Serie A 2018/19

Moderatore: ale.com

Avatar utente
Emy77
Site Moderator
Site Moderator
Messaggi: 5445
Iscritto il: 7 set 2004, 0:00
Località: Una bergamasca a Genova
Contatta:

Re: Serie A 2018/19

Messaggio da Emy77 » 2 nov 2018, 12:08

GLI SQUALI TRA ALLERTE METEO E ACCADEMIA

Recco (GE) – Dopo la sconfitta di misura (13-15) di Milano, la vittoria 16-14 nel derby e la sconfitta, alla prima giornata, 25-27 a Torino, gli Squali della Tossini Pro Recco Rugby si preparano alla partita contro l’Accademia Ivan Francescato cercando di lavorare su concentrazione e continuità, aspetti cruciali per cercare di scrollarsi di dosso questo trend di risultati non positivi ed anche sfortunati.

“Nonostante le allerte meteo che ci hanno costretti a tenere il campo chiuso per un paio di giorni – spiega coach McLean – ci stiamo allenando bene e non siamo per niente nè rassegnati nè demotivati: questo campionato è lungo, sappiamo di avere dei punti di forza e di dover imparare a gestire meglio la concentrazione e l’efficacia del gioco lungo tutto l’arco della partita. Anche a Milano abbiamo avuto percentuali di possesso veramente molto molto basse, soprattutto nel secondo tempo e, così, è inevitabile finire col farsi rimontare e perdere, anche solo di un paio di punti, come successo sia domenica scorsa che a Torino”.

Gli accademici, talenti under 20 selezionati dalla Federazione, arrivano a Recco con un andamento finora molto simile a quello dei biancocelesti: due sconfitte e una vittoria, con 6 punti in classifica, mentre gli Squali ne hanno 7. La classifica del girone 1, dopo tre giornate disputate, rimane sempre cortissima.

McLean sa bene che tipo di avversario aspetta i suoi ragazzi: “ci aspettiamo l’Accademia di sempre, con grande talento, fisico e fiato in abbondanza, gioco veloce e aperto e un po’ di inesperienza: dobbiamo pensare al nostro gioco e metterlo in pratica per tutta la partita, cercando di avere percentuali di possesso adeguate, altrimenti, con la palla sempre in mano loro, gli accademici potrebbero farci molto male. E’ una partita per noi piena di stimoli e dobbiamo concretizzarli sul campo e davanti al nostro pubblico”.

Domenica 4 novembre, alle 14.30, al Carlo Androne, fischio d’inizio dell’arbitro livornese Angelucci, assistito dai liguri Giovanelli e Kamily.

Dopo questa 4^ giornata, il campionato di serie A osserverà tre turni di sosta in concomitanza con la finestra internazionale novembrina della Nazionale.

In questo primo week end di novembre, tra le compagini biancocelesti scenderà in campo solo la Prima Squadra.

——–

Serie A, girone 1, giornata 4

Pro Recco-Accademia (Angelucci)

CUS Milano-ASR Milano (D’Elia)

VII Torino-CUS Genova (Chirnoaga)

Lyons-CUS Torino (Bonato)

Parabiago-Biella (Vinci)



Classifica: Lyons 12, CUS Torino 11, CUs Genova 10, ASR Milano e Biella 9, Parabiago e Pro Recco 7, Accademia 6, CUs Milano 5, VII Torino -3.


02/11/2018

Emy Forlani – addetta stampa Pro Recco Rugby
"La penna dolcissima intinta nell'arsenico" (Cit.)

pepe carvalho
Messaggi: 1049
Iscritto il: 10 lug 2011, 21:02
Località: Milano

Re: Serie A 2018/19

Messaggio da pepe carvalho » 4 nov 2018, 17:02

Cus milano Asr milano 16 35
Derby milanese, doveva essere facile ma il Cus parte bene, mischia migliore e indisciplina asr permettono al cus di andare in vantaggio con tre piazzati. Poi esce la migliore organizzazione dei tre quarti asr che permettono le 4 mete e il bonus, in mezzo una meta del cus su una dormita generale.
Partita non bella ma sentita sugli spalti del giuriati con cori e fumogeni da parte delle due fazioni. Tanti errori e indisciplina con almeno tre gialli.
Asr si conferma una buona squadra, Cus con tanta buona volontà e impegno che spero basti a salvarsi.
...And then the harder they come
The harder they'll fall, one and all...
Jimmy Cliff

Pronostichella 2019 pepe carvalho 8° Nostradamus 2019 pepe carvalho 3°
Pronostichella 2018 pepe carvalho 7° Nostradamus 2018 pepe carvalho 38°
Nostradamus 2017 pepe carvalho 33°
Nostradamus Special Edition RWC 2015 - I Verdetti
FIJI / VITI - 1° Pepe Carvalho ENGLAND - 1° Pepe Carvalho WALES - 1° Pepe Carvalho POOL A - 1° Pepe Carvalho
FINALE - 6° Pepe Carvalho

dirk diggler
Messaggi: 133
Iscritto il: 6 mag 2011, 11:35

Re: Serie A 2018/19

Messaggio da dirk diggler » 4 nov 2018, 17:04

Cus Milano - Asr Milano 16-35 (pt.9-18) punti 0-5
p.t.: cp Cus, cp Cus, Cp Asr, cp Asr, cp Cus, meta tr. Asr, meta Asr
s.t.: cp Asr, meta tr. Cus, meta tr. Asr, meta tr. Asr

Al Giuriati va in scena il primo derby meneghino in serie A da trentaquattro anni a questa parte. Va detto che all'epoca si trattava del massimo campionato, ma tornare da ospiti sul campo storico del rugby milanese è un'emozione che non ha prezzo, anche alla luce di spalti gremiti dalle due tifoserie, con tanto di fumogeni e coreografie colorate. La mente torna ad un derby di una decina di anni fa vinto dal Cus ma in cui grazie alle quattro mete segnate e al punto di bonus conseguente l'Asr riuscì ad evitare la retrocessione in C, mettendo le basi per una crescita sana che oggi sta dando i frutti migliori da diversi lustri a questa parte.
Il match odierno fa ben sperare per la prosecuzione del torneo, in cui forse per la prima volta nella storia recente l'obiettivo potrebbe essere qualcosa di più di una risicata salvezza. Quattro anni fa, quando al Giuriati eravamo di casa, la prima salvezza fu conquistata contro Rubano all'ultima giornata grazie ad una serie di vittorie interne: oggi si è vinto da ospiti ma la soddisfazione è pari a quella provata in passato.
All'avvio del match le squadre si affrontano a viso aperto commettendo qualche ingenuità di troppo: la prima è dell'ASR che commette infrazione consentendo al Cus di marcare con un calcio centrale da 40 metri che coglie il palo interno. Poco dopo il Cus replica portandosi avanti 6-0, ma un giocatore di casa subisce un giallo per un placcaggio al collo: i biancorossi si stabiliscono nei 22 avversari capitalizzando per due volte di seguito grazie ai calci di punizione. In questa fase non si vedono grandi differenza, si lotta all'arma bianca: tornati in parità numerica ancora tre punti per il Cus oltre ad un tentativo velleitario di centrare i pali da metà campo che non va a buon fine. Negli ultimi dieci minuti del primo tempo il break che indirizza il match: questa volta l'ASR non si limita ai tre punti ma trova in due occasioni il bottino grosso con due belle azioni alla mano.
Si va al riposo sul 9-18 e nella ripresa il copione non cambia: ogni volta che l'ASR entra nei 22 avversari esce con dei punti, è ancora il mediano di apertura a calciare tra i pali su indicazione della panchina per il + 12. Il Cus reagisce e trova un bel buco nella difesa biancorossa con un seconda linea che si invola tra i pali per la meta successivamente trasformata. Sull'azione successiva Milano recupera palla vicino alla metà campo e l'estremo con una bella azione personale riesce a schiacciare vicino alla bandierina per il 16-28. La partita sembra indirizzata e di questo si ha conferma quando da una rimessa ai 5 mt. Milano costruisce un carretto per la meta che vale il punto di bonus e chiude i conti. Da qui in poi nessuna delle contendenti riuscirà a marcare, c'è un doppio giallo per l'estremo biancorosso e il mediano cussino che hanno una divergenza di vedute in campo, l'ASR mantiene il predominio sino ad un finale che vede un forcing infruttuoso dei padroni di casa alla ricerca della seconda meta.
In sintesi l'ASR si è comportata da grande squadra, marcando in quasi tutte le occasioni in cui ha potuto, ad eccezione di un episodio nel primo tempo in cui l'estremo commette un in avanti mentre è lanciato verso la meta. Il Cus si è battuto con grande generosità ed agonismo ma, a parte nell'occasione dell'unica meta e nel finale, non è mai riuscito a rendersi pericoloso: dopo la meta segnata ha avuto il demerito di permettere all'ASR di segnare grazie ad un'azione personale, forse resistendo qualche minuto avrebbe potuto avere qualche chance, anche se a mio parere si è visto un discreto divario tra le due squadre.
Ora sosta e ripresa ai primi di dicembre: forza ASR!

metabolik
Messaggi: 5841
Iscritto il: 27 mar 2003, 0:00
Località: Piacenza

Re: Serie A 2018/19

Messaggio da metabolik » 4 nov 2018, 17:27

Lyons PC - CUS Torino 31 - 16

I Lyons guadagnano un vantaggio significativo già al 20esimo del primo tempo, con 3 mete (solo una trasformata) che portano al 19 - 6.
Il CUS imposta buone maul e reagisce con ordine ; dopo alcuni assalti nei 22 locali preferisce realizzare il terzo calcio, 19 - 9.
I Lyons sprecano molto, veramente molto, ma comunque fanno la quarta meta allo scadere del primo tempo, anch'essa non trasformata (!).
I primi 20 minuti del secondo tempo sono invece di marca CUS , impeccabile nelle touche e nelle maul che costano una marea di punizioni ai locali.
LA meta del 24 - 16 è meritata, frutto di una lunga pressione nella metà campo avversaria. I Lyons reagiscono e da una situazione abbastanza caotica conseguente a un up&under scaturisce la quinta meta. Stavolta il 10 Guillomot si concentra e trasforma.
Nel complesso una partita giocata senza particolare agonismo (abbacchiati dalla batosta di ieri sera ? forse), abbiamo visto alcune buone azioni multifase da parte del CUS, ma la superiorità dei Lyons è certa.
Numerosi cartellini gialli (nessuno per scorrettezze gravi) e purtroppo anche qualche infortunio.
Il CUS Torino è la tipica squadra che senza avere grosse individualità è perfettamente organizzata nelle fasi statiche e nella maul e può quindi raggiungere dei buoni risultati grazie al collettivo; mi spiego la sua posizione in classifica.
Pubblico in diminuzione ; abbacchiati dalla batosta di ieri sera ? sicuramente.
Come sapete , la partita si può vedere su https://www.marcobedinivideo.com/

tangomike
Messaggi: 206
Iscritto il: 16 dic 2015, 8:44

Re: Serie A 2018/19

Messaggio da tangomike » 4 nov 2018, 19:28

Parabiago-Biella 27-24
Primo tempo che condede agli ospiti un vantaggio di 0-17 frutto di 4 piazzati e una meta il secondo tempo si assiste alla rimonta del gallo che va a segno tre volte piu due piazzati siamo al 27-17 Parabiago è forte in mischia e veloce nella percussione ed anche nonostante due gialli non sembra soffrire piu di tanto, l'orso forse avendo gia un buon vantaggio nel primo tempo abbassa un po la guardia e riesce solo al 70' a marcare una bella meta con un tre quarti veloce che praticamente da metà campo trova tutti i buchi per sorprendere la difesa rossoblu
Una bella giornata di rugby soprattutto per i supporter accorsi Biella in primis si porta dietro una bella compagnia che fa il suo ingresso a trombe spianate
Partita avvincente e arbitraggio si piu o meno buono
Buon rugby a tutti

Avatar utente
esseapostrofo
Messaggi: 2552
Iscritto il: 28 lug 2004, 0:00
Località: Bo

Re: Serie A 2018/19

Messaggio da esseapostrofo » 5 nov 2018, 9:20

Pesaro davvero sorprendente in questo inizio di stagione.
Partito con unico obbiettivo la salvezza, ha inanellato 4 vittorie su 4 in questo inizio di campionato che pur dovendo far fronte ad assenze importanti (entrambi i mediani di mischia e l'estremo) l'ha portato ai vertici della classifica.
Bel lavoro del Tecnico Mazzuccato e dello staff
...non riuscirete mai a farmi dire cose serie.....neppure sotto tortura... http://www.bolognarugby1928.it

Avatar utente
Emy77
Site Moderator
Site Moderator
Messaggi: 5445
Iscritto il: 7 set 2004, 0:00
Località: Una bergamasca a Genova
Contatta:

Re: Serie A 2018/19

Messaggio da Emy77 » 5 nov 2018, 14:42

L’ACCADEMIA PASSA A RECCO


Recco (GE) – Nulla da fare per gli Squali della Tossini Pro Recco Rugby, che incamerano la terza sconfitta in quattro giornate disputate finora, seconda consecutiva e prima in casa. Stavolta, a fare la parte del leone, è stata la squadra dell’Accademia Ivan Francescato che si è imposta al Carlo Androne per 39-27, archiviando la vittoria già nella prima frazione di gioco, raggiungendo il bonus prima dell’intervallo. Un “uno-due” che ha letteralmente frastornato i ragazzi di coach McLean, costringendoli ad una r*** che, nonostante un inseguimento che aveva ad un certo punto riportato lo svantaggio a soli 7 punti, non è riuscita. Alla fine degli ottanta minuti, i padroni di casa escono dal campo con un punto di bonus offensivo.

Il blackout del primo tempo, che ha portato a quattro mete avversarie di cui tre in soli sei minuti, sarà di certo uno degli elementi da mettere a fuoco da parte del coach e dei ragazzi: «Sono deluso non solo per il risultato, ma soprattutto per come abbiamo gestito questa partita nei primi quaranta minuti: in campo siamo stati più spettatori che giocatori – non nasconde il tecnico neozelandese – È venuta a mancare anche la pressione in difesa e l’Accademia, in pratica, ha fatto tutto quel che ha voluto senza incontrare ostacoli; quando avevamo il pallone, i nostri avversari hanno fatto quel che avremmo dovuto fare noi, ossia, metterci sotto pressione. Abbiamo provato a reagire, ma ogni volta che riuscivamo a segnare e ad avvicinarci nel punteggio, loro subito mettevano ancora punti sul tabellino e il distacco è rimasto comunque troppo largo da poter essere colmato. Non posso non fare i complimenti alla squadra federale, che ha una bella linea dei trequarti, mentre ha una mischia molto giovane e, infatti, se devo salvare qualcosa, salvo il lavoro che abbiamo fatto con gli avanti e in touche, che ha fruttato anche una meta di punizione a nostro favore. Peccato non essere riusciti a concretizzarlo. C’è ancora molto da fare e da mettere a posto in questa squadra e, per fortuna, adesso avremo tre settimane di pausa che ci serviranno per tenere saldo il gruppo, fissare un nuovo punto di partenza e preparare al meglio la partita con i Lyons, che non sarà di certo tra le più semplici. Sarà un match importante, non tanto per il risultato, quanto per riuscire ad esprimere al meglio il nostro gioco».
Almeno un paio di buone notizie sono venute dai più giovani in campo: Lorenzo Romano, ala classe 2000, ha messo a segno la quarta meta in campionato e si è registrato l’esordio in serie A di Bladi Armijos, Squaletto e mediano di mischia del 2001.

Per gli Squali sono andati in meta Mirko Monfrino, nominato anche migliore in campo tra i biancocelesti, il pilone Actis e Lorenzo Romano, più una meta di punizione conquistata dal pacchetto di mischia. Completano il punteggio un calcio di punizione ed una trasformazione di Agniel (2/5). Per gli accademici, sugli scudi il man of the match Mastandrea, autore di tre mete, due le marcature per Moscardi, una per il tallonatore Lucchesi, tre trasformazioni e un calcio piazzato per il numero 10 Garbisi (4/7).

Il campionato di serie A si ferma ora per tre turni, come sempre: il 10, 17 e 24 novembre la Nazionale giocherà i test match della finestra internazionale autunnale. Si tornerà in campo domenica 2 dicembre e i nostri ragazzi saranno attesi dalla trasferta più dura, quella sul campo dei Lyons Piacenza, capolista finora indiscussa del girone 1.

——–

Tabellino:

Tossini Pro Recco Rugby v Accademia I. Francescato 27-39 (10-24)

Marcatori: p.t. 6′ cp Agniel (3-0), 12′ m. Lucchesi tr. Garbisi (3-7), 16′ m. Mastandrea (3-12), 18′ m. Moscardi tr. Garbisi (3-19), 32′ m. Mastandrea (3-24), 39′ m. Monfrino Mi. tr. Agniel (10-24). S.t. 48′ m. Actis tr. Agniel (15-24), 53′ m. Mastandrea (15-29), 61′ m. di pun. Recco (22-29), 66′ cp Garbisi (22-32), 70′ m. Moscardi tr. Garbisi (22-39), 79′ m. Romano L. (27-39).

Tossini Pro Recco: Gaggero, Romano L., Panetti M. (66′ Tagliavini JD), Becerra (55′ Torchia), Monfrino Ma., Agniel (c), Tagliavini L., Regestro (76′ Chtaibi), Rosa (37′ Canoppia), Monfrino Mi. (vc), Metaliaj (34′ Nese), Leung Wai, Corbetta, Noto (71′ Bedocchi), Actis.

All. McLean

Accademia: Trulla (58′ Petrozzi), Mastandrea (73′ Bientinesi ), Moscardi, Zaridze, Mba, Garbisi, Jelic (58′ Peruzzo), Maurizi, Butturini, Taddia, Zambonin (76′ Lawrence), Stoian, Michelini (55′ Steolo), Lucchesi (49′ Marinello), Drudi.

All. Moretti

Arb. Angelucci

AA1 Giovanelli , AA2 Kamily

Cartellini: –

Calciatori: Agniel (Recco) 2/5; Garbisi (Accademia) 4/7.

Note: nuvoloso, temperatura piacevole, terreno di gioco in perfette condizioni.

Punti conquistati in classifica: Tossini Pro Recco 1 , Accademia 5.

Man of the Match: Mastandrea (Accademia)

——–

Serie A, girone 1, giornata 4, 04/11/2018
Pro Recco-Accademia 27-39 (1-5)
CUs Milano-ASR Milano 16-35 (0-5)
VII Torino-CUS Genova 30-29 (5-1)
Lyons-CUS Torino 31-16 (5-0)
Parabiago-Biella 27-24 (4-1)

Classifica: Lyons 18, ASR Milano 14, CUS Genova, Accademia, Parabiago, CUS Torino 11, Biella 10, Pro Recco 8, CUS Milano 5, VII Torino* 2.

(* 4 punti di penalizzazione)


Emy Forlani – addetta stampa Pro Recco Rugby
"La penna dolcissima intinta nell'arsenico" (Cit.)

PassatorScortese
Messaggi: 197
Iscritto il: 20 gen 2016, 11:45

Re: Serie A 2018/19

Messaggio da PassatorScortese » 5 nov 2018, 15:20

Il Noceto fa suo il primo derby e rimane imbattuto in questa prima fase di campionato.
Partita molto poco spettacolare, il numero di palloni aperti al largo non credo che arrivi a 10.
Il riassunto dell'incontro è molto breve, Colorno apre le marcature con un calcio piazzato di Ceresini a cui risponde per due volte Anversa. Intorno al 20' la mischia rossa che già comunque appariva in difficoltà perde l'atomica indiana Singh per concussion e i vari cambi non riescono a metterci una pezza in questa situazione di gioco.
Sul finire di tempo una uscita dai blocchi troppo sparata di un giocatore nocetano, lascia una breccia che viene ben esplorata dall'estremo colornese che poi scarica al largo per la prima marcatura di giornata. Noceto risponde con un fallo ottenuto in mischia chiusa e altra punizione realizzata che chiude il punteggio sul 13 - 9.
Nel secondo tempo il Colorno rimane pressochè non pervenuto, Noceto segna con un bel calcio passaggio di Anversa per l'ala e poi completa l'opera di dominio della mischia chiusa che frutta 3 punizioni piazzabili di cui solo l'ultima realizzata allo scadere per la vittoria finale.

Gara abbastanza deludente per il Colorno con i suoi grossi nomi veramente sottotono,male la mischia. Per il Noceto buona gara in difesa che limita al minimo i danni, bene i calci di spostamento quasi tutti atterrati a ridosso della linea dei 22. Rimesse laterali non giudicabili anche perchè l'arbitro a torto o a ragione le ha dichiarate quasi tutte storte.

Avatar utente
Emy77
Site Moderator
Site Moderator
Messaggi: 5445
Iscritto il: 7 set 2004, 0:00
Località: Una bergamasca a Genova
Contatta:

Re: Serie A 2018/19

Messaggio da Emy77 » 12 nov 2018, 9:25

Ieri sono stata a vedere Verona-Medicei e non posso non scrivere due righe su quel che ho visto, oltre ad una bella partita: l'impianto strepitoso costruito dalla proprietà del Verona Rugby, che lascia veramente a bocca aperta!

Una struttura realmente incredibile e certamente unica nel panorama non solo ovale ma sportivo in generale in Italia: una concezione molto USA, una struttura polifunzionale e pensata per fare soldi oltre che servire al suo scopo di stadio. Moderno, bello, curato, un bar ristorante che sembra la lobby di un grande albergo, marmi (ovviamente), vetro, luce, orchidee, legno, a parte, al secondo piano (!), la club house per il terzo tempo, enorme, con un altro bancone lunghissimo del bar e tantissimi tavoli, 4 campi in erba, tribuna in parte coperta su quello principale (forse l'unico appunto potrebbe essere una capienza che poteva essere pensata più in grande), dentro, sotto alla tribuna, una palestra enorme e modernissima aperta anche agli esterni (pagando regolare abbonamento) ed un campo in sintetico da calcetto, per allenarsi al chiuso ma anche affittabile da chiunque alla sera. Veramente impressive, per dirla all'anglosassone.
"La penna dolcissima intinta nell'arsenico" (Cit.)

metabolik
Messaggi: 5841
Iscritto il: 27 mar 2003, 0:00
Località: Piacenza

Re: Serie A 2018/19

Messaggio da metabolik » 12 nov 2018, 10:43

Interessante, Emy, come tutti i report diretti.

geovale
Messaggi: 442
Iscritto il: 9 feb 2010, 12:51

Re: Serie A 2018/19

Messaggio da geovale » 3 dic 2018, 17:25

Alla ripresa del campionato, con il recupero di circa la metà degli infortunati grazie alla sosta novembrina, abbiamo assistito alla prima prestazione convincente della squadra cussina in questa stagione; avversario un Biella che, ancorchè proveniente dalla serie inferiore, non aveva ancora accusato un passivo superiore ai 4 punti nelle 4 partite precedenti; invece ieri dopo 20 minuti di relativo equilibrio il Cus genova ha iniziato ad essere padrone assoluto del gioco, come il risultato finale di 44 a 8 (7 mete a una) sta a dimostrare.
Domenica certo un test più probante contro l'ASR Milano che fino ad ora è risultata l'unica vera antagonista potenziale dei Lyons Piacenza, in virtù di un organico che è stato potenziato con nomi di spicco, Rossi su tutti.

metabolik
Messaggi: 5841
Iscritto il: 27 mar 2003, 0:00
Località: Piacenza

Re: Serie A 2018/19

Messaggio da metabolik » 3 dic 2018, 17:35

Il crash domenicale del sito ha tagliato le gambe ai 3d delle serie minori, che si accendono tipicamente nelle ore posta-partita.
Lyons - ProRecco è stata una partita non all'altezza degli epici scontri fra le due compagini, direi una partita 'sgangherata, per i molti errori d'ambo le parti soprattutto nel primo tempo. E' stata comunque una partita combattuta, che si è risolta solo verso la fine. Abbiamo visto 2 belle mete, quella del Recco, con un inserimento in velocità di una seconda linea che spiazza la difesa, e l'ultima dei locali, con una percussione di metà campo del pilone straniero , che passa un pallone 'volante' a Gherardi, bravissimo a tenerlo in mano senza decelerare e a segnare in mezzo ai pali, chiudendo la partita.
I Lyons sono stati nel complesso superiori, senza dubbio, pur privi di due colonne come Cissè e Rollero, che si è aggiunto agli infortunati. Ottima l'organizzazione della touche ligure.
Lodevole l'impiego di ben 7 U20 locali fra tutti i 23, una qualità che compensa ampiamente il bonus offensivo mancato. Fra questi, il tallonatore Borghi, 80 kg. (!) in mezzo a 15 taglie forti.

metabolik
Messaggi: 5841
Iscritto il: 27 mar 2003, 0:00
Località: Piacenza

Re: Serie A 2018/19

Messaggio da metabolik » 3 dic 2018, 17:46

Si, Domenica prossima lo scontro fra le due compagini biancorosse è fra quelli più attesi.
Così come aveva predetto un futuro di sicuro sviluppo a quel CUS Genova che giocava in serie B, quest'anno ho visto nel nuovo ASR Milano una squadra molto pericolosa, che può contrattaccare da situazioni qualsiasi.
Non tengo per nessuna delle due, ovviamente, ma mi fa molto piacere che Genova e Milano sono finalmente tornate con sicurezza almeno a livello della serie A.

breda120
Messaggi: 116
Iscritto il: 19 mag 2011, 11:17

Re: Serie A 2018/19

Messaggio da breda120 » 3 dic 2018, 19:34

ieri al Curioni abbiamo assistito ad una bella partita tra due squadre ben preparate e corrette.
L'ha spuntata il Milano per soli 3 punti anche se conduceva 27 a 10 a 20 minuti dalla fine. Fino a quel punto erano stati i milanesi a mettere in mostra una gioco arioso di buon livello con buone penetrazioni degli avanti e ottime corse delle linee arretrate. Dal 60° minuto ha prevalso la miglior preparazione atletica del Parabiago che ha saputo segnare due mete di ottima fattura arrivando quasi a superare gli avversari sul filo di lana. Una menzione a parte va riconosciuta alla seconda linea del Parabiago che ha centrato i pali in tutti le occasioni dimostrando una grande competenza nei piazzati cosa rara per un numero 4.
L'ASR torna così alla vittoria nel derby "allargato" ( non me ne voglia il Parabiago ma per i milanesi il vero derby è quello tra CUS e ASR ) dopo che l'anno scorso aveva rimediato due sonore sconfitte in una stagione volutamente dedicata dal Milano a far crescere di esperienza i suoi tanti giovani di valore in uscita dalla U18.

dirk diggler
Messaggi: 133
Iscritto il: 6 mag 2011, 11:35

Re: Serie A 2018/19

Messaggio da dirk diggler » 3 dic 2018, 20:15

Asr Milano-Parabiago 27-24 (pt. 13-3) punti 5-1

P.t.: meta Asr, cp Parabiago, cp Asr, meta Asr
S.t.: meta tecnica Asr, meta tr. Parabiago, meta tr. Asr, meta tr. Parabiago, meta tr. Parabiago

Al Curioni l’Asr conferma la propria crescita in una partita che era iniziata sottotono centrando la vittoria con punto di bonus.
Al fischio iniziale è quasi solo Parabiago, per dieci minuti gli ospiti premono e pare non esserci match, costantemente nella metà campo biancorossa sbagliano clamorosamente una meta due contro uno sotto i pali commettendo anche un in avanti. Poi gli ospiti prendono un giallo e l’Asr comincia a costruire gioco diventando padrona del campo per i successivi 50 minuti. La prima meta nasce da un calcio di punizione avversario che non va in touche, Parabiago accorcia su punizione contro la mischia milanese, Asr a segno nei pali per un placcaggio al collo e in chiusura di tempo ancora in meta su mischia ai 5 mt finalizzata coi pick and go. Nella ripresa Milano parte alla grande e una serie di falli degli ospiti su una chiara occasione da meta viene sanzionata dall’arbitro con meta tecnica. Parabiago replica ma Milano trova la meta del bonus. Qui la partita cambia, gli ospiti tornano in cattedra come all’inizio, l’ala Asr in attacco cerca il numero ma perde palla, sul calcio a seguire degli ospiti il terza linea Asr commente un in avanti ma l’arbitro dà il vantaggio a i rossoblu si involano in meta con una veloce azione alla mano. Parabiago mette alle strette Milano andando nuovamente in meta e gli ultimi minuti sono di sofferenza, un calcio di punizione Asr a tempo quasi scaduto non trova la touche ma gli avversari non riescono a risalire il campo e la vittoria è in saccoccia. Prova Asr molto disciplinata con sprazzi di rugby champagne, mischia in sofferenza nel secondo tempo. Parabiago a volte egoista perde occasioni di marcare per errori individuali, lasciando il pallone in mano a Milano per gran parte della partita. Domenica a Genova prova molto dura, per ora ci teniamo il secondo posto e la consapevolezza di poter continuare a sorprendere. Forza Asr!

Rispondi

Torna a “Stagione 2018/2019”