il XV del Mondiale

Moderatore: jpr williams

Rispondi
Leinsterugby
Messaggi: 5466
Iscritto il: 25 nov 2008, 12:33
Località: treviso

il XV del Mondiale

Messaggio da Leinsterugby » 7 nov 2019, 18:20

Mettiamo qui i nostri XV dei mondiali, poi magari con i piu' votati dai forumisti si potrebbe fare un XV mondiale di rugby.it

15 Bauden Barrett (menzione per Liam e Tim Nanai Williams) Nuova Zelanda
14 Chelsin Kolbe (South Africa)
13 Sami Radradra (Figi)
12 Samu Kerevi (Australia) menzione per De Allende (Sud Africa)
11 Makazole Mapimpi (South Africa)
10 Handre Pollard (South Africa)
9 Faf de Klerk (South Africa)
8 Kazuki Himeno (Japan)
7 PSDT (South Africa)
6 Tom Curry (England)
5 Alum Wyn Jones (Wales)
4 Maro Itoje (England)
3 Kyle Sinkler (England)
2 Shota Horie (Japan)
1 Tendai Mtawarira (South Africa)


All. R. Erasmus (South Africa)
Link al gruppo telegram del forum rugby.it per i periodi in cui il forum non funziona:
https://t.me/bar_forum_rugbyit

Man of the moment
Messaggi: 1268
Iscritto il: 19 feb 2018, 18:01

Re: il XV del Mondiale

Messaggio da Man of the moment » 8 nov 2019, 0:43

Ovviamente è impossibile inserirlo, ma io Polledri lo vedo a livello di questi in terza linea

hardhu
Messaggi: 1054
Iscritto il: 15 ott 2011, 10:48
Località: Padova

Re: il XV del Mondiale

Messaggio da hardhu » 8 nov 2019, 10:05

15 Liam Williams (Wales)
14 Cheslin Kolbe (South Africa)
13 Lukhanyo Am (South Africa)
12 Samu Kerevi (Australia)
11 Josh Adams (Galles)
10 Handre Pollard (South Africa)
9 Faf de Klerk (South Africa)
8 Duane Vermeulen (South Africa)
7 Pieter-Steph Du Toit (South Africa)
6 Tom Curry (England)
5 Alun Wyn Jones (Wales)
4 Maro Itoje (England)
3 Kyle Sinkler (England)
2 Jamie George (England)
1 Steven Kitshoff (South Africa)

All. J. Joseph (Japan)

Su 7 e 6 però ci sarebbe da discutere: per tradizione sudafricana di solito chi ha il numero 6 in realtà gioca openside flanker e viceversa, e allora si potrebbe dare il 6 a Pieter-Steph Du Toit e il 7 a Sam Underhill (England).

Ilgorgo
Messaggi: 10194
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: il XV del Mondiale

Messaggio da Ilgorgo » 9 nov 2019, 12:52

Io non sono in grado di stilare un Best XV (su facebook avevo scritto che il tallonatore del Sud Africa si chiama Schalk Burger, a dimostrazione della mia competenza) e allora faccio una specie di votazione generale

Mondiali 9: sono stati molto piacevoli da seguire. Divertenti le partite e il contesto, in un ambiente insolito e apparentemente entusiasta

Italia 7: tutto sommato un bilancio positivo, secondo me. Le vittorie contro Canada e Namibia sono state più larghe del previsto e hanno dimostrato che almeno c’è un profondo solco tra gli azzurri e le nazioni attorno alla ventesima posizione mondiale. Non ho visto la partita contro il Sud Africa ma ho letto che nel primo tempo gli azzurri non erano distanti come gioco dai boks

Drop 5: sei drop nelle prime diciotto partite, e già pensavo che il Mondiale avrebbe segnato la riscoperta di questo particolare tipo di marcatura. Poi nessun drop nelle ultime ventisette partite… In teoria avrebbe dovuto essere il contrario: più mete nella sbilanciata fase iniziale, qualche drop in più nell'equilibrata fase finale.

Gritti 7, Fusco 5.5: sempre bravo Gritti. Fusco a tratti inascoltabile per vacuità di contenuti, poi pian piano è andato un poco migliorando. Però o studia di più il rugby per dare anch'egli il proprio apporto tecnico o passa il microfono a qualcun altro; continuare a commentare una cosa della quale si sa poco (nonostante in gioventù abbia giocato a rugby) mi pare un po’ egoista

Rai 7: sono stati abbastanza coraggiosi a trasmettere su uno dei canali principali otto (mi pare) partite mondiali. E penso siano stati tutto sommato ripagati perché gli ascolti sono stati leggermente superiori a quelli che fa registrare mediamente Rai Due in quelle fasce orarie mattutine

Nuova Zelanda 7: nonostante la netta sconfitta in semifinale sono usciti bene dal Mondiale, con un’immagine di nobili sconfitti che sanno divertire e accettare la sconfitta. La pirotecnica vittoria finale contro il Galles li ha mandati a casa con un terzo posto e il maggior numero di mete segnate tra tutte le squadre (tre in più del Sud Africa), nonostante abbiano giocato una partita in meno. E anche con il premio di “Meta dell’anno” grazie a Perenara

Giappone 8: qualcuno sul forum dice che i nipponici sono falsi (un po’ come gli inglesi… :P ), però chi è tornato dal Mondiale afferma di essersi trovato molto bene. La media di quasi 38mila spettatori a partita (sperando che siano numeri reali e non un po’ gonfiati come facciamo noi nel Top12) certifica il successo di questa Coppa del Mondo. La scommessa di assegnare l’evento al Giappone sembra pienamente vinta, così la asfittica mappa dei posti nel Mondo dove il rugby è davvero popolare ha forse trovato una nuova terra da aggiungere. Chissà se un Mondiale in Italia avrebbe lo stesso effetto trascinante o se si rischierebbe il flop?

Rispondi

Torna a “RWC JAPAN 2019”