Autumn Nations Cup III Giornata - Francia -Italia

6 Nazioni, Top14, Aviva Premiership, Celtic League, Federazioni Straniere , Coppe e tutto quello che succede in Europa

Moderatore: ale.com

FP96
Messaggi: 960
Iscritto il: 4 giu 2019, 13:36

Re: Autumn Nations Cup III Giornata - Francia -Italia

Messaggio da FP96 » 27 nov 2020, 13:58

jpr williams ha scritto:
27 nov 2020, 13:42
Non sapevo che le cose stessero in questi termini:

La Francia non ha scelto una nazionale 2 per senso di superiorità, come succedeva in passato. L'ha scelta per necessità. Nel sempre duro confronto fra la Federazione francese (Ffr) e Lega dei club (Lnr) per liberare i giocatori in vista delle finestre internazionali è stato trovato un "sanguinoso" accordo. Gli atleti possono giocare solo 3 partite sulle 6 in calendario (ridotte 5 dopo l'annullamento per Covid della sfida con le Figi). Poi devono tornare ai club.

Trovo che la cosa sia vergognosa. La nazionale ha preminenza su tutto. Deve avere preminenza su tutto. I club fermino il loro campionato se non vogliono rinunciare ai giocatori. Cosa che peraltro avviene in tutti gli sport.
Io sono contento di perdere due giocatori e darli alla nazionale.
Sono d'accordo, e onestamente spero di batterli anche perché così si potrebbe dare un segnale importante ai club che vogliono fare il bello e il cattivo tempo: ovvero che il loro egoismo può danneggiare l'intero movimento.

Garry
Messaggi: 13889
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: Autumn Nations Cup III Giornata - Francia -Italia

Messaggio da Garry » 27 nov 2020, 14:04

Tutto il mondo è paese.
Perché, cosa credete che farebbero i club italiani se avessero i soldi dei francesi?
- «Quando l'uomo pianifica, Dio ride» (proverbio yiddish)

- "Non torneremo alla normalità, perché la normalità era il problema"

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 24248
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Autumn Nations Cup III Giornata - Francia -Italia

Messaggio da jpr williams » 27 nov 2020, 14:10

FP96 ha scritto:
27 nov 2020, 13:58
Sono d'accordo, e onestamente spero di batterli anche perché così si potrebbe dare un segnale importante ai club che vogliono fare il bello e il cattivo tempo: ovvero che il loro egoismo può danneggiare l'intero movimento.
Oltretutto si riempiono tanto la bocca con la menata del professionismo. Negli sport professionistici, come il calcio, il basket o la pallavolo, quando gioca la nazionale i campionati si fermano.
Nel rugby invece no. Noi c'abbiamo gli equiparati e la nazionale che gioca contemporaneamente ai club.
Abbiamo deciso di essere diversi negli aspetti peggiori.
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

Garry
Messaggi: 13889
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: Autumn Nations Cup III Giornata - Francia -Italia

Messaggio da Garry » 27 nov 2020, 14:25

jpr williams ha scritto:
27 nov 2020, 14:10
FP96 ha scritto:
27 nov 2020, 13:58
Sono d'accordo, e onestamente spero di batterli anche perché così si potrebbe dare un segnale importante ai club che vogliono fare il bello e il cattivo tempo: ovvero che il loro egoismo può danneggiare l'intero movimento.
Oltretutto si riempiono tanto la bocca con la menata del professionismo. Negli sport professionistici, come il calcio, il basket o la pallavolo, quando gioca la nazionale i campionati si fermano.
Nel rugby invece no. Noi c'abbiamo gli equiparati e la nazionale che gioca contemporaneamente ai club.
Abbiamo deciso di essere diversi negli aspetti peggiori.
Abbiamo anche il torneo più antico del mondo che consiste di partite di sola andata...
- «Quando l'uomo pianifica, Dio ride» (proverbio yiddish)

- "Non torneremo alla normalità, perché la normalità era il problema"

Soidog
Messaggi: 1341
Iscritto il: 6 feb 2017, 14:14

Re: Autumn Nations Cup III Giornata - Francia -Italia

Messaggio da Soidog » 27 nov 2020, 14:38

jpr williams ha scritto:
27 nov 2020, 11:07
Soidog ha scritto:
26 nov 2020, 20:43
Le franchigie hanno la priorità sull'utilizzo dei permit players
Solo che questi due mi risulta non siano permit player, ma solo invitati.
Dovevate pensarci prima.
È un dato molto positivo, se ci pensi.
Adesso ci sono diversi giocatori appena usciti dall'Under 20 che vengono presi in considerazione dalla Nazionale maggiore.
Con un'attività internazionale intensa come quella di questa stagione i rosters delle franchigie Italiane si sono rivelati numericamente esigui, una soluzione per il futuro va trovata, immagino sia per quello che verranno introdotti contratti centralizzati per i giovani in uscita dall'Accademia.

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 24248
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Autumn Nations Cup III Giornata - Francia -Italia

Messaggio da jpr williams » 27 nov 2020, 14:43

Della serie peggio la toppa del buco.
Basterebbe invece evitare sovrapposizioni fra partite della nazionale e partite dei club e non ci sarebbero problemi di organici esigui e di scippi di giocatori.
Comunque qui si parla di Italia-Francia, io mi fermo qui.
Francamente dei problemi delle zebre mi interessa quanto dei problemi coniugali della royal family.
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

speartakle
Messaggi: 4682
Iscritto il: 11 giu 2012, 0:14

Re: Autumn Nations Cup III Giornata - Francia -Italia

Messaggio da speartakle » 27 nov 2020, 14:45

jpr williams ha scritto:
27 nov 2020, 14:10
FP96 ha scritto:
27 nov 2020, 13:58
Sono d'accordo, e onestamente spero di batterli anche perché così si potrebbe dare un segnale importante ai club che vogliono fare il bello e il cattivo tempo: ovvero che il loro egoismo può danneggiare l'intero movimento.
Oltretutto si riempiono tanto la bocca con la menata del professionismo. Negli sport professionistici, come il calcio, il basket o la pallavolo, quando gioca la nazionale i campionati si fermano.
Nel rugby invece no. Noi c'abbiamo gli equiparati e la nazionale che gioca contemporaneamente ai club.
Abbiamo deciso di essere diversi negli aspetti peggiori.
Lungi da me difendere i club francesi, ma qui stiamo parlando di un caso più unico che raro. Quando mai si son viste 6 partite praticamente di seguito della nazionale in un contesto dove il calendario, per recuperare sia partite della nazionale che partite del campionato di spazio non ne aveva.
Per me in qualche modo è un accordo che ci può stare, in un momento in cui era necessario salvare capra e cavoli. L'anno prossimo si tornerà alla regolamentazione delle finestre internazionali prestabilite, e quindi fine della polemica.

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 24248
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Autumn Nations Cup III Giornata - Francia -Italia

Messaggio da jpr williams » 27 nov 2020, 14:49

Certo, era una situazione transitoria.
Una situazione transitoria in cui per me i club dovevano arrangiarsi perchè comunque la nazionale viene prima di tutto.
Forse è per questo che non sono presidente della FFR... :-]
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

Man of the moment
Messaggi: 2022
Iscritto il: 19 feb 2018, 18:01

Re: Autumn Nations Cup III Giornata - Francia -Italia

Messaggio da Man of the moment » 27 nov 2020, 15:05

jpr williams ha scritto:
27 nov 2020, 14:10
FP96 ha scritto:
27 nov 2020, 13:58
Sono d'accordo, e onestamente spero di batterli anche perché così si potrebbe dare un segnale importante ai club che vogliono fare il bello e il cattivo tempo: ovvero che il loro egoismo può danneggiare l'intero movimento.
Oltretutto si riempiono tanto la bocca con la menata del professionismo. Negli sport professionistici, come il calcio, il basket o la pallavolo, quando gioca la nazionale i campionati si fermano.
Nel rugby invece no. Noi c'abbiamo gli equiparati e la nazionale che gioca contemporaneamente ai club.
Abbiamo deciso di essere diversi negli aspetti peggiori.
Quello credo che sia dovuto al fatto che nel rugby moderno non si giocano partite infrasettimanali. Non si riuscirebbero ad incastrare tutte le competizioni.
Quindi: o rinunci al sei nazioni (impossibile), e poi c'è anche in rugby championship da considerare
o rinunci alla chmapions cup e challenge cup (impossibile)
o accorci i campionati nazionali/celtici (possibile ma molto improbabile).
Nel calcio la champions si gioca il martedì/mercoledì, la nazionale fa "perdere" solo un weekend, e gioca anche meno spesso della nazionale di rugby. Purtroppo è così

Avatar utente
marte_
Messaggi: 819
Iscritto il: 12 ott 2019, 12:31

Re: Autumn Nations Cup III Giornata - Francia -Italia

Messaggio da marte_ » 27 nov 2020, 17:21

Breve articolo su Sportmediaset al cui interno vi è il servizio andato in onda sul tg sportivo della rete con le brevi dichiarazioni di Minozzi.
https://www.sportmediaset.mediaset.it/s ... 002a.shtml

Avatar utente
Saramago68
Messaggi: 172
Iscritto il: 8 nov 2019, 15:49

Re: Autumn Nations Cup III Giornata - Francia -Italia

Messaggio da Saramago68 » 27 nov 2020, 18:09

jpr williams ha scritto:
27 nov 2020, 13:42
Non sapevo che le cose stessero in questi termini:

La Francia non ha scelto una nazionale 2 per senso di superiorità, come succedeva in passato. L'ha scelta per necessità. Nel sempre duro confronto fra la Federazione francese (Ffr) e Lega dei club (Lnr) per liberare i giocatori in vista delle finestre internazionali è stato trovato un "sanguinoso" accordo. Gli atleti possono giocare solo 3 partite sulle 6 in calendario (ridotte 5 dopo l'annullamento per Covid della sfida con le Figi). Poi devono tornare ai club.

Trovo che la cosa sia vergognosa. La nazionale ha preminenza su tutto. Deve avere preminenza su tutto. I club fermino il loro campionato se non vogliono rinunciare ai giocatori. Cosa che peraltro avviene in tutti gli sport.
Io sono contento di perdere due giocatori e darli alla nazionale.
Leggo sempre con attenzione i contributi di Jpr, sempre competenti e mai banali. Mi piacciono e mi divertono le sue battaglie di retroguardia, che sono le sole che valga la pena di combattere. Ma per quanto riguarda l"accordo Lega - Federazione credo proprio che sia un ragionevole compromesso dettato dalla congiuntura. Vedrete che quando la Patria chiamerà di fronte ad avversari di altro blasone i galletti saranno compatti. Non mancano loro lo spirito nazionale ne' l'orgoglio ovale (visto l'applauso dell'Assemblea Nazionale per Dominici?). Se poi finisce che vinciamo, pazienza.

FP96
Messaggi: 960
Iscritto il: 4 giu 2019, 13:36

Re: Autumn Nations Cup III Giornata - Francia -Italia

Messaggio da FP96 » 27 nov 2020, 19:07

Io credo anche che si siano fatti da subito due conti: "con Fiji e Italia vinciamo pure con le riserve, al resto poi vediamo", anche perché avrebbero benissimo potuto far risposare qualcuno dei titolari con la Scozia per averlo contro di noi, non lo hanno fatto e spero proprio che riusciremo a far pagare loro questa scelta molto supponente.

Luqa-bis
Messaggi: 6053
Iscritto il: 18 mag 2011, 10:17

Re: Autumn Nations Cup III Giornata - Francia -Italia

Messaggio da Luqa-bis » 27 nov 2020, 19:30

@ jpr williams

Guarda non è che devo ammettere niente.
Ho osservato che tra Francia e Italia ci sono 15 punti di ranking e 14 club a 2 di livello europeo.
CHe mi porta a pensare che le terze scekte francesi possano essere competitive ma consapevoli loro stesse di non essere le prime.

Poi dovessi sperare un risultato, ho già scritto che mi piacerebbe un 28-17, con 4 mete azzurre.
5 punti a noi, che andiamo a 10 e superiamo i Francesi che restano a 9.

Le gonne di Alba contro la Candida Armata delle Tenebre in una Calcutta Ballotta
Noi contro l'Irlanda ancora una volta, facciamo la San Colombano Cup?
Gallesi e Galletti a squartarsi per la figuraccia
Caucasici alla TV as usual.

Man of the moment
Messaggi: 2022
Iscritto il: 19 feb 2018, 18:01

Re: Autumn Nations Cup III Giornata - Francia -Italia

Messaggio da Man of the moment » 27 nov 2020, 19:34

Saramago68 ha scritto:
27 nov 2020, 18:09
jpr williams ha scritto:
27 nov 2020, 13:42
Non sapevo che le cose stessero in questi termini:

La Francia non ha scelto una nazionale 2 per senso di superiorità, come succedeva in passato. L'ha scelta per necessità. Nel sempre duro confronto fra la Federazione francese (Ffr) e Lega dei club (Lnr) per liberare i giocatori in vista delle finestre internazionali è stato trovato un "sanguinoso" accordo. Gli atleti possono giocare solo 3 partite sulle 6 in calendario (ridotte 5 dopo l'annullamento per Covid della sfida con le Figi). Poi devono tornare ai club.

Trovo che la cosa sia vergognosa. La nazionale ha preminenza su tutto. Deve avere preminenza su tutto. I club fermino il loro campionato se non vogliono rinunciare ai giocatori. Cosa che peraltro avviene in tutti gli sport.
Io sono contento di perdere due giocatori e darli alla nazionale.
Leggo sempre con attenzione i contributi di Jpr, sempre competenti e mai banali. Mi piacciono e mi divertono le sue battaglie di retroguardia, che sono le sole che valga la pena di combattere. Ma per quanto riguarda l"accordo Lega - Federazione credo proprio che sia un ragionevole compromesso dettato dalla congiuntura. Vedrete che quando la Patria chiamerà di fronte ad avversari di altro blasone i galletti saranno compatti. Non mancano loro lo spirito nazionale ne' l'orgoglio ovale (visto l'applauso dell'Assemblea Nazionale per Dominici?). Se poi finisce che vinciamo, pazienza.
Esatto, e comunque non dipende da noi. Se avessero giocato con le Fiji, avrebbero fatto giocare le riserve già contro la scozia

jaco
Messaggi: 7108
Iscritto il: 5 feb 2003, 0:00
Località: san donà di piave

Re: Autumn Nations Cup III Giornata - Francia -Italia

Messaggio da jaco » 27 nov 2020, 20:04

Sta storia della Francia C e della partita da vincere a tutti i costi è un bruttissimo affare... sono decisamente in crisi. Perché se da un lato è giusto riconoscere che i galletti non manderanno in campo 15 ragazzini spaesati, bensì dei professionisti preparati e mediamente certamente più abili dei nostri e quindi sia nella normalità delle cose il fatto che si possa perdere, dall'altro lato è quasi surreale che una squadra con alle spalle 21 tornei del 6N che da oltre 20 anni si confronta costantemente col meglio del mondo debba essere qui a temere di perdere dalle terze scelte di una avversaria. Questo la dice lunga sul nostro livello... il tutto mentre dall'altra parte del mondo i Pumas dopo pochi anni di Championship battono gli All Blacks.
Sì, domani sera si può perdere ma le conseguenze non sarebbero indolori. Davvero potrebbero riaprirsi questioni spinose e toccare nervi scoperti: saremmo di nuovo la sorellastra sgradita, saremmo gli intrusi a corte che non sanno fare meglio di quanto abbia fatto la Georgia una settimana fa in Galles.
Sì è, purtroppo, nella natura delle cose che si possa perdere ma lo sappiamo tutti che non dovrebbe essere così.
Sì, possiamo perdere ma DOBBIAMO vincere... scusate ma dopo più di 40 anni di amore incondizionato, ora sono davvero stanco...

Rispondi

Torna a “Europa”