,una svista od un errore arbitrale io ci vedo lealtà.
saluti
Scusa tesoro se sono stato un po' brusco stamani. Papà non sei stato un po' brusco, sei stato un barbaro...
mio figlio 17 anni
Amore sbrigati che facciamo tardi a scuola! Mi sbrigo solo se mi ripeti che sono la più bella del mondo.
mia figlia 6 anni
MA CHE ORA E'?
mia moglie
Molti amici molto onore
Io

mariemonti
Messaggi: 3339
Iscritto il: 17 nov 2011, 19:14

Re: 18° giornata - a giochi fatti

Messaggio da mariemonti » 4 mag 2012, 16:17

giuseppone64 ha scritto:scusami non contesto ciò che dici ma cerco di integrarlo. la lealtà nel rugby è un elemento portante; forse sono stato troppo sintetico e poco esplicativo. ci provo: la lealtà è in generale il grado di correlazione tra l'ideale o il principio perseguito ed il comportamento; insito è il conflitto interiore per la scelta finale. si contrappongono sempre due scelte,cioè l'ottenimento del proprio interesse ad ogni costo contro il rispetto delle regole e degli altri; maggiore è la coerenza del comportamento all'ideale maggiore è la leatà.
ora come tutte le virtù è nel momento di difficoltà che deve essere valutata. quando un animale di due metri per 120kg viene allontanato dal campo per un fallo , e coda tra le gambe esce senza fiatare, quando un intero stadio ammutolisce ad un calcio di punizione avversario in segno di rispetto,quando dopo essersi legnati e calpestati ci si abbraccia alla fine , quando non si contesta , se non sommessamente e civilmente,una svista od un errore arbitrale io ci vedo lealtà.
saluti
E vedere un atto volontario, contrario alla lealtà e potenzialmente molto pericoloso e non denunciarlo, per te è lealtà?
E' questo che non si capisce, in quello che hai scritto.

Se NON denunci vuol dire solo una cosa: alla prima occasione farai anche tu il medesimo fallo. E questa NON è cosa buona e giusta.
Se denunci sei leale verso il rugby. Uno sprt che insegna la correttezza ed il rispetto di regole ed avversari.

La mia posizione credo sia chiarissima, la tua è ancora un po' fumosa. Con i baci e gli abbracci del terzo tempo tu metti insieme il contatto duro, l'opinione diversa su un'azione di gioco, magari anche il cazzotto, li metti insieme, dicevo, con le dita negli occhi, lo stamping sul volto ecc... , ma forse ho capito male io.

Avatar utente
giuseppone64
Messaggi: 9109
Iscritto il: 13 dic 2011, 14:29
Località: roma

Re: 18° giornata - a giochi fatti

Messaggio da giuseppone64 » 4 mag 2012, 19:07

mariemonti ha scritto:
giuseppone64 ha scritto:scusami non contesto ciò che dici ma cerco di integrarlo. la lealtà nel rugby è un elemento portante; forse sono stato troppo sintetico e poco esplicativo. ci provo: la lealtà è in generale il grado di correlazione tra l'ideale o il principio perseguito ed il comportamento; insito è il conflitto interiore per la scelta finale. si contrappongono sempre due scelte,cioè l'ottenimento del proprio interesse ad ogni costo contro il rispetto delle regole e degli altri; maggiore è la coerenza del comportamento all'ideale maggiore è la leatà.
ora come tutte le virtù è nel momento di difficoltà che deve essere valutata. quando un animale di due metri per 120kg viene allontanato dal campo per un fallo , e coda tra le gambe esce senza fiatare, quando un intero stadio ammutolisce ad un calcio di punizione avversario in segno di rispetto,quando dopo essersi legnati e calpestati ci si abbraccia alla fine , quando non si contesta , se non sommessamente e civilmente,una svista od un errore arbitrale io ci vedo lealtà.
saluti
E vedere un atto volontario, contrario alla lealtà e potenzialmente molto pericoloso e non denunciarlo, per te è lealtà?
E' questo che non si capisce, in quello che hai s
Se NON denunci vuol dire solo una cosa: alla prima occasione farai anche tu il medesimo fallo. E questa NON è cosa buona e giusta.
Se denunci sei leale verso il rugby. Uno sprt che insegna la correttezza ed il rispetto di regole ed avversari.

La mia posizione credo sia chiarissima, la tua è ancora un po' fumosa. Con i baci e gli abbracci del terzo tempo tu metti insieme il contatto duro, l'opinione diversa su un'azione di gioco, magari anche il cazzotto, li metti insieme, dicevo, con le dita negli occhi, lo stamping sul volto ecc... , ma forse ho capito male io.
allora ,il giocatore che subisce un fallo sleale nel rugby non reagisce mai in modo sleale e non ha il potere di cambiare la decisione in caso di svista o di errore arbitrale. la società ha il diritto dovere di ricorrere per la squalifica del giocatore avversario proprio perchè il comportamento ha falsato il gioco e a volte il risultato. ma come sai meglio di me solitamente i giocatori scorretti o sleali non hanno vita facile né in campo né fuori e sono spesso isolati.se la tua superbia ti porta a pensare che quello che ho scritto è superficiale e fumoso , a differenza del tuo chiaro e preciso, a me va bene . stai sereno, la vita è bella.
Scusa tesoro se sono stato un po' brusco stamani. Papà non sei stato un po' brusco, sei stato un barbaro...
mio figlio 17 anni
Amore sbrigati che facciamo tardi a scuola! Mi sbrigo solo se mi ripeti che sono la più bella del mondo.
mia figlia 6 anni
MA CHE ORA E'?
mia moglie
Molti amici molto onore
Io

beetlebailey
Messaggi: 627
Iscritto il: 25 ago 2011, 18:39
Località: Rovigo

Re: 18° giornata - a giochi fatti

Messaggio da beetlebailey » 5 mag 2012, 7:37

ragazzi le partite finiscono al fischio finale. Strascichi ulteriori sono pericolosissimi. È rugby, quello che succede in campo comincia e finisce in campo

Avatar utente
giuseppone64
Messaggi: 9109
Iscritto il: 13 dic 2011, 14:29
Località: roma

Re: 18° giornata - a giochi fatti

Messaggio da giuseppone64 » 5 mag 2012, 8:00

prometto di fuggire le occasioni prossime di peccato.
Scusa tesoro se sono stato un po' brusco stamani. Papà non sei stato un po' brusco, sei stato un barbaro...
mio figlio 17 anni
Amore sbrigati che facciamo tardi a scuola! Mi sbrigo solo se mi ripeti che sono la più bella del mondo.
mia figlia 6 anni
MA CHE ORA E'?
mia moglie
Molti amici molto onore
Io

quattro8
Messaggi: 380
Iscritto il: 23 giu 2011, 21:06

Re: 18° giornata - a giochi fatti

Messaggio da quattro8 » 5 mag 2012, 9:34

beetlebailey ha scritto:ragazzi le partite finiscono al fischio finale. Strascichi ulteriori sono pericolosissimi. È rugby, quello che succede in campo comincia e finisce in campo
Molto saggio!
Saluti

Luqa-bis
Messaggi: 5144
Iscritto il: 18 mag 2011, 10:17

Re: 18° giornata - a giochi fatti

Messaggio da Luqa-bis » 5 mag 2012, 11:50

Mah...
andava benissimo prima.
Adesso ho qualche perplessità.

mariemonti
Messaggi: 3339
Iscritto il: 17 nov 2011, 19:14

Re: 18° giornata - a giochi fatti

Messaggio da mariemonti » 5 mag 2012, 17:36

giuseppone64 ha scritto:prometto di fuggire le occasioni prossime di peccato.
E non arrabbiarti, non avevo capito. Hai chiarito e adesso ho capito, senza scomodare la superbia, al massimo sarò un po' duro si comprendonio...

mariemonti
Messaggi: 3339
Iscritto il: 17 nov 2011, 19:14

Re: 18° giornata - a giochi fatti

Messaggio da mariemonti » 5 mag 2012, 17:40

beetlebailey ha scritto:ragazzi le partite finiscono al fischio finale. Strascichi ulteriori sono pericolosissimi. È rugby, quello che succede in campo comincia e finisce in campo
Vecchi tempi. Oggi non funziona più così, basta guardarsi un po' in giro.
E poi non confondiamo le cose. Io stavo parlando di ricorsi tipo quello del Prato contro Montauriol. Roba seria, come è stato dimostrato dalla decisione del giudice sportivo.

E' chiaro che non sto parlando dei processi del lunedì vari o dei tifosi che vengono qui a rimestare su mete non date o episodi di derby di dieci anni fa. Queste cose non piacciono nemmeno a me.

Bloccato

Torna a “Stagione 2011/2012”