Challenge Cup 2011-2012 …

6 Nazioni, Top14, Aviva Premiership, Celtic League, Federazioni Straniere , Coppe e tutto quello che succede in Europa

Moderatore: ale.com

pilonegrosso
Messaggi: 1533
Iscritto il: 25 nov 2007, 19:52

Re: Challenge Cup 2011-2012 …

Messaggio da pilonegrosso » 11 dic 2011, 22:24

Qualcuno ha visto la partita dei crociati? In precampionato non mi erano sembrati malaccio, ma adesso sembrano in difficoltà. L'unico con cui ho parlato mi ha detto che i francesi hanno dominato tecnicamente e fisicamente mentre i crociati avrebbero sofferto molto, soprattutto nei 3/4.
pilonegrosso

loverthetop_86
Messaggi: 770
Iscritto il: 14 apr 2011, 23:25

Re: Challenge Cup 2011-2012 …

Messaggio da loverthetop_86 » 11 dic 2011, 22:37

Dopo questa giornata di Amlin secondo me viene fuori il vero livello del Campionato Italiano: al momento (e dico al momento) le nostre migliori squadre potrebbero giocarsela per la promozione al Top 14 in D2 francese.
Lo dico senza fare distinzioni tra una squadra e l'altra, e senza voler essere disfattista. Anzi, io credo che il livello delle squadre del Top 14 (diciamo quelle di medio-bassa classifica) già appartenga ad almeno 3 squadre su 4 (Padova Rovigo e Prato). E per un'ora lo hanno dimostrato. Poi è emersa l'enorme differenza tra i due massimi campionati, a livello di ritmo e di qualità e profondità delle rose.

Si sono viste cose positive quest'anno, finalmente non si scende in campo solo per staccare l'assegno. Finalmente si vedono i XV più forti in campo dal primo minuto. Ora speriamo si possa migliorare ancora, anche se la strada da fare è ancora lunga.

http://www.rugbystories.it/ma-le-france ... indigeste/
anonimapiloni.wordpress.com

Ulisse Trevisin: 110 e lode. Chili di ignoranza. L'unico in grado di competere con la stazza degli avversari. Detto anche "chi ga vinto?" perchè a un certo punto verso metà secondo tempo, lui va in ansia ed inizia a chiedere:"chi ga vinto? chi ga vinto?". "Noi altri Trevisin ma gioca che non è finita." Vuole essere rassicurato sennò smette. È un incrocio tra un mulo alpino, un bue da tiro e un trattore Landini testa calda. Parti, lo metti in moto e ha questa velocità massima; ma ha una capacità di traino di 6 quintali di avversari vivi e resistenti. Dove passa Attila non cresce più erba, dove passa Trevisin se pol seminare basta che sia stagione!

ciccio74
Messaggi: 353
Iscritto il: 6 dic 2008, 18:20

Re: Challenge Cup 2011-2012 …

Messaggio da ciccio74 » 11 dic 2011, 22:39

mariemonti ha scritto:Allora, sembra che la media delle "figure" rimediate dei nostri club in coppa (Crociati a parte) sia migliorata rispetto alle ultime stagioni. Però il livello del nostro massimo campionato si è abbassato. Allora cosa è successo?
Semplice. I nostri club finalmente non schierano le "seconde scelte" in coppa per risparmiare i titolari per il campionato.
Adesso bisogna vedere cosa succederà in campionato. Se ci saranno giocatori affaticati o infortunati con conseguenti risultati a favore delle squadre che si sono "riposate" con il trofeo d'Eccellenza (in cui in pratica giocano le seconde squadre...), i 4 club che fanno le coppe europee potrebbero anche fare marcia indietro...
A parte Calvisano, non credo che l'aver fatto rifiatare alcuni titolari nel trofeo eccellenza possa creare dei vantaggi ai danni di Rovigo, Padova e Prato alla ripresa del campionato: tra queste ultime e il resto dell'Eccellenza c'è un abisso. Discorso diverso per i Crociati che comunque qualche titolare l'hanno fatto rifiatare (e si è visto).
"Il rugby è uno sport da villani giocato da gentiluomini, il calcio è uno sport da gentiluomini giocato da villani".
Anonimo

ciccio74
Messaggi: 353
Iscritto il: 6 dic 2008, 18:20

Re: Challenge Cup 2011-2012 …

Messaggio da ciccio74 » 11 dic 2011, 22:40

Adesso bisogna vedere cosa succederà in campionato. Se ci saranno giocatori affaticati o infortunati con conseguenti risultati a favore delle squadre che si sono "riposate" con il trofeo d'Eccellenza (in cui in pratica giocano le seconde squadre...), i 4 club che fanno le coppe europee potrebbero anche fare marcia indietro...[/quote]
A parte Calvisano, non credo che l'aver fatto rifiatare alcuni titolari nel trofeo eccellenza possa creare dei vantaggi ai danni di Rovigo, Padova e Prato alla ripresa del campionato: tra queste ultime e il resto dell'Eccellenza c'è un abisso. Discorso diverso per i Crociati che comunque qualche titolare l'hanno fatto rifiatare (e si è visto).
"Il rugby è uno sport da villani giocato da gentiluomini, il calcio è uno sport da gentiluomini giocato da villani".
Anonimo

mariemonti
Messaggi: 3339
Iscritto il: 17 nov 2011, 19:14

Re: Challenge Cup 2011-2012 …

Messaggio da mariemonti » 11 dic 2011, 22:47

loverthetop_86 ha scritto: Si sono viste cose positive quest'anno, finalmente non si scende in campo solo per staccare l'assegno. Finalmente si vedono i XV più forti in campo dal primo minuto. Ora speriamo si possa migliorare ancora, anche se la strada da fare è ancora lunga.
Condivido solo questa frase.

Per me non c'è nessuna squadra dell'eccellenza che potrebbe sostenere un campionato come il Top14, nemmeno in classifica medio-bassa. E lo dimostrano, fra le altre cose, i diversi budget. Non è che i francesi buttino i soldi dalla finestra.

loverthetop_86
Messaggi: 770
Iscritto il: 14 apr 2011, 23:25

Re: Challenge Cup 2011-2012 …

Messaggio da loverthetop_86 » 11 dic 2011, 22:56

mariemonti ha scritto:
loverthetop_86 ha scritto: Si sono viste cose positive quest'anno, finalmente non si scende in campo solo per staccare l'assegno. Finalmente si vedono i XV più forti in campo dal primo minuto. Ora speriamo si possa migliorare ancora, anche se la strada da fare è ancora lunga.
Condivido solo questa frase.

Per me non c'è nessuna squadra dell'eccellenza che potrebbe sostenere un campionato come il Top14, nemmeno in classifica medio-bassa. E lo dimostrano, fra le altre cose, i diversi budget. Non è che i francesi buttino i soldi dalla finestra.
Forse mi sono spiegato male: io intendo dire che le tre che ho citato hanno nelle corde il ritmo di squadre medio-basse del Top 14, il che è diverso dal dire che se la possono giocare. Lo riescono a reggere per spezzoni di match che alla fine raramente riescono a padroneggiare. Ne è una riprova il fatto che a quei ritmi non riusciamo a giocare più di un'ora. Poi è un festival di crampi e affaticamenti e cambi che evidenziano ancora di più le diverse profondità delle rose. Mi sembra che qui qualcuno facesse notare una cosa eloquente: durante Tolone-Padova noi a un certo punto facevamo entrare Ale Chillon (buon giocatore da super 10), loro facevano entrare Palisson (non propriamente la stessa cosa).
anonimapiloni.wordpress.com

Ulisse Trevisin: 110 e lode. Chili di ignoranza. L'unico in grado di competere con la stazza degli avversari. Detto anche "chi ga vinto?" perchè a un certo punto verso metà secondo tempo, lui va in ansia ed inizia a chiedere:"chi ga vinto? chi ga vinto?". "Noi altri Trevisin ma gioca che non è finita." Vuole essere rassicurato sennò smette. È un incrocio tra un mulo alpino, un bue da tiro e un trattore Landini testa calda. Parti, lo metti in moto e ha questa velocità massima; ma ha una capacità di traino di 6 quintali di avversari vivi e resistenti. Dove passa Attila non cresce più erba, dove passa Trevisin se pol seminare basta che sia stagione!

mariemonti
Messaggi: 3339
Iscritto il: 17 nov 2011, 19:14

Re: Challenge Cup 2011-2012 …

Messaggio da mariemonti » 11 dic 2011, 23:00

Ah, certo, allora condivido. Poi c'è anche la debolezza psicologica. Ci sentiamo nettamente inferiori ed allora spesso quando il gap è grande, molliamo completamente. Ma questo, quest'anno, forse non è ancora accaduto.

loverthetop_86
Messaggi: 770
Iscritto il: 14 apr 2011, 23:25

Re: Challenge Cup 2011-2012 …

Messaggio da loverthetop_86 » 11 dic 2011, 23:13

mariemonti ha scritto:Ah, certo, allora condivido. Poi c'è anche la debolezza psicologica. Ci sentiamo nettamente inferiori ed allora spesso quando il gap è grande, molliamo completamente. Ma questo, quest'anno, forse non è ancora accaduto.
Secondo me questa è una delle conseguenze del mettere in campo i più forti. Io mi ricordo quando il Rovigo mise in campo gente che mai aveva giocato in Super 10 a Gloucester e successe l'irreparabile. Mercier negli anni scorsi, ma anche Bustos, Basson o altri quando venivano schierati contro squadre più forti, prima che il loro talento, mostravano la via ai compagni meno scafati..è un po' dura da spiegare per iscritto, ma io la vedo così..
anonimapiloni.wordpress.com

Ulisse Trevisin: 110 e lode. Chili di ignoranza. L'unico in grado di competere con la stazza degli avversari. Detto anche "chi ga vinto?" perchè a un certo punto verso metà secondo tempo, lui va in ansia ed inizia a chiedere:"chi ga vinto? chi ga vinto?". "Noi altri Trevisin ma gioca che non è finita." Vuole essere rassicurato sennò smette. È un incrocio tra un mulo alpino, un bue da tiro e un trattore Landini testa calda. Parti, lo metti in moto e ha questa velocità massima; ma ha una capacità di traino di 6 quintali di avversari vivi e resistenti. Dove passa Attila non cresce più erba, dove passa Trevisin se pol seminare basta che sia stagione!

beetlebailey
Messaggi: 714
Iscritto il: 25 ago 2011, 18:39
Località: Rovigo

Re: Challenge Cup 2011-2012 …

Messaggio da beetlebailey » 11 dic 2011, 23:34

condivido molte cose scritte qui. tra l'altro meditavo sul fatto che anche la nazionale non regge sempre i ritmi alti del sei nazioni. ci sono momenti in cui gioca alla pari e poi ha black out incredibili segno che non regge i ritmi elevati. comunque quest'anno Rovigo, come fece anche nel 2009 con London Irish in casa, la vittoria in casa sul Dax e le due ottime partite con Connacht gioca con i titolari e quindi le partite sono più equilibrate. Manca, come molti hanno già detto, l'attitudine al livello più alto. Però la qualità, pur in parte da affinare, ci sarebbe. Finchè regge, le lunghe sequenze palla in mano del Rovigo hanno creato molte difficoltà a difese super organizzate. Ci sono stati lunghi possessi e per lunghi tratti predominio territoriale purtroppo mal sfruttato. Ho la certezza che se la FIR avesse dato impulso (facendo investimenti!) al campionato avrebbe avuto 7-8 squadre di livello più alto creando così un bacino ampio per la nazionale ed un volano d'interesse diverso da quello attuale... :roll:

mariemonti
Messaggi: 3339
Iscritto il: 17 nov 2011, 19:14

Re: Challenge Cup 2011-2012 …

Messaggio da mariemonti » 11 dic 2011, 23:45

beetlebailey ha scritto:condivido molte cose scritte qui. tra l'altro meditavo sul fatto che anche la nazionale non regge sempre i ritmi alti del sei nazioni. ci sono momenti in cui gioca alla pari e poi ha black out incredibili segno che non regge i ritmi elevati.
Guardate che questo è proprio il motivo per cui la FIR ha deciso di tentare l'avventura in Celtic League

Squilibrio
Messaggi: 4699
Iscritto il: 28 lug 2006, 20:35

Re: Challenge Cup 2011-2012 …

Messaggio da Squilibrio » 12 dic 2011, 10:16

mariemonti ha scritto:Allora, sembra che la media delle "figure" rimediate dei nostri club in coppa (Crociati a parte) sia migliorata rispetto alle ultime stagioni. Però il livello del nostro massimo campionato si è abbassato. Allora cosa è successo?
Semplice. I nostri club finalmente non schierano le "seconde scelte" in coppa per risparmiare i titolari per il campionato.
Adesso bisogna vedere cosa succederà in campionato. Se ci saranno giocatori affaticati o infortunati con conseguenti risultati a favore delle squadre che si sono "riposate" con il trofeo d'Eccellenza (in cui in pratica giocano le seconde squadre...), i 4 club che fanno le coppe europee potrebbero anche fare marcia indietro...
Saranno le sirene dell'abolizione dei contributi erc e della riduzione delle società partecipanti?

Squilibrio
Messaggi: 4699
Iscritto il: 28 lug 2006, 20:35

Re: Challenge Cup 2011-2012 …

Messaggio da Squilibrio » 12 dic 2011, 10:18

mariemonti ha scritto:
ciccio74 ha scritto:Mi chiedo cosa ci facciano squadre come i Crociati in questa competizione. Almeno Padova, Prato e Rovigo stanno quantomeno limitando i passivi rimanendo in partita per quasi un'ora e crollando solo negli ultimi 20', ma per trovare un 15 più scarso dei Crociati credo che bisogna scomodare il raffazzonato Bologna di 10 anni fa.
Qualche settimana fa Costantino su "La meta" parlava di squilibrio provocato dai 400.000 euro dell'Erc capaci di spostare gli equilibri dell'Eccellenza...francamente mi chiedo cosa ne abbiano fatto a Parma visto il modestissimo livello della squadra allestita.
Pagato i debiti (e non tutti)

Siamo sicuri, non penso a giudicare dai volantini distribuiti sabato allo stadio a nome di staff e giocatori che lamentano le promesse, soprattutto economiche, non mantenute dalla società

mariemonti
Messaggi: 3339
Iscritto il: 17 nov 2011, 19:14

Re: Challenge Cup 2011-2012 …

Messaggio da mariemonti » 12 dic 2011, 10:30

Squilibrio ha scritto:
mariemonti ha scritto:
Pagato i debiti (e non tutti)

Siamo sicuri, non penso a giudicare dai volantini distribuiti sabato allo stadio a nome di staff e giocatori che lamentano le promesse, soprattutto economiche, non mantenute dalla società
L'ho scritto, non tutti.

Squilibrio
Messaggi: 4699
Iscritto il: 28 lug 2006, 20:35

Re: Challenge Cup 2011-2012 …

Messaggio da Squilibrio » 12 dic 2011, 10:35

mariemonti ha scritto:L'ho scritto, non tutti.
Letto ma l’appello era molto forte quindi il non tutti potrebbe essere sostituito dal quasi nulla

jack50
Messaggi: 601
Iscritto il: 24 ago 2007, 17:28

Re: Challenge Cup 2011-2012 …

Messaggio da jack50 » 12 dic 2011, 19:03

Squilibrio ha scritto:
mariemonti ha scritto:L'ho scritto, non tutti.
Letto ma l’appello era molto forte quindi il non tutti potrebbe essere sostituito dal quasi nulla
i giocatori della stagione 2010/11 devono ricevere l'ultimo stipendio dello scorso campionato,nella stagione attuale ad oggi TUTTI GLI STIPENDI SONO STATI PAGATI
per quanto riguarda alle 9 mete subite dai parigini da notare in campo tra i Crociati 8 ragazzi che 6 mesi fa hanno vinto lo scudetto U/20 + Morisi ,casso ma se non li facciamo giocare contro queste squadre quanto mai cresceranno? o è forse meglio mettere in campo sette o otto stranieri/equiparati e prenderne 8 Prato docet ,non me ne volere PIPPO.ma am son rot al bali che qui tutti mi vogliono far credere che la lon'a l'è na formaia e diciamo che sarebbe meglio non partecipare a queste competizioni ,ma se vogliamo crescere questo è il calice amaro che ci tocca ingoiare

Rispondi

Torna a “Europa”