Consigli cinematografici

Per discutere di qualsiasi cosa che NON riguardi il Rugby...
hardhu
Messaggi: 1050
Iscritto il: 15 ott 2011, 10:48
Località: Padova

Re: Consigli cinematografici

Messaggio da hardhu » 10 ott 2019, 12:51

Ilgorgo ha scritto:
9 ott 2019, 22:08
Su Rai Movie è in onda un film con Uil Smit, "Zona d'ombra"; narra la vera storia di un medico nigeriano-americano che pochi anni fa (dal 2006 in avanti, circa) scoprì che i colpi in testa ricevuti dai giocatori di football americano rendono il loro cervello, talvolta nel giro di pochi anni, simile a quello di un anziano malato di Alzheimer. Non so con quale frequenza si verifichino questi sintomi, immagino che non siano così diffusi ed evidenti se no ce ne sarebbe accorti prima.
Naturalmente viene da pensare anche al rugby.
A me sinceramente viene da pensare prima alla boxe e a tutti gli altri sport di combattimento...

Ilgorgo
Messaggi: 9970
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: Consigli cinematografici

Messaggio da Ilgorgo » 10 ott 2019, 13:19

In effetti i sintomi trovati dal medico nigeriano nei giocatori di football sono simili a quelli che già erano stati riscontrati nei boxeur, e quel tipo di malattia ha infatti un nome latino tipo dementia pugilistica
Questo non toglie però che le botte, al capo e non solo, sono forti anche nel rugby, nonostante il meritorio impegno di World Rugby nell'emanare regole sempre più protettive. Sarebbe perciò utile, se non è mai stata fatta, una ricerca su larga scala per capire se i giocatori di rugby tendono a soffrire di qualche deficienza/malattia più del resto della popolazione.
Sono ricerche antipatiche, lo so: anche a me se uno studioso mi venisse a dire "a ogni km percorso in mountain bike aumenta impercettibilmente il rischio di contrarre quella tal patologia" darebbe fastidio, perché ti vuoi godere il tuo sport senza sapere che può avere conseguenze deleterie. Però allo stesso tempo è anche giusto fare ricerca e dare consapevolezza

Ilgorgo
Messaggi: 9970
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: Consigli cinematografici

Messaggio da Ilgorgo » 21 ott 2019, 23:09

A Reggio Emilia non ci sono tante attrazioni culturali ma almeno abbiamo la fortuna di aver avuto nella nostra provincia i luoghi dei film di Don Camillo, forse la serie cinematografica italiana più di successo di tutti i tempi (quali altri film sono passati così tante volte in tv in prima serata?)
Qualche giorno fa mi è capitato di rivedere per caso su youtube la scena finale di quello che penso sia il quarto film della serie: il duello in bici lungo l'argine del Po. E stasera guardando anche un breve documentario di Tatti Sanguineti sulla saga ho sentito che lui definiva quella scena "una delle migliori di tutta la serie" e "quasi felliniana". Grazie alla grande chiesa che si vede nell'immagine iniziale (è la chiesa di Boretto) ho scoperto esattamente che percorso compiono i due in bici (dalla chiesa di Boretto fino alla curva subito prima del ponte verso Viadana) e appena posso andrò a farlo anch'io

[youtube]https://youtu.be/nqzVqKtmuOg?t=165[/youtube]

Ilgorgo
Messaggi: 9970
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: Consigli cinematografici

Messaggio da Ilgorgo » 7 nov 2019, 18:28

Ecco, dopo soli diciassette giorni (sono un fulmine quando prendo le decisioni) oggi sono andato a fare quel breve tragitto compiuto da Don Camillo e Peppone nel film. Loro due impiegano poco più di un minuto a fare il tratto di strada, io ci ho messo 2'54" :( Speriamo che nel film la pedalata abbia subìto dei tagli, se no vuol dire che vado molto più piano anche di un prete e di un sindaco in sovrappeso
Ah, sì, pensavo di inquadrare la strada ma per il 90% del tempo ho filmato solo il ciglio. Non penso che diverrò famoso per le mie doti da cameraman

Peppone e Don Camillo (il viaggio in bici inizia da 3'00")
Io me

Garry
Messaggi: 7905
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: Consigli cinematografici

Messaggio da Garry » 8 nov 2019, 23:37

Be imperfectly vegan
Be imperfectly zero waste
Be imperfectly plastic free
Be imperfectly sustainable
Because small conscious changes are better than none at all
(Amber Allen)

Garry
Messaggi: 7905
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: Consigli cinematografici

Messaggio da Garry » 8 nov 2019, 23:40

Però qui Gassmann gli risponde: "L'hai vista L'eclisse? Io ci ho dormito. Una bella pennichella..." :lol:
Be imperfectly vegan
Be imperfectly zero waste
Be imperfectly plastic free
Be imperfectly sustainable
Because small conscious changes are better than none at all
(Amber Allen)

Ilgorgo
Messaggi: 9970
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: Consigli cinematografici

Messaggio da Ilgorgo » 2 dic 2019, 12:28

I due protagonisti della prima stagione di "True detective" in una foto (non so se attuale o di allora) pubblicata oggi da McConaughey

Immagine

Garry
Messaggi: 7905
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: Consigli cinematografici

Messaggio da Garry » 2 dic 2019, 16:28

Per chi lo desiderasse, o per chi si volesse fare una pennichella :lol: , su YouTube c'è L'Eclisse completo:
Be imperfectly vegan
Be imperfectly zero waste
Be imperfectly plastic free
Be imperfectly sustainable
Because small conscious changes are better than none at all
(Amber Allen)

Ilgorgo
Messaggi: 9970
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: Consigli cinematografici

Messaggio da Ilgorgo » 20 dic 2019, 22:39

Un interessante documentario sui longobardi. Non sapevo quasi nulla di loro, l'ho visto volentieri

Ilgorgo
Messaggi: 9970
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: Consigli cinematografici

Messaggio da Ilgorgo » 21 dic 2019, 21:50

Il fatto che tra i sette luoghi longobardi ufficialmente riconosciuti in Italia ci siano Brescia e Benevento, due città di tradizione rugbistica, mi ha fatto pensare che il carattere guerriero di questa popolazione giunta dal nord possa avere favorito l'inclinazione verso il rugby di alcune zone della nazione. Questa mappa con la suddivisione tra territori dominati dai longobardi e territori dominati dai romani/bizantini sembrerebbe a prima vista corroborare l'ipotesi: in territorio bizantino cadono la Romagna e le Marche, mai state davvero competitive nel rugby, l'Umbria, Roma (relativamente poco competitiva nel rugby, se si considera che è la Capitale), Napoli, la Puglia, la Calabria, le isole, la Corsica, la costa jugoslava... tutte zone a scarsa tradizione rugbistica. Mentre nelle zone a dominio longobardo risiedono quasi tutto il nord, Piacenza, Parma, Firenze e Prato, L'Aquila, Benevento.
Però la presenza di Rovigo nel territorio bizantino (Padova e Treviso sembrano invece al margine tra le due aree) fa cadere un po' tutta l'ipotesi

Immagine

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 20499
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Consigli cinematografici

Messaggio da jpr williams » 22 dic 2019, 9:16

Ilgorgo ha scritto:
21 dic 2019, 21:50
Però la presenza di Rovigo nel territorio bizantino (Padova e Treviso sembrano invece al margine tra le due aree) fa cadere un po' tutta l'ipotesi
Sei l'unico che io conosca capace di proporre un'ipotesi, corroborarla con prove a carico e poi smorzare il tutto trovando argomenti che mettono in dubbio l'ipotesi primiera. :shock:
Un esempio di correttezza espositiva inusitata :o
Praticamente in un'aula di tribunale faresti sia il ruolo del PM che quello dell'avvocato lasciando il giudice di stucco. :-]
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.

Ilgorgo
Messaggi: 9970
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: Consigli cinematografici

Messaggio da Ilgorgo » 22 dic 2019, 10:07

E non a caso "stucco" è una parola longobarda

https://www.facebook.com/permalink.php? ... 0689872550

Vedi, tutto torna :!:

Ilgorgo
Messaggi: 9970
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: Consigli cinematografici

Messaggio da Ilgorgo » 23 dic 2019, 22:05

Io non riesco mai a capire questo problema logico-matematico; la soluzione appare completamente contro-intuitiva. Se ricordo bene è raccontato anche nel libro "Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte"

Avatar utente
quaros
Messaggi: 512
Iscritto il: 23 lug 2018, 7:55

Re: Consigli cinematografici

Messaggio da quaros » 24 dic 2019, 9:47

E' abbastanza "semplice"... parti con tre possibilità, quindi per ogni porta hai 33,3% di trovare l'auto, se dopo che il conduttore ti elimina una porta "capra" cambi scelta iniziale, la probabilità aumenta perchè hai solo due scelte e non più tre.

E' spiegato molto bene, con altri paradossi, nel primo capitolo de "La fisica del Diavolo" di Jim Al-Khalili

Ilgorgo
Messaggi: 9970
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: Consigli cinematografici

Messaggio da Ilgorgo » 24 dic 2019, 9:54

Fosse così lo capirei: una porta su tre=33%, una su due=50%. Ok...
Però quel che non riesco ad afferrare (molti non riescono a farlo, a quel che so) è il fatto che cambiando scelta dopo che il "conduttore di quiz" ha eliminato una porta le tue possibilità salgano da 33% a 66%. Cioè, a quel punto sono rimaste solo due porte: quella che tu avevi scelto e quella che il conduttore ha lasciato chiusa tra le altre due. Il "buonsenso" mi suggerisce che ora entrambe le porte superstiti abbiano 50% di possibilità. Invece una ha il 33% e una il 67%. Non arrivo a capirlo, anche se mi fido del fatto che le cose stiano davvero così.
Il fatto che il "conduttore di quiz" sia a conoscenza di quale sia la porta giusta influisce sulle percentuali? O è ininfluente? Se influisce allora forse posso forse vagamente riuscire a capire il passaggio logico-matematico, ma se è ininfluente allora tutto continua a sfuggirmi

Rispondi

Torna a “Chiamate la Neuro....”