Settima giornata di andata

Moderatori: Ref, ale.com

Avatar utente
enrico land
Messaggi: 2782
Iscritto il: 6 gen 2016, 23:26
Località: Isorella (BS)
Contatta:

Re: Settima giornata di andata

Messaggio da enrico land » 11 nov 2018, 22:41

Ancora una volta il Top12 ci regala risultati a sorpresa: il Valsugana che fa 1 punto senza concederne 5 al Rovigo, è già notizia. Un Viadana con l'acqua alla gola fa la pelle alle Fiamme. Il Valorugby non si ferma, Mogliano gnanche...

Quanto al match del Geremia, che ho avuto il piacere di visitare per la prima volta, devo dire che il risultato non rispecchia affatto la netta superiorità dimostrata in campo da parte dei padroni di casa. Il Calvisano non c'è, non è squadra, ha giocatori ottimi ma aggregati male e gestiti peggio. Non ci si può basare sulle individualità per vincere partite così, bisogna giocare da squadra. E noi oggi non lo eravamo. Ci hanno ficcato 17 punti in un quarto d'ora e poi hanno controllato. A che gli serviva il bonus, ora che hanno 6 punti di vantaggio sia su di noi che sulle Fiamme, le uniche due squadre che avevano qualche vana speranza di impensierirli? Mogliano e Valorugby sono belle sorprese, gli auguro di tirare avanti fino alla fine senza sciogliersi come neve al sole, ma oggettivamente non possono competere coi petrarchini per il ruolo di capolista. Marcato conserva energie, forse è l'unico che ha capito che ci sono 4 partite in più quest'anno...
Al di là delle mille analisi sulle azioni della partita, la differenza la fa proprio lui, il sior Marcato che è l'uomo in più dei padovani.
"Chi sono, i Puntinisti? Donne e uomini pigri, che non hanno la costanza e il coraggio di finire un ragionamento. Le loro frasi galleggiano nell'acqua come le ninfee di Monet [...]. Raramente questa overdose di puntini esprime un pensiero compiuto"

"Qualcuno sarà partito dalle terre della palla ovale, per venire qui nel tempio della palla tonda"
Davide Van De Sfroos, San Siro, 9 giugno 2017

Avatar utente
enrico land
Messaggi: 2782
Iscritto il: 6 gen 2016, 23:26
Località: Isorella (BS)
Contatta:

Re: Settima giornata di andata

Messaggio da enrico land » 11 nov 2018, 22:42

jpr williams ha scritto:Beh, vi rifarete la settimana prossima, temo...

Riassuntone di una giornata nella quale si è deciso il primo posto della regular season (che per me vale mezzo scudetto): nessuna squadra appare nemmeno lontanamente in grado di impensierire il Petrarca che è in grado di graduare il proprio sforzo in modo scientifico per battere anche solo di 1 punto qualunque squadra. Mai vista un'efficienza ed un'ottimizzazione delle risorse così mostruosamente precisa

http://www.rugby.it/news/2018/11/11/il- ... e-saltano/
Hai sbagliato il risultato di Lazio Mogliano, confondendolo con quello di Verona
"Chi sono, i Puntinisti? Donne e uomini pigri, che non hanno la costanza e il coraggio di finire un ragionamento. Le loro frasi galleggiano nell'acqua come le ninfee di Monet [...]. Raramente questa overdose di puntini esprime un pensiero compiuto"

"Qualcuno sarà partito dalle terre della palla ovale, per venire qui nel tempio della palla tonda"
Davide Van De Sfroos, San Siro, 9 giugno 2017

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 20370
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Settima giornata di andata

Messaggio da jpr williams » 11 nov 2018, 23:05

enrico land ha scritto:
jpr williams ha scritto:Beh, vi rifarete la settimana prossima, temo...

Riassuntone di una giornata nella quale si è deciso il primo posto della regular season (che per me vale mezzo scudetto): nessuna squadra appare nemmeno lontanamente in grado di impensierire il Petrarca che è in grado di graduare il proprio sforzo in modo scientifico per battere anche solo di 1 punto qualunque squadra. Mai vista un'efficienza ed un'ottimizzazione delle risorse così mostruosamente precisa

http://www.rugby.it/news/2018/11/11/il- ... e-saltano/
Hai sbagliato il risultato di Lazio Mogliano, confondendolo con quello di Verona
Grazie, correggo
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.

VANZANDT
Messaggi: 3177
Iscritto il: 17 feb 2010, 16:41

Re: Settima giornata di andata

Messaggio da VANZANDT » 11 nov 2018, 23:19

Da Re????

Marcato mi da l'impressione che potrebbe diventare il primo allenatore italiano di livello internazionale ....

lupo59
Messaggi: 83
Iscritto il: 8 ott 2009, 11:07

Re: Settima giornata di andata

Messaggio da lupo59 » 11 nov 2018, 23:25

Appena tornato da Padova.
Da tifoso giallonero sono un po' incazzato,ma se rivedo criticamente la partita non devo esserlo.Dopo 20 minuti avevo davanti una disfatta, a 2 minuti dalla fine annusavo un insperato successo.
La partita si è decisa li.Nei primi venti minuti.I neri ci hanno presi come il gatto col topo.Hanno capitalizzato i nostri errori e puniti senza pietà.
Da grande squadra.
Li per noi la partita era già finita.
Dopo, però, è uscito ancora una volta il carattere della nostra mischia.Piacevole sorpresa!
Pensavo, prima della partita, che ci avrebbero arato ad ogni ingaggio.Invece, li abbiamo messi sotto per tutta la partita. Leso,su tutti, mi ha stupito.Forse l'aria della Guizza, l'orgoglio dell'ex l'hanno aiutato. Acosta prima e poi Rizzo hanno sempre subito la sua presenza.Ma anche Manfredi e Fischio hanno fatto una prestazione buonissima.
Fischio, però secondo me, deve frenare un po' la sua voglia di fare.Alcune volte è controproducente e porta solo a falli inutili.Ma ciò e dovuto alla sua età. Può solo migliorare.
Gli altri del pack solita grande partita di sostanza e sacrificio come da sempre ci hanno abituato.
E ora le note un po' dolenti.
Dietro abbiamo subito, siamo stati confusionari.
Ma questa confusione è stata dovuta al furibondo pressing dei neri.Portatore di palla sistematicamente placcato e raddoppiato.Alcune volte anche triplicato.
Sicuramente non deve essere piacevole avere davanti degli assatanati che ti placcano col coltello fra i denti.
E per superarli devi essere al meglio, cosa che invece oggi abbiamo dimostrato di non essere.
Lane sembrava come intimorito. Subiva il gioco, più che proporlo.Ma anche i compagni di reparto non è che hanno fatto meglio.
E nonostante tutto a 2 minuti dalla fine eravamo lì.
Potevamo portarla a casa.
L'anno scorso abbiamo perso per una punizione inutile.Oggi per una furiosa controruck.
Ma è una sconfitta che è meno bruciante.
La nostra è una squadra per metà nuova che può solo migliorare.
Il campionato è lungo e noi con già tre sconfitte siamo incredibilmente a 5-6 punti dalla vetta.
Per noi il campionato ricomincia da domenica.
Con Rovigo,però, non è possibile sbagliare di nuovo.
Forza gnari!!!!

zappatalpa
Messaggi: 6770
Iscritto il: 21 set 2015, 20:02

Re: Settima giornata di andata

Messaggio da zappatalpa » 11 nov 2018, 23:37

povero Verona! Ormai è evidente che non tutti i caratteri si sono amalgamati bene bene, prova ne è il bodylanguage di Mountariol.... peccato perchè ci sono belle individualità, ma così non si va lontano. ora che c'è la pausa spero che Zanichelli abbia capacità e competenza (e autorità) per prendere provvedimenti.


tutt'altro il Mojan, che bella squadra giovane e italiana. durante una pausa di alcuni minuti aspettano in formazione la ripresa della partita, nessuno fiata e si scompone. Belle mischie, altro che 4 tempi, d'altri tempi! :rotfl:

bellissima Eccellenza-Top12 quest'anno

beetlebailey
Messaggi: 636
Iscritto il: 25 ago 2011, 18:39
Località: Rovigo

Re: Settima giornata di andata

Messaggio da beetlebailey » 12 nov 2018, 7:10

[quote="jpr williams"]Beh, vi rifarete la settimana prossima, temo...

Ma neanche per sogno. Ne prenderemo una trentina se ci va bene

Ilgorgo
Messaggi: 9904
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: Settima giornata di andata

Messaggio da Ilgorgo » 12 nov 2018, 8:24

Qualche statistica individuale, non ufficiale

Marcatori
Ancora in testa Gennari (85 punti) davanti al rimontante Ormson (73) e ad Ambrosini (62)

Metamen (la classifica dei metamen viene introdotta dalla musichetta di "Macho man", con le parole "Me-ta me-ta-man, I wanna be a me-ta-man!")
Odiete amplia la fuga: è in testa con 7 mete, davanti a Bacchetti e all'ottimo giovane centro padovan-moglianese Scagnolari con 5. A quota 4 Van Syl, Costella, Pivetta (del Valsugana!) e il da poco ex azzurrino D'Onofrio.

Drop
A quota 1 Buscema e Menniti-Ippolito

Piazzatori
Il miglior piazzatore come percentuale rimane Ormson (90%) davanti a Gennari, Newton (83%) e Jackman (82%).
Curiosità: i cinque giocatori che hanno sbagliato tutti i calci tra i pali (0 %) si chiamano Basson, Borin, Buondonno, Bonifazi e Brendan, a dimostrazione di ciò che Galileo Galilei aveva a lungo cercato di dimostrare, e cioè che i giocatori con il cognome che inizia per B sono scarsi dalla piazzola (la prova del nove è costituita dal fatto che Diego Dominguez si chiamava così e non Biego Bominguez)

Cartellini
Pochi cartellini, il Top 12 non sembra un campionato cattivo. Ieri cinque gialli in sei partite, due dei quali comminati ai reggiani Messori e Festuccia per un placcaggio pericoloso congiunto che però non sembrava aver alcuna volontarietà di far male. Se i report FIR e i miei calcoli sono giusti, San Donà dovrebbe essere ancora a zero cartellini.

Mete di squadra
Calvisano ha la migliore differenza mete (+18) davanti a Petrarca (+13) e Rovigo (+8). Almeno da questo punto di vista, insomma, le tre grandi sono ancora loro. Reggio è seconda per prolificità (22 mete, contro le 26 del Calvi) ma subisce tanto (19 mete concesse, contro le 4 del Petrarca e le 8 del Calvisano)

Spettatori
Ancora in calo... Ieri media di 650, la media generale scende a 890; inferiore a quella dello scorso anno, nonostante a tutti il campionato sembri più interessante.

battib
Messaggi: 69
Iscritto il: 20 dic 2006, 11:57

Re: Settima giornata di andata

Messaggio da battib » 12 nov 2018, 8:35

enrico land ha scritto:Ancora una volta il Top12 ci regala risultati a sorpresa: il Valsugana che fa 1 punto senza concederne 5 al Rovigo, è già notizia. Un Viadana con l'acqua alla gola fa la pelle alle Fiamme. Il Valorugby non si ferma, Mogliano gnanche...

Quanto al match del Geremia, che ho avuto il piacere di visitare per la prima volta, devo dire che il risultato non rispecchia affatto la netta superiorità dimostrata in campo da parte dei padroni di casa. Il Calvisano non c'è, non è squadra, ha giocatori ottimi ma aggregati male e gestiti peggio. Non ci si può basare sulle individualità per vincere partite così, bisogna giocare da squadra. E noi oggi non lo eravamo. Ci hanno ficcato 17 punti in un quarto d'ora e poi hanno controllato. A che gli serviva il bonus, ora che hanno 6 punti di vantaggio sia su di noi che sulle Fiamme, le uniche due squadre che avevano qualche vana speranza di impensierirli? Mogliano e Valorugby sono belle sorprese, gli auguro di tirare avanti fino alla fine senza sciogliersi come neve al sole, ma oggettivamente non possono competere coi petrarchini per il ruolo di capolista. Marcato conserva energie, forse è l'unico che ha capito che ci sono 4 partite in più quest'anno...
Al di là delle mille analisi sulle azioni della partita, la differenza la fa proprio lui, il sior Marcato che è l'uomo in più dei padovani.

Tu Jpr due fenomeni...... da club house !!! Pure le previsioni da intenditori :roll: :?:

Ai posteri l'ardua sentenza...

jaco
Messaggi: 6494
Iscritto il: 5 feb 2003, 0:00
Località: san donà di piave

Re: Settima giornata di andata

Messaggio da jaco » 12 nov 2018, 9:15

Ilgorgo ha scritto:Bella partita, tutto sommato, tra San Donà e Reggio. Solita partita del Valorugby, combattuta più sull'aspetto fisico che sul gioco arioso; però le belle mete non sono mancate e anzi direi che tutte e tre quelle reggiane hanno avuto qualcosa di pregevole mentre paradossalmente a marcare con la "solita" maul sono stati i sandonatesi. Finale 12-19, due mete a tre. Ho visto la partita sul pc.
Valorugby complessivamente superiore, anche se i tanti knock-on del San Donà hanno molto facilitato il compito. Mi sono parsi un po' inconsistenti Reeves e Owen, apertura ed estremo. Miglior prestazione dal suo arrivo per Vaega, che ha preso il motm, anche se forse io l'avrei dato a Panunzi.
Amenta è sempre bravo ma non fa più gli sfracelli delle prime giornate.
Al 77' circa, sul 5-19, la partita avrebbe potuto immeritatamente cambiar volto: doppio giallo a Reggio per un placcaggio congiunto potenzialmente pericoloso ma non cattivo di Festuccia e Messori su Pratichetti. Per fortuna mancavano pochi minuti e Reggio è riuscita a subire solo una meta, facendo anche un po' di melina nei momenti di gioco fermo...
Nel San Donà mi è sembrato bravo Derbyshire, almeno come motivatore e per la voglia di lottare. Qualche buona cosa anche da parte di Petrozzi, ma il fatto che sia stato sostituito anzitempo mi fa pensare che Green abbia avuto un'impressione diversa. Bacchin, il fratello trequarti, un po' troppo nervoso, ha rischiato l'espulsione (secondo me meritava almeno il giallo) per un calcio alle gambe di Gennari che si trovava a terra e che mi pare non lo stesse ostruendo. Però Liperini, che mi è parso molto bravo, non ha visto e il guardalinee non ha ritenuto di dover far notare la cosa.
Aggiungo solo: San Donà inconsistente. Continua il grande sforzo a muover palla o cercare l'avanzamento per vie dirette ma senza risultati tangibili. Nel primo tempo San Donà ha tenuto palla senza costrutto (con aggiunta di una quantità industriale di in-avanti e passaggi in avanti, davvero mai visti così tanti) e Reggio che praticamente nell'unica occasione in cui entra nei 22 marca pesante. Secondo tempo in cui Reggio accelera e trova subito le due mete della sicurezza. Insomma la differenza in classifica si è vista tutta: da un lato la squadra forte che lascia, se vogliamo, sfogare gli avversari e poi appena accelera trova i punti, dall'altro tanta buona volontà e poco più. Green deve cominciare a tirare fuori qualcosa in più dai suoi 3/4 che sono comunque di livello... in realtà forse i problemi maggiori sono in mediana (e si sapeva). Owen rimane un oggetto misterioso, finalmente ho visto Jack più consistente e in grado di vincere le collisioni e trovare qualche break, però da lui ci si aspetta comunque di più.
Liperini è uno dei migliori arbitri e che personalmente apprezzo di più. Ieri non mi è piaciuto moltissimo, devo dire. Diverse sbavature nei raggruppamenti. La più grave quella citata dal Gorgo con il calcio di Bacchin. Intorno alla mezz'ora (forse per "pareggiare i conti") sorvola su un'entrata di spalla in ruck di un Vaega immotivatamente su di giri con palla abbondantemente uscita dal raggruppamento (vabbè come per il fattaccio di Bacchin sono i segnalinee che forse dovevano aiutarlo) e poi non ho capito perchè su mischia avanzante e quasi sopra la linea di meta anzichè concedere il vantaggio (ed eventualmente visto il fallo la successiva meta di punizione) interrompe subito l'azione per concedere punizione al San Donà. D'accordo sugli sviluppi si è poi marcato, ma tra l'organizzare la nuova mischia, l'imbastire la carica che ha portato Zuliani a marcare, la trasformazione se ne sono andati oltre 2 minuti che avrebbero consentito, forse, a San Donà di provare l'ultimo assalto (che però con tutta probabilità non sarebbe andato a buon fine).
La prossima difficilissima trasferta a Firenze... la vedo maluccio...

Avatar utente
Emy77
Site Moderator
Site Moderator
Messaggi: 5445
Iscritto il: 7 set 2004, 0:00
Località: Una bergamasca a Genova
Contatta:

Re: Settima giornata di andata

Messaggio da Emy77 » 12 nov 2018, 9:20

Ciao a tutti, di solito questo non è il mio forum, visto che la mia squadra è in A, ma ieri sono stata a vedere Verona-Medicei e non posso non scrivere due righe su quel che ho visto!

In primis, l'impianto strepitoso costruito dalla proprietà del Verona Rugby, che lascia veramente a bocca aperta! Una struttura realmente incredibile e certamente unica nel panorama non solo ovale ma sportivo in generale in Italia: una concezione molto USA, una struttura polifunzionale e pensata per fare soldi oltre che servire al suo scopo di stadio. Moderno, bello, curato, un bar ristorante che sembra la lobby di un grande albergo, marmi (ovviamente), vetro, luce, orchidee, legno, a parte, al secondo piano (!), la club house per il terzo tempo, enorme, con un altro bancone lunghissimo del bar e tantissimi tavoli, 4 campi in erba, tribuna in parte coperta su quello principale (forse l'unico appunto potrebbe essere una capienza che poteva essere pensata più in grande), dentro, sotto alla tribuna, una palestra enorme e modernissima aperta anche agli esterni (pagando regolare abbonamento) ed un campo in sintetico da calcetto, per allenarsi al chiuso ma anche affittabile da chiunque alla sera. Veramente impressive, per dirla all'anglosassone.

Sul campo il Verona invece non ha brillato e i medicei si sono portati a casa meritatamente 5 punti pesantissimi, in uno scontro diretto fuori casa. La squadra di casa mi è sembrata ancora un po' indietro per quanto riguarda amalgama dei giocatori e meccanismi di gioco e non stupisce più di tanto, visto che hanno cambiato praticamente tutta la rosa rispetto a chi ha conquistato la promozione solo pochi mesi fa. Di certo, visti gli investimenti e il progetto della proprietà, è una squadra che deve assolutamente fare punti e conservare la categoria, quindi immagino anche una pressione non da poco.

I Medicei, invece, sono andati come dei treni: il lavoro continuo e continuato di Presutti e una rosa di qualità e scelta evidentemente con cura si vedono tutti e sempre di più, la squadra gira, è efficace, gli serve ancora continuità ma basi e frutti si vedono e credo che Pasqualone stia un po' per volta aggiustando le varie parti del puzzle. Impressive qui è il numero 8, almeno nella sua prestazione di ieri: veramente forte ed efficace.

Nessun cartellino, e non è così usuale in una partita con in palio punti pesanti: agonismo sì, gioco bello deciso sì, ma nessuna scorrettezza. Onore al merito ad entrambe le squadre.

Un saluto a tutte le conoscenze ovali viste e salutate ieri!
"La penna dolcissima intinta nell'arsenico" (Cit.)

Avatar utente
quaros
Messaggi: 504
Iscritto il: 23 lug 2018, 7:55

Re: Settima giornata di andata

Messaggio da quaros » 12 nov 2018, 9:24

Tralasciando il disfattismo da calvisantifosi innamorati e affranti 8-)
ieri Ciccio lane ha giocato da rotto, oltre ad aver di fatto dato il la alla prima meta con una giocata sconsiderata/mal eseguita(se ho visto bene dalle splendide riprese e dallo splendido commento assolutamente non di parte), ha sbagliato un calcio che praticamente entrava da solo e da qui si è spento come un passerottino spennacchiato che si affaccia dal nido per il primo volo e si vede circondato da una selva di famelici felini che lo attendono a fauci aperte.
Da qui in avanti ciao trequarti, Bruno si è dato da fare come al solito, ma sono stati lampi seguiti dal nulla dei compagni purtroppo, non c'era l'ingegno a supporto nel trovare il mismatch o il gioco rotto come invece ha fatto il Petrarca.

E poi, hanno sempre rotto le balle con la storia che quelli di Calvisano facevano gli "stronzetti" in ruck, nelle maul, per fare capire chi comanda... Oh il gattino bagnato della Barilla incuteva più paura eh... un tempo al primo placcaggio a ribaltare subito poi nella ruck successiva ne volavano via almeno due dell'altra squadra per fare capire come stavano le cose... ieri sembrava un flipper, ogni azione c'era un giallonero che volava via, meaoooow

E nonostante tutto, in mischia Petrarca schiacciato, touche pure e all'ultimo minuto con più cattiveria magari...

Vabbè 6 punti coi bonus si possono recuperare, alla fine basta stare a +-3 quando ci sarà la gara di ritorno per giocarsi il primo posto

thonk
Messaggi: 1400
Iscritto il: 14 dic 2015, 14:43
Località: Padova
Contatta:

Re: Settima giornata di andata

Messaggio da thonk » 12 nov 2018, 10:40

Emy77 ha scritto:Ciao a tutti, di solito questo non è il mio forum, visto che la mia squadra è in A, ma ieri sono stata a vedere Verona-Medicei e non posso non scrivere due righe su quel che ho visto!

In primis, l'impianto strepitoso costruito dalla proprietà del Verona Rugby, che lascia veramente a bocca aperta! Una struttura realmente incredibile e certamente unica nel panorama non solo ovale ma sportivo in generale in Italia: una concezione molto USA, una struttura polifunzionale e pensata per fare soldi oltre che servire al suo scopo di stadio. Moderno, bello, curato, un bar ristorante che sembra la lobby di un grande albergo, marmi (ovviamente), vetro, luce, orchidee, legno, a parte, al secondo piano (!), la club house per il terzo tempo, enorme, con un altro bancone lunghissimo del bar e tantissimi tavoli, 4 campi in erba, tribuna in parte coperta su quello principale (forse l'unico appunto potrebbe essere una capienza che poteva essere pensata più in grande), dentro, sotto alla tribuna, una palestra enorme e modernissima aperta anche agli esterni (pagando regolare abbonamento) ed un campo in sintetico da calcetto, per allenarsi al chiuso ma anche affittabile da chiunque alla sera. Veramente impressive, per dirla all'anglosassone.

...

Non vedo l'ora di farci un giro.
me l'hai venduto proprio bene...!
la fede è un dono di dio. a me ha regalato una cravatta. [cit. Ratman]
so responsabie de queo che digo, no de queo che te capissi ti. [detto popolare + H.Medrano]

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 20370
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Settima giornata di andata

Messaggio da jpr williams » 12 nov 2018, 10:41

quaros ha scritto:Vabbè 6 punti coi bonus si possono recuperare, alla fine basta stare a +-3 quando ci sarà la gara di ritorno per giocarsi il primo posto
Il guaio è che il calendario finora è stato "facile" e ciononostante abbiamo già 3 sconfitte su 7: abbiamo vinto in casa con Verona e Firenze e in trasferta con Lazio e Valsugana: da adesso alla fine del giorne di andata giochiamo:
-con Rovigo che è sempre una partita a sé
-A Mogliano che è in condizioni strepitose davanti in classifica
-A Viadana che è fra le più in forma e sottovalutate del torneo
-Con voi che siete la rivelazione numero 1.

Per essere ottimista dovrei dimenticarmi tutto quello che ho visto sinora, specie il primo tempo di ieri dove il Pet ha fatto di noi carne trita per il ragù. Poi, è vero, abbiamo recuperato, ma grazie al fatto che il Pet quest' anno fa sempre così: devasta l'avversario in partenza e poi si mette in modalità gestione, pronto a riprendere a giocare se se ne presentasse la necessità. In questo modo spreca niente di energie, mentre noi a fine partita avevamo gli occhi fuori dalle orbite.
Dopo la meta di Fischetti ho visto il ragazzo tornare a metà campo: non aveva la faccia di uno contento per la marcatura, ma quella di uno che aveva finito la benzina ed era in riserva sparata. I neri avevano tutta l'energia per fare la mostruosa controruck che ha chiuso la partita.
In questo modo in teoria il Pet potrebbe vincere di 1 punto tutte le partite della stagione e arrivare fresco e riposato ai playoff; non so in che posizione arriveremo noi, ma certamente arriveremo con la lingua di fuori.
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 20370
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Settima giornata di andata

Messaggio da jpr williams » 12 nov 2018, 12:02

Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.

Rispondi

Torna a “Stagione 2018/2019”