Sintesi progressiva

Moderatore: jpr williams

Italos
Messaggi: 784
Iscritto il: 27 set 2015, 18:23

Re: Sintesi progressiva

Messaggio da Italos » 24 set 2019, 18:26

Finiresti con avere le partite "tanti a pochi" nei quarti. E poi ce la vedi l'Inghilterra che esce alla prima fase, e si porta a casa le sue migliaia di tifosi paganti, mentre in un altro gruppo si qualifica la Namibia?

Lo sport deve premiare i migliori, ma bisogna allargare, aumentando le partite fra grandi e piccoli. Per esempio facendo fare a tutti le qualificazioni

ruttobandito
Messaggi: 1834
Iscritto il: 20 nov 2018, 11:01

Re: Sintesi progressiva

Messaggio da ruttobandito » 24 set 2019, 18:54

Se il problema dell'allargamento sono le partite dai punteggi scontatamente esagerati, la soluzione è nel minor numero di partite nei 6 gironi da 4 squadre.
Se il problema sono gli incontri tra iperprofessionisti e dopolavoristi, di nuovo questi sono ridotti nel numero di partite dei gironi sopradetti.
Se il problema è l'interesse del pubblico più maturo, la soluzione è ancora il minor numero delle partite "inutili" nei gironi e l'introduzione degli ottavi ad eliminazione diretta.

Per crescere bisogna fare esperienza e purtroppo l'esperienza non si insegna, si pratica. Non c'è alternativa. Tutelare chi ne ha meno è necessario quanto garantirgli una possibilità d'accesso.
MANI DI MINCHIA!!!
Lo stupido è più pericoloso del bandito. (Carlo M. Cipolla)

Avatar utente
PiVi1962
Messaggi: 2822
Iscritto il: 11 mar 2004, 0:00
Località: Roma
Contatta:

Re: Sintesi progressiva

Messaggio da PiVi1962 » 24 set 2019, 22:11

La questione vera è che 15 anni fa il piano strategico del rugby mondiale prevedeva di aumentare la competitività generale internazionale, prefiggendosi che 10 nazioni avrebbero dovuto poter raggiungere la finale della RWC (peraltro già per il 2015). [Pagina 6]
Da questo punto di vista le barriere tra Tier 1 e Tier 2 sono rimaste tali e quali, anzi sembrano rafforzate. [Pagina 5]

http://pulse-static-files.s3.amazonaws. ... an_772.pdf

Certo, il mondo in questi 15 anni è cambiato, ma l'allargamento della base sportiva è ancora troppo basso rispetto a quegli ambiziosi obiettivi.

Il Sevens diventato sport Olimpico potrebbe togliere risorse al rugby a 15 (per non tacere della diversa pericolosità intrinseca dei due sport).

Il problema della salute dei giocatori nel rugby a 15 viene affrontato ancora troppo superficialmente, a mio modo di vedere. Nel football americano si è definito il numero di partite annue che i giocatori devono affrontare, mentre -in nome dello spettacolo e del business- le partite che si giocano in Europa e down under sono sempre di più.
Vedere due o tre giocatori che si infortunano in modo tale da non poter più giocare nella RWC nella sola prima giornata lo considero un fatto grave, se si vogliono attrarre sempre più praticanti a questo sport.

metabolik
Messaggi: 6505
Iscritto il: 27 mar 2003, 0:00
Località: Piacenza

Re: Sintesi progressiva

Messaggio da metabolik » 24 set 2019, 22:51

PiVi1962 ha scritto:
24 set 2019, 22:11
La questione vera è che 15 anni fa il piano strategico del rugby mondiale prevedeva di aumentare la competitività generale internazionale,
..................................................
Certo, il mondo in questi 15 anni è cambiato, ma l'allargamento della base sportiva è ancora troppo basso rispetto a quegli ambiziosi obiettivi.
........................................................
Il problema della salute dei giocatori nel rugby a 15 viene affrontato ancora troppo superficialmente, a mio modo di vedere. Nel football americano si è definito il numero di partite annue che i giocatori devono affrontare, mentre -in nome dello spettacolo e del business- le partite che si giocano in Europa e down under sono sempre di più.
Vedere due o tre giocatori che si infortunano in modo tale da non poter più giocare nella RWC nella sola prima giornata lo considero un fatto grave, se si vogliono attrarre sempre più praticanti a questo sport.
La Sintesi che intendevo nel titolo si riferiva ad una sinossi (wow !) delle partite; siamo un pò OT, ma si parla pur sempre di MONDIALE e l'intervento di PiVi ci da un quadro ufficiale della strategia WR.
Estrapolo 2 dati dall'intervento, 2 dati fortemente correlati .
Come mai l'allargamento della base non ha seguito le previsioni e i conseguenti investimenti del piano strategico ?
La diffusione del rugby non è stata seguita da un aumento di Nazionali che si avvicinano al livello internazionale, le forti diventano più forti, alcune 'medie' si rafforzano , ma altre di indeboliscono e, soprattutto di 'nuove' non ne compaiono.
Fa eccezione il JAP, che però ha equiparato mezza squadra.
La mia risposta è sempre la solita, che ho dato in altri 3d similari : il rugby non è uno sport per tutti (vedi anche infortuni).
So di potermi sbagliare, ma mi sembra la risposta più logica.

metabolik
Messaggi: 6505
Iscritto il: 27 mar 2003, 0:00
Località: Piacenza

Re: Sintesi progressiva

Messaggio da metabolik » 24 set 2019, 22:53

Incolpevole della ripetizione : ha fatto casino il forum, lanci invio e si blocca tutto.

m.map
Messaggi: 1154
Iscritto il: 22 ago 2006, 13:09

Re: Sintesi progressiva

Messaggio da m.map » 25 set 2019, 10:34

metabolik ha scritto:
22 set 2019, 16:50
ma che razza di suggerimento è ? il Giappone è NONO, il numero 9 del Ranking, il Marocco è in 48esima posizione.
Quando perdemmo con la Namibia l'indipendenza dal SA era appena stata realizzata, la Namibia di prima era un pezzo di SA con una tradizione rugbystica di rispetto.
Il senso del drammatico memorandum è completamente stravolto, non lo avete capito, non vi rendete conto di cosa significò perdere col Marocco.
quando il marocco vinse con l'italia, l'italia non era nemmeno presa in considerazione dalle home nations, né dalla francia che giocava con noi mandando in campo la nazionale A, né dalle southern hemisphere
l'italia col giappone ha perso nel 2014 e nel 2018
risultati di coppa fira 1970/71:
29/11/1970 Romania - Francia 3-14
20/12/1970 Marocco - Francia A 3-6
21/02/1971 Italia - Marocco 6-8
28/02/1971 Francia A - Italia 37-13
11/04/1971 Romania - Italia 32-6
09/05/1971 Marocco - Romania 0-25
nell'edizione seguente al nostro posto c'era la cecoslovacchia, ritornammo nel girone A nel 1973/74
Padre nostro che sei nei cieli | restaci pure | quanto a noi resteremo sulla terra | che a volte è così bella. (J. Prevert)

Luqa-bis
Messaggi: 5894
Iscritto il: 18 mag 2011, 10:17

Re: Sintesi progressiva

Messaggio da Luqa-bis » 25 set 2019, 12:16

In ordine

@ Italos

Con la formula proposta, e i valori attuali.

Se l'Inghilterra esce fuori nei gironi (già successo) sarà perché una squadra al peggio rank 9-12 l'ha battuta (allo stato attuale una tra JAP, FIJ, ARG, GEO) - e se lo meriterebbe.

Se la Namibia passasse ai quarti, dovrebbe aver battuto almeno una tra SAF, AUS, FRA, SCO e una tra USA, ITA, TGA , SAM. E se lo meriterebbe.


@ metabolik

Il rugby non è per tutti gli spiriti.
Una volta era per (quasi tutti i fisici)
In Uruguay lo è ancora, per ora. In Namibia pure.
Nelle Tier 1 nei fatti , almeno riferito ai dati Italiani gli atleti di livello internazionale devono appartenere al 95mo percentile di altezza per entrare in mischia, e al 95mo percentile dipeso per entrare in squadra.

Inutile giocare a rugby XV se sei di statura media e appena robusto.


@ m.map

la tua tabella dimostra quello che sostiene metabolik, quel periodo prorbabilmente fu il più basso dell'Italia.

Nandino
Messaggi: 554
Iscritto il: 14 ago 2019, 13:43

Re: Sintesi progressiva

Messaggio da Nandino » 25 set 2019, 12:41

herrsimo ha scritto:
22 set 2019, 12:20
Premesso che secondo me un po' c'ha ragione il Ficha quando dice che il ranking è una boiata pazzesca...

Provocatoriamente, però, negli ultimi 3 incontri con il Giappone l'Italia ne ha persi due... :wink:
Si ma da li in poi siamo progrediti un sacco, e lo penso sul serio. Rimane l'atteggiamento di squadra, notatosi contro la Namibia quando entrano supponenti e precipitosi, o contro tier 1, quando ad un certo si demoralizzano ed aprono le porte. Rimane la difesa da sistemare e siamo un vera tier 1.

Ilgorgo
Messaggi: 11215
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: Sintesi progressiva

Messaggio da Ilgorgo » 25 set 2019, 14:03

Io però questa supponenza da parte dell'Italia non l'ho notata. Hanno prodotto una marea di occasioni da meta, dovrebbe voler dire che si sono impegnati per tutta la partita. Certo tante possibili mete sono svanite per errori a volte all'ultimo passaggio, ma come dice O'Shea "per mancare un'opportunità occorre aver creato l'opportunità"; e l'Italia ne ha create tante

Avatar utente
doublegauss
Messaggi: 2617
Iscritto il: 15 nov 2004, 0:00
Località: Ancona

Re: Sintesi progressiva

Messaggio da doublegauss » 25 set 2019, 14:40

Ilgorgo ha scritto:
25 set 2019, 14:03
Io però questa supponenza da parte dell'Italia non l'ho notata. Hanno prodotto una marea di occasioni da meta, dovrebbe voler dire che si sono impegnati per tutta la partita. Certo tante possibili mete sono svanite per errori a volte all'ultimo passaggio, ma come dice O'Shea "per mancare un'opportunità occorre aver creato l'opportunità"; e l'Italia ne ha create tante
Supponenza non direi. Però diciamo che un po' tutti abbiamo avuto l'impressione che i nostri siano entrati in campo con un atteggiamento del tipo "va bè dai, non sono mica gli All Blacks" e che questo abbia favorito qualche calo di concentrazione/attenzione.

supermax
Messaggi: 2434
Iscritto il: 8 mar 2003, 0:00
Località: roma

Re: Sintesi progressiva

Messaggio da supermax » 25 set 2019, 15:34

Luqa-bis ha scritto:
25 set 2019, 12:16

@ metabolik

Il rugby non è per tutti gli spiriti.
Una volta era per (quasi tutti i fisici)
In Uruguay lo è ancora, per ora. In Namibia pure.
Nelle Tier 1 nei fatti , almeno riferito ai dati Italiani gli atleti di livello internazionale devono appartenere al 95mo percentile di altezza per entrare in mischia, e al 95mo percentile dipeso per entrare in squadra.

Inutile giocare a rugby XV se sei di statura media e appena robusto.

.


Quindi Minozzi non lo schieriamo? E Halfpenny? ecc. ecc.

speartakle
Messaggi: 4380
Iscritto il: 11 giu 2012, 0:14

Re: Sintesi progressiva

Messaggio da speartakle » 25 set 2019, 15:38

anche a me non hanno dato l'impressione di supponenza, anzi, avevano paura di sbagliare e infatti si è visto spesso il braccino sull'ultimo passaggio.

Abbiamo fatto e disfatto un po' tutto noi nella fase offensiva senza che la Namibia ci abbia messo in particolare difficoltà con la difesa, mentre siamo andati in relativa facile difficoltà sotto attacco della Namibia.
Almeno da tifoso mi vien naturale non essere soddisfatto della prestazione perchè appunto il potenziale non è stato espresso appieno, senza una prestazione fantastica della squadra avversaria.

metabolik
Messaggi: 6505
Iscritto il: 27 mar 2003, 0:00
Località: Piacenza

Re: Sintesi progressiva

Messaggio da metabolik » 25 set 2019, 16:25

@Luqa : ti ringrazio per avere risposto a m.map al posto mio; è innegabile che quello fu il periodo più scarso della Nazionale. Ricordo che fino all'inizio degli anni '60 la Francia, non la A o la C, la Francia ci concedeva il famoso incontro di Pasqua e in quel di Grenoble (!), forse 1960 o 61, vincevamo a pochi minuti dalla fine. La crisi coincise con la fine carriera della generazione di Lanfranchi.

@supermax : certo che lo facciamo giocare Minozzi , con un'adeguata preparazione e compensazione, ma non si può negare che la stazza media del livello internazionale è tendente a Superman.

Quando però io dico che il rugby non è per tutti non mi riferisco principalmente alle misure fisiche, ma a un'attitudine soprattutto mentale, l'attitudine e il piacere dello scontro fisico. So di essere noioso, l'ho già scritto tante altre volte e mi scuso sinceramente per la ripetizione, ma più volte ho visto pezzi da novanta, veri atleti completi, che hanno provato il rugby senza successo e , viceversa, altri 'sfigati' che in campo si trasformavano in Wolverine.
C'è chi è portato a soffrire per 6 ore al giorno in vasca, chi attaccato ad una parete verticale, ecc.. sono diverse attitudini personali che è assai arduo cambiare.

metabolik
Messaggi: 6505
Iscritto il: 27 mar 2003, 0:00
Località: Piacenza

Re: Sintesi progressiva

Messaggio da metabolik » 25 set 2019, 17:12

Torniamo a discorsi sintetici e specifici.
La vittoria URU porta un'altissima tensione nel girone D per 2 squadre :
FIJI a 0 punti che deva incontrare AUS e GEO ... azz.. rischia l'ultimo posto ?????? deve vincere assolutamente con GEO
GEO che deve incontrare AUS FIJI e URU... altro massacro ... deve vincere assolutamente con URU.
Avremo 3 squadre terze a pari merito ?

Non poca tensione anche nei gironi A e C per il terzo posto
A : Scozia o JAP ? un bell'incubo per la Scozia
C : addirittura 3, ENG FRA o ARG ?

Belli tranquilli noi nel girone B, almeno, dovremmo esserlo ... incrocio.. mi tocco.. ecc...

jaco
Messaggi: 7005
Iscritto il: 5 feb 2003, 0:00
Località: san donà di piave

Re: Sintesi progressiva

Messaggio da jaco » 25 set 2019, 19:05

metabolik ha scritto:
25 set 2019, 17:12

FIJI a 0 punti che deva incontrare AUS e GEO
Scusa se faccio il "precisini"
Fiji a 0 vittorie ma 2 punti (oggi ha segnato 5 mete pur perdendo comunque sotto break) e deve incontrare WAL e GEO...
Non cambia comunque la sostanza...

Rispondi

Torna a “RWC JAPAN 2019”