Sintesi progressiva

Moderatore: jpr williams

Adryfrentzen
Messaggi: 2139
Iscritto il: 31 gen 2018, 12:42

Re: Sintesi progressiva

Messaggio da Adryfrentzen » 7 nov 2019, 21:36

Voglio sposare Leinsterugby quando posso far partire la pratica?

RigolettoMSC
Messaggi: 1432
Iscritto il: 21 mar 2009, 16:17

Re: Sintesi progressiva

Messaggio da RigolettoMSC » 7 nov 2019, 21:59

Secondo me stanno antipatici un po' a tutti perché notoriamente si lavano poco... :rotfl:
Riccardo

zappatalpa
Messaggi: 7369
Iscritto il: 21 set 2015, 20:02

Re: Sintesi progressiva

Messaggio da zappatalpa » 7 nov 2019, 22:35

RigolettoMSC ha scritto:
6 nov 2019, 23:15
Per rimanere nello stretto IT di questa discussione, come sintesi di questo mondiale a me è piaciuto assai il voluttuoso bacio di Etzebeth sul capoccione di Ntubeni (mi pare sia lui coi capelli cortissimi) pochi minuti dopo la fine della partita:

Immagine
Formidabile. Penso sia Nyakane.
Purtroppo non trovo il video dove Habana scoppia a piangere in diretta mentre intevistano Kolisi

RigolettoMSC
Messaggi: 1432
Iscritto il: 21 mar 2009, 16:17

Re: Sintesi progressiva

Messaggio da RigolettoMSC » 7 nov 2019, 22:41

Sì, ora che me lo fai notare direi anch'io che il destinatario di cotali attenzioni sia Niakane.
Riccardo

kairos55
Messaggi: 208
Iscritto il: 31 dic 2015, 14:26

Re: Sintesi progressiva

Messaggio da kairos55 » 7 nov 2019, 23:19

Ilgorgo ha scritto:
7 nov 2019, 18:59
Io però questa antipatia generale verso l'Inghilterra non riesco a capirla. Finché si tratta di uno o due forumisti, va bene, anche a me nello sport sono antipatici alcuni personaggi, come Biaggi o Mourinho, e mi piace o piaceva tifare contro di loro; però vedere che ce l'avete tutti con la stessa nazione non mi va tanto giù.
...
L'Inghilterra è la patria di Shakespeare, del rugby, del calcio, del tennis, di Wallace&Gromit. Fenoglio e D'Arzo, due dei miei scrittori preferiti, amavano la cultura inglese ancor più di quella italiana. Ora non dico che dobbiate per forza amare la nazionale inglese di rugby, però volevo invitare a pensare che qualche pregio lo hanno anche loro..
Considerazioni tutte valide, ed effettivamente non è che i Francesi o i Tedeschi per dirne due siano meglio. Restando in ambito sportivo credo che molto dipenda dallo score che l'Italia ha con la rispettiva nazionale. Nel caso del rugby credo che c'entri molto il fatto che sia l'unica 5N con cui abbiamo uno 0 nelle colonna delle vittorie, cosa che spero induce un senso di frustrazione e sconfitta (spero di poter vedere questo 0 cancellato l più presto possibile. A questo si è senz'altro aggiunto negli ultimi anni la sgradevole figura del batrace e di carogne come Farrell

Garry
Messaggi: 12064
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: Sintesi progressiva

Messaggio da Garry » 7 nov 2019, 23:40

Beh, dai carogna...
Mi sembra che si stia esagerando. Magari carogne saranno gli arbitri che gli permettono di fare certi interventi che ad altri costano cartellini gialli se non rossi, ma qualsiasi altro giocatore farebbe la stessa cosa, se glielo permettessero.

Adesso il povero Farrell in campionato si ritrova il suo club penalizzato di 35 punti per violazione del salary cap... :lol:
Un'altra punizione, dopo la finale persa.
E' il karma, dicono.
"Come in tutti i momenti di emergenza, vera o simulata, si vedranno nuovamente gli ignoranti calunniare i filosofi e le canaglie cercare di trarre profitto dalle sciagure che esse stesse hanno provocato. Tutto questo è già avvenuto e continuerà a avvenire, ma coloro che testimoniano per la verità non cesseranno di farlo, perché nessuno può testimoniare per il testimone"
Giorgio Agamben - Maggio 2020

RigolettoMSC
Messaggi: 1432
Iscritto il: 21 mar 2009, 16:17

Re: Sintesi progressiva

Messaggio da RigolettoMSC » 8 nov 2019, 8:05

Garry ha scritto:
7 nov 2019, 23:40
....
E' il karma, dicono.
Sì, dicono... :-]
Riccardo

jaco
Messaggi: 6981
Iscritto il: 5 feb 2003, 0:00
Località: san donà di piave

Re: Sintesi progressiva

Messaggio da jaco » 8 nov 2019, 8:48

Garry ha scritto:
7 nov 2019, 23:40
Beh, dai carogna...
Mi sembra che si stia esagerando. Magari carogne saranno gli arbitri che gli permettono di fare certi interventi che ad altri costano cartellini gialli se non rossi, ma qualsiasi altro giocatore farebbe la stessa cosa, se glielo permettessero.
...esatto... un po' quello che succedeva a Richie...

Io continuo a dire che sportivamente parlando non provo certo simpatia per gli inglesi, ma sposo in pieno le argomentazioni del gorgo. Peraltro non capisco la trasposizione dell'antipatia verso alcuni atteggiamenti o verso alcune persone ad un intero popolo... un po' come molti all'estero identificano gli italiani con l'essere mafiosi: mi pare di poter dire che non lo siamo tutti... o no?

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 22873
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Sintesi progressiva

Messaggio da jpr williams » 8 nov 2019, 11:35

Ilgorgo ha scritto:
7 nov 2019, 18:59
Io però questa antipatia generale verso l'Inghilterra non riesco a capirla.

Caro gorgo, ti risponderò brevissimamente in tre punti molto schematici:

1-L'opposizione al nazismo è probabilmente l'unica finestra onorevole nella storia di quel paese. Anche se non va sottaciuto che prima della guerra l'inghilterra guardava con simpatia sia a Mussolini che ad Hitler visti come bastioni antisovietici. L'inghilterra è diventata antinazista quando ha capito che era la "prossima" sull'agenda del Fuhrer

2- Molti paesi sono stati colonialisti. L'inghilterra non solo lo è stata in maniera particolarmente feroce e con modalità che tendevano a distruggere le identità locali a partire dal divieto dell'uso della lingua e persino dei propri nomi ai locali. Non solo questo, dicevo, ma l'inghilterra è tutt'ora un paese colonialita.

3-L'inghilterra è la culla di un pensiero filosofico, l'utilitarismo, da cui sono conseguite conseguenze nefaste per l'intero pianeta. Il nocciolo di quella mentalità è la logica per cui se una cosa è tecnicamente fattibile e reca vantaggi non ci deve essere nulla che impedisca di farla, né ragioni etiche, né precauzionali. E' il modo di pensare che ha reso il nostro pianeta, eufemisticamente parlando, un merdaio in corsa vero l'estinzione di tutte le specie viventi.
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

Avatar utente
Big Lebowski
Messaggi: 3346
Iscritto il: 9 mag 2015, 8:45
Località: Thiene (VI)

Re: Sintesi progressiva

Messaggio da Big Lebowski » 8 nov 2019, 11:38

Ilgorgo ha scritto:
7 nov 2019, 18:59
kairos55 ha scritto:
7 nov 2019, 17:37
...
Chiaro che poi qualche motivo per avere interesse e tifare nelle partite degli altri (a parte la passione per il gioco) poi si trova. In particolare in questo caso in cui l' "armata delle tenebre" era un sicuro punto di riferimento :evil: :evil:
Io però questa antipatia generale verso l'Inghilterra non riesco a capirla. Finché si tratta di uno o due forumisti, va bene, anche a me nello sport sono antipatici alcuni personaggi, come Biaggi o Mourinho, e mi piace o piaceva tifare contro di loro; però vedere che ce l'avete tutti con la stessa nazione non mi va tanto giù.
Sono arroganti? Io in Inghilterra non sono mai stato ma ci sono stati molti miei amici e nessuno mi ha mai riferito una cosa del genere. E poi insomma noi italiani abbiamo già definito arroganti anche i tedeschi, i francesi, gli americani, gli islandesi, gli svedesi, i cinesi e recentemente pure i giapponesi; in pratica sembra che gli unici non arroganti siamo noi, cosa sulla quale avrei qualche dubbino.
Sono colonialisti? Anche la Spagna è una nazione colonialista, quasi tutto il centro e il sud America parlano spagnolo e immagino che questo sia tuttora un vantaggio per la Spagna nei commerci con quelle nazioni; gli indigeni sono stati sterminati o spinti ai confini della società, però non ho mai sentito qualcuno accusare gli spagnoli di essere una nazione colonialista, forse perché ora non sono molto potenti. L'Italia ha provato a essere colonialista, abbiamo invaso Grecia, Albania, Slovenia, Croazia, Francia, Eritrea, Somalia, Etiopia e Libia, se non ricordo male. Se ora non abbiamo più colonie è perché ci hanno sempre ricacciato indietro. Gli inglesi hanno combattuto da soli contro Hitler, mentre noi davamo una mano a Hitler. Forse avrebbero più motivi loro di odiare noi che viceversa.
L'Inghilterra è la patria di Shakespeare, del rugby, del calcio, del tennis, di Wallace&Gromit. Fenoglio e D'Arzo, due dei miei scrittori preferiti, amavano la cultura inglese ancor più di quella italiana. Ora non dico che dobbiate per forza amare la nazionale inglese di rugby, però volevo invitare a pensare che qualche pregio lo hanno anche loro..
Io sono d'accordo. Sono spesso in UK per lavoro e generalmente mi trovo bene. Hanno anche loro i loro difetti, come tutti.
L'unica cosa che posso dire è che a Twickenham mi sono divertito meno che in altri stadi e li ho avvertito un po' di spocchia nei confronti della nostra nazionale. Ma in fondo come possiamo dargli torto, sta a noi guadagnarcela sul campo.
In definitiva anche secondo me non si meritano tutto sto odio che arriva qua dal forum.

Avatar utente
Big Lebowski
Messaggi: 3346
Iscritto il: 9 mag 2015, 8:45
Località: Thiene (VI)

Re: Sintesi progressiva

Messaggio da Big Lebowski » 8 nov 2019, 11:53

jpr williams ha scritto:
8 nov 2019, 11:35
Ilgorgo ha scritto:
7 nov 2019, 18:59
Io però questa antipatia generale verso l'Inghilterra non riesco a capirla.

Caro gorgo, ti risponderò brevissimamente in tre punti molto schematici:

1-L'opposizione al nazismo è probabilmente l'unica finestra onorevole nella storia di quel paese. Anche se non va sottaciuto che prima della guerra l'inghilterra guardava con simpatia sia a Mussolini che ad Hitler visti come bastioni antisovietici. L'inghilterra è diventata antinazista quando ha capito che era la "prossima" sull'agenda del Fuhrer
Secondo me può essere sottaciuto eccome. In quel periodo l'Inghilterra era in linea con tutte le altre nazioni che temevano molto più l'avanzata dell'impero sovietico rispetto a quella delle forze Nazi-Fasciste. Pensa che era più anticomunista che anti nazista persino la Polonia che diceva che se con Hitler avrebbero perso la libertà con Stalin la Polonia avrebbe perso l'anima. Fa conto te.

Sul resto non so per cui non mi esprimo. In linea di massima però mi sa che non sono completamente d'accordo :P

Adryfrentzen
Messaggi: 2139
Iscritto il: 31 gen 2018, 12:42

Re: Sintesi progressiva

Messaggio da Adryfrentzen » 8 nov 2019, 12:12

Ilgorgo anche io sono stato tante volte in x e mi sono trovato bene. Una questione è viverla una cultura un'altra è quella volta ogni. Anche io ogni tanto vado in Russia (per lavoro) e mi trovo benissimo e c'è la fi*a che fioc*a dal cielo.

L'arroganza non è necessariamente manifesta a là francese, ma ha tante sfaccettature e gli inglesi ne sono i MAESTRI maximi, con tutta la loro diplomaticità e la fake politeness. Ah naturalmente tutti questi comportamenti ipocriti (ecco, l'iprocrisia penso che sia la "qualità" che meno sopporto ormai) vanno in casino nell'esatto momento che un quantitativo x di birra (in cui x è una variabile > 2 pinte) viene ingurgitato nel pub di riferimento. ;)

Fatti un po' di serate con un bel gruppo di inglesi e sei intelligente come credo tu lo sia lo capirai immediatamente. E fidati che dopo averci vissuto per (più di) 8 anni un po' ne so. Al di là di mentalità coloniale (che è più che vero), accordi fascisti ecc ecc.

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 22873
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Sintesi progressiva

Messaggio da jpr williams » 8 nov 2019, 13:03

Vorrei precisare l'ovvio.
Naturalmente detestare l'inghilterra non significa detestare ogni singolo cittadino di quel paese nella storia dell'umanità.
Io, ad esempio, adoro la musica espressa da quel paese praticamente da Henry Purcell in poi.
Amo molta della letteratura.
Ne detesto il ruolo politico nella storia (sempre con la parziale eccezione di cui sopra) sia dal punto di vista concreto che ideologico, come ho motivato più sopra.
Ah, stravedo per la serie Doctor Who dagli anni 60 ad oggi.
Tifo contro gli inglesi anche negli sport di cui non me ne frega una mazza.
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

metabolik
Messaggi: 6415
Iscritto il: 27 mar 2003, 0:00
Località: Piacenza

Re: Sintesi progressiva

Messaggio da metabolik » 8 nov 2019, 14:08

Affinchè il senso del presente tre-d non sia del tutto tra-d (ito), quoto, cioè cito, l'ottima sintesi di PiVi, l'unica sintesi professionale comparsa dopo il crash :
PiVi1962 ha scritto:
6 nov 2019, 22:52
L'Irlanda vince e convince quando può programmare bene gli sforzi dei giocatori durante la stagione come nel Sei Nazioni, sfruttando anche l'usura di Inglesi e Francesi. Però, regolarmente, quando arriva la RWC e la preparazione è simile per tutti, ha passaggi a vuoto impensabili, e continua a cadere nei quarti di finale, facendo figure quasi barbine. E i giornali fanno notare che dalla sconfitta a oggi sostanzialmente nessuno ha parlato.

La Francia risorge sempre e, se non ci fosse stato il "colpo di matto" di Vaamaina, chissà come sarebbe finita questa RWC. Ma tranquilli... tanto poi torna l'anarchia e l'usura del campionato. E sarà una squadra più azzannabile, anche se piena di talenti.

L'Inghilterra? L'allenatore ha fatto un grande lavoro, ma bisognerà sempre vedere come continuerà il braccio di ferro tra la lega/le squadre e la federazione. E' come se al movimento inglese mancasse sempre un qualcosa... Troppo utilitaristici? Mah.

Il Galles ha pagato il dazio degli infortuni: un gioco usurante che, con una base di praticanti limitata, non consente di creare un'adeguata profondità. Ma il cuore è grandissimo.

In Nuova Zelanda pensano che la partita con l'Inghilterra sia stata persa anche mettendo qualche giocatore fuori posizione, in qualche modo "subendo" l'approccio alla partita. Certo, le risorse sembrano quasi infinite, ma -tra Championship e RWC- credo che debbano ripensare a qualcosa per continuare a essere leader di questo gioco. Rischiano di diventare una squadra fortissima, ma non più i leader assoluti.

Altre squadre spero che abbiano messo da parte l'esperienza di non essere arrivate dove volevano, perché la programmazione del quadriennio è stata chiaramente insufficiente. Parlo di Scozia, Argentina, Fiji, Australia e Italia. Ciascuna di esse ha manchevolezze abbastanza chiare, e direzioni su cui lavorare se vuole davvero sperare di scalare la classifica della prossima RWC.
Riguardo all'ultimo quintetto citato, penso che Fiji sia già al massimo, quella che ha un considerevole potenziale di miglioramento è solo l'Argentina.
Aggiungo che è stato l'exploit dell'Inghilterra a intensificare l'interesse per questo Mondiale; senza questa Inghilterra, che ha battuto con sicurezza gli AB, il Mondiale sarebbe stato molto, molto, molto, molto meno coinvolgente.
Gary Cooper non avrebbe potuto essere l'eroe di do not forsake oh my darling senza i banditi arrivati col treno.
I banditi arrivati col treno non avrebbero potuto essere le vittime della brutale legge asservita al padronato senza Gary Cooper.
Come venirne fuori ? Potremmo ricorrere al TAO , ma la sintesi lo proibisce.
Meno male che c'è PiVi.

kairos55
Messaggi: 208
Iscritto il: 31 dic 2015, 14:26

Re: Sintesi progressiva

Messaggio da kairos55 » 8 nov 2019, 19:09

PiVi1962 ha scritto:
6 nov 2019, 22:52
Altre squadre spero che abbiano messo da parte l'esperienza di non essere arrivate dove volevano, perché la programmazione del quadriennio è stata chiaramente insufficiente. Parlo di Scozia, Argentina, Fiji, Australia e Italia. Ciascuna di esse ha manchevolezze abbastanza chiare, e direzioni su cui lavorare se vuole davvero sperare di scalare la classifica della prossima RWC.
L'ultima frase è condivisibile, ma dissento completamente sulla precedente. Per Argentina, Fiji e Scozia è corretto dire che non hanno ottenuto quello che volevano ottenere (e ragionevolmente lo potevano tranquillamente). Ma non è corretto dire che per l'Italia l'eliminazione al girone di qualificazione sia stato il fallimento di una programmazione e di una aspettativa minimamente ragionevole. Nel momento che hai nel girone le 2 squadre più forti del torneo come dimostrato dal prosieguo (e avranno anche perso la semifinale ma gli AB sono più forte dell' AdT) si può anche sognare ma la prevedibile realtà è che il massimo è fare bene nel punteggio e nel gioco. E questo è stato ottenuto con 2 vittorie nette e con una prestazione più che dignitosa contro i futuri champions (fino alla sciagurata espulsione; ma anche qui faccio notare che pure in questa situazione il punteggio non è stato un bagno di sangue). Se a questo aggiungiamo il "pareggio" tifonico con gli AB possiamo dire che asfaltate non ce ne sono state e che mai il punteggio nel girone era stato migliore. Confrontate questo stato con le frustrzioni di Argentini, Scoti e Fijani ...

Rispondi

Torna a “RWC JAPAN 2019”