Eccellenza, XIII turno, quarto di ritorno

Moderatori: Ref, ale.com

Avatar utente
mondOvALE
Messaggi: 1260
Iscritto il: 6 mag 2015, 18:51
Località: Brescia, 150 km più a ovest del cuore del Galles d'Italia...

Re: Eccellenza, XIII turno, quarto di ritorno

Messaggio da mondOvALE » 14 mar 2017, 11:04

Per me avete ragione entrambi. In che senso...
A Rovigo rimpiangono Frati per l'incredibile rapporto umano creato con città e squadra e per lo spumeggiante gioco coi Trequarti che, oggettivamente, oggi si sognano la notte.
Ma chiunque a Rovigo sa perfettamente che, pur mancando la controprova, con Frati in panca avrebbero perso anche la Finale 2016 che, invece, McDonnell ha vinto per aver saputo dare grande tranquillità alla squadra, convertendo in carica e non in ansia la letale pressione pre-Finale e portando una semplicità tattica necessaria in un momento di estrema confusione.
Quindi quel titolo non è SUO in senso assoluto ma diciamo che lo si è vinto grazie a lui. Magari sarebbe stato uguale se ci andava uno psicologo, un esorcista o mio zio, ma con Frati verosimilmente oggi starebbero ancora aspettando lo scudetto...
Ripeto: al di là di un roster performante e completo (che è comunque necessario) se a Rovigo vogliono ri-vincere al punto di poter dire d'aver aperto un ciclo e non d'aver vinto "per caso", han bisogno di tutto tranne che di un coach che fa l'amicone e il fratellone di tutti, perchè giocatori e ambiente se lo magnano a colazione...

ElBono
Messaggi: 2233
Iscritto il: 6 giu 2008, 11:59

Re: Eccellenza, XIII turno, quarto di ritorno

Messaggio da ElBono » 14 mar 2017, 11:26

jaco ha scritto: Forse no, forse sì... certamente i due precedenti li ha persi "solo" Frati...
Uno dei due l'ha perso anche De Rossi!

Scherzi a parte, non vincono uno scudetto da 26 anni, hanno un allenatore che ha perso le ultime 7 finali a cui ha partecipato, con squadre diverse e in categorie diverse, cambiano un allenatore, e per magia spezzano il tabù e vincono lo scudetto. Come si fa a pensare che non abbiano fatto la scelta giusta?? Sarà la sorte, saranno anche meriti della precedente gestione, resta il fatto che lo scorso anno in questo periodo si ironizzava su Rovigo che caccia l'allenatore da primo in classifica, si ironizzava sul fatto che i tre quarti del Rovigo si allenavano in modalità autogestione, e intanto c'hanno un bel tricolore sulle maglie.

ElBono
Messaggi: 2233
Iscritto il: 6 giu 2008, 11:59

Re: Eccellenza, XIII turno, quarto di ritorno

Messaggio da ElBono » 14 mar 2017, 11:36

mondOvALE ha scritto:Per me avete ragione entrambi. In che senso...
A Rovigo rimpiangono Frati per l'incredibile rapporto umano creato con città e squadra e per lo spumeggiante gioco coi Trequarti che, oggettivamente, oggi si sognano la notte.
Ma chiunque a Rovigo sa perfettamente che, pur mancando la controprova, con Frati in panca avrebbero perso anche la Finale 2016 che, invece, McDonnell ha vinto per aver saputo dare grande tranquillità alla squadra, convertendo in carica e non in ansia la letale pressione pre-Finale e portando una semplicità tattica necessaria in un momento di estrema confusione.
Quindi quel titolo non è SUO in senso assoluto ma diciamo che lo si è vinto grazie a lui. Magari sarebbe stato uguale se ci andava uno psicologo, un esorcista o mio zio, ma con Frati verosimilmente oggi starebbero ancora aspettando lo scudetto...
Ripeto: al di là di un roster performante e completo (che è comunque necessario) se a Rovigo vogliono ri-vincere al punto di poter dire d'aver aperto un ciclo e non d'aver vinto "per caso", han bisogno di tutto tranne che di un coach che fa l'amicone e il fratellone di tutti, perchè giocatori e ambiente se lo magnano a colazione...
Con l'ultima frase hai centrato in pieno il punto: il rapporto umano creato con la città era qualcosa di bello, bellissimo, quanto si vuole, ma ai fini dell'obiettivo conta meno di zero. Si, sei amico di tutti ma riesci a perdere addirittura una Coppa Italia in casa contro le Fiamme Oro facendoti recuperare 16 punti nei 3 minuti finali. E poi, ovviamente, mica ti metti a cazziare i tuoi giocatori per la figura imbarazzante, no, colpa dell'arbitro, i giocatori hanno fatto quello che potevano, vanno protetti sempre e comunque. Come ammettere che togliere Quaglio in quella famosa finale sarebbe stata la scelta giusta, ma dici che non te la senti di dire a un giocatore, gravato di un giallo, a cui avevano già fischiato venti falli contro in mischia che non avrebbe giocato il secondo tempo di una finale. Dal punto di vista umano, sicuramente un bel gesto. Dal punto di vista di un allenatore, un suicidio che ha portato a regalare l'ennesima finale che stava vincendo di 17 punti. E poi, ovviamente, alla fine, eh ma ci hanno fischiato 28,6 periodico punizioni contro quando la media della stagione era stata di 14 p greco e l'ostia a cavallo... Eddai.

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 21786
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Eccellenza, XIII turno, quarto di ritorno

Messaggio da jpr williams » 14 mar 2017, 11:47

Ho già detto molte volte di stimare Joe McDonnell, uomo schietto, leale e senza fronzoli. Nello scudetto dello scorso anno c'è molto di suo, specie nella capacità di motivare i giocatori.
Un esempio su tutti: qualcuno ricorda cosa si diceva di Jacques Momberg, arrivato solo per fare a pugni con compagni e avversari ed essere dannoso per la squadra?
McDonnell, con una scelta che a molti (quorum ego) sembrò un azzardò assoluto gli consegnò la fascia di capitano responsabilizzandolo e facendo di lui un punto di forza morale e tecnico della squadra. Una squadra che aveva una evidente superiorità tecnica rispetto al resto dei competitors, ma che negli ultimi due anni era stata come una macchina dal motore superpotente incapace di scaricare al suolo tanti hp.
Invito alla prudenza e a considerare che le prime 3 posizioni sono cristallizate e che i giochi si faranno a maggio e allora credo che i rossoblù non saranno la cosetta che Calvisano ha letteralmente annichilito domenica.
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 21786
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Eccellenza, XIII turno, quarto di ritorno

Messaggio da jpr williams » 14 mar 2017, 11:54

Approfitto per fare una piccola digressione dal tema tecnico.
Com'è noto non sono mai stato tenero nei confronti della tifoseria di Rovigo, tanto che ho deciso quest'anno, con molto dispiacere, di disertare gli spalti del Battaglini.
Voglio dare atto con grandissimo piacere del comportamento civilissimo, correttissimo e sportivissimo (così ho esaurito i superlativi) tenuto dai rovigoti domenica a Calvisano. Mai fischiato un solo calcio, un solo paio di moderate e tollerabili contestazioni all'operato dell'arbitro, rispettoso silenzio al momento del giallo a Semenzato, mai un insulto e applausi (ricambiati con evidente piacere dalla squadra) ai gialloneri a fine match. Chiacchiera piacevole anche al terzo tempo, ma questa non è una novità.
Qualche maligno dirà che si sono comportati bene perchè erano pochi; io voglio pensare che si siano comportati bene e basta.
Magari al Battaglini ci torno...
Vedrò.
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

Squilibrio
Messaggi: 4378
Iscritto il: 28 lug 2006, 20:35

Re: Eccellenza, XIII turno, quarto di ritorno

Messaggio da Squilibrio » 14 mar 2017, 13:01

Io penso che le prime 3 posizioni sia già fatte ma dalla lotta scudetto oltre alla quarta che qualunque sarà è di livello inferiore alle altre, toglierei soltanto Padova. Calvisano ha macinato punti, si è riposato in questo periodo e adesso si stariprendendo per il finale, Rovigo non è partito fortissimo ma anche con McDonnell lo scorso anno il gioco era pari a zero e si sono ripresi nel finale amministrando bene la stagione, cosa che aveva fatto Frati finalmente dopo la sbagliata impostazione dell'anno precedente.

Padova ha un andamento lineare, in alcune partite è in formissima ma questo accade dall'inizio del campionato, arriverà a maggio spompa come tutte le squadre allenate da cavinato negli ultimi anni in eccellenza (gli ultimi due campionati vinti non aveva avversari, l'unico rovigo che aveva impostato la stagione peggio di lui

ElBono
Messaggi: 2233
Iscritto il: 6 giu 2008, 11:59

Re: Eccellenza, XIII turno, quarto di ritorno

Messaggio da ElBono » 14 mar 2017, 13:10

Beh quando Cavinato ha vinto l'ultimo scudetto c'erano i Cavalieri, non proprio una squadretta da niente, che senza penalizzazione avrebbero tra l'altro vinto quella regolar season... Rovigo nonostante il quarto posto ha chiuso in crescendo, e con la qualificazione ai playoff ottenuta nel derby all'ultima giornata era anche carica. Aggiugici pure che il Calvisano di quell'anno era pur sempre una neo-promossa, direi che quell'anno anno un mezzo miracolo c'è stato.

ElBono
Messaggi: 2233
Iscritto il: 6 giu 2008, 11:59

Re: Eccellenza, XIII turno, quarto di ritorno

Messaggio da ElBono » 14 mar 2017, 13:14

A me Rovigo e Padova, in ottica scudetto, fanno paura pari pari. Non saprei nemmeno dire, al di là delle simpatie personali, se per Calvisano sarebbe meglio trovare una o l'altra in un'ipotetica finale. Rovigo non sarà quella di domenica, ne sono stra convinto. E Padova non ha ammazzato il campionato come credevano in molti, ma resta una squadra che solo leggendo i nomi della rosa mette paura. L'unico piccolo grande vantaggio che avrebbe Calvisano, in caso di primo posto e arrivo in finale, è che Padova e Rovigo spenderanno una quantità enorme di energie fisiche e mentali nei due derby di semifinale, avendo oltretutto un giorno in meno per recuperare prima della finale.

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 21786
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Eccellenza, XIII turno, quarto di ritorno

Messaggio da jpr williams » 14 mar 2017, 13:54

D'accordo con te figliolo.
Personalmente sogno una semi con il mio amato San Donà ed una finale da vivere insieme ad uno dei miei migliori amici per festeggiare insieme qualunque risultato ne esca...
Quindi una finale diversa dalle ultime 3... :wink:
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

jaco
Messaggi: 6880
Iscritto il: 5 feb 2003, 0:00
Località: san donà di piave

Re: Eccellenza, XIII turno, quarto di ritorno

Messaggio da jaco » 14 mar 2017, 15:44

jpr williams ha scritto: Quindi una finale diversa dalle ultime 3... :wink:
Petrarca - San Donà... :rotfl: :rotfl: :rotfl:

Avatar utente
nazzareno74
Messaggi: 1524
Iscritto il: 3 nov 2008, 10:03
Contatta:

Re: Eccellenza, XIII turno, quarto di ritorno

Messaggio da nazzareno74 » 14 mar 2017, 16:13

jpr williams ha scritto:Approfitto per fare una piccola digressione dal tema tecnico.
Com'è noto non sono mai stato tenero nei confronti della tifoseria di Rovigo, tanto che ho deciso quest'anno, con molto dispiacere, di disertare gli spalti del Battaglini.
Voglio dare atto con grandissimo piacere del comportamento civilissimo, correttissimo e sportivissimo (così ho esaurito i superlativi) tenuto dai rovigoti domenica a Calvisano. Mai fischiato un solo calcio, un solo paio di moderate e tollerabili contestazioni all'operato dell'arbitro, rispettoso silenzio al momento del giallo a Semenzato, mai un insulto e applausi (ricambiati con evidente piacere dalla squadra) ai gialloneri a fine match. Chiacchiera piacevole anche al terzo tempo, ma questa non è una novità.
Qualche maligno dirà che si sono comportati bene perchè erano pochi; io voglio pensare che si siano comportati bene e basta.
Magari al Battaglini ci torno...
Vedrò.
Ti dico la mia da uno che al Battaglini c'e' andato una sola volta... Spesso la massa fa' numero ed in mezzo a loro trovi di tutto, basta una persona che vada in una direzione opposta e se seguita fa' piu' notizia di chi va' nella direzione giusta e corretta.... a Rovigo c'e' tanta passione per la palla ovale , a volte fin troppo ma non credo che siano tutti giusti o sbagliati, c'e' chi lo e' e chi invece no....
sport Photo Magazine

Avatar utente
nazzareno74
Messaggi: 1524
Iscritto il: 3 nov 2008, 10:03
Contatta:

Re: Eccellenza, XIII turno, quarto di ritorno

Messaggio da nazzareno74 » 14 mar 2017, 16:16

Se una squadra raggiunge i PO con largo anticipo puo' anche darsi che risparmi le energie in vista del rush finale.. se non erro a Calvisano mancavano tre giocatori dei 3/4 di Rovigo solitamente titolari.. se questi rientrano per le partite che contano potranno dare il loro contributo.. poi le partite secche sono diverse da gestire rispetto ad una regolar season...

Cmq io resto dell'ide che chi vince il campionato debba fregarsi del tricolore per la splendida' cavalcata fatta e per come si e' espressa durante il campionato
sport Photo Magazine

Avatar utente
mondOvALE
Messaggi: 1260
Iscritto il: 6 mag 2015, 18:51
Località: Brescia, 150 km più a ovest del cuore del Galles d'Italia...

Re: Eccellenza, XIII turno, quarto di ritorno

Messaggio da mondOvALE » 14 mar 2017, 17:00

Mi permetto di rispondere a nazzareno sui due argomenti toccati.
Sull'ultimo son perfettamente d'accordo. I playoff sono la più grande invenzione antimeritocratica che l'uomo abbia mai partorito, però sono un'appendice affascinante in cui si rimescolano le carte a conclusione della quale c'è l'eccitazione impagabile di una finalissima. Ma che la logica e la giustizia vorrebbero scudettata la prima in classifica finale, credo ci sia poco da discutere.
Riguardo i tifosi di Rovigo, si è già detto tutto e il suo contrario. Sanno anche loro di essere il pubblico più "caldo" e calcistico d'Italia. Trombe, tamburi, fumogeni, cori organizzati, outfit totalmente coi colori ufficiali, striscioni anche con dediche con messaggi ad hoc, più gruppi di tifo, trasferte in massa... In tutto questo, c'è il bene e il male. Nel bene, la passione e l'attaccamento quasi paranoico e "malato" alla squadra, detto nell'accezione più positiva del termine. Nel male, il fatto che, proprio per tanta animosità, la famosa vena si tappi facilmente, e lì... addio. Il fischio, la protesta o a volte l'offesa viene consequenziale da parte di qualcuno. Qualcuno peraltro che normalmente è magari lucidissimo, intellettualmente onesto e perfino autoironico. Ma per 80 minuti è...il "fratello gemello", come disse il mitico Carletto Mazzone dopo la famosa corsa verso la Curva bergamasca.
Domenica ho fatto metà partita sotto la tribuna calvina e metà in quella nuova dove si sono sistemati i miei amici delle Posse.
Standoci ad un metro (per non dire all'interno) le lamentele (ed i motivi di esse) le avevo tutte nelle orecchie. Nel corso della partita fino al fischio finale, praticamente avevano perso per l'arbitro, l'ennesimo incapace e chissà cos'altro che "gli" aveva mandato la FIR, come "sempre". 1-secondo-1 dopo la fine del match, han perso perchè "eran brocchi, McDonnell non capisce niente, Rodriguez è una m€rd@, Torres un flop, Majstorovic un imbriago, Chillon un mamalucco e comunque il Calvisano è stato enormemente più forte ed ha strameritato".
Non parliamo poi del terzo fantasmagorico tempo nel quale sono impareggiabili.
Son fatti così. Umorali e senza il benchè minimo filtro.
Prendere o lasciare.
Io, dopo aver non semplicemente conosciuto ma "capito" Rovigo, li ho felicemente presi ma capisco anche chi li lascia.

Avatar utente
nazzareno74
Messaggi: 1524
Iscritto il: 3 nov 2008, 10:03
Contatta:

Re: Eccellenza, XIII turno, quarto di ritorno

Messaggio da nazzareno74 » 14 mar 2017, 19:32

come nella vita di tutti i giorni, non tutti sono simpatici a tutti... siamo tutti tifosi ed a volte la nostra visuale e poco obiettiva.. siamo umani tutto li... posso solo dire non ha difesa di nessuno che in tanti campi ho visto cose che con il rugby hanno poco a che fare, ma se dovessi etichettare questo o quello penso che non andrei piu' da nessuna parte.... (ps mai giocato a Rugby per cui non so' stare in campo ma ho fatto 121 partite ufficiali da fotografo a bordo campo e di cose se ne sentono anche li....)
sport Photo Magazine

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 21786
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Eccellenza, XIII turno, quarto di ritorno

Messaggio da jpr williams » 15 mar 2017, 10:59

mondOvALE ha scritto:metà in quella nuova dove si sono sistemati i miei amici delle Posse.
Standoci ad un metro (per non dire all'interno) le lamentele (ed i motivi di esse) le avevo tutte nelle orecchie. Nel corso della partita fino al fischio finale, praticamente avevano perso per l'arbitro, l'ennesimo incapace e chissà cos'altro che "gli" aveva mandato la FIR, come "sempre".
Da dov'ero non li ho sentiti, ma se lo dici tu ci credo e ridimensiono in negativo quanto scritto sopra.
Comunque Torres a me è sembrato tutt'altro che un flop.
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

Rispondi

Torna a “Stagione 2016/2017”